Franca Valeri



19
giugno

COLPO DI SCENA: LA SECONDA EDIZIONE PARTE DA GASSMAN

Pino Strabioli e Franca Valeri

In attesa di conoscere quali sorprese riserverà la prossima stagione, per l’estate il direttore di Rai3 Daria Bignardi punta su volti noti e programmi collaudati della rete. Tra qualche minuto, alle 20,35 prenderà, infatti, il via la seconda edizione di Colpo di Scena, la rubrica curata e condotta da Pino Strabioli. La nuova stagione del programma, che torna a distanza di ben due anni, avrà come protagonisti sette grandi nomi del cinema, del teatro e della cultura del Novecento italiano. Da Vittorio Gassman a Walter Chiari, da Enzo Jannacci a Corrado Pani, passando per Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e Ciccio Ingrassia.




20
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: DM E’ SBARCATO NELLA CITTA’ DEI FIORI

Uno Mattina Magazine

Di serate ne sono andate in onda solo due ma possiamo già tirare un bilancio della 64° edizione del Festival di Sanremo. E il bilancio, signori, è tutt’altro che positivo: canzoni discutibili, ospiti per nulla attuali, ospitate troppo lunghe rispetto al tempo dedicato alle canzoni in gara, clima piatto, le Nuove Proposte relegate al fondo della serata con inizio esibizioni dopo mezzanotte. Tutti elementi che hanno portato la seconda serata del Festival agli ascolti più bassi raggiunti dalla kermesse da parecchi anni a questa parte.

Festival di Sanremo 2014: un tentativo di eventizzare Che tempo che fa

Chiaramente la Rai, che certe scelte le ha fatte perché ovviamente ci credeva, tende a guadare il bicchiere mezzo pieno: questi ascolti, dunque, vengono attribuiti alla concorrenza della Champions League. E il direttore Giancarlo Leone, intervistato ad Uno Mattina Magazine, ha guardato al futuro con ottimismo, forte dell’idea che Fazio & Co abbiano confezionato uno spettacolo bellissimo e ricco di emozioni. Di meglio, insomma, non si poteva fare?

Ma certo che sì. E oggi, nel dibattito diretto da Lorella Landi su Rai 1, abbiamo espresso tutte le nostre perplessità in diretta. DM in persona, commentando questo Festival che vuole “eventizzare Che Tempo che Fa“, ha sottolineato quanto la presenza di Franca Valeri, a cui va comunque un 10 per la sua carriera di attrice, sia stata inopportuna sia per la riuscita dell’esibizione sia perché non era certo il modo migliore per celebrare la storia della Rai, dal momento che la Valeri non ne è stata un’esponente di spicco. Quindi “voto 0 alla direzione artistica“. E se invece le gemelle Kessler sono state una pietra miliare della nostra tv, dopo lo spettacolo di ieri sera, ironicamente definito “una botta di vita“, ormai quel tempo andrebbe forse definitivamente archiviato. Non sarebbe stato più opportuno, come suggerito da DM, riproporre tutte le vallette dei Sanremo passati?

Festival di Sanremo 2014: Baglioni cantante di serie A, quelli in gara cantanti di serie B?


19
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: FRANCA VALERI ALL’ARISTON. LITTIZZETTO SI COMMUOVE

Franca Valeri

Emozioni ed applausi per Franca Valeri, ospite nella seconda puntata del Festival di Sanremo 2014. La grande artista milanese, di rosso vestita, è salita sul palco dell’Ariston accolta (e infine anche congedata) da una standing ovation. Accomodata al centro della scena, l’attrice ha rivisitato una sua storica gag, quella della telefonata a mammà nello stile della Sora Cecioni. “Sono a Sanremo, voglio conoscere la Littizzetto” ha detto la Valeri nella sua performance ironica.

E di lì a poco, dopo un nuovo applauso tributato all’illustre ospite, Luciana Littizzetto è entrata in scena accanto alla Valeri e a sua volta ha interpretato una telefonata a mammà, con toni dissacranti e con battute su Albano, Toto Cutugno e Peppe Vessicchio. “Luciana durante il tuo monologo aveva le lacrime, dietro le quinte è nato un incanto” ha svelato Fabio Fazio, ringraziando l’attrice milanese per il suo breve ma intenso intervento.

Siete troppo buoni” ha risposto Franca Valeri, che ha poi accennato un ricordo personale sulla kermesse sanremese ed in particolare su Nilla Pizzi. “Una canzone del cuore non ce l’ho, perché per me la musica è l’opera” ha aggiunto l’artista, che presto debutterà a Spoleto con un nuovo spettacolo.