Claudio Bisio



13
gennaio

ZELIG: DA STASERA BISIO E CORTELLESI CONDUCONO L’EDIZIONE DEI GRANDI NUMERI. VENERDI PROSSIMO LA PUNTATA N. 100 CON IL RITORNO DELLA HUNZIKER

Paola Cortellesi e Claudio Bisio

Per alcuni porta fortuna, per altri è da evitare: questo venerdì 13 gennaio vedrà comunque, al di là della superstizione, due importanti debutti in prima serata. Se su Rai1 Paola Perego (clicca qui per leggere la nostra intervista) è pronta a prendere il timone di Attenti a quei due, su Canale5 ritorna Zelig condotto da Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Ben quindici nuove puntate (tre in più dello scorso anno) con una programmazione che durerà 25 minuti in più del previsto, giusto per rosicchiare share in seconda serata.

Più di 50 i comici che si alterneranno sul palcoscenico del teatro degli Arcimboldi di Milano: tra gi altri Ale&Franz, il Mago Forest, Giuseppe Giacobazzi, Gioele Dix, Paolo Labati, John Peter Sloan, i Senso D’Oppio, i Mancio & Stigma (i ragazzi Emo), Rocco il gigolo e la coppia Nuzzo & Di Biase. Non mancheranno i monologhisti più affermati come Enrico Bertolino, Lella Costa, Gioele Dix, Giacobazzi, Gene Gnocchi, Max Pisu e Debora Villa.

Venerdì prossimo, poi, una carrellata di apparizioni speciali dei volti storici in occasione della 100esima puntata di Zelig, a dieci anni esatti dalla prima del 2002. Per questa stagione sono in vendita 60 mila biglietti, 40 mila dei quali già acquistati. E proprio per la puntata n. 100 si conta di staccare il biglietto numero 500.000, una cifra record per il teatro italiano. Perché, come ci tengono a sottolineare i papà Gino&Michele ”Zelig è uno spettacolo teatrale in cui si fondono le esperienze del teatro, del cabaret e della televisione“. A festeggiare ci sarà anche Michelle Hunziker, la prima conduttrice del programma.




23
ottobre

LA SFIDA DELLA DOMENICA: GABRIEL GARKO DALLA PANICUCCI, CARLUCCI A L’ARENA, BUZZANCA DALLA CUCCARINI, BISIO E PANDOLFI DALLA CABELLO

Gabriel Garko ospite questo pomeriggio di Federica Panicucci

Seconda vera sfida della domenica con tutti e tre i contenitori pronti a darsi battaglia. Nel primo scontro a uscirne con le ossa rotte è stato il programma di Victoria Cabello, precipitato a quota 8% di share: un risultato insufficiente che Simona Ventura non ha perso tempo a sottolineare. L’Arena prosegue con successo, mentre non esaltano per i risultati gli spazi di Lorella Cuccarini e Federica Panicucci. Ma vediamo le proposte di questa settimana.

Ospiti di Quelli che il calcio saranno Claudio Bisio, Antonio Cornacchione e Aura Rolenzetti (capo schedina della scorsa edizione), che presentano il film di Massimo Martelli Bar Sport, l’attrice Claudia Pandolfi presenta Quando la notte, il film di Cristina Comencini con Filippo Timi e l’ex calciatore e ora vice presidente della Federcalcio, Demetrio Albertini e Rocco Tanica, istrionico musicista degli Elio e le Storie Tese. Ospiti musicali della puntata sono Raphael Gualazzi e il pianista Stefano Bollani, alla sua ultima puntata del programma di Rai3 Sostiene Bollani.

Su Rai1, invece, dopo la cronaca e l’attualità de L’Arena che ospiterà quest’oggi Milly Carlucci, la Cuccarini aprirà le porte del programma a Roberto Giacobbo ed Emanuela Aureli, che verificheranno le abilità dell’americano Scott Flansburg, soprannominato il “Calcolatore Umano”, che riesce ad effettuare addizioni, divisioni e radici cubiche a una velocità portentosa. Ci saranno anche Gabriella Pession e Daniele Pecci che presenteranno la nuova fiction Dove la trovi una come me?, in onda stasera e domani. Amore, tradimento, perdono e voglia di ricominciare saranno gli ingredienti della docufiction di Così è la vita. Su questo tema interverranno Irene Pivetti, Pierluigi Diaco, Floriana Secondi, don Mario Pieracci e la sessuologa Chiara. Infine, Lorella Cuccarini intervisterà Lando Buzzanca, che parlerà della sua carriera e della sua vita attraverso tanti ricordi con sorprese “dal vivo”.


12
luglio

VANESSA INCONTRADA: VIA DA ZELIG PER COLPA DELLE DONNE CHE CI LAVORANO.

Vanessa Incontrada

L’addio a Zelig sembra averla segnata, creando una sorta di spartiacque tra un prima e un dopo. Il prima fa di Vanessa Incontrada una delle showgirls più capaci del piccolo schermo, tanto spontanea quanto simpatica, genuina nel suo essere una donna in carriera ma con la testa sulle spalle. Il dopo è invece tutt’altra storia, fatta di rimpianti e delusioni, dichiarazioni al veleno e voglia di riscatto. Dopo l’accusa alle veline e in generale al ruolo della donna in tv (leggi qui), ora la bella spagnola ha deciso di vuotare il sacco e rivelare i reali motivi che l’hanno spinta ad abbandonare il programma comico di Canale 5.

Lo fa in un’intervista a Vanity Fair, in cui ammette che “si era rotto qualcosa con le persone con cui lavoravo. L’ambiente è sempre stato maschile – ci lavorano cento uomini e forse una quindicina di donne – e maschilista. Ma la cosa più triste è che proprio delle donne ho un brutto ricordo. E l’accusa più pesante è, infatti, rivolta a loro: “A parte tre o quattro di loro, tra cui la sarta e la mia vocal coach, non hanno mostrato alcuna solidarietà nei miei confronti quando sono diventata mamma. Già durante la gravidanza, mentre tutti mi attaccavano per il peso, non una che mi abbia detto ‘mi spiace’. E poi, quando è nato Isal, le cose sono persino peggiorate”.

La Incontrada confessa di essere stata praticamentre abbandonata da chi invece avrebbe dovuto mostrare maggiore sensibilità: Non c’era la minima comprensione se dicevo che la domenica non potevo andare alle prove, o se arrivavo alle 5 e non alle 4 perché il bambino aveva 38 di febbre. Neanche fossi andata con le amiche a prendere l’aperitivo. Il tempo per mandarmi un messaggio con scritto ‘Convocazione alle due’ ce l’avevano sempre, ma quello per scrivermi ‘Come sta il bimbo?’ in due anni non l’hanno mai trovato”.





29
giugno

MEDIASET NIGHT 2011: CLAUDIO BISIO E PAOLA CORTELLESI PRESENTANO I PALINSESTI AUTUNNALI. QUALI SARANNO LE NOVITA’?

Mediaset Night 2011

Cologno Monzese apre questa sera le sue porte per Mediaset Night 2011: signore ricoperte di lustrini, cavalieri in frac e giornalisti con lo zainetto in spalla sono invitati alla corte del Biscione per la presentazione ufficiale dei palinsesti autunnali. Se non rientrate in nessuna di queste categorie ma siete curiosi di assistere alla serata, potete accontentarvi di seguire il red carpet seduti comodamente sulla poltrona di casa: come l’anno scorso, Qui Mediaset trasmetterà in diretta web l’arrivo degli ospiti e proverà a scucire loro qualche commento.

Il vostro naso non potrà andare più in là del mitico tappeto rosso: la serata si svolgerà lontano dalle telecamere. La conduzione è affidata quest’anno alla nuova coppia di Zelig formata da Claudio Bisio e Paola Cortellesi (l’anno scorso toccò a Piero Chiambretti far da Cicerone). Oltre ai volti delle tre reti generaliste impegnati nella prossima stagione, saranno presenti anche i vertici Mediaset e di aziende come Taodue e Endemol.

Accanto ai palinsesti di Canale 5, Italia 1 e Rete 4, verranno annunciate anche le novità che riguardano i canali digitali. Il 4 Luglio si accenderà Italia 2, la prima rete specializzata dedicata interamente al pubblico maschile. La serata di questa sera potrebbe riservare un primo assaggio del nuovo canale. E sempre per stasera è fissata anche la presentazione del nuovo canale all news che inizierà le sue trasmissioni dal mese di ottobre.


24
maggio

L’INFEDELE, CLAUDIO BISIO SOSTIENE PISAPIA SINDACO E INSISTE: I CENTRI SOCIALI SONO BELLISSIMI, A MILANO NE SERVONO DI PIU’ (VIDEO)

Claudio Bisio ospite all'Infedele

La ‘torre di Pisapia‘ pende a sinistra, ma solo perchè è sovraffollata e frequentatissima. Di recente ai suoi robusti torrioni si sono appesi giornalisti, artisti, volti noti della tv e dello spettacolo. Tutti intruppati nella poderosa vulgata anti-Moratti. Non ultimo, è arrivato anche Claudio Bisio che ieri sera all’Infedele di La7 ha manifestato il suo appoggio al candidato sindaco di Milano del centrosinistra. Con un messaggio registrato spedito a Gad Lerner (altro sostenitore di  ferro dell’avvocato), l’attore e capocomico di Zelig ha raccontato al pubblico del prime time le motivazioni del suo voto.

Io sono milanese da sempre pur non essendo nato a Milano (…) e soprattutto nel frattempo sono un papà di due ragazzini che crescono, e ogni tanto mi chiedo come fanno a crescere in una città così. Una città che negli ultimi anni non mi piace più. Io amo questa città, voglio rimanerci e se possibile cambiarla: non ci sono piste ciclabili, non ci sono spazi verdi” ha detto Bisio all’Infedele. Poi l’artista ha cercato di interpretare i motivi del risultato delundente incassato dalla Moratti al primo turno. Le ragioni di quella debacle elettorale, dice il comico, vanno viste in tutti i posti in cui la Giunta avrebbe agito male. “I cittadini di Milano hanno capito. Quindi non è una questione di destra o di sinistra, ma proprio di una cattiva amministrazione. E non lo dico io, ma addirittura Feltri” aggiunge.

Poi scatta lo spot pro-Pisapia, “una persona civile, a modo, per niente estremista che promette il cambiamento. Se vincerà gli resteremo dietro. Ci crediamo tanto in questo cambiamento“. Bisio parla così della paura usata come strumento di propaganda elettorale, riprendendo il tema scelto dall’Infedele per la puntata di ieri. E difende i tanto discussi centri sociali: “Centro sociale è una cosa bellissima, è un centro di aggregazione. I centri sociali servono a Milano, ne servono di più e non fanno paura” afferma, ricordando con nostalgia le sue frequentazioni di gioventù quando muoveva i primi passi nel mondo del teatro.





20
marzo

PREMIO TV 2011: CLAUDIO BISIO E LUCIANA LITTIZZETTO I PERSONAGGI DELL’ANNO

Claudio Bisio

A poco più di un’ora dalla cerimonia di consegna, in diretta su Rai1, vengono svelati i vincitori del Premio tv 2011 come personaggi dell’anno. A trionfare nella categoria di personaggio maschile dell’anno: Claudio Bisio, reduce da successi cinematografici e televisivi. Il capo comico di Zelig è riuscito a vincere la concorrenza niente meno di Gianni Morandi, conduttore di un Festival di Sanremo da record, e Fabrizio Frizzi, padrone di casa del Premio Regia Televisiva.

Proprio con Bisio quest’anno ha girato Femmine contro Maschi, Luciana Littizzetto trionfatrice nella categoria personaggio femminile dell’anno. La comica torinese, protagonista in questa stagione della fiction di Rai 1 Fuoriclasse, ha avuto la meglio su Antonella Clerici, vincitrice del premio per Ti Lascio Una Canzone, e Paola Cortellesi, partner di Bisio nel varietà di Canale 5.

Per la premiazione della coppia dell’anno e dei “migliori programmi” l’appuntamento è alle 21.30 su Rai 1. Per sapere in anticipo tutti i vincitori clicca qui.


19
marzo

PREMIO TV 2011: LA LEGGENDA DEL BANDITO E DEL CAMPIONE E’ LA MIGLIOR FICTION.

La leggenda del Bandito e del Campione

Tutto pronto per domani per l’assegnazione dei Premi regia Televisiva 2011. Dal teatro Ariston di Sanremo, Fabrizio Frizzi con Daniele Piombi e Hoara Borselli procederanno all’annuncio dei vincitori delle statuette catodiche. Dopo l’ufficializzazione dei programmi della top 20 (per maggiori info clicca qui)  e della vittoria quasi all’unanimità del Tg La 7 come miglior telegiornale, oggi si conoscono maggiori dettagli su vincitori papabili ed effettivi delle altre categorie.

A cominciare dal riconoscimento come miglior fiction andato a La Leggenda del Bandito e del Campione con Beppe Fiorello. La miniserie di Rai 1 sull’amicizia tra il campione di ciclismo Girardengo e il bandito Pollastri ha avuto la meglio su Rossella e Le Cose che Restano. Per quanto riguarda il personaggio rivelazione, viene confermata l’anteprima di DM sulla vittoria di Belen Rodriguez. La bella argentina la meglio su Geppi Cucciari e Salvo Sottile.

Non si conoscono i vincitori ma le nomination del personaggio maschile e femminile dell’anno. A contendersi il trofeo di miglior personaggio maschile: Claudio Bisio, reduce dai successi di Zelig, Gianni Morandi, conduttore del Festival di Sanremo, e Fabrizio Frizzi. Per le donne, le candidate sono: Antonella Clerici, quest’anno tornata al timone de La Prova del Cuoco, Paola Cortellesi, new entry di Zelig, e Luciana Littizzetto, “perla di diamante” di Che tempo Che fa. A decretare la vincitrice, tra le tre, potrebbe essere il pubblico casa con il televoto. Di tale eventualità se ne sta discutendo in queste ore.


15
marzo

CLAUDIO BISIO: SOGNO UNA VERSIONE ITINERANTE, MA POTREI LASCIARE ZELIG.

Claudio Bisio

Ogni venerdì con una media di oltre 6 milioni di spettatori, Zelig si conferma il varietà più seguito della serata. Una formula vincente ormai in onda dal lontano 1997, anno in cui il famoso locale di cabaret milanese fece il suo debutto su Italia 1. Da allora per Zelig, un continuo successo di pubblico, che nei primi anni 2000, grazie ad edizioni in grado di raccogliere ascolti record, permise una promozione sugli schermi di Canale 5.

Squadra (e formula) che vince non si cambia(no), almeno così vorrebbe il noto proverbio. Claudio Bisio, padrone di casa sin dalla prima edizione, sembra però pensarla diversamente. In un’intervista rilasciata al Corriere della sera, l’attore -reduce dai successi cinematografici di Benvenuti al sud e Femmine contro maschi- non nasconde la volontà di apportare dei cambiamenti al programma. Tra i sogni di Bisio, c’è l’idea di realizzare uno Zelig “itinerante”, una sorta di carrozzone in giro per l’Italia, pronto a esibirsi ogni settimana in una città diversa. Nonostante il confermato successo di questa edizione, non esclude nemmeno l’eventualità di abbandonare lo show.

“Il programma è nato con me. Su quel palco sono me stesso e faccio fatica a immaginare altri al posto mio. Ma certo è possibile che io lasci Zelig.  Finora avevo chiesto pause più lunghe tra un’edizione e l’altra per dedicarmi al teatro, al cinema, ma non sono state mai più di sei mesi. Poi eterno non posso essere. Auguro a Zelig di essere artisticamente più longevo di me. Io ho sempre paura di stufare la gente. Sono molto sensibile ai blog, ai commenti. Quando avrò il sentore di aver stancato spero possa essere consensuale…. ”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,