Flop dell’anno



12
settembre

#TELERATTI 2013: VOTA IL FLOP DELL’ANNO

Teleratti 2013 - Flop dell'anno

Ci siamo. Votare il peggio della televisione non è mai stato così semplice come nei Teleratti 2013. Quale sarà stato il peggiore flop televisivo di quest’anno? Dopo la preferenza espressa dalla Giuria Web nei confronti del programma La Scimmia, la scelta di voi lettori è ricaduta su altre due creature del piccolo schermo: Per tutta la vita e Rai Boh.

Quale è stato il peggior Flop dell’anno? Sarà forse La Scimmia, il reality prodotto da Pietro Valsecchi dapprima collocato su Italia1 con la conduzione di Giulia Bevilacqua, in seguito cancellato e poi “risorto” all’interno dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi su Canale5 e infine dirottato su La5? Sarà Per tutta la vita, il ritorno dello storico programma sui fidanzati con Fabrizio Frizzi e Natasha Stefanenko nell’autunno di Rai1? O sarà, forse, l’esperimento di Francesco Facchinetti di Rai Boh nella seconda serata della seconda rete del servizio pubblico?

Quale flop, secondo voi, merita il premio del sorcio d’oro fra La Scimmia e la sua mission educativa, Per tutta la vita e la sua mission amorosa e Rai Boh e la sua mission d’apprendimento televisivo?

CLICCA QUI PER VOTARE




4
settembre

#TELERATTI2013: FLOP DELL’ANNO – SEGNALA ORA!

TeleRatti 2013 - Flop dell'Anno

TeleRatti 2013 - Flop dell'Anno

E’ una di quelle parole che nessun conduttore o conduttrice vorrebbe sentir pronunciare: FLOP. Vuoi per un format non accattivante, vuoi per una conduzione sciapa, vuoi per una concorrenza particolarmente aggressiva, non è poi così difficile cadere sul campo di battaglia televisivo. E così ogni anno sono in molti, su tutte le reti, a dover fare i conti con un fallimento sul piccolo schermo.

Quando i risultati non arrivano e neppure uno spostamento dell’ultima ora o degli accorgimenti last minute servono a smuovere le acque, allora è inevitabile parlare di flop. E se la conseguenza è una chiusura anticipata o una soppressione, anche per la stagione 2012/2013 i casi non sono mancati. Sono aperte le segnalazioni per tutti quei programmi che hanno fatto flop e che si meritano, secondo voi, uno dei Teleratti 2013.

Dovete e dobbiamo, infatti, eleggere il Flop dell’Anno. E allora scatenatevi, indicate tutti quei programmi che non hanno raggiunto l’obiettivo d’ascolto prefissato o che hanno dovuto fare i conti con la mannaia dei direttori di rete. E non preoccupatevi se ai conduttori, magari con la memoria corta, non tornerà in mente il loro fallimento: i Teleratti servono anche a questo, ovvero mettere nero su bianco gli insuccessi televisivi ed eleggere il flop dei flop.

A chi toccherà quest’anno? Al via le segnalazioni.

TeleRatti 2013 – Come Segnalare

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


30
dicembre

2012, UN ANNO DI FLOP: INSUCCESSI PER FRIZZI, INSINNA, VINCI E SOTTILE. ANNATA NERA PER LA7, MALE LE FICTION TITANIC E DALLAS

Domenica Live (versione Vinci/Scampini)

Passano gli anni, si succedono conduttori e programmi tv ma le care, vecchie certezze di una volta non smettono mai di accompagnarci. Anche il 2012, come il 2011 del resto, è stato un anno ricco di insuccessi, delusioni, brutte figure. Termini che nel linguaggio televisivo possono racchiudersi in una sola parolina di quattro lettere che tanto piace ai commentatori dei blog televisivi e agli addetti ai lavori: F L O P. Come sempre quando si ripercorre un’intera annata, si preferisce iniziare seguendo l’ordine cronologico mentre lasceremo alla fine del post i programmi che sono andati avanti per tutti i 12 mesi.

Gennaio ci offre il rumoroso flop di Serena Dandini e il suo The Show Must Go Off. La7 – che come vedrete sarà ampiamente presente in questa rassegna – inizia le trasmissioni il 21 ottenendo un ottimo 5.7% di share ma il programma viene presto amputato del suo spin-off in onda in preserale il sabato e la domenica e diventa protagonista di un fragoroso crollo verticale che ha portato l’ultima puntata al 2.94% mentre la media delle 14 serate è stata del 3.25%. Anche Sky ha avuto le sue gatte da pelare nell’anno che si avvia a conclusione: per una realizzazione non impeccabile e per mancanza di prove contrarie (solo in due occasioni Sky ha rivelato i dati e non erano eccezionali) Simona goes to Hollywood, il diario di viaggio quotidiano che Mona Nostra ha realizzato per Skyuno accompagnando il pubblico italiano verso la Notte degli Oscar del 2012, è da annoverare tra gli insuccessi.

I primi mesi del 2012 hanno fatto registrare altresì il fragoroso tonfo del Grande Fratello 12, un’edizione talmente insulsa che sfidiamo i lettori a ricordare i nomi dei concorrenti principali e che hanno determinato la sospensione per una stagione tv del padre di tutti i reality show. Una media del 17.4% e una finalissima (il 1°aprile) che non è stata neppure in grado di raggiungere i 4 milioni di spettatori non può evitare al programma la nomination tra i flop dell’anno.





25
maggio

TELERATTI 2012: QUALE SARA’ IL FLOP DELL’ANNO TRA BAILA, GRANDE FRATELLO 12 E STAR ACADEMY?

TeleRatti 2012 - Flop dell'anno

Quando si “celebra” il peggio della stagione tv, non si può non dedicare una categoria al Flop dell’anno, a quelle trasmissioni che, con lo stesso furor di popolo col quale sono state ignorate durante la messa in onda, hanno fatto man bassa di segnalazioni per i TeleRatti. Non sorprende, dunque, che le “ambite” statuette targate DM squittiscano quest’anno in direzione Baila, Grande Fratello 12 e Star Academy, nominati all’unanimità (da utenti, giuria di qualità e Web Academy) come gli insuccessi principali dell’annata 2011/2012.

Il primo a scendere in pista è stato Baila, che lo scorso 26 settembre ha riportato in prima serata su Canale 5 Barbara D’Urso. Ma a nulla è servito il forte can can mediatico della vigilia – dato dall’arringa di Milly Carlucci in difesa della sua creatura Ballando con le Stelle, alla quale un’ordinanza del giudice ha dato pienamente ragione – per evitare l’impietoso responso dell’Auditel, che ha costretto il Biscione a chiudere il talent dopo appena quattro puntate. I curiosi dell’esordio (4 milioni, pari al 18.79% di share) subito dimezzati sette giorni più tardi (poco più di 2 milioni e il 10%), per una media finale che si ferma a 2.755.000 spettatori, con uno share del 13.32%.

Canale 5, a questo punto, decide di aggrapparsi ancora una volta al Grande Fratello, chiamato a risollevare le tristi sorti del lunedì lasciato da Baila. Il 24 ottobre scatta la dodicesima edizione del reality condotto da Alessia Marcuzzi, e in quel di Cologno torna il sorriso: 5.268.000 spettatori (quasi il 25% di share) salutano la premiere del programma, regalando alla rete il record nella stagione fredda. Trattasi, però, di episodio isolato: tra zero alti e molti bassi, il GF precipita clamorosamente sotto la soglia dei 4 milioni, con la finale del 1° aprile che si ferma addirittura a 3.926.000 (20.02%). Alla fine il bottino è davvero poco entusiasmante: circa 3.800.000 spettatori e il 17.41% di media nei ventiquattro appuntamenti trasmessi.

Il terzetto delle nominations viene completato con “merito” da Star Academy, figlio del lontano Operazione Trionfo. Francesco Facchinetti, dopo le fatiche col fattore X, mette la faccia sulla nuova creatura di Rai 2, mentre è il pubblico da casa a metterci la croce: l’effetto curiosità del 29 settembre vale appena 1.352.000 individui (6.41% di share), che alla terza puntata diventano 1.027.000 (4.61%). Saltano inevitabilmente la gara, il vincitore e il programma, che scompare con lo stesso (fiacco) rumore col quale era apparso nella programmazione della rete 2.

Chi merita il TeleRatto per il Flop dell’anno?

..:: CLICCA QUI PER VOTARE ::..


17
maggio

TELERATTI 2012: FLOP DELL’ANNO

TeleRatti 2012 - Flop dell'anno

Non tutte le ciambelle riescono col buco…anzi! La stagione televisiva che si avvia a conclusione è colma di insuccessi, delusioni, fiaschi e clamorose disfatte. Per dirla con un termine che tanto piace a noi teledipendenti, insomma, anche questa è stata un’annata ricca di flop: quale migliore occasione dell’arrivo dei Teleratti 2012 per eleggere il Flop dell’anno?

Cosa aspettate, dunque, a stuzzicare la memoria? Non ci sono limiti per decretare il Flop dell’anno, che può essere una trasmissione di qualsiasi genere, trasmessa in qualsivoglia fascia oraria su qualunque canale.

Ci preme segnalarvi peraltro che la categoria in questione è l’unica a unire il gusto soggettivo del lettore con un parametro di tipo ‘oggettivo‘: non può sicuramente essere il Flop dell’anno un programma che ha raggiunto l’obiettivo d’ascolto prefissato e che è stato salutato col favore del pubblico raggiungendo un buon risultato Auditel.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





31
dicembre

2011, UN ANNO DI FLOP: DA STASERA CHE SERA! A CI TOCCA ANCHE VITTORIO SGARBI, PASSANDO PER BAILA E STAR ACADEMY

Stasera che sera!

Sul campo di battaglia del piccolo schermo, il 2011 ha seminato memorabili vittime. Ad inaugurare la stagione dei flop non poteva che essere Maria Carmela D’urso: un impietoso verdetto Auditel (2.516.000 telespettatori, 12.75% di share)­­ stroncava già il 9 gennaio un altrettanto impietosa trasmissione come Stasera che Sera!, vincitrice dei Teleratti 2011 nelle categorie Flop dell’anno, I 5 minuti da dimenticare, Peggior Programma d’Intrattenimento e Peggior programma dell’anno. Il tonfo che ha avuto riverberi lungo tutto il tubo catodico, è stato confermato sette giorni dopo: l’11.53% di share e uno sciame di polemiche hanno marchiato il contenitore serale di Canale 5 come primo vero flop del 2011.  

Meno fragorosa è stata la bocciatura dei Pupo ed Emanuele Filiberto alla guida dei Raccomandati che in poche settimane precipitano al 14.19% sotto i colpi dell’armata di Zelig. Inevitabile la decisione di Rai1 di chiudere il programma con due puntate d’anticipo. Intanto la stagione delle fiction di Canale 5 metteva a frutto il primo buco nell’acqua: in molti avranno rimosso L’ombra del destino, fiction in sei puntate accolta da un 12.15% di share e calata nella seconda puntata al 10.71% prima di essere riciclata su Rete4. Ma sia per l’ammiraglia Rai quanto per Mediaset, il peggio doveva ancora arrivare.

Nemmeno il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia è stato immune da un clamoroso tonfo di ascolti: a Centocinquanta la tensione si tagliava col coltello tra i due arcani della televisione  Bruno Vespa e Pippo Baudo. La trasmissione ha chiuso con due puntate d’anticipo tra emorragia di ascolti, Vespa che abbandona lo studio e un presunto sputo partito da Baudo e indirizzato ad un autore.


19
maggio

TELERATTI 2011: IL FLOP DELL’ANNO

TeleRatti 2011

I numeri sono numeri. Quando l’asticella dello share scende a picco e gli spettatori fuggono di puntata in puntata, il flop è dietro l’angolo. Tolte le scuse del digitale terrestre e della frammentazione dell’offerta, anche in questa stagione tv il tanto temuto flop ha colpito senza guardare in faccia Rai o Mediaset. Siamo di fronte a una delle categorie più importanti per i Teleratti 2011 poichè dietro al flop si potrebbe celare una pessima conduzione, uno scarso autorato o perfino una insufficiente idea di base. La risultante? Il Flop dell’anno. Vediamo quali sono le nomination che la giuria di qualità ha individuato dopo le vostre segnalazioni.

Centocinquanta (Rai1) – Doveva essere il programma celebrativo dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ma dopo una prima puntata convincente (oltre il 24% di share alla vigilia della festa nazionale) Pippo Baudo e Bruno Vespa, candidati anche come ‘Scoppiati dell’anno’, hanno visto dimezzarsi lo share in concomitanza con lo scemarsi dello spirito patriotico che in quei giorni aveva invaso la penisola. Delle sei puntate previste, solo quattro sono andate in onda, toccando nell’ultimo appuntamento solo il 12.13% di share con meno di 3 milioni di spettatori. Numeri da rete minore che hanno siglato il netto flop per la trasmissione.

Stasera che sera (Canale5) – Era carica a pallettoni per il suo ritorno in prima serata dopo che le era stata tolta la domenica pomeriggio. Ma Barbara d’Urso non è risucita nel suo intento e il suo talk&show si è rivelato un’accozzaglia di momenti già visti nei suoi impegni precedenti. Il pubblico non ha gradito l’esperimento e dopo due puntate (media del 12% di share circa) il programma è stato chiuso. Nonostante la breve vita della trasmissione le polemiche non sono mancate: su tutte la presenza di Aldo Busi e l’intervista all’attore Francesco Nuti, che guarda caso, si sono meritati una nomination per i nostri Teleratti. Ancora una volta la nostra Maria Carmela ha fatto incetta di candidature. Riuscirà ad accaparrarsi un premio?

PER VOTARE CLICCATE QUI



14
aprile

TELERATTI 2010: FLOP DELL’ANNO, SEGNALAZIONI APERTE!


Quante volte avete gridato al flop nei nostri post sugli ascolti e quante volte avete fatto notare con i vostri pungenti commenti il crollo in share di un programma puntata dopo puntata. Ebbene, è arrivato finalmente il momento di fare sul serio e di dare sfogo alla vostra fantasia. Tra le 20 categorie che quest’anno compongono l’edizione 2010 dei Teleratti non poteva assolutamente mancare il Flop dell’anno, quel programma che, bello o brutto che sia (o che è stato), si è distinto per dei risultati non proprio esaltanti in termini Auditel.

350 sono i programmi andati in onda dallo scorso maggio tra cui potrete segnalare alla giuria quelli che,  vostro parere, meritano di comporre la terna della categoria Flop dell’anno. E nel nostro post inaugurale abbiamo già intravisto delle segnalazioni che ricorrono in maniera più o meno costante come Il più grande (RaiDue), I Fratelli Benvenuti (Canale5), Insegnami a sognare (RaiUno), Tutti pazzi per la tele (RaiUno) e Il lotto alle otto (RaiDue) . Ma c’è anche chi, un po’ fuori dal coro come si suol dire, ha puntato “timidamente” su: Stasera è la tua sera (RaiUno), Lo show dei record (Canale5), Scalo 76 Talent (RaiDue), Cuore di mamma (RaiDue),  Domenica In 7 Giorni (RaiUno) e La Tribù – Missione India (Canale5) che, ad onor del vero, non è mai partito. Meno quotati, almeno per il momento, risultano essere: Da nord a sud e… ho detto tutto (RaiUno), Barbareschi Sciock (La7), Tribune elettorali 2010 (Rai) e Jekyll (Italia1).

Vi ricordiamo che potete esprimere le vostre preferenze entro domenica 18 aprile in tutti i post dedicati ai TeleRatti. Proprio tra le vostre segnalazioni (che comunque non saranno vincolanti), la Giuria di Qualità sceglierà le terne che andranno ufficialmente alle votazioni. Per aiutarvi, di seguito troverete un elenco completo (si spera) dei programmi che hanno affollato i palinsesti televisivi nel periodo di riferimento dei TeleRatti 2010. Sbizzarritevi!