Coniglio



5
marzo

LA PROVA DEL CUOCO (VEGANO): DOPO I GATTI, BANDITI ANCHE I CONIGLI. AVANTI IL PROSSIMO.

Dopo la sospensione del mitico Bigazzi, per via della ricetta 4 gatti in padella, come suggerisce felicemente Nino Materi su Il Giornale, la censura culinaria made in Rai colpisce ancora. La TV di Stato, infatti, ha invitato nei giorni scorsi Morgan Pasqual, cuoco del Cinque Sensi di Malo e presenza fissa de La Prova del cuoco, a modificare la sua ricetta a base di Bian-coniglio. Il piatto, di chiara derivazione locale, era stato scelto dallo chef per il torneo dell’Uovo d’Oro che vede sfidarsi diversi cuochi a suon di piatti regionali.  

La vicenda sembra comunque conclusa col caro Pasqual che ha pensato che non valesse la pena discutere e rischiare il posto: “Mi è sembrata una questione di delicatezza”, ha risposto ai giornalisti. Niente tortelli con ripieno di carne di coniglio quindi, ma con la faraona. La faraona che, ricordiamo, non è la moglie del faraone, ma è sempre carne bianca, immune da censura (per ora).

Ricordando che il “cavallo” di battaglia (con tutto il rispetto per la razza equina) di Pasqual è il petto d’anatra profumato alla lavanda con composta di ciliegie, noi di DM non vorremmo che, a seguito di un nuovo intervento degli alti dirigenti della rete, lo chef fosse costretto a presentare una composta di ciliegie al profumo di lavanda, e basta.