Giovanni Muciaccia



9
settembre

Su Rai 2 si torna a viaggiare con Sereno Variabile. Muciaccia e Bevilacqua verso il cambio della guardia

Giovanni Muciaccia e Osvaldo Bevilacqua

Giovanni Muciaccia e Osvaldo Bevilacqua

Rai2 torna a viaggiare nel pomeriggio del sabato. Ai nastri di partenza l’edizione numero trentotto di Sereno Variabile, in onda dal 9 settembre 2017 tutti i sabati alle 17.05. Al timone del programma ci sarà Giovanni Muciaccia, il quale dopo il debutto nella seconda parte della stagione estiva sta gradualmente ereditando il posto di Osvaldo Bevilacqua..




2
giugno

Sereno Variabile Estate raddoppia. Giovanni Muciaccia al fianco di Osvaldo Bevilacqua

Giovanni Muciaccia

Giovanni Muciaccia

In estate Sereno Variabile raddoppia, sia negli appuntamenti che alla conduzione. A partire dal weekend del 10 e 11 giugno, infatti, lo storico programma di Rai2 diventerà bisettimanale ed avrà una doppia messa in onda: il sabato alle 13.30 e la domenica alle 13.45. Ma la novità più curiosa è un’altra: dal 20 agosto 2017, il conduttore Osvaldo Bevilacqua sarà affiancato da Giovanni Muciaccia, l’ex volto di Art Attack ora di ritorno sulla generalista.


1
aprile

GIOVANNI MUCIACCIA A DM: TRA QUALCHE ANNO ANDARE IN GIRO CON UN ROBOT SARA’ UNO STATUS SYMBOL (VIDEO)

Giovanni Muciaccia al Fab Lab di Barcellona

Dopo le creazioni manuali di Art Attack, per Giovanni Muciaccia è arrivato il momento di confrontarsi con quelle avveniristiche di XMakers, nuova produzione targata Dea Kids in onda da venerdì 3 aprile alle 20.

Giovanni Muciaccia parla di X Makers

Intervista a Giovanni Muciaccia

Intervistato al Fab Lab di Barcellona, il conduttore pugliese si dichiara entusiasta di un progetto che promette di istruire i ragazzi alla tecnologia più avanzata svolgendo una mission da servizio pubblico:

“Diciamo che ci aspetteremmo più programmi di questo tipo da parte del servizio pubblico non solo per i ragazzi ma anche per gli adulti, però le cose ahimè vanno in un altro modo. Le cause sono esogene rispetto alla nostra volontà, dipendono da tanti fattori esterni”.

Ma XMakers permetterà altresì a Muciaccia di mostrare un lato inedito di sé. Lo vedremo, infatti, praticare uno sport estremo come il kitesurf. Tranquilli, però, il boss degli XMakers non intende in futuro snaturarsi bensì continuare a prender parte a trasmissioni congeniali al percorso artistico maturato sinora:

“Spero di riuscire a fare delle cose che siano coerenti con quello che ho fatto sino ad oggi. Credo che la mia carriera vada in questa direzione, nel mondo della creatività, della curiosità e della novità, anche. Mi piacerebbe fare tante cose purchè mi rendano riconoscibile dal mio pubblico, quello che ho cresciuto. Io ho un pubblico definito, oggi la mia prima generazione ha 27 anni, e sicuramente mi seguirebbe in un programma nuovo“.





31
marzo

X MAKERS: FARE LO SCIENZATO E’ DIVERTENTE SU DeAKIDS

X Makers

C’erano una volta (solamente) trenini e bambole. Oggi, invece, il futuro arriva prima anche per i più piccoli, sempre più immersi in un universo hi-tech. Lo sa bene DeAKids che ha “costruito” XMakers, il primo show televisivo europeo che avvicinerà i ragazzi al mondo delle stampanti 3D e della Digital Fabrication.

In onda ogni venerdì alle 20 dal 3 aprile, il programma offre la possibilità di vedere oggetti della vita quotidiana trasformarsi in prototipi straordinari di frese, laser cutter, stampanti 3D e schede arduino con l’aiuto di un team di esperti capeggiato da Giovanni Muciaccia, di ritorno sul canale 601 di Sky. L’auspicio del direttore dei canali De Agostini, Massimo Bruno, è quello di avvicinare i bambini alla scienza replicando l’”effetto Mila e Shiro” sulla pallavolo che grazie al cartone animato vide decuplicare il numero di talenti in erba.

X Makers permette di realizzare dei sogni dei ragazzi partendo dalla creatività di ciascuno di loro (…) In Italia dove spesso ci crogioliamo sul bello, sull’estetica italiana, ci sono eccellenze anche nella tecnologia e credo sia importante creare questa cultura sia sui ragazzini che sulle ragazzine”.

Gli fa eco il fisico Massimo Temporelli che ha accettato di mettersi in gioco nei panni del bizzarro ed eclettico inventore del team degli XMaxers. “E’ il punto più alto della mia professionalità”, ha spiegato senza mezzi termini, in sede di presentazione, rimarcando l’orgoglio da pioniere televisivo. Non è preoccupato nemmeno da eventuali reazioni dei colleghi alla sua partecipazione in un programma per ragazzi; il suo obiettivo, infatti, è quello di confutare lo stereotipo dello scienziato noioso. “Fare lo scienziato è divertente“, sentenzia il fondatore di “The Fab Lab: Make in Milano” (un Fab Lab è un laboratorio di fabbricazione digitale condiviso, ndDM).


14
febbraio

ART ATTACK: SU RAI YO YO E’ TORNATO IL PROGRAMMA PIONIERE DEL GENERE TUTORIAL

Giovanni Muciaccia

Utile a stimolare il potenziale artistico dei più piccoli, e a trasformare con un po’ di fantasia in un’opera d’arte tutto ciò che si ha in giro per casa, Art Attack è diventato un appuntamento cult ed imperdibile per tanti bambini. La trasmissione a marchio Disney è ripartita lo scorso 8 febbraio con una nuova stagione in onda il sabato e la domenica alle 8.30 su Rai YoYo. Alla guida ancora una volta l’inossidabile Giovanni Muciaccia che, in un’intervista al Tv Radio Corriere, spiega il successo di un programma in onda da ben 15 anni.

“Il segreto del suo successo sta proprio nel fatto che è seguito sia dai piccoli che dai grandi. Una trasmissione che è riuscita ad appassionare anche i genitori e fasce di pubblico che non ci aspettavamo. Ho delle testimonianze quotidiane di ragazzi sopra i vent’anni che mi seguivano da bambini e che, se capita, mi guardano ancora oggi.”

Pioniere in qualche modo del genere tutorial, tanto di moda oggi in tv, Art Attack ha fatto della manualità la sua missione.

“La missione è quella di trasmettere ai giovani la manualità, una pratica che sta scomparendo sempre di più. E’ anche una questione sociale. Oggi come oggi, le macchine fanno tutto. E’ possibile che in futuro anche questo aspetto della vita sia rivalutato. Si ritornerà al “mestiere”. Inoltre, vogliamo aiutare i nostri telespettatori a capire il senso all’arte, a vedere le cose in un altro modo, a trasformare gli oggetti, a cambiare la loro destinazione d’uso.”

Per Muciaccia sviluppare la manualità, ma anche la fantasia e la creatività dei bambini, rimane un aspetto centrale del programma.

“E’ importantissimo. Il nostro programma è nato in un periodo in cui i ragazzi erano già subissati dai videogiochi e dai computer. Quindi è stata una scommessa. Ma ha avuto subito un’enorme risposta. Questo significa che la manualità è una cosa che attira, che piace. Mostriamo dei lavoretti che i ragazzi possono realizzare al momento, davanti ai lori occhi. Probabilmente ha a che fare con un aspetto profondo della vita, quasi genetico. E’ per questo che ha tanto successo.”

Il conduttore, che ha debuttato in tv nel 1992 con la trasmissione Disney Club, ricorda come è cominciata la sua lunga avventura ad Art Attack.





13
agosto

DE AGOSTINI LANCIA DeASUPER PER I TWEENS, E SU DeAKIDS LO ZECCHINO SHOW CON OSSINI E IL BABY FEDERICO RUSSO

Massimiliano Ossini

Solo sul satellite se ne contano 20 (compresi i canali “+1″) e poi ci sono quelli in onda sul digitale terrestre. Eppure, anche se ne abbiamo decisamente troppo, i loro ascolti sono quasi sempre degni di rilievo. Sarà per questo che De Agostini Editore dopo DeAKids ha deciso di lanciare un nuovo canale.

A breve, infatti, sul canale 625 di Sky DeAKids si sdoppierà e arriverà DeASuper,  la rete che “fa scoprire ai ragazzi cosa c’è di super nella vita di tutti i giorni”. Uno sdoppiamento che va nella direzione di separare il pubblico dei kids da quello dei tweens: la rete, infatti, punterà su un target di più adulto o se preferite “meno bambino” (target compreso tra gli 8 e i 12 anni).

Non solo il lancio di un nuovo canale. Il gruppo di Novara ha in serbo molte soprese per i baby telespettatori di DeAKids, canali 601 e 619 della piattaforma Sky. Impossibile non menzionare Lo Zecchino show, game che da ottobre, metterà in gara le più belle canzoni dello Zecchino d’Oro. Il programma sara’ condotto da un’inedita coppia di conduttori, Massimiliano Ossini e Federico Russo, il tredicenne attore della serie “I Cesaroni“, e avrà una giura d’eccezione composta da Roberta Lanfranchi (che già per DeAKids ha cantato la sigla del telefilm “Mega Mindy”), dalla conduttrice musicale Carolina di Domenico e di volta in volta da un ex concorrente o vincitore dello Zecchino d’Oro. Per quanto riguarda le produzioni d’importazione si segnalano ”Teletubbies everywhere“, “Fragolina dolce cuore” e una nuova serie dedicata all’astronomia dal titolo “C’era una volta lo spazio” creata da Albert Barillè, lo stesso creatore di “Esplorando il corpo umano (Siamo Fatti Cosi’)”.

Per saperne di più sulle produzioni originali della “tv del fare“ leggi dopo il salto:


3
dicembre

DEAKIDS RINNOVA IL PROPRIO PALINSESTO. GIOVANNI MUCIACCIA NUOVO VOLTO DI RETE

DeAKids

“Originale è un telefilm che insegna a fare qualcosa” – “Mi piacciono i telefilm dove ai ragazzi succedono delle cose che capitano anche a me e posso prendere spunto da loro”  – “Mi piace tanto costruire cose originali con la colla”

Sono solo alcuni dei commenti espressi dai bambini ad una ricerca commissionata da DeAKids per capire i gusti del pubblico giovanile. Ed è proprio da questi che nasce il nuovo canale targato DeAgostini (posizione 601 e 619 degli Skybox). Il piacere di fare, il piacere della connessione e il piacere di vivere: tre concetti alla base del rinnovamento del palinsesto del canale, più orientato verso le autoproduzioni (in collaborazione con Magnolia) piuttosto che sulle acquisizioni, cercando per quanto possibile di venire incontro alle esigenze dei bambini, convinti che la televisione sia un veicolo per la comprensione e il superamento dei problemi di ogni giorno.

Nuovo volto di punta sarà Giovanni Muciaccia, già apprezzato in Art Attack, che si cimenterà in Freestyle – Tutta un’altra stanza (dal 6 gennaio alle 20.30). Insieme alle scenografe Giulia Pasquinelli e Gloria Danili, ogni puntata vedrà la trasformazione della cameretta di un ragazzo nella desiderata stanza dei sogni, con l’utilizzo di materiali riciclabili e a basso costo. Il dog trainer Simone Della Valle sarà invece alla guida di Missione Cuccioli (dal 24 dicembre alle 21.00). Supportato dalla Lega Nazionale per la Difesa del Canale, il programma (realizzato dagli stessi autori di Sos Tata) cercherà di insegnare ai ragazzi come diventare dei “padroncini responsabili” con i propri amici a quattro zampe.