Fiction



4
aprile

FICTION NEWS: LA PROSSIMA STAGIONE TV SI TINGE DI ROSA

Gran Hotel

La stagione tv si avvia alla conclusione, ma già si lavora a pieno ritmo per realizzare tv movie e serie tv che facciano compagnia al pubblico nei prossimi mesi. La nuova stagione si tingerà di rosa grazie a numerose produzioni incentrate su volti e tematiche femminili.

Di Padre in figlia – La fiction Rai di Cristina Comencini

La BibiFilm di Angelo Barbagallo sta lavorando ad una miniserie in quattro puntate dal titolo Di Padre in figlia, da destinare alla prima serata di Rai1. Al centro della trama ci sarà l’emancipazione di una donna che abita nel nord est italiano. La regia è di Cristina Comencini, che firma anche la sceneggiatura con Francesca Marciano, Giulia Calenda, e Valia Santella.

Storie di donne – Biografie in rosa

Sempre su Rai1 è in arrivo un ciclo di tv movie dal titolo Storie di donne. La serie di tv movie sarà prodotta dalla 11 Marzo. Al momento si conoscono soltanto i soggetti dei primi due ritratti femminili. Un primo film tv, con sceneggiatura di Monica Zapelli e Diego De Silva, sarà incentrato sulla figura di Felicia Impastato, la mamma di Peppino, simbolo della lotta alla mafia, ucciso nel 1978. Il secondo tv movie, con sceneggiatura di Silvia Napolitano e Elena Cantarone, racconterà invece la vita della nigeriana Isoke Aikpitanyi, fondatrice del movimento Le Ragazze di Benin City. Isoke arrivò in Italia nel 2000 ma, ricattata dalla mafia, fu costretta a prostituirsi, finché riuscì a fuggire dai suoi aguzzini. Con il suo movimento è riuscita negli anni ad allontanare molte ragazze dalla strada.

I Misteri di Laura – Virginia Raffaele protagonista?

Rosa ma dalle tinte gialle è anche la nuova proposta di Canale5 dal titolo I Misteri di Laura, adattamento italiano de Los Misterios de Laura. La fortunata serie spagnola trasmessa da TVE racconta la vita di una detective della squadra omicidi, costretta a destreggiarsi tra il lavoro e il ruolo di mamma. A curare l’adattamento sarà la Casanova Multimedia di Luca Barbareschi. Per il ruolo della protagonista si fa sempre più insistentemente il nome di Virginia Raffaele. Della serie è peraltro prevista nei prossimi mesi anche una versione americana per la Nbc, con protagonista Debra Messing.




23
marzo

SOTTO COPERTURA: ALESSANDRO PREZIOSI SARA’ VITTORIO PISANI

Alessandro Preziosi

La sua ultima fatica televisiva è stata Per amore del mio popolo – Don Diana, la miniserie andata in onda martedì 18 e mercoledì 19 marzo 2014 su Rai 1 nella quale ha interpretato il coraggioso protagonista. Un successo di pubblico e anche di critica, merito di una scrittura asciutta e di una storia già di per sé intensa ma ben interpretata da Alessandro Preziosi. L’attore, dopo il ruolo di Mario Sossi ne Gli anni spezzati – Il giudice, ha nuovamente dato vita ad un personaggio realmente esistito ed impegnato, uno di quelli che fa discutere. E non è finita qui.

Sotto Copertura: la Rai prepara una miniserie su Vittorio Pisani

Preziosi è stato già arruolato per un nuovo progetto Rai, dal titolo Sotto Copertura, una miniserie che vedremo probabilmente nella prossima stagione tv e nella quale interpreterà Vittorio Pisani, ex capo della squadra mobile di Napoli che ha catturato boss come Antonio Iovine e Michele Zagaria. Una storia molto delicata, la sua, e soprattutto ancora in divenire visto che proprio qualche mese fa Pisani ha occupato le pagine dei quotidiani.

Il “super poliziotto” è infatti stato assolto a dicembre dalle accuse di abuso di ufficio, falso, rivelazione di segreto e favoreggiamento che lo hanno visto protagonista di un lungo processo e che hanno fermato la sua carriera facendolo trasferire al servizio immigrazione. Un personaggio attaccato perché scomodo, controverso e, secondo alcuni, dal carattere non facile: una storia che se non fosse vera varrebbe la pena di inventarla per poterla mettere in scena.

Alessandro Preziosi ancora impegnato in tv


25
febbraio

FICTION CANALE 5 PRIMAVERA 2014: TORNANO SIMONA CAVALLARI, GABRIEL GARKO E GIULIANA DE SIO

le mani dentro la città, fiction canale 5 primavera 2014

Simona Cavallari e Giuseppe Zeno

Dopo aver visto le fiction in programma su Rai1 questa primavera, scopriamo quali saranno gli appuntamenti seriali di Canale 5 in programma per la primavera.

Le mani dentro la città: il ritorno di Simona Cavallari

E’ atteso venerdì 14 marzo – salvo variazioni – il ritorno sugli schermi, dopo la drammatica uscita di scena a Squadra Antimafia, di Simona Cavallari. L’attrice romana sarà la protagonista de Le mani dentro la città, miniserie che racconta la ‘ndrangheta nella Lombardia di oggi. Simona sarà il Commissario Viola Mantovani, una donna dai sani principi, cresciuta nei valori della più nobile tradizione operaia. I cattivi invece sono rappresentati dalla famiglia Marruso, che gestisce il fiume di cocaina che quotidianamente tracima su Milano e provincia. Nel cast anche Giuseppe Zeno e Denis Fasolo.

Furore: la nuova produzione Ares con Giuliana de Sio

Con Furore (al venerdì, al termine de Le mani dentro la città), invece, Canale 5 e Ares ci portano negli anni ’60, all’alba del boom economico. Protagonista è la famiglia Licata, che si trasferisce dalla Sicilia in Liguria per cercare fortuna. I loro sogni di riscatto, però, si scontrano ben presto con una società fortemente classista che non vuole accoglierli. Nel cast figurano Giuliana De Sio, Cosima Coppola, Alessandra Martinez, Francesco Testi e il nuovo bello di Canale 5 Massimiliano Morra, visto ne Il peccato e la vergogna 2 e in Pupetta – Il Coraggio e la Passione.

Rodolfo Valentino – La Leggenda: ancora Gabriel Garko





12
febbraio

MATILDE BERNABEI: “DON MATTEO VA BENE IN SCANDINAVIA, POLONIA E RUSSIA”. IL MERCATO INGLESE E’ IL PIU’ OSTICO.

Matilde Bernabei

Chi ha detto che le fiction italiane non riscuotono successo all’estero? Certo il mercato non è neppure lontanamente paragonabile a quello americano, ma qualcosa si sta muovendo, non solo nei mercati di paesi culturalmente simili al nostro, ma anche in realtà sociali e culturali decisamente differenti. A confermarlo, in un’intervista rilasciata a Italia Oggi, è Matilde Bernabei della Lux Vide, casa di produzione di serie di successo come Don Matteo e Che Dio ci Aiuti, che riesce a esportare oltreconfine buona parte delle sue fiction. La serie di maggiore successo all’estero non poteva che essere Don Matteo, uno dei prodotti seriali italiani più esportati, insieme a Il Commissario Montalbano (prodotto dalla Palomar).

“E’ tutto girato in italiano, il che significa che quando un prodotto è veramente buono, si riesce anche a bypassare il problema del doppiaggio. Va molto bene pure in Scandinavia, e soprattutto in Polonia e Russia, dove hanno addirittura comprato il format. Dopo il boom di Don Matteo con Terence Hill, quindi, gireranno un Don Matteo con attori locali. C’è una trattativa per vendere il format pure in America latina, in cui Don Matteo è andato in onda sulla Hbo. Al momento è in onda sulla tv pubblica spagnola. E in passato, pur trattandosi di un prete cattolico, siamo riusciti a vendere alcune puntate anche alle linee aeree del Qatar”.

Tra i prodotti già venduti all’estero anche Romeo e Giulietta, la miniserie con Alessandra Mastronardi e Martin Rivas, che andrà in onda su Canale 5 in primavera, ed è stata coprodotta con la spagnola TeleCinco (dove ha ottenuto ascolti bassi) e la tedesca Beta Film. La Bernabei sostiene però che per esportare non sia conveniente realizzare troppe coproduzioni. Il co-produttore tiene, infatti, per sé i diritti di distribuzione sul suo paese e magari su altre nazioni. E’ stato ad esempio il caso della miniserie Guerra e Pace, coprodotta con ben sette paesi.

“In pratica non restavano quasi più nazioni dove andare a distribuirlo, ci si era spartiti il mondo ex ante.”


29
dicembre

UN MATRIMONIO: SU RAI1 LA FICTION DI PUPI AVATI DEDICATA ALLA FAMIGLIA

Un matrimonio

Una fiction. Anzi, di più: un romanzo vero e proprio. Una storia d’amore lunga cinquant’anni, vissuta giorno per giorno nella cornice di un’Italia in continuo cambiamento. Pupi Avati porta su Rai1 una grande saga familiare, liberamente ispirata ai propri ricordi di marito e di figlio. A partire da stasera, sulla prima rete, andrà in onda Un matrimonio, serie tv in sei puntate con la partecipazione di Flavio Parenti (presto protagonista di Un Medico in Famiglia) e Micaela Ramazzotti. Saranno proprio i due attori ad interpretare i protagonisti della sceneggiatura con cui il noto regista racconterà la storia dei suoi genitori.

Un matrimonio: trama e protagonisti

Lui, Carlo Dagnini (Flavio Parenti), è un giovane benestante, figlio di un commerciante e scommettitore incallito; lei è Francesca Osti (Micaela Ramazzotti), ragazza di umili origini figlia di un operaio ed ex emigrante. Il loro amore, osteggiato dalle rispettive famiglie, durerà mezzo secolo attraversando difficoltà ed inquietudini, disillusioni e separazioni poi ricucite. In sei appuntamenti, il film tv di Pupi Avanti percorrerà un doppio binario narrativo, raccontando – nell’ambito della nostra storia nazionale – la forza degli affetti e dei legami familiari. Il tutto, attraverso una fitta rete di volti e di personaggi: nella sceneggiatura se ne contano ben 259.

Nel cast, accanto ai protagonisti Micaela Ramazzoti e Flavio Parenti, ci saranno – tra gli altri – anche Andrea Roncato, Valeria Fabrizi, Christian De Sica, Katia Ricciarelli, Mariella Valentini, Ettore Bassi e Corrado Tedeschi. La fiction (già slittata nel palinsesto) tratteggerà un affresco dell’Italia attraverso le dinamiche di un’istituzione, quale quella della famiglia, sempre più in crisi nella società contemporanea. E al riguardo, il regista ha le idee molto chiare: il suo lavoro, infatti, si pone come una sorta di apologia dell’unione coniugale, intesa come pilastro della sfera sentimentale e di quella civile.





8
novembre

PIETRO MENNEA: LUCA BARBARESCHI PREPARA UNA MINISERIE SUL GRANDE ATLETA

Pietro Mennea

I postumi di una broncopolmonite curata male l’hanno costretto a interrompere l’impegno teatrale con lo spettacolo Il Discorso del Re, ma a Luca Barbareschi non mancano di certo le occasioni lavorative. Questa settimana è arrivato nelle sale Something Good, pellicola che lo vede impegnato nella triplice veste di produttore, regista e attore. Il film, che affronta l’attualissimo tema delle sofisticazioni alimentari, è liberamente tratto dal romanzo Mi fido di te di Massimo Carlotto e Francesco Abate, pubblicato da Einaudi nel 2007. Protagonista è l’attrice cinese Zhang Jingchu, che veste i panni di una giovane donna, che perde il suo unico bambino a causa di un avvelenamento da un alimento adulterato. Barbareschi è invece Matteo, un uomo senza scrupoli che lavora per conto di una multinazionale che, fra molti altri affari, gestisce un traffico criminale di cibo adulterato. I due si conoscono per caso e, ignorando le verità che ciascuno di loro nasconde, non immaginano che quell’incontro sconvolgerà le loro vite.

La pellicola è, come detto, prodotta dalla Casanova Multimedia, casa di produzione da sempre particolarmente attiva nella realizzazione di fiction tv. Alla Casanova si devono fiction come Le ragazza dello swing, L’Olimpiade nascosta, Tutta la musica del cuore, Edda Ciano e il Comunista, Walter Chiari – Fino all’ultima risata, e la recente miniserie Adriano Olivetti – La Forza di un sogno con Luca Zingaretti. Proprio in occasione della presentazione di Something Good, l’attore e produttore ha colto l’occasione per svelare alcuni progetti destinati al piccolo schermo ai quali la Casanova sta lavorando.

Casanova Multimedia – in arrivo una fiction su Pietro Mennea

Tra i lavori in fase di scrittura vi è una miniserie incentrata sulla figura di Pietro Mennea, il grandissimo atleta italiano morto per un tumore a soli 60 anni lo scorso mese di marzo. La miniserie sarà diretta da Ricky Tognazzi, e arriverà sul set a primavera. Barbareschi non ha precisato la rete televisiva alla quale il progetto sarà destinato, ma da quanto ci risulta il progetto rientrerebbe tra le proposte future della fiction Mediaset, con cui la casa di produzione ha già iniziato a collaborare, dopo anni di “esclusiva Rai”, con il film Angeli  – Una storia d’amore, con protagonisti Raoul Bova e Vanessa Incontrada, in onda nei prossimi mesi su Canale5. La Casanova ha in passato già reso omaggio ad un campione dello sport. Nel 2012 ha, infatti, realizzato la miniserie Il sogno del maratoneta, nella quale Luigi Lo Cascio ripercorse l’epopea del celebre Dorando Pietri.

Casanova Multimedia – Virginia Raffaele nei panni di una detective?


6
novembre

E SE LA FICTION ITALIANA SEGUISSE L’ESEMPIO USA CON SEQUEL E REMAKE?

Il Bello delle donne

Riproporre vecchi successi sotto forma di remake o sequel è una prassi che negli USA conoscono bene. Basti ricordare 90210, lo sfortunato “come siamo diventati” dell’intramontabile Beverly Hills, il deludente remake di Charlie’s Angels o il bocciatissimo (almeno in Italia) reboot di Dallas, che ha anche raccontato la morte dello storico protagonista JR.

Sequel e remake: l’esempio americano

“Sfortunato”, “deludente”, “bocciato”: è chiaro che andare a scomodare i successi di un tempo raramente paga, eppure i responsabili dei serial americani insistono, e le ultime due proposte sono il remake de La Signora in giallo e la riproposizione, in forma ancora non nota, delle Streghe Halliwell (per altre info clicca qui). Se però talvolta in patria queste iniziative appassionano il pubblico, qui da noi il riscontro è sempre più freddino, forse perché i successi stranieri diventano dei veri untouchable. Ma cosa accadrebbe se ad essere rispolverati fossero i più grandi successi della serialità italiana?

Quali serie cult italiane potrebbero tornare sui teleschermi?

Tra tante offerte dimenticabili e belle avventure fini a se stesse, anche nelle produzioni del Belpaese si sono distinte fiction cult che hanno segnato un’epoca e che vengono ancora ricordate per la loro capacità di appassionaree creare un mondo a sé in cui i telespettatori si perdevano volentieri. Uno su tutti, di cui vi abbiamo già parlato qualche tempo fa, è Amico Mio, con lo straordinario Massimo Dapporto nel ruolo di Paolo Magri e un parterre di attori nel 1993 agli esordi ed ora lanciatissimi che potrebbero, con una loro eventuale presenza, ridare vigore e forza al prodotto se riproposto oggi.

Ma, pensando ai cult italiani e soprattutto al grande interesse che ruota ancora intorno alla figura femminile e al suo universo complicato, impossibile non immaginare un ritorno de Il Bello delle donne (tempo fa sono circolate pure delle voci in tal senso, ndDM) con le sue Stefania Sandrelli, Virna Lisi e Nancy Brilli, o al concorrente Rai Commesse, che si è fermato dopo due serie per essere poi riproposto a iosa in replica su Rai Premium e aver ispirato lo spin off Le Segretarie del Sesto, in cui del gruppo originale tornava solo Romeo (Franco Castellano).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


11
ottobre

UNA GRANDE FAMIGLIA 2 PARTE IL 21 OTTOBRE. SLITTANO DON MATTEO 9 E ROSSELLA 2, ALLA DOMENICA LE REPLICHE DI UN PASSO DAL CIELO 2

Una Grande Famiglia - Alessandro Gassman

Il lago di notte. Un elicottero precipitato e in fiamme. Edoardo Rengoni (Alessandro Gassman) che riemerge dalle acque buie e osserva quell’elicottero esplodere e frantumarsi in mille pezzi, come le speranze dei suoi familiari che crederanno  morto quel primogenito così amato per molto tempo. Queste le immagini del promo ufficiale di Una Grande Famiglia 2: un flashback che ci mostra cosa è davvero accaduto all’inizio della prima stagione.

Una Grande Famiglia 2: dal 21 ottobre in onda su Rai 1

Finalmente i telespettatori, che si sono appassionati alle vicende della famiglia Rengoni, potranno vedere i nuovi episodi di una storia bruscamente interrotta il 14 maggio 2012 e che ripartirà lunedì 21 ottobre 2013, giorno in cui la seconda stagione prenderà il via in prime time su Rai 1, dopo la messa in onda agli inizi di settembre anche di un prequel già visto sul web.

Don Matteo 9 e Rossella 2: rimandata la messa in onda

Una Grande famiglia 2 prende il posto in palinsesto del secondo capitolo di Rossella, fiction in costume con Gabriella Pession che doveva partire proprio il 21 ottobre. Ma non è questo il cambiamento più eclatante messo in atto dalla Rai, in quanto a slittare è anche Don Matteo 9. Le avventure del prete investigatore in bicicletta, che da quest’anno si spostano da Gubbio a Spoleto e vedono uscite di scena clamorose e nuovi arrivi tra i protagonisti, dovevano prendere il via giovedì 24 ottobre ma non sarà così, a dispetto dei promo con Terence Hill già andati in onda. Una scelta inaspettata, che arriva dopo la già strana decisione di trasmettere solo parte della serie quest’autunno, rimandando il resto. Don Matteo 9 sarà trasmesso a partire da febbraio 2014.