Francesco Menegazzo



24
ottobre

THE APPRENTICE: IL VINCITORE E’ FRANCESCO MENEGAZZO (E MATTEO GATTI NON LA PRENDE PER NIENTE BENE!)

Francesco Menegazzo

E’ uscito alla distanza Francesco Menegazzo. Un inizio in sordina (quasi anonimo, un “oggetto misterioso” come l’ha definito il Boss) e una serie di sconfitte nel corso delle varie prove affrontate non hanno intaccato la forza del trader bancario che si è aggiudicato, a sorpresa, la prima stagione italiana di The Apprentice e il relativo contratto a sei cifre messo in palio da Flavio Briatore.

Con buona pace dell’ascoltatore de La Zanzara, il cui spoiler (rivelatosi falso) ha tenuto banco per settimane, Francesco ha fregato il rivale, il favoritissimo Matteo Gatti, proprio nel campo in cui il 38enne bresciano aveva dimostrato di essere maestro. Il venditore è infatti stato gabbato proprio nell’ambito di una contrattazione avente ad oggetto il prestigioso Twiga, il locale di Forte dei Marmi, rifilatogli da Francesco alla stratosferica cifra di 2250€, quasi la metà del budget dei 5000€ che i due concorrenti avevano a disposizione per l’organizzazione di un evento mondano.

Menegazzo infatti, consapevole dell’appeal che il Twiga poteva avere su Matteo e riuscendo a incastrare il collega proprio per questo motivo, ha scelto per l’organizzazione della sua serata incentrata sul Circo dei desideri il meno noto Sunset mentre il Gatti ha optato per un evento che avrebbe reso protagonista l’arte in tutte le sue forme. Entrambi i party a dire il vero sono sembrati sin troppo soft e poco eccitanti rispetto ai contesti in cui si immagina l’effervescente Briatore che, proprio perchè annoiato, ha ben pensato di concludere la serata buttando il Gatti in piscina.




23
ottobre

THE APPRENTICE: STASERA LA FINALE. CHI VUOI CHE VINCA?

Matteo Gatti

E’ tempo di finalissima a The Apprentice. Il talent show sul mondo del business, con Flavio Briatore, decreterà questa sera, alle ore 21 su Cielo, il candidato  più meritevole, colui che lavorerà in un ruolo di rilievo al fianco del Boss in uno delle sue aziende.

A contendersi un importante stipendio a 6 cifre sono  Francesco Menegazzo - 29 anni, laureato, originario della provincia di Treviso,  trader bancario – e Matteo Gatti – 38 anni, diplomato, proveniente dalla provincia di Brescia, il prototipo del self made man. Proprio quest’ultimo è il concorrente indicato come vincitore da un telespettatore de La Zanzara qualche settimana fa (per maggiori info clicca qui). Si rivelerà giusta la soffiata?

Dopo aver superato prove di ogni tipo e aver avuto la meglio sugli altri candidati, Matteo e Francesco si sfideranno per l’ultima volta. I due dovranno dimostrare tutta la loro capacità organizzativa, creatività e leadership nell’organizzazione di un evento speciale con un budget limitato. Per aiutarli nel loro compito i finalisti avranno l’opportunità di scegliere 3 collaboratori a testa, da selezionare tra i candidati precedentemente eliminati: Alberto Belloni, Maria Elena Caruso, Jessica Cibin, Stefano Di Dio, Silvia Fazzini, Martina Frappi, Davide Gaiardelli, Chiara Gallana, Marcella Gamba, Beatrice Orlando, Enrico Perone e Enrico Tarantino.


17
ottobre

THE APPRENTICE: MATTEO GATTI E FRANCESCO MENEGAZZO IN FINALE. L’ESITO SEMBRA GIA’ SCONTATO

The Apprentice - I semifinalisti

Puntata meno brillante e dinamica del solito ma che ha lasciato il pepe sulla coda quella di ieri di The Apprentice. La mancanza della sfida a squadre e l’assenza di riprese in esterna, insieme a una durata più lunga del normale, hanno influito sull’attenzione dello spettatore medio ma anche in questa semifinale non sono mancati i sorrisi. Iniziamo col dire che il nono appuntamento col talent show di Cielo ha avuto il merito di farci conoscere anche la personalità dei ragazzi, per la prima volta visti come individui e non come concorrenti o candidati allo stipendio messo in palio dal Boss.

I colloqui così martellanti hanno messo in luce l’indole dei protagonisti e, se ancora una volta ad uscirne peggio di tutti è stato ancora una volta l’ormai mitico Alberto Belloni (sul quale nessuno degli esaminatori ha espresso un giudizio positivo), l’esame con gli headhunter si è rivelato una vera e propria risorsa per Francesco Menegazzo che ha avuto il merito di guadagnare punti sull’outsider Silvia e ha raggiunto in finale il sempre più brillante Matteo, che se dimostrerà di essere una ‘sola’ nel campo del business potrà almeno trovare un posto a Colorado riuscendo a far sorridere più dei vari comici del carrozzone di Italia1.

Matteo infatti ha conquistato proprio tutti: energia, genuinità e capacità da venditore non indifferenti (e riconosciute dai cinque esaminatori) compensano la mancanza di un diploma di scuola superiore e una totale ignoranza della lingua inglese. Peraltro il tema della finale sembra scritto apposta per lui, essendo relativo all’organizzazione di un evento mondano in puro ‘Billionare style’ avvalendosi della collaborazione degli ex compagni d’avventura. A sfidare “l’asfaltatore” in quella che si annuncia come una vera e propria mission impossible – anche per la spoilerata dell’ascoltatore de La Zanzara – sarà dunque Francesco, che ci ha intenerito per aver confessato l’esistenza di un dramma familiare (sconosciuto anche al Boss) ma che è riuscito a far uscire nell’ambito del colloquio una freddezza e un cinismo che ha ben impressionato gli headhunter e gli ha consentito di scalare posizioni.





16
ottobre

THE APPRENTICE: LA SEMIFINALE ALLE 22.15 (DOPO LA NAZIONALE). CANDIDATI TORCHIATI DA UN DURISSIMO COLLOQUIO

The Apprentice - Alberto Belloni e Silvia Fazzini

E’ una serata particolare per The Apprentice. In occasione della semifinale infatti il talent show sul mondo del business ha deciso di cambiare veste e di regalare ai suoi spettatori una serie di novità a partire dall’insolito orario di messa in onda. Per sfuggire alla temibile concorrenza di Italia-Danimarca su Rai1 infatti la quinta puntata partirà all’insolito orario delle 22.15 al termine della ricca anteprima Parla il Boss (in onda alle 21.30) che fungerà da traino per la gara vera e propria.

Sembra una saggia decisione, anche perché i dati d’ascolto hanno dimostrato che il programma di Flavio Briatore ha sofferto la concorrenza delle partite di calcio. Gli ascolti del secondo episodio di ogni serata – in onda verso la fine dei match – hanno infatti sempre fatto segnare una crescita rispetto a quelli del primo. Che il football e il business si rivolgessero al medesimo target, del resto, era assai prevedibile e la strategia di mettere The Apprentice in un giorno ingolfato di Champions League, turni infrasettimanali di campionato e Nazionale non è apparsa tra le più felici.

Stasera verrà trasmesso inoltre un solo episodio (il nono) e ad essere eliminati saranno ben due concorrenti al termine di un impervio e faticoso colloquio di lavoro nel quale i sopravvissuti saranno esaminati da cinque selezionatori d’eccezione: Gianluigi Cimmino, fondatore e Amministratore Delegato di Yamamay; Arturo Artom, Senior Advisor di Accenture e membro del Comitato di Presidenza di Assolombarda; Massimo Rosa, Presidente per l’Italia del Worldwide Executive Search Network; Daniela Gelmi, Vicepresidente per l’Italia di Mercuri Urval (a proposito, chissà quale concorrente sarà il destinatario del suo “Ho trovato il tuo curriculum davvero pessimo” che si è visto nel promo) e Ugo Parodi Giusino, fondatore e Amministratore Delegato di Mosaicoon.


18
settembre

THE APPRENTICE: I CONCORRENTI UOMINI

The Apprentice

Inizialmente il promo ne rivelava una semplice definizione, un aggettivo che ne esaltasse le caratteristiche principali (il filosofo, il self made man) sulla falsariga degli spot introduttivi delle edizioni del Grande Fratello. In un secondo momento si è proceduto con l’identificazione e ad ogni personaggio è stato attribuito un nome e un volto. Sono i concorrenti di The Apprentice, il nuovo talent show di Cielo in partenza questa sera per sei martedì consecutivi.

In omaggio alla parità dei sessi, otto uomini e otto donne provenienti da tutta Italia – con una netta prevalenza, a dire il vero dalle regioni settentrionali – sono stati scelti al termine di lunghe selezioni (si parla di oltre cinquemila provinati) per far parte della rosa dei candidati che lotterà per diventare collaboratore di Flavio Briatore e guadagnarsi uno stipendio a sei zeri.

Conosciamo meglio gli otto uomini:

Donatello Bellomo – 33 anni, di Bari è un Consulente marketing online. Sogna di creare un fondo d’investimento per finanziare startup tecnologiche e introdurre la cultura americana del business in Italia, sul modello della Silicon Valley.