Gabriella Pession



24
giugno

ALBATROSS ENTERTAINMENT: TRA IL SUCCESSO DI TERRA RIBELLE E IL FLOP DE L’OMBRA DEL DESTINO, ARRIVANO IL RESTAURATORE E LA BIOGRAFIA DI EVITA PERON

Rodrigo Guirao Diaz - Terra Ribelle

Forte dei consensi ottenuti lo scorso autunno su Rai1, nonché reduce dal 51° Monte Carlo Television Festival dove è stata l’unica fiction italiana selezionata nella categoria Drama, Terra Ribelle rappresenta indubbiamente una delle produzioni di punta di Albatross Entertainment. Un successo di pubblico e critica che ha spinto la casa di produzione di Alessandro Jacchia a lavorare sin da subito a una seconda stagione, le cui riprese partiranno in Argentina e Uruguay a settembre. La fiction diretta da Cinzia Th Torrini vedrà riconfermati nel cast Rodrigo Guirao Diaz, Fabrizio Bucci, Anna Favella e Sabrina Garciarena, ma cambierà ambientazione. Dalla Maremma del 1870, gli amori e le avventure dal sapore western si sposteranno nel sud dell’America, seguendo la via dell’emigrazione.

Terrà Ribelle 2 non sarà però l’unico progetto a firma Albatross per i  prossimi mesi. E’, infatti, già  pronta per la messa in onda la serie in 12 episodi Il Restauratore, con Lando Buzzanca, Martina Colombari, Paolo Calabresi e Beatrice Fazi. Destinata alla prima serata di Rai1, la fiction diretta da Giorgio Capitani e Salvatore Basile racconterà le vicende di un misterioso restauratore alle prese con antichi oggetti da riportare a nuova vita. Vecchi quadri, orologi, cimeli vari che conservano storie, celano segreti e mettono in guardia dai pericoli futuri.

Previsto per questa estate è invece l’inizio delle riprese di una miniserie dedicata alla figura di Evita Peròn. La fiction in due puntate diretta da Robert Dornhelm e prodotta per Rai Fiction con altri partner internazionali, ripercorrerà la storia della paladina dei descamisados, da prima dell’incontro con il dittatore Juan Domingo Peròn, che sposerà giovanissima, fino alla sua morte nel 1952. Tra le candidate per il ruolo da protagonista, il nome più accreditato sembrerebbe quello di Gabriella Pession, volto noto della fiction Rai, visto recentemente nella serie di successo Rossella.




30
marzo

RAI FICTION: DA SANTA BARBARA A PAVAROTTI, IMPAZZANO LE BIOGRAFIE.

Dorando Pietri (Luigi Lo Cascio)

La difficoltà nel costruire valide sceneggiature rimane il tallone d’Achille della fiction italiana. Anche i soggetti più interessanti e originali perdono spesso la propria forza per via di sceneggiature  piuttosto banali e scontate.  Sarà forse per questo che ad avere la meglio in fatto di produzioni  tv sono da sempre le biografie di personaggi celebri, dove lo sceneggiatore si limita sostanzialmente nel riportare sullo schermo il susseguirsi degli eventi che hanno caratterizzato la vita del personaggio in questione. Qualche piccola licenza artistica ogni tanto, ma per il resto nessun particolare impegno creativo nel dover costruire dal nulla un’intera storia. Il pubblico sembra comunque gradire, e anche nel prossimo piano fiction della Rai, le biografie abbondano. Le figure religiose restano naturalmente le più gettonate.

Tra i tanti santi del calendario, questa volta la scelta è finita su Santa Barbara, molto popolare per il fatto di essere considerata protettrice contro i fulmini e le morti improvvise. Sul fronte dei preti in tv, dopo Don Bosco, Don Gnocchi e Don Milani arriverà la vita di Don Giussani, sacerdote e teologo italiano, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione. Sempre in tema, è in cantiere l’ennesima produzione dedicata alla figura di Maria di Nazareth.

Non solo fiction a carattere religioso. Tra i progetti Rai anche la biografia di Eleonora Duse, ovvero la vita di una tra le più importanti attrici teatrali italiane della fine dell’ottocento e degli inizi del novecento. Gigi Proietti smessi i panni di San Filippo Neri ripercorrerà invece la vita del poeta Trilussa, mentre a Gabriella Pession è destinato il ruolo di Evita Peron. Luigi Lo Cascio sarà il maratoneta Dorando Pietri ne Il sogno del maratoneta, fiction che narra le gesta del podista entrato nella storia dello sport vincendo la marotona alle Olimpiadi di Londra del 1908, ma che fu poi squalificato perché una volta arrivato allo stadio, stanco e disorientato, sbagliò strada e fu quindi aiutato dai giudici a riprendere il percorso giusto. La fiction in due puntate é prodotta dalla Casanova Multimedia di Luca Barbareschi.


9
gennaio

ROSSELLA: GABRIELLA PESSION APRE LA NUOVA STAGIONE DELLE FICTION RAI

Rossella

Rossella

Si riaprono le danze delle fiction Rai sulla prima rete pubblica. Ad aprire la nuova stagione questa sera alle 21.30 ci penserà Gabriella Pession, amatissimo volto di Rai1 già protagonista di Capri e Orgoglio, con Rossella, una produzione RaiFiction e Cattleya in sette puntate per la regia di Gianni Lepre.

La nuova fiction in costume dell’azienda pubblica è ambientata nel 1896 a Genova. Rossella Andrei è una giovane donna dell’alta società che decide, scontrandosi con il maschilismo dell’epoca, di abbandonare coraggiosamente il suo mondo alla ricerca della vera felicità, realizzandosi – non senza difficoltà, ingiustizie e discriminazioni – sia in ambito privato che professionale.

L’amore sarà di nuovo il collante di tutta la storia. “Lo spirito libero” Rossella incontrerà nel suo percorso due uomini che, nel bene e nel male, la aiuteranno in questo faticoso cambiamento: Giuliano Sallustio (Giuseppe Zeno), uno squattrinato ma spietato giornalista del quale Rossella si innamorerà perdutamente nonostante la sua “natura ambigua”; e il conte Riccardo Valeri (Danilo Brugia) che la salverà dalle delusioni riservatele dalle scelte incoscienti con Giuliano e la avvicinerà alla medicina riuscendo, nonostante i vari ostacoli (anche personali, tra cui l’accusa di un omicidio), a conquistare il suo cuore.

Dopo il salto la sinossi della prima puntata





22
giugno

DEL NOCE SVELA NUOVI PROGETTI PER LA FICTION RAI TRA MOLTE NOVITA’, GRADITI RITORNI E IL “SOGNO” DI UN FIORELLO ATTORE

E’ stato l’uomo d’oro della prima rete italiana per ben sette anni prima di lasciare, esattamente un anno fa, la direzione di una Raiuno alla quale, innegabilmente, nel corso del tempo, ha dato un’impronta diversa rispetto ai suoi predecessori. Una direzione caratterizzata da scelte rivelatesi, nella maggior parte dei casi, vincenti; tra tutte Affari tuoi e le due edizioni di Sanremo targate Bonolis.

Ora Fabrizio Del Noce, alla direzione di Raifiction, è pronto a nuovi progetti e sfide professionali, che racconta dalla pagine di Tv Sorrisi e Canzoni in edicola oggi. La grande fiction targata Raiuno che vedremo nel prossimo futuro sarà all’insegna delle biografie di grandi personaggi del secolo scorso, prima fra tutte quella su Evita Peron, che sarà interpreta da Gabriella Pession.

Tramontata l’ipotesi Insinna, approdato ai lidi del Biscione dove, come da noi anticipato (leggi qui), dalla prossima primavera accompagnerà i dilettanti allo sbaraglio della Corrida, a vestire i panni del tenorissimo Pavarotti sarà Pierfrancesco Favino, mentre si affaccia l’ipotesi di Riccardo Scamarcio come protagonista di un’altra fiction in cantiere, quella su Domenico Modugno, anche se c’è già chi smentisce. Ma è parlando di un’altra miniserie sul cui progetto si sta discutendo in queste settimane che il direttore svela il suo più grande sogno:


17
giugno

FICTION RAI, PALINSESTI AUTUNNO 2010: ECCO GLI APPUNTAMENTI.

La Rai, oltre che servizio pubblico, è anche e soprattutto grande fiction: produzioni italiane di qualità – con gli attori più amati di cinema e teatro – anche quest’anno costituiranno la punta di diamante dei palinsesti della tv di Stato.

La generalista Raiuno si conferma anche in questo campo la rete leader, quella dedicata alle grandi storie del nostro tempo, con uno sguardo, quest’anno più che mai, rivolto alla storia. Se per tre sere il prime time della prima rete sarà dedicato al varietà con la triade Clerici-Conti-Frizzi, il resto della programmazione in prime time sarà all’insegna delle grandi fiction. Ecco gli appuntamenti.

Ho sposato uno sbirro2: Flavio Insinna torna a vestire i panni del commissario Santamaria alle prese con i casi da risolvere e con i non meno complicati problemi causati dall’arrivo delle figlie piccole e dai rapporti con sua moglie Stella, interpretata da Christiane Filangieri.

La ladra: il grande ritorno della regina delle fiction targate Rai , Veronica Pivetti, questa volta nell’inedito ruolo di una ristoratrice che di notte si trasforma in una Robin Hood in gonnella.

Fuoriclasse: la divertente Luciana Littizzetto professoressa, per l’occasione, in un liceo scientifico di Torino. Tra problemi personali che s’intrecciano con le storie dei suoi colleghi e degli studenti, troveremo, insieme alla comica piemontese, un cast nutrito di attori tra cui figura anche Neri Marcorè.

Preferisco il paradiso: l’attesissima miniserie prodotta dalla Lux Vide che vede coma protagonista Gigi Proietti nei panni di San Filippo Neri, il santo della gioia, il giullare di Dio. Alla regia Giorgio Capitani.

E poi, ancora, grande spazio alla storie d’amore con dei veri e propri feuilleton d’appendice che tanto appassionano il pubblico femminile:





29
marzo

LO SMEMORATO DI COLLEGNO: UNO STRAORDINARIO ENIGMA DI 83 ANNI FA

Lo Smemorato di Collegno (Gabriella Pession e Johannes Brandeup) 

Un mistero ancora insoluto, una vicenda intricata e complessa, un caso mediatico che divise, appassionò e fece discutere l’Italia intera: è la storia de “Lo smemorato di Collegno” che rivive, sui nostri schermi, questa sera e domani in prime time su Raiuno. La miniserie, prodotta da Rai Fiction e Casanova Entertainment e diretta da Maurizio Zaccaro, volge lo sguardo su un avvincente enigma sociale e psichiatrico che, oltre ad aver ispirato la penna di grandi scrittori quali Sciascia e Pirandello, reclama ancora, incredibilmente da 83 anni, una soluzione certa e univoca.

Siamo nel 1926 quando un barbone viene arrestato mentre sta rubando un vaso nel cimitero israelitico di Torino. Portato in questura, l’uomo non è in grado di fornire le proprie generalità e viene così ricoverato nel manicomio di Collegno dove gli verrà diagnosticata un’amnesia retrograda globale. La storia, apparentemente anonima e insignificante di un povero “scemo di guerra”, si trasforma ben presto in un caso nazionale, che vede coinvolti intellettuali, politici, giornalisti e persino Santa Romana Chiesa.

Ma questa è anche e soprattutto una storia di amore conteso fra due donne che lotteranno, caparbiamente e coraggiosamente, per riabbracciare quello che entrambe credono sia il loro congiunto. Lo smemorato, infatti, dapprima viene identificato come il professor Giulio Canella di Verona, misteriosamente disperso in Macedonia in occasione della Grande Guerra, mentre, successivamente, sempre più fondati si faranno i sospetti che egli sia Mario Bruneri, tipografo, simpatizzante socialista e soprattutto incallito truffatore.


20
febbraio

L’ARISTON TORNA TEMPIO DELLA MUSICA, STRAORDINARIA LA TERZA. ANIA VINCE SANREMOFESTIVAL.59, RIPESCATI AL BANO E SAL DA VINCI

Paolo Bonolis e Kevin Spacey @ Davide Maggio .it

Terza serata del Festival e l’Ariston torna ad essere finalmente il tempio della musica attraverso una notte ricchissima, in cui l’evento torna a riaffacciarsi nella cittadina ligure e le canzoni sono state le reali protagoniste. Una festa che si è aperta degnamente con quella che è, volendo usare un termine caro a Paolo Bonolis, una vera eccellenza della musica italiana, Giovanni Allevi. E fra le note del tema de “Il Pianista sull’oceano” e un doveroso omaggio ad Oreste Lionello, la Kermesse è ripartita più in forma che mai.

Al centro dell’attenzione le giovani proposte (nella seconda parte del post le nostre pagelle), in parte oscurate dai loro stessi mentori, big della musica italiana prestati a questi inediti progetti discografici, di cui si sono fatti portavoce. Numerose le standing ovation, ormai degradate quasi al rango di una Ola qualunque, tributate dal pubblico dell’Ariston agli artisti. Dalla voce intensa di Riccardo Cocciante, alla magia di Pino Daniele, passando per la musica di Burt Bacharach, non sono mancati lunghi applausi e momenti all’insegna del puro divertimento. Lo stesso Bonolis ha esclamato “Non sembra nemmeno di essere all’Ariston”, quando il pubblico si è alzato per ballare sulle note di un medley proposto da Zucchero, Maurizio Vandelli, Dodi Battaglia e Fio Zanotti, chiamati ad accompagnare la giovane Irene Fornaciari, unica “privilegiata” insieme a Malika Ayane a poter cantare con gli artisti “accompagnatori” anche dopo l’esibizione del brano in gara. A coinvolgere il pubblico ci hanno pensato anche Lucio Dalla, che ha fatto cantare la platea, arrivando a far intonare qualche verso anche ad un imbarazzato Del Noce, e Massimo Ranieri con la sua intramontabile “Perdere L’amore”.

Momenti intensi anche quelli che hanno visto sul palco Roberto Vecchioni, che ha lanciato un messaggio ai giovani attraverso la sua “Sogna Ragazzo Sogna”, Lelio Luttazzi, per la prima volta a suonare sul palco di Sanremo ad 86 anni, e Gino Paoli che si è esibito in diversi successi accompagnato soltanto da una chitarra. Unica donna mentore la bravissima Ornella Vanoni, che ha omaggiato Luigi Tenco con una “Vedrai Vedrai” rivisitata in chiave Jazz e Mino Reitano con “Una Ragione di più”, pezzo bellissimo di cui l’artista recentemente scomparso ha scritto la musica. (Sabato, nella serata finale, la moglie di Reitano ritirerà un prestigioso premio per la carriera del marito).

Dopo il salto le pagelle delle Nuove Proposte:


19
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2009: LA SCALETTA DELLA TERZA SERATA

Festival di Sanremo 2009 @ Davide Maggio .it

Puntata ricchissima quella in programma questa sera per il il Festival di Sanremo. Ad aprire la terza serata della kermesse canora ci sarà l’esibizione del compositore Giovanni Allevi che eseguirà il tema de “La Leggenda del Pianista sull’Oceano”.

Subito dopo farà il proprio ingresso la madrina della serata Gabriella Pession, vestita da Giorgio Armani, con la quale si entrerà nel vivo della gara canora.

La Gara musicale prevede:

  • dapprima l’esecuzione delle dieci canzoni delle PROPOSTE 2009. Le Proposte 2009 si esibiranno insieme a grandi artisti italiani e/o stranieri in base al seguente ordine:
    1. Filippo Perbellini con Riccardo Cocciante
    2. Silvia Aprile con Pino Daniele
    3. Karima con Mario Biondi e Burt Bacharach
    4. Irene con il padre Zucchero, Maurizio Vandelli, Dodi Battaglia e Fio Zanotti
    5. Chiara Canzian con Roberto Vecchioni
    6. Iskra con coro di musica spirituale di Bologna e Lucio Dalla
    7. Simona Molinari con Ornella Vanoni
    8. Arisa con Lelio Luttazzi
    9. Barbara Gilbo con Massimo Ranieri
    10. Malika Ayane con Gino Paoli
  • alle esibizioni delle Proposte 2009 seguiranno quelle dei 6 ARTISTI non ammessi dalla giuria demoscopica nella prima e seconda Serata, con votazione del pubblico attraverso il sistema del televoto Verrà stilata la graduatoria in base ai voti ricevuti nella serata e le 2 canzoni più votate saranno ammesse alla quarta Serata. Gli artisti esclusi nelle prime due puntate sono: Afterhours, Al Bano, Sal da Vinci, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista, TricaricoIva Zanicchi.

Ospite maschile sarà Thyago Alves il cui primo ingresso sul palco è in programma dopo l’esibizione di Irene Fornaciari.

Ospiti musicali: la pop star olandese Alain Clark che canterà con suo padre “Father and Friend” (esibizione prevista al termine di quella delle Proposte) e Easy Star All Stars (dopo quella degli Artisti).

Superospite: Kevin Spacey che arriverà sul palco dell’Ariston dopo l’esibizione di Iskra.

L’angolo dedicato alla letteratura sarà affidato, questa sera, a Giorgio Pasotti che leggerà il “Caro Sanremo…” scritto per il Festival da Niccolò Ammaniti.

Nel corso della serata verrà comunicato anche l’artista vincitore di Sanremofestival.59.

Amici 9: qual è il tuo preferito?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...

Amici 9: qual è il tuo preferito?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...