Gianmarco Mazzi



16
novembre

X FACTOR 4. LA SEMIFINALE LIVE SU DM. IN FINALE NATHALIE, DAVIDE E NEVRUZ

XFactor 4, la semifinale: i giudici

Aspettiamo con ansia la semifinale di X Factor 4! Chi riuscirà a salire sul podio della finale? Questa è la puntata decisiva e saranno prima il pubblico sovrano, poi i giudici a stabilire chi potrà concorrere per diventare la nuova pop star italiana. I cantanti in gara si misureranno con un mostro della musica italiana, Gianni Morandi, al quale dedicheranno un’intera manche. Ma il piatto forte della serata saranno i brani inediti. Tra il grande ritorno dei Pooh e l’arrivo di Carmen Consoli, valuteremo il lavoro dei giudici che, mai come in questa edizione, hanno preso sul serio il proprio ruolo.

Siamo di fronte ad una puntata tutta da scoprire. Se consideriamo l’uscita di Stefano e l’inversione di marcia su Nathalie, i telespettatori hanno dimostrato di saper riflettere e cambiare idea. Noi di DM siamo già scalpitanti perchè stasera il piatto è ricco. Voi, intanto, finite di cenare e preparatevi in pole position, mouse alla mano, sintonizzati sul Due e su www.davidemaggio.it. Questa sera, la posta in gioco è alta, la tensione pure, e noi saremo tutti sul pezzo.  Nel frattempo, per conoscere le anticipazioni sulla puntata che vedremo clicca qui.

[ATTENZIONE: per commentare su DavideMaggio.it non è necessario registrarsi. Tuttavia, per evitare di inserire per ciascun commento il proprio nick e indirizzo email, consigliamo la registrazione per la quale è necessario un minuto scarso del vostro tempo. Potete registrarvi cliccando qui. Ricordate che è necessario un indirizzo email valido per confermare la registrazione. In alternativa potete loggarvi direttamente con il vostro account di Facebook cliccando sull'apposito tasto presente nei commenti o nella sidebar destra]

DALLE 21.00 TUTTI SUL DUE E SU DM. AFFILATE LE TASTIERE…

ORE 21.03 SIGLA ANTE-FACTOR… che la semifinale abbia inizio

ORE 21.05 – Entrano i giudici, i quattro pilastri di X Factor. Facchinetti ci presenta il menu della serata. Ed è già il momento… Sul palco di X Factor4, arriva Carmen Consoli con la sua nuova canzone “Guarda l’alba”

XFactor 4, la semifinale: Carmen Consoli

ORE 21.12 – Ancora “il momento”… Stavolta, ad arrivare è il capitano del nuovo Festival di Sanremo, Gianni Morandi. Gianni ci racconta come sarà il nuovo festival con il nuovo cast, Luca e Paolo, la Rodriguez e la Canalis. E poi Morandi invita la Tatangelo a partecipare al Festival. Lady Tata: “la canzone ce l’avrei!”

ORE 21.16 – Facchinetti invita Morandi a schitarrare con lui ma Morandi, prima di cedere, insegna a Dj Francesco che “quando si diventa conduttori, non si canta più”. Ma poi, duetta con Francesco a suon di chunga-chunga “andavo a cento all’ora, per cantar la serenata!” Ed è medley

XFactor 4, la semifinale: Facchinetti canta con Morandi

ORE 21.22 – La clip ci racconta la sintesi di questa semifinale… Il gioco si fa duro, i cantanti ce la vogliono fare a tutti i costi

ORE 21.23 – La prima manche comincia…. Entriamo nel vivo della competizione. Push the botton!

ORE 21.24 – Elio presenta il suo Nevruz che canta per noi “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones“. Prima dell’esibizione, vediamo le prove del brano con la consulenza del Morandi nazionale

ORE 21.29 – Pubblicità




16
novembre

DUE: ELISA E I NEGRAMARO APRONO LA NUOVA EDIZIONE. TRA DICEMBRE E GENNAIO QUATTRO NUOVE PUNTATE

Due

Due: Elisa e i Negramaro protagonisti della prima puntata

Annunciato più volte in questi mesi, di DUE, lo show musicale “puro” ideato dal Direttore di Rai2 Massimo Liofredi e dal Direttore Artistico del Festival di Sanremo 2011 Gianmarco Mazzi, si erano ormai perse le tracce. E invece, come rivela l’Agi, il progetto va “a gonfie vele” ed è pronto a sbarcare sulla seconda rete pubblica con ben quattro nuove puntate.

Nonostante il successo della “puntata pilota”, se così possiamo definirla, con Laura Pausini e Tiziano Ferro e l’ascolto tutto sommato positivo della seconda puntata con Lucio Dalla e Francesco De Gregori, le quattro nuove puntate andranno in onda fuori periodo di garanzia, probabilmente tra dicembre e gennaio del nuovo anno. Ad aprire la nuova edizione ci penseranno due degli artisti più apprezzati della Sugar Music di Caterina Caselli (entrambi in promozione con i nuovi singoli), la cui collaborazione è stata già ampiamente testata in passato con successo: Elisa (già data per certa nei mesi scorsi) e i Negramaro.

La location, secondo quanto si apprende dall’agenzia, dovrebbe rimanere Verona (e molto probabilmente il Teatro Comploy) per almeno tre delle quattro puntate, la restante potrebbe invece andare in onda dalla Capitale.


5
novembre

SANREMO 2011, INTERVIENE IL CDA RAI: NO A BRANI POLITICI AL FESTIVAL. E MORANDI: FIDATEVI DI ME

Elisabetta Canalis conduttrice di Sanremo 2011

Erano meglio le banane e il lampone, oppure quel ragazzo che amava i Beatles e i Rolling Stones. Gianni Morandi andava a 100 all’ora quando si trattava di sfornare canzonette dagli arrangiamenti irresistibili. Anche adesso, che gli è stata affidata la conduzione del Festival di Sanremo 2011, l’artista cerca di mettere in gioco quel suo estro, ma per il momento l’effetto non sembra essere il medesimo. Delle sue proposte, infatti, una su mille ce la fa. Solo l’altro ieri il cantante suggeriva, assieme al direttore artistico Gianmarco Mazzi, che a Sanremo si eseguissero Bella Ciao e Giovinezza nella serata dedicata ai 150 anni dell’Unita’ d’Italia (maggiori info qui). Bene, a 24 ore di distanza il Cda Rai ha chiuso la questione bocciando il progetto: niente brani dalla spiccata connotazione politica all’Ariston.

In una nota il Consiglio d’Amministrazione ha rilevato che sarebbe ”utile evitare di  affrontare, in modo troppo superficiale, questioni così delicate che riguardano la storia del nostro Paese” e invitato  il Direttore Generale ad intervenire con il Direttore di Rai1 “affinché nell’organizzazione della serata  dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia si  proceda in modo serio e responsabile, con criteri diversi“. Da parte sua il conduttore della kermesse canora 2011 ha rivendicato assieme a Mazzi “l’autonomia artistica nella scelta delle canzoni della serata del giovedi” e ha proprosto nuovi brani, dall’Inno di Mameli alla Canzone del Piave.

La presa di posizione del Cda Rai appare ragionevole di fronte a una trovata singolare e inadeguata rispetto al contesto in cui è sorta. Che c’azzeccano Bella Ciao e Giovinezza con il palco dell’Ariston? Queste canzoni appartengono a periodi storici che le hanno connotate e intrise di ideologia oltre al significato letterale dei loro testi; una indentifica la Resistenza partigiana, l’altra il Ventennio fascista. La parentesi festivaliera non sembra l’occasione migliore per proporre brani del genere, che meritano particolari accortezze storiche e culturali. E poi va benissimo celebrare l’Unità di Italia, ma ci si ricordi anche che i telespettatori chiedono a Sanremo buona musica e intrattenimento, non liturgie in bianco e nero.





4
novembre

FESTIVAL DI SANREMO 2011: FA DISCUTERE LA CELEBRAZIONE DELL’UNITA’ D’ITALIA. RIDIMENSIONATO MA NON TROPPO IL PESO DEL TELEVOTO.

Sanremo 2011, i protagonisti

E’ un Festival di Sanremo ricco di novità, quello presentato ieri dal direttore artistico Gianmarco Mazzi e dal conduttore Gianni Morandi. A cominciare dall’organizzazione della terza puntata, come spiegato dal direttore artistico: “dedicheremo la serata del 17 febbraio ai 150 anni dell’Unità d’Italia con canti commemorativi della storia italiana. Nella serata del giovedi, infatti, i “big” saranno chiamati ad eseguire, oltre al brano inedito, uno tra i pìu significativi canti della storia della canzone tricolore. Una celebrazione che porterà sul palcoscenico dell’Ariston canzoni come “Bella Ciao” e “Giovinezza”, quest’ultima passata alla storia come inno del Ventennio ma che nacque come canzone della ‘goliardia’ toscana nei primi del ‘900.

Una scelta dei brani rischiosa “il [cui] significato – specifica Mazzi - è artistico e non politico aggiungendo che “se vogliamo cantare canzoni della nostra storia non dobbiamo aver paura di cosa rappresentano ma dobbiamo tener conto dell’importanza artistica che hanno avuto e che hanno”. Le ragioni del direttore artistico non sono state ben accolte, però, dalla Lega Nord che si è subito scagliata contro la serata definendo le canzoni in questione rappresentative di valori non condivisibili e da Oliviero Diliberto che minaccia di presentare un esposto alla Procura della Repubblica per valutare se non ci siano gli estremi di reato di apologia del fascismo nel cantare Giovinezza.

Per la prima volta dunque nella storia del Festival sanremese i 14 cantanti della sezione “artisti” saranno in gara con due brani. “Quelle dei big saranno delle vere e proprie performance con acconciature e costumi dell’epoca. A fine serata  il pubblico decreterà il vincitore di questa serata-evento” ha dichiarato Mazzi. “Questa votazione - spiega Morandi - potrebbe influenzare il risultato finale del Festival e non escludiamo che questi brani possano essere raccolti in un cd commemorativo”. Un’altra novità importante riguarda il sistema del televoto, che lo scorso anno creò grande malcontento (impossibile dimenticare il lancio dello spartito da parte dell’orchesta in segno di disapprovazione). Due saranno i sistemi principali di votazione: da una parte la giuria demoscopica, che nelle prime due serate deciderà la graduatoria dei 10 cantanti che accederanno alla quarta serata, dall’altro la giuria tecnica della Sanremo Festival Orchestra, composta dai musicisti e dagli artisti del coro, “accompagnata” dal televoto del pubblico.


27
ottobre

FESTIVAL DI SANREMO 2011, IL REGOLAMENTO: 14 BIG E 8 GIOVANI (SCELTI A DOMENICA IN). MENO PESO AL TELEVOTO

Gianni Morandi conduttore del Festival di Sanremo 2011

Con un leggero ritardo sulla tabella di marcia, iniziano a trapelare le prime informazioni sul prossimo Festival di Sanremo. La squadra di autori capitanata da Simona Ercolani sta lavorando, assieme al Direttore Artistico Gianmarco Mazzi, al regolamento delle 5 serate della manifestazione canora, che verrà presentato ufficialmente a giorni e che il quotidiano Avvenire ha rivelato in anteprima.

Confermata la conduzione di Gianni Morandi con Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e le Iene Luca e Paolo, il Festival si terrà dal 15 al 19 febbraio e vedrà in gara 14 big della musica italiana (che potranno presentare la candidatura entro il 25 novembre). Nelle prime  due serate verranno eliminati quattro cantanti, due dei quali verranno ripescati nella serata del giovedì dedicata ai 150 anni dell’Unità di Italia. A proposito di Unità di Italia, gli organizzatori stanno preparando un menù gustoso per l’importante anniversario: tutti i big in gara dovranno infatti interpretare in chiave moderna  una canzone “dal grande significato storico”. La serata del venerdì vedrà in gara 12 big e l’eliminazione di altri due cantanti. Dieci in totale lotteranno per la vittoria finale.

In via di definizione il sistema di votazione: dopo il caos dello scorso anno (e dopo l’indagine dell’Antitrust), si sta pensando al ritorno di un sistema misto in cui il televoto dovrebbe avere un peso minore, per evitare – si spera – i soliti scandali (o presunti tali).





5
ottobre

BOOM! COME DM ANTICIPATO, TUTTI RITIRATI. PER IL FESTIVAL DI SANREMO NAUFRAGA IL PROGETTO MORANDI.

Gianni Morandi

Ve l’avevamo annunciato ieri in anteprima: Gianni Morandi, Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e, insieme a loro, il direttore artistico Gianmarco Mazzi stavano seriamente meditando di dare forfait per il Festival di Sanremo 2011. Un dietrofront dettato dalle dichiarazioni del Consigliere d’Amministrazione RAI Antonio Verro contro alcuni cavalli di razza della scuderia di Lucio Presta.

Il benservito definitivo non si è fatto attendere. La notizia è diventata ufficiale pochi minuti fa.

SANREMO: MORANDI-MAZZI, PROGETTO NON PIU’ REALIZZABILE. L’ANNUNCIO IN UNA LETTERA DIRETTORE ARTISTICO A DIRETTORE RAIUNO

(ANSA) – ROMA, 5 OTT – Stop di Gianni Morandi alla trattativa con Rai per il prossimo Festival di Sanremo. Uno stop annunciato da una nota che il direttore artistico Gianmarco Mazzi avrebbe inviato nel pomeriggio al Direttore di RaiUno Mauro Mazza. “Caro Direttore, a malincuore sono costretto a comunicarTi che il progetto artistico per Sanremo 2011 a cui, come noto, stavo lavorando da maggio scorso, non è più realizzabile. Mi dispiace – si legge ancora nella lettera – perché ho creduto all’idea e lavorato all’intero progetto di spettacolo con impegno ed entusiasmo ma non è facile tenere artisti importanti (e manager) coordinati e motivati per un tempo così lungo“.(ANSA).

SANREMO: MORANDI-MAZZI, PROGETTO NON PIU’ REALIZZABILE (2)

(ANSA) – ROMA, 5 OTT – Si apprende inoltre che i contatti con Morandi risalirebbero ancora al mese di giugno; l’artista avrebbe manifestato la disponibilità ad impegnarsi sull’edizione 2011 di Sanremo (particolarmente insidiosa perché successiva a due edizioni trionfali), vincolandola all’autonomia di un progetto che prevederebbe al suo fianco le due regine dello star system italiano e internazionale Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez e, a fare da irriverente controcanto, la coppia “comica” Luca e Paolo prestata per l’occasione da “Le iene”. Dopo la conduzione in solitario di Antonella Clerici, quindi si puntava a quella che viene definita una “scala reale”, dedicata al pubblico della musica, nata per portare luce, dinamismo e imprevedibilità sul palco dell’Ariston. La messa a punto del cast di conduzione e la scrittura del progetto di spettacolo (molte novità e un meccanismo artistico originale per la serata dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia) ha comportato per la direzione artistica un lavoro di oltre 4 mesi, con il fattivo coinvolgimento dei due più importanti manager artistici italiani, Lucio Presta già presente nelle tre ultime edizioni di maggior successo del Festival e Beppe Caschetto che, rappresentando Elisabetta Canalis e Luca e Paolo, ha mostrato sin dall’inizio di credere nella forza dell’idea. Al 5 ottobre, evidentemente – sostiene ora Mazzi nella lettera -, non esisterebbero più le condizioni per portare avanti il progetto.(ANSA).

SANREMO: MAZZA,AZIENDA RILANCI SUBITO PROGETTO MORANDI-MAZZI. DIRETTORE RAIUNO, HO CONDIVISO IL PROGETTO

(ANSA) – ROMA, 5 OTT – Il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, é convinto di poter recuperare la collaborazione con Gianni Morandi e Gianmarco Mazzi per il festival di Sanremo 2011 in base al comune progetto che spera che l’azienda possa “accelerare nelle prossime ore”. “Leggo la lettera di Mazzi – spiega all’ANSA il direttore di Raiuno – come un allarme sui ritardi che si sono accumulati attorno al progetto, che ho condiviso in toto e nel quale mi riconosco in pieno. Sono convinto che se l’azienda, sia pure con ritardo, dice che il progetto è giusto, si possa ripartire recuperando il rapporto con Mazzi e Morandi. Spero che si possa accelerare nelle prossime ore”. (ANSA).

MASI RILANCIA

Roma, 5 ott. (Adnkronos) – ”Il progetto Sanremo è operativo e va avanti”. Parola del Direttore Generale della Rai Mauro Masi dopo aver incontrato il direttore di Raiuno Mauro Mazza e il Vice Direttore Generale Antonio Marano. ”Stiamo lavorando per realizzare un Festival della Canzone Italiana – ha sottolineato il Dg – che sia all’altezza dei successi ottenuti nelle ultime due edizioni. Per questo rinnovo a Gian Marco Mazzi, che oggi mi ha inviato una lettera, la mia stima e la mia fiducia nel portare avanti il lavoro iniziato da mesi”. Domani il Direttore di Rai Uno Mauro Mazza, come programmato da giorni, illustrerà al Consiglio di Amministrazione i dettagli produttivi ed editoriali della prossima edizione del Festival della Canzone Italiana.


4
ottobre

BOOM! IL RITIRO E’ SERVITO: PRESTA, MAZZI, MORANDI, BELEN E CANALIS MEDITANO DI ABBANDONARE IL FESTIVAL DI SANREMO 2011.

Lucio Presta

Verro ha fatto i conti senza l’oste. E in questo caso l’oste risponde al nome di Lucio Presta, pronto ad apparecchiare per il 2011 una nuova edizione del Festival di Sanremo i cui ingredienti, manco a dirlo, appartengono alla scuderia che gestisce.

L’imperfetto è però opportuno. Ci giunge notizia, infatti, che a seguito delle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dal consigliere d’amministrazione della RAI (potete leggerle qui), i protagonisti della prossima edizione della kermesse musicale – solidali con i personaggi gestiti dall’agente e attaccati da Verro - sembra stiano seriamente meditando di dare il benservito.  Tutti insieme, appassionatamente: Gianni Morandi, Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e, insieme a loro, il direttore artistico Gianmarco Mazzi.

Insopportabili ed ingiustificabili a parer loro le accuse lanciate a Paola Perego prima, e a Belen Rodriguez ed Antonella Clerici poi.

 


27
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2010: MARCO MENGONI E NOEMI PRIMI NELLE CLASSIFICHE DI VENDITE, QUINTO VALERIO SCANU MENTRE IL TRIO DELLE POLEMICHE…

Il Festival di Sanremo è solo il “primo tempo”, è nel post-Festival, il “secondo tempo”, che potremo aver contezza del reale successo dei 15 Artisti in gara, decretando il reale vincitore. Un primo quadro viene già fornito dalla classifica ufficiale FIMI sugli album e i singoli più acquistati dal 15 febbraio al 21 febbraio 2010.

Il risultato è ribaltato: esordisce direttamente al primo posto, con l’album Re Matto, Marco Mengoni (terzo a Sanremo) mentre l’acerrimo rivale, nonchè vincitore della kermesse, Valerio Scanu (con Per tutte le volte che), deve accontentarsi del quinto posto (addirittura superato da Senza Nuvole dell’amica Alessandra Amoroso), seguito da Ricomincio da qui dell’amata Malika Ayane. Eliminati nella serata del giovedì, i Sonhora si piazzano decimi in classifica mentre sale dalla posizione 89 alla posizione 14 Noemi. Per ritrovare un concorrente di Sanremo bisogna scendere alla 24esima posizione dove si piazza Irene Grandi (Alle porte del sogno) seguita alla 26esima dal silurato Morgan (Morganicomio). Dalla 30 alla 34 è ancora Sanremo mania: Povia, Marco Mengoni (con l’album d’esordio), Nino D’Angelo, Enrico Ruggeri e la “Giovane” Nina Zilli. Male Arisa, Irene Fornaciari, Fabrizio Moro, Simone Cristicchi e il vincitore della sezione Nuova Generazione Tony Maiello (fermo alla 63esima posizione). Nessuna traccia di Italia Amore mio del trio Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici che in compenso spopola sul web con diverse parodie, in primis quella di Elio e le storie Tese.

Totalmente differente la situazione dei digital download dove Sanremo domina comunque incontrastata la top ten: al primo posto figura Noemi con Per tutta la vita seguita da Malika Ayane con Ricomincio da qui e da Marco Mengoni con Credimi Ancora. Quindi Arisa, Povia, Valerio Scanu e Irene Grandi. Ultimo, in nona posizione, Simone Cristicchi con la sua Meno male.