Direzione Artistica



10
febbraio

CARLO CONTI DIRETTORE ARTISTICO PER I FESTEGGIAMENTI DEL 60° ZECCHINO D’ORO

Carlo Conti (Credits: Ufficio Stampa Rai-iwan)

Carlo Conti (Credits: Ufficio Stampa Rai-iwan)

Da quando è iniziato il Festival di Sanremo 2017 Carlo Conti non perde occasione per ribadire che non ha intenzione di tornare all’Ariston per la quarta volta consecutiva e che dunque il prossimo anno non sarà al timone della manifestazione. Ma se pensate che il motivo sia il bisogno di rallentare un po’ dopo anni in cui il conduttore toscano è stato super impegnato, vi sbagliate: Carlo Conti non potrà occuparsi del Festival di Sanremo 2018 perchè è un altro il concorso canoro per il quale è stato richiesto l’apporto della sua “mano santa”.




16
giugno

FESTIVAL DI SANREMO: LA RAI OFFRE A CONTI LA DIREZIONE ARTISTICA PER IL 2016 E IL 2017. PER LA CONDUZIONE CERCA LA FORMULA GIUSTA?

Carlo Conti

Il mondo vive continui rovesci e stravolgimenti, si sa, e quello televisivo non fa eccezione: chi fino a ieri non era nessuno, di punto in bianco può diventare ricercatissimo, e chi fungeva da Re Mida può finire nel dimenticatoio. Allo stesso modo può avvenire che un conduttore che per anni sia immeritatamente rimasto fuori dal toto nomi sui conduttori per il Festival di Sanremo, oggi, dopo una sola edizione all’attivo, sia il più desiderato nelle vesti di cerimoniere del più prestigioso appuntamento televisivo nostrano.

Festival di Sanremo 2016 e 2017: è cominciata l’era Conti?

E’ il caso di Carlo Conti, ottimo professionista e volto di punta in casa Rai, che lo scorso anno ha avuto finalmente l’occasione di cimentarsi con la conduzione del Festival, dopo anni in cui l’azienda pubblica gli ha preferito volti della concorrenza, attori, comici improvvisati e cantanti prestati alla conduzione. Col suo avvento i risultati sono arrivati, sia in termini di share che di spettacolo, con serate gradevoli e un ritorno alla tradizione che per fortuna non ha avuto il sapore del deja vu.

Per tutte queste ragioni i vertici Rai vorrebbero bissare l’esperienza, anzi, dare l’avvio ad una vera e propria era: stando a quanto leggiamo su Tv Sorrisi e Canzoni avrebbero offerto a Conti la direzione artistica dei Festival 2016 e 2017, lasciandogli la facoltà di decidere poi se occuparsi o meno della conduzione. Una soluzione che probabilmente tranquillizza Carlo Conti, desideroso – nonostante faccia orecchie da mercante sin dallo scorso febbraio – di tornare all’Ariston. A pesare sul mancato scioglimento della riserva sulla conduzione riteniamo ci sia il non aver ancora trovato una formula che possa bissare il successo dell’edizione 2015, senza esporre, dunque, uno dei volti di punta della TV pubblica a probabili debacle che i ‘bis’ portano con sè (cit. Fabio Fazio!).


12
febbraio

SANREMO 2013: LA DIREZIONE ARTISTICA. C’E’ PURE UNO SCENEGGIATORE DI HABEMUS PAPAM

Festival di Sanremo 2013

Il Festival di Sanremo 2013 è ai blocchi di partenza, e mai come quest’anno la curiosità intorno all’evento televisivo per eccellenza è stata così alta. La sessantatreesima edizione della kermesse targata Fabio Fazio dovrebbe segnare, infatti, un taglio netto rispetto al passato. Una ventata di novità sui contenuti artistici e musicali, sui cantanti in gara, gli ospiti e la scenografia. Il tutto con lo spettro della par condicio, dovuta alle imminenti elezioni politiche.

Ma chi sono gli artefici di questo festival in controtendenza nel bene e nel male rispetto al passato recente? Per la sua terza avventura sanremese Fabio Fazio si è affidato ai suoi storici collaboratori, ovvero Pietro Galeotti, Francesco Piccolo, Marco Posani e Michele Serra, ma anche al regista Massimo Martelli, a Claudio Fasulo, già autore del festival dal 2006 al 2008, e naturalmente al direttore musicale Mauro Pagani. Conosciamo nel dettaglio la squadra di questo Sanremo 2013.

Claudio Fasulo

Dopo 10 anni di radio privata e una laurea in economia, nel 1992 debutta come autore televisivo in occasione dello show per l’apertura di Disneyland Parigi. Da allora ha firmato più di 600 prime serate per Rai1. Tra i programmi che lo hanno visto impegnato come autore si segnalano i 3 Festival di Sanremo, ben 16 edizioni di Miss Italia, 8 edizioni di Ballando con le stelle, 6 stagioni di Scommettiamo Che?, ma soprattutto gli show di Fiorello (Stasera Pago io e #Ilpiùgrandespettaccolodopoilweekend), Panariello (Torno Sabato e Ma il cielo è sempre più blu), Celentano (Rockpolitik, 125 milioni di cazzate, Francamente me ne infischio, La situazione non è buona) e Morandi (C’era un ragazzo, Uno di noi, Non facciamoci prendere dal panico, Grazie  a tutti).