Daniela Martani



17
gennaio

TRA REGGISENI XXL, DELIRI OMOFOBICI E COPIOSE LACRIME VOLGE AL TERMINE LA PRIMA SETTIMANA DEL GF9

Cristina Del Basso - Doccia @ Davide Maggio .it

Dove eravamo rimasti? Ma certo, come dimenticarlo, ci eravamo lasciati con la bella Marcuzzi che, decisa a uniformarsi al marcato esibizionismo che, da sempre, caratterizza la sua trasmissione, salutava gli italici spettatori mostrando, lasciva, tutto il suo “ministero”. Sembra che, da allora, si siano moltiplicati i casi di cronica insonnia in tutto il Bel Paese anche, a causa, va detto, della formosa Cristina che, da poco meno di una settimana, porta in giro, indisturbata, all’interno della casa, le sue esplosive “armi di seduzione di massa”. Orde di massaie frustrate dal decolletè inesistente pare stiano affollando gli studi dei chirurghi estetici, con scene di isteria collettiva del tutto simili a quelle del primo giorno di saldi da Harrods, mentre le più scaltre sembra si stiano muovendo per dimostrare che l’ingenua Del Basso non abbia provveduto a condonare il suo florido davanzale.

Mentre la nostra eroina con il suo abbigliamento ferragostano (che credesse, forse, di partecipare all’Isola dei Famosi?) ha provveduto a mantenere alto il morale, e non solo, dei suoi coinquilini, altri hanno cominciato, sia pur parzialmente, a raccontarci di loro. Esilaranti i ricordi scolastici della svitata Federica, alias citofono guasto, una donna che, con disarmante tranquillità, ha dichiarato di aver collezionato più bocciature lei che matrimoni Liz Taylor, pur avendo frequentato, rigorosamente, scuole private e dispendiosi centri di recupero scolastico. Chi avesse nutrito, ancora, qualche residua illusione sulla serietà del sistema scolastico italiano sarà rimasto basito di fronte ai suoi ricordi di docenti così moderni e sui generis da premiare l’impreparazione dei propri facoltosi studenti con un bel 6. Come se ciò non bastasse l’eccentrica Federica, dopo l’outing della tenebrosa Siria che aveva, serenamente, svelato il suo orientamento sessuale bisex, si era abbandonata a deliranti farneticazioni omofobiche, scagliandosi soprattutto con la pretesa, a suo dire assurda e inaccettabile, di una coppia gay di voler adottare un bambino. La povera Federica che dice sempre ciò che pensa ma che, altrettanto spesso, dice senza aver preventivamente pensato, (forse a causa dell’ossigeno a venti volumi che deve averle provocato irrimediabili danni al sistema neurologico), si avvia, così, a una scontata nomination. Speriamo, solo, che il pubblico a casa, con un pizzico di sadismo, capisca che per minare, seriamente, sanità mentale e resistenza psicologica degli altri concorrenti, e, dunque, per garantire sorprese e divertimento a tutti noi, sarebbe bene tenerla ancora un po’ in gioco.

Frattanto, sempre a proposito di rivelazioni piccanti e pruriginose, è stata resa nota l’omosessualità di Leonia, la macellaia panterona, pronta a sbarcare, lunedì prossimo, in quel di Cinecittà. In un documentario che potete vedere qui (“La sfortuna mi fa capoccella”), nel quale compare anche la madre della prossima concorrente del GF, la fidanzata di Leonia, Caterina D’agostino, racconta la loro felice relazione sentimentale, iniziata, per caso, anni fa, in un centro commerciale, grazie alla comune passione per la cartomanzia.




13
gennaio

GF9 ATTO I: ALTRO CHE CASI UMANI! QUESTO E’ IL GRANDE FRATELLO DEI CASI DISPERATI (FOTOGALLERY)

Cristina dal Basso - Grande Fratello 9 @ Davide Maggio .it

Ore 21.16, decisamente in ritardo rispetto al diretto concorrente “X- factor”, Alessia Marcuzzi, con un impermeabile nero di pelle, rubato alla liquidazione di un sexy-shop, irrompe nella casa del Grande Fratello. Per la prima volta il GF parte direttamente con la conduttrice all’interno del luogo simbolo del programma. Dopo la sigla si torna in studio e la Marcuzzi, strizzata in un abitino ricavato dalla distruzione di una dozzina di quelle sfere psichedeliche che pendevano, e forse pendono ancora, in discoteca, presenta la prima concorrente ufficiale: ecco Cristina Del Basso, ventunenne comasca. Finalmente appare chiaro chi abbia prestato alla Marcuzzi il soprabito fetish! Una ragazza brillante, precisa Alessia, con un sacco di cose da raccontarci, peccato, però, aggiungiamo noi, che, a ben vedere, la fanciulla in questione sembri avere due soli argomenti degni di menzione: quelli contenuti, con difficoltà, da un reggiseno taglia sesta. Due giganteschi argomenti che, presto o tardi però, date le evidenti difficoltà motorie che sembrano provocarle, la costringeranno a rivolgersi anche a un buon ortopedico.

Il secondo concorrente è Marcello Torre Calabria, fornaio bresciano che sin dalla clip mostra una preoccupante idiosincrasia per i congiuntivi. Dopo aver misurato la resistenza delle coronarie del panettiere a un’ inaspettata tempesta ormonale, la Marcuzzi presenta la terza concorrente: Claudia Perna, giovane palermitana, proveniente dal quartiere Zen. Una vita difficile, la sua, segnata dalla prematura scomparsa del padre e da drammatiche ristrettezze economiche. Sono sue le prime lacrime versate in questa nuova edizione di fronte allo struggente videomessaggio della mamma.

Collegamento con il Gran Hermano. Doroti e Leonia che gridano come pazze, manco si trovassero a Capo Nord, si mostrano talmente simpatiche e gradevoli che, fosse per noi, altro che televoto, le spediremmo entrambe su un volo destinazione Guantanamo. Stendiamo un velo pietoso sulla Marcuzzi che fa ballare la danza del ventre a una concorrente spagnola, dalla statura mignon, quasi si trattasse di un’attrazione da circo. Ma ecco Federica Rosatelli: romana, ossigenata, un passato da modella e un simpatico cagnolino, stile Paris Hilton, a cui, crudelmente, fa indossare degli occhiali da sole. Le tre ragazze sono chiamate a scegliere il prossimo concorrente fra i tre parcheggiati, sin dall’inizio della trasmissione, nella stanza delle sorprese (Alberto Scrivano, fascinoso ormeggiatore genovese, Nicola Molinari, bizzarro architetto e Stefano Strada tenebroso psicologo). Il consesso di cervellone, animato da Federica e dalla sua irritante voce, tipo citofono guasto, sceglie Nicola.