Franco Califano



22
luglio

TELE-RICICLI. QUALE CONCORRENTE VORRESTE RIVEDERE IN UN REALITY LA PROSSIMA STAGIONE?

Telericicli

Tutti nella vita meritiamo una seconda possibilità. Quante volte, infatti, abbiamo commesso un errore non cogliendo appieno l’opportunità che ci era stata presentata, e questo ci ha fatto passare notti insonni ed in lacrime perchè convinti d’aver perso quel treno che passa solo una volta nella vita? Ebbene, se è vero che pure nel dorato mondo dello spettacolo “anche i vip piangono”, perchè sono (dis)umani tanto quanto noi, Simone Venture, Paole Perego, Mille Carlucci, fatelo per loro e … mettevi una mano sulla coscienza!

In realtà, già in tanti, famosi e meno famosi, hanno provato a bissare la loro prima esperienza, ma lo hanno fatto con risultati non poprio degni di nota (Floriana Secondi ed Ivan Cattaneo), se non addirittura fallimentari (Lory Del Santo e Daniela Martani). Il tele-riciclo da reality, infatti, è diventata, ormai, una vera professione: ci sono carriere che devono ancora decollare o ripartire da zero, ed attendono il loro reality; ma ci sono, soprattutto, carriere mai decollate, iniziate proprio con un reality e che nel reality-riciclo trovano l’unica occasione per poter appagare l’irrefrenabile desiderio di essere sotto la luce dei riflettori. E così, come nel famoso gioco dell’oca, i “titolari” della carriera mai decollata scelgono di ritornare al via per iniziare un nuovo giro.

Oltretutto, trovare nel nostro panorama televisivo un concorrente “vergine da reality” è impresa degna del miglior rabdomante: dopo anni di usura televisiva, è più facile rimpolpare isole, fazende e balere del piccolo schermo con facce già note. Dopo il salto, quindi, vi proponiamo qualche nome e lasciamo a voi l’ultima scelta prima che qualche produzione televisiva in partenza per la prossima stagione decida di andare nuovamente sul sicuro ed offrire questa fantomatica seconda chance.




3
aprile

BREVEMENTE: ARGOMENTI ED OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 3 APRILE 2009

Amadeusbrevemente2.gif

Si parlerà degli esiti del G20 di Londra, questa sera a ‘Otto e Mezzo’. Lilli Gruber e Federico Guiglia ospiteranno in studio Lamberto Dini, presidente della Commissione Esteri del Senato, e Marta Dassù, direttrice di Aspen Institute Italia. In collegamento da Strasburgo interverrà Paolo Valentino, giornalista del Corriere della Sera. All’interno, la consueta rubrica “Il punto” a firma di Paolo Pagliaro.

Questa settimana ad esibirsi insieme ai loro “Raccomandati” ci saranno Al Bano, Emanuela Aureli, Ramona Badescu, Luca Calvani, Dick Dick, Fiordaliso, Gina Lollobrigida, Marco Masini. Le quattro coppie che passeranno la “prima manche” saranno chiamate sul palco una seconda volta con “La Prova” stabilita dalla Commissione. Solo dopo questa interpretazione, nel corso della finale, verrà decretata, tra le ultime due, la coppia vincitrice della puntata. I due competenti, ma altrettanto bizzarri “Avvocati difensori”, Luca Giurato e Maurizio Casagrande, continueranno a svolgere il loro difficile compito sostenendo e “sponsorizzando” le coppie ad essi assegnate, mentre Pupo, nel suo oramai immancabile momento poetico, regalerà al pubblico “Un’Emozione”. Presenti, come ogni settimana, il Maestro Pregadio e Gianni Ippoliti.

Undicesima e penultima puntata di “Niente di personale”, il programma di Antonello Piroso. Tra gli ospiti in studio: Afef Jnifen, Amadeus, Franco Califano, Fedele Confalonieri, Ferruccio De Bortoli, Dolcenera, Alfonso Pecoraro Scanio, Amanda Sandrelli. Immancabili gli interventi musicali dei “Montefiori Cocktail”, la rubrica di denuncia “Si attende cortese smentita”, la finestra sull’universo gay “Diverso parere” e l’irriverente “Corriera della sera”.


15
agosto

E TUTTO IL RESTO E’ NOOOOOOIA

Franco Califano @ Davide Maggio .itSono appena tornato da un concerto del Califfone all’Albatros Club di Castellaneta Marina!

Sebbene sapessi sin dall’inizio che non si sarebbe trattato di chissà quale concerto, ho deciso di farci un salto perchè avevo voglia di ascoltare un pò di musica e toccare con mano la simpatia di un’artista sui generiis nel quale, per alcuni aspetti, non mi è mancata occasione di rispecchiarmi.

Ed in effetti è stato un piccolo show/concerto ma sicuramente simpatico, divertente e genuino come, d’altronde, è Franco Califano stesso!

Poche le canzoni, pochi i suoi racconti (ripresi dagli ultimi due suoi libri) e poche le parole.

Poche ma buone, però! Naturalmente oggetto delle dissertazioni era il SESSO. SESSO nient’altro che SESSO!

Una nota iper positiva la merita la band che lo accompagnava. Brava la cantante/vocalist. Bravi i musicisti. Molto bravo il pianista/tastierista. Eccezionale il violinista/.

C’è stata anche una minuscola parentesi politica che ha fatto sorridere un po’ tutti (per la verità il sorriso sulle labbra di alcuni era alquanto amaro)!

Il concerto si è concluso, infatti, con queste parole : “Speriamo che Prodi se ne vada presto. A Roma si diceva che uno c’ha ‘na faccia come il culo. Adesso se dice ‘na faccia come Prodi”.

Sappiate che ho anche cercato, come un pirla, di acchiapparlo per “strappargli” un autografo per i lettori del Blog. Dopo averlo letteralmente tenuto per la Tshirt per due minuti, decido di chiamarlo.

Io : “Franco”

Franco : “Eh Franco”

Questo il profondo dialogo prima che entrasse in macchina per andar via.

Sarà per la prossima!

[Chi mi conosce sa che anche stanotte, per un pò, ho sognato e mi sono abbandonato a voli pindarici per ripiombare su questa tastiera ubriaco di malinconia!]

 

Si, d’accordo l’incontro
un’emozione che ti scoppia dentro
l’invito a cena dove c’è atmosfera
la barba fatta con maggiore cura.
la macchina a lavare ed era ora
hai voglia di far centro quella sera
si d’accordo ma poi..
tutto il resto è noia
no, non ho detto gioia,ma noia, noia, noia,
maledetta noia.
Si, lo so il primo bacio
il cuore ingenuo che ci casca ancora
col lungo abbraccio l’illusione dura
rifiuti di pensare a un’avventura.
Poi dici cose giuste al tempo giusto
e pensi il gioco è fatto è tutto a posto
si,d’accordo ma poi…
tutto il resto è noia
no, non ho detto gioia,ma noia, noia,noia
maledetta noia.
Poi la notte d’amore
per sistemare casa un pomeriggio
sul letto le lenzuola color grigio
funziona tutto come un orologio.
La prima sera devi dimostrare
che al mondo solo tu sai far l’amore
si, d’accordo ma poi..
Tutto il resto è noia
no,non ho detto noia
ma noia,noia, noia
maledetta noia.
Si d’accordo il primo anno
ma l’entusiasmo che ti resta ancora
è brutta copia di quello che era
cominciano i silenzi della sera
inventi feste e inviti gente in casa
così non pensi almeno fai qualcosa
si, d’accordo ma poi..
Tutto il resto è noia,
no, non ho detto gioia,ma noia,noia,noia
maledetta noia

[Tutto il resto è noia - Franco Califano, 1977]





4
agosto

CALISUTRA : E LA TEMPERATURA SALE

Calisutra - Franco Califano @ Davide Maggio .it

Alla fine di Giugno, la copertina di Dagospia che Vi ho appena riportato catturò la mia attenzione.

Venivano, infatti, pubblicati in anteprima 3 capitoli di Calisutra, il libro di Franco Califano, uscito, poi, i primi di luglio.

Il Califfo è sempre stato un artista rientrante tra le mie simpatie per il semplice motivo che, oltre ad un bravo artista, sembrava, prima di tutto, un uomo “come gli altri”.

 Ho letto con interesse questi tre piccoli capitoli densi di particolari.

Particolari degni del titolo del libro.

Non Vi nascondo che, però, per quanto ASSOLUTAMENTE VERE, probabilmente certe “istruzioni per l’uso”, fossi stato nell’autore, avrei evitato di scriverle.

Giudicate Voi stessi. Vi riporto questa famosa pagina apparsa il 28 giugno scorso su…

Calisutra - Franco Califano @ Davide Maggio .it