David Pratelli



10
gennaio

DAVID PRATELLI A DM: ‘QUELLI CHE’ MI HA ACCANTONATO COSI LA RAI MI HA PAGATO PER STARE A CASA

David Pratelli

Radio, teatro, tv. Difficile stare dietro a David Pratelli. Difficile anche per lui, però, scegliere sotto quale veste preferisce essere presentato:«Attore, imitatore, o speaker radiofonico? In realtà, ciò che mi interessa di più è avere spazio per poter liberare il mio talento». L’anno che verrà, Tale e Quale Show, ma anche Buona Domenica e Carabinieri passando, ovviamente, per il biennio a Quelli Che il Calcio. Un’esperienza, quest’ultima, conclusasi bruscamente lo scorso anno.

Perché, David?

Posso rispondere che non lo so? Sinceramente non ho abbandonato io Quelli Che, ma sono stato lasciato a casa da un momento all’altro. Avevo un contratto in esclusiva con la Rai fino ad agosto 2012, eppure con l’avvicendamento tra Simona e Victoria capii subito che qualcosa sarebbe cambiato.

Quando l’hai saputo?

In realtà, al contrario di buona parte della compagnia con cui lavoravo, sono stato accantonato senza alcuna comunicazione ufficiale. Semplicemente, sono rimasto sotto contratto, pagato per restare a casa. L’estate di quell’anno è stata caotica, con cambi di direttori e nessun referente cui fare riferimento. Così ho capito da solo di essere stato messo da parte.

E adesso, hai dei progetti in cantiere?

Anzitutto devo ringraziare Carlo Conti, che mi ha chiamato a Tale e Quale Show, per cui sabato sarò presente anche allo speciale “Duetti”, su Rai1. Al momento, però, sono impegnato nella preparazione dello spettacolo teatrale “Pratelli in città”, la cui anteprima è prevista ad aprile. Con l’aiuto dell’autore Andrea Bruni, siamo riusciti a metter su uno spettacolo in cui sarò sempre me stesso, cambiando personaggio, ma senza travestimenti. Non aspettavo altro.

Sei stato in radio, a teatro, e adesso in tv. Dove ti sei trovato più a tuo agio?

Il teatro è il palcoscenico che mi incuriosisce di più. Il contatto che si riesce ad avere col pubblico è unico, e la resa della propria performance è immediata. La radio, per me, è stata una palestra, anche perché ho cominciato da lì. La tv, invece, la preferisco solo quando gli autori lasciano spazio al talento, senza legarlo troppo ai loro testi.

Imitando personaggi noti, ti sarai trovato di fronte anche alle lamentele delle vittime.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




11
luglio

CLAUDIO RANIERI E’ IL NUOVO ACQUISTO DI RAISPORT

Claudio Ranieri

Claudio Ranieri passa dal calcio “giocato” a quello “chiacchierato”. Il noto allenatore di Chelsea, Juventus e Roma (tanto per citare le tre blasonate squadre da lui guidate), dalla prossima stagione sarà uno dei nuovi volti Rai, chiamato a portare la sua esperienza, accumulata in tanti anni di carriera, al servizio (pubblico) dei telespettatori.

Come rivela La Repubblica, infatti, il tecnico romano ha praticamente raggiunto l’accordo con la tv di Stato per diventare la voce tecnica che accompagnerà Bruno Gentili nelle telecronache delle partite della Nazionale, in una stagione che vedrà la squadra di Cesare Prandelli al lavoro in vista degli Europei di calcio 2012, che si terranno la prossima estate in Polonia e Ucraina e di cui la Rai ha l’esclusiva per la messa in onda di tutte le 31 partite previste (leggi qui).

Ranieri, inoltre, interverrà nei principali programmi di calcio firmati Rai Sport (La Domenica Sportiva su tutti), che a fine agosto ripartiranno a braccetto con i nuovi campionati di Serie A e B. Arriva, dunque, il momento per il vero Claudio Ranieri di andare in tv, dopo l’impeccabile imitazione di David Pratelli che nelle ultime stagioni ha imperversato tra Guida al Campionato e soprattutto Quelli che il Calcio.


11
settembre

QUELLI CHE IL CALCIO: DECIMA EDIZIONE AL VIA. ECCO LE NOVITA’ E LE CONFERME DELLO SHOW DI SIMONA VENTURA

Simona Ventura, presentazione Quelli che il Calcio 2010

E’ stata una Simona Ventura con un nuovo look anni 40 quella che ieri ha presentato la nuova edizione di Quelli che il calcio e, al via domenica prossima, stessa rete, stessa ora.

Il direttore di rete Massimo Liofredi ricordando anche i vecchi tempi, in cui era capostruttura della Domenica In “frammentata” di Raiuno, ha definito l’appuntamento calcistico (e non) la Mega Domenica In di Raidue. La conduttrice, dal canto suo, ha sottolineato ancora una volta come il programma vada ormai ben oltre il calcio, strizzando l’occhio al varietà e rivolgendosi a un pubblico trasversale. Non a caso andrà in onda tutte le domeniche, anche quelle in cui il campionato non è previsto, per fidelizzare il pubblico, mentre non ci sarà nessuna edizione straordinaria il mercoledì sera anche perchè il programma inizierebbe alle 21 per colpa del Santo tg2 come lo ha definito scherzosamente.

Tornano Massimo Caputi, al suo settimo anno, e Stefano Bettarini che si è dichiarato contento per aver vinto gli scetticismi di chi non vedeva di buon occhio il suo coinvolgimento l’anno scorso nel programma. Tante le new entry e le novità : entra nel cast, e sarà uno dei migliori acquisti indubbiamente, Virginia Raffaele direttamente da Victor Victoria; Francesca Macrì sarà invece al timone di un nuovo tg che fa il verso a Studio Aperto: Tg Stadio Aperto 1; direttamente dall’ultima edizione dell’Isola dei Famosi, poi, Daniele Battaglia si occuperà invece di animare le tifoserie. Ogni puntata infatti gli occhi saranno puntati su un incontro calcistico che verrà, per l’appunto, seguito da 2 gruppi popolari perchè l’idea è quella  di puntare sul folklore e sulle storie della gente comune. Confermato anche l’appuntamento con il Bar dello Sport. Non mancheranno le imitazioni come quella inevitabile di David Pratelli, che riproporrà Ibra, al suo rientro in Italia. 

“Idee low cost, che comunque arricchiranno la trasmissione, uno sforzo che la Rai ci ha chiesto in un momento di austerity, sfruttando risorse dell’azienda che vengono utilizzate poco”, ha sottolineato la Ventura. 





11
maggio

ISOLA DEI FAMOSI 7 – TUTTA LA VERITA’: CALA IL SIPARIO SUL REALITY DI SIMONA VENTURA. OSPITI IN STUDIO VECCHIE GLORIE ISOLANE.

Retroscena, sotterfugi, trame e alleanze: tutta la verità, nient’altro che la verità sull’ Isola dei Famosi numero 7. Domani alle ore 21.10, Simona Ventura  proverà a svelare quello che ancora non abbiamo visto e capito dei suoi naufraghi, nel corso del Gran Galà conclusivo del reality.

Un evento che mescolerà momenti di varietà, con le esizibizioni dei naufraghi, dell’inviato Rossano Rubicondi, e, a sorpresa, di Simona Ventura; a talk più o meno accesi. Spazio, infatti, ai racconti dei diretti interessati sulle tappe fondamentali di questa loro avventura, compreso altresì un ritratto del trionfatore Daniele Battaglia. Rivivremo, in tal modo, goie e feeling sentimentali, dispiaceri e soprattutto scontri e conflitti che hanno caratterizzato il soggiorno in Nicaragua. E per mettere la parola fine sulla diatriba Cupola-Scissionisti alcuni membri saranno sottoposti in diretta alla macchina della verità per stabilire chi nel corso del reality ha detto la verità e chi invece ha mentito.

In studio oltre all’inviato Rossano Rubicondi e a tutti i protagonisti di questa edizione saranno presenti alcune vecchie glorie del reality: Vladimir Luxuria, vincitrice della sesta edizione, Patrizia de Blanck, Antonella Elia, Alessandro Cecchi Paone e Cristiano Malgioglio, che, insieme ad Andrea Pucci, decreteranno con il proprio voto per ciascun naufrago la classifica del naufrago ideale.


11
settembre

QUELLI CHE IL CALCIO: SIMONA VENTURA, NEO REPORTER, RIVOLUZIONA IL SUO SHOW E LANCIA QUALCHE FRECCIATINA ALLA CONCORRENZA

Quelli che il calcio 2009 - Simona Ventura 

Una vera e propria rivoluzione, quella che va a sconvolgere la sedicesima edizione di Quelli che il calcio e, presentata ieri a Milano e che prenderà il via domenica 13 settembre su RaiDue. Cambia la scenografia, cambiano il regista, il capocomico e gli opinionisti, e cambiano le rubriche. Tutto, eccetto la regina del programma, come la definisce il direttore Massimo Liofredi, Simona Ventura, unico punto fermo in mezzo a tante novità. La conduttrice, infatti, ha deciso di accettare la sfida che la Rai, lo scorso maggio, le ha lanciato per dare una svolta al programma. E così la Ventura ha dato via ad un rinnovamento, senza precedenti, il più grande mai fatto negli ultimi 8 anni”.

A cominciare da una serie di reportage sulle squadre di calcio, che dominano la scena internazionale, che andranno ad arricchire la trasmissione e saranno realizzati dalla stessa Simona. Trattasi di un ritorno al passato per la conduttrice che riprende, come ai tempi di Telemontecarlo, a vestire i panni dell’inviata. Si inizia, nella prima puntata, con il Barcellona di Messi, stella argentina del calcio mondiale, che Simona è riuscita nella difficile impresa di intervistare. Tali reportage andranno a potenziare la parte calcistica del programma, che, stando alle intenzioni, dovrebbe acquistare un peso maggiore, rispetto allo scorso anno.

Proprio del calcio, insieme al confermatissimo Massimo Caputi, si occuperà la new entry più chiacchierata, di questa edizione: Stefano Bettarini. L’ex marito di Mona Nostra torna così ad occuparsi del suo primo amore, dopo una parentesi dedicata all’intrattenimento. Una scelta, quella di Stefano, dipesa dalla grande competenza calcistica che la Ventura gli attribuisce ma anche alla volontà della coppia di essere un esempio di civiltà per tutti gli ex che si fanno la guerra. Bettarini, dal canto suo, si dichiara orgoglioso del suo nuovo impegno e dice che tenterà di far venire fuori il lato meno macho di Simona.