E poi c’è Cattelan



27
marzo

E POI C’E’ CATTELAN: DA QUESTA SERA SKY UNO CI PROVA CON UN DAVID LETTERMAN SHOW ALL’ITALIANA

Alessandro Cattelan

Poco più di un mese fa ve l’avevamo annunciato in anteprima ed ora lo show di Sky con protagonista Alessandro Cattelan è pronto a vedere la luce: da oggi – giovedì 27 novembre 2013 – e per le prossime sei settimane andrà in onda alle 23:00 E poi c’è Cattelan, una produzione originale Sky Uno che ha il sapore del famosissimo David Letterman Show.

E poi c’è Cattelan: ogni giovedì alle 23:00 su Sky Uno

Uno spettacolo fatto di musica, interviste, clip e gag che di X Factor, grande successo Sky, avrà ben due elementi. Il primo è ovviamente il conduttore, che da tre anni è alla guida del talent, mentre l’altro sono gli Street Clerks, la band che ha partecipato all’edizione 2013 tra i gruppi di Simona Ventura e che qui firma una colonna sonora originale: Alexander, Cosimo, Francesco e Valerio, oltre ad intrattenere con la loro musica, faranno anche da spalla a Cattelan ed interagiranno con i suoi ospiti.

E poi c’è Cattelan: gli ospiti della prima puntata

Per la puntata del debutto, saltata la presenza di Belen Rodriguez, interverranno in studio Sergio Castellitto, Ambra Angiolini, Edoardo Leo e Javier Zanetti. Tutti pronti a lasciarsi coinvolgere dal padrone di casa che li metterà alla prova facendo fare ad ognuno qualcosa di assolutamente nuovo, li intervisterà e giocherà con loro come con gli ospiti futuri, tra i quali ci saranno sicuramente Emma Marrone e Federica Pellegrini. Una grande festa, nelle intenzioni un po’ talk un po’ varietà, nella quale anche il pubblico è chiamato a dire la sua.




27
marzo

MEDIASET VS SKY: E’ GUERRA. IL BISCIONE DICE NO A BELEN INTERVISTATA SU SKYUNO

E poi c'è Cattelan - Skyuno

E poi c'è Cattelan - Skyuno

Siamo sempre abituati a leggere scenari e retroscena un po’ troppo fantascientifici sui giornali, e invece a volte la realtà supera nettamente la fantasia. Chi l’avrebbe mai detto che tra Sky e Mediaset potesse scatenarsi una vera e propria guerra fredda? A rivelarlo è stato Alessandro Cattelan che, in un’intervista al settimanale Chi, per presentare il nuovo show di seconda serata E poi c’è Cattelan, ha rilasciato qualche dettaglio sulla mancata presenza di Belen Rodriguez.

La showgirl argentina doveva infatti essere ospite del nuovo talk show di Sky Uno, ma qualcosa sembra essere andato decisamente storto. Ad opporsi, nonostante la nuova conduttrice di Italia1 avesse accettato di buon grado, è stata a quanto pare la stessa Mediaset, che sembra non aver affatto gradito lo “scippo” di Italia’s Got Talent. Ecco le dichiarazioni di Cattelan:

“Credo che il motivo stia sopra la nostra testa e riguardi gli equilibri fra le aziende Sky e Mediaset. Lei era contenta di venire ed è dispiaciuta di non poterci essere. Anch’io ero contento di averla, ci sarà un’altra occasione, non facciamone un caso”.

Che poi di tutto si tratta fuorché di uno scippo: se a Cologno Monzese hanno avuto 660 milioni di euro per l’acquisto in esclusiva della Champions League, i soldi chiesti da Fremantle Italia per i diritti del talent si potevano considerare quasi degli “spiccioli”. Evidentemente, nonostante la media d’ascolti altissima rispetto al trend di Canale5, il talent con De Filippi, Scotti e Zerbi non era considerato economicamente così fruttifero.


28
febbraio

E POI C’E’ CATTELAN: SI PARTE GIOVEDI 27 MARZO CON BELEN RODRIGUEZ

Alessandro Cattelan

DavideMaggio.it ve l’aveva anticipato: Alessandro Cattelan sarà il “nuovo David Letterman” di SkyUno. Il conduttore di X Factor si appresta al debutto in seconda serata con un talk inedito, tra interviste, gag, musica e ospiti messi in ruoli assolutamente insoliti. Da giovedì 27 marzo, sfruttando il traino della prima edizione di Junior MasterChef, alle 23.00 inizia E poi c’è Cattelan, in onda per sette puntate.

E poi c’è Cattelan: Belen Rodriguez alla prima puntata, Valentino Rossi alla seconda

In attesa di  X Factor 8,  Alessando Cattelan diventa il volto di SkyUno nella seconda serata del giovedì con un programma che promette di essere diverso rispetto ai talk che siamo abituati a vedere in tv:

“Mi ispiro ai format Usa e inglesi – dichiara il conduttore a La Gazzetta dello Sport – L’idea è invitare personaggi famosi e intervistarli ma anche proporli in ruoli per loro insoliti: farli cantare, recitare, giocare, con un tono infantile e surreale [...] punto a cantanti con cui ho sempre voluto dialogare, come Cesare Cremonini, Eros, Laura Pausini o Tiziano Ferro”.