Claudio Baglioni



6
gennaio

I MIGLIORI ANNI: STASERA L’ULTIMA PUNTATA CON BAGLIONI, RANIERI, SHARIF E I PREMI DI UNA LOTTERIA IN CRISI

Carlo Conti nello studio de I Migliori Anni

Per la Lotteria Italia ha rinunciato a condurre il Festival di Sanremo. Non ce l’avrebbe fatta a portare avanti tredici puntate di uno show, le registrazioni dell’Eredità e un evento come Sanremo. L’aziendalista Carlo Conti ha puntato ancora sui suoi Migliori anni, che stasera giungono al termine con la tradizionale estrazione della Lotteria. Si chiude un’edizione sottotono rispetto agli altri anni sia per quanto concerne gli ascolti (la media è stata di circa 4.900.000 spettatori e del 21.7% di share con 1mln e 4 punti percentuali in meno dell’anno scorso) sia per il calo storico di biglietti venduti (si registra un meno 17.24% rispetto al 2009-2010). 

La serata finale vedrà probabilmente un’impennata della coloninna auditel, anche grazie ai sette premi milionari distribuiti dalla Lotteria. Molti gli ospiti che interverranno durante la puntata: dalle melodie intramontabili di Peppino di Capri e Little Tony, ai successi storici di Al Bano e Patty Pravo; dai brani di Tony Dallara agli evergreen dei Ricchi e Poveri e Orietta Berti; e poi Gigliola Cinquetti, Patrick Hernandez, le band degli Homo Sapiens e dei Santa Esmeralda. Lo show della memoria ospiterà anche big della canzone come Claudio Baglioni, Massimo Ranieri e Umberto Tozzi

Per il cinema internazionale Carlo Conti ospiterà in un’intervista esclusiva l’attore Omar Sharif. Non mancheranno le quattro madrine Sara Facciolini, Roberta Morise, Angela Tuccia e Elena Ossola, e la comicità di Nino Frassica e i suoi Gianfranco Padda, Igiul e Benito Urgu. Con la puntata di stasera ci auguriamo per I Migliori anni una lunga stagione di riposo, dopo aver spremuto il format con quasi 30 puntate in due stagioni autunnali.




23
giugno

AMARCORD, LA TV CHE APRIVA PER FERIE: SENZA RETE

Senza Rete

In tempi di crisi economica, quando anche gli show televisivi di punta sono costretti a tirare la cinghia e ad accontentarsi di budget ridotti e di ospiti improvvisati anche in pieno periodo di garanzia, non ci stupiamo che soprattutto in estate, quando la maggior parte dei telespettatori va in vacanza, anche il tubo catodico ne approfitti per chiudere per ferie. Eppure non è stato sempre così. Un tempo, neanche troppo lontano, anche durante la stagione più bella dell’anno la tv offriva spettacoli e produzioni innovative che, sfruttando anche grandi risorse artistiche ed economiche, non avevano nulla da invidiare ai tanto celebrati show invernali di prima serata.

Proprio per rinfrescare la memoria degli addetti ai lavori, e non solo, proponiamo, a partire da oggi e per tutta la stagione estiva, una nuova rubrica amarcord che celebra proprio quella tv che rimaneva accesa sotto l’ombrellone, attraverso il ricordo delle trasmissioni televisive entrate nella storia della tv pubblica e commerciale.

Cominciamo il nostro viaggio da Senza Rete, popolarissimo programma andato in onda per dieci estati consecutive a partire dal 1968. Dapprima previsto per il giovedì sera e successivamente, dalla terza edizione in poi, promosso alla più prestigiosa serata del sabato, il varietà andava in onda dall’auditorium Rai di Napoli, tornato ultimamente in auge grazie al grande successo di Ti lascio una canzone. La formula, molto semplice, prevedeva l’esibizione di una coppia di cantanti tra i più popolari dell’epoca che si esibivano, contrariamente a quello che avveniva nelle altre trasmissioni televisive, rigorosamente dal vivo, “senza rete” appunto, proponendo per tutta la durata dello spettacolo un medley delle loro canzoni più famose.


31
marzo

DUE: ARRIVANO CLAUDIO BAGLIONI E RENATO ZERO

UPDATE“DUE”: BAGLIONI NON CI SARA’.
NESSUN CONTATTO TRA ARTISTA E RAI. BAGLIONI IMPEGNATO NEL TOUR MONDIALE “UN SOLO MONDO”.
Contrariamente a quanto riportato da talune fonti Internet, Claudio Baglioni non parteciperà alla trasmissione “Due” di Raidue. Lo rende noto il management dell’artista, sottolineando che non solo non sono in corso contatti, in tal senso, tra Baglioni e la RAI, ma che l’artista è attualmente impegnato nel tour mondiale “Un solo mondo”.

 Non c’è Due senza tre. Il Direttore Liofredi pare averci preso gusto. Ed in effetti l’esperimento di Raidue che porta sul palco del Teatro Camploy di Verona sembra essere apprezzato.

La formula è semplice, l’originalità per alcuni aspetti c’è. Il gradimento del pubblico anche, seppur direttamente proporzionale all’appeal dei duettanti. Se, infatti, Tiziano Ferro e Laura Pausini avevano fatto debuttare lo show con numeri entusiasmanti, il secondo appuntamento con Lucio Dalla e Francesco De Gregori si è dovuto accontentare di un 8%.

I dati non esaltanti dell’ultima puntata, però, non hanno placato l’entusiasmo: possiamo anticiparvi, infatti, che si sta pensando - per il prossimo mese di maggio – ad un terzo appuntamento con altri due big della musica italiana. I nomi? Claudio BaglioniRenato Zero.





22
marzo

TI LASCIO UNA CANZONE, AL VIA SABATO: BAGLIONI, SCANU e VARTAN OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA. DE ROSSI, D’ORAZIO E GERINI GIURATI.

Dopo il grande successo delle prime due edizioni, sabato 27 Marzo in prima serata torna Ti lascio una canzone”, il varietà musicale di RaiUno condotto da Antonella Clerici, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli.

Per 8 puntate i protagonisti assoluti saranno 35 giovani interpreti di età compresa tra i 7 e i 15 anni, provenienti dalle scuole e accademie di canto di tutte le regioni d’Italia, che canteranno le canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana accompagnati da un’orchestra dal vivo di  30 elementi, diretta dal maestro Leonardo De Amicis.

La giuria interverrà esprimendo il proprio parere sull’esibizione e conferendo il premio di qualità alla migliore interpretazione. Sarà poi il pubblico da casa, tramite il televoto, a decretare la canzone vincitrice che passerà direttamente in finale. Oltre alla presenza fissa di Barbara De Rossi e Stefano D’Orazio, la prima puntata vedrà Claudia Gerini in veste di giurata d’eccezione. Ospiti della prima puntata saranno Claudio Baglioni, il vincitore del Festival di Sanremo Valerio Scanu, la cantante Sylvie Vartan e i tre tenorini Gianluca, Ignazio e Piero che tanto successo hanno ottenuto la scorsa edizione.


5
febbraio

SANREMO 2010, PIU’ CHE UN FESTIVAL UN CANTIERE: IN FORSE DE SICA E ROBBIE WILLIAMS, 150 MILA EURO PER CASSANO E SI SCOPRE CHE LA CUCCARINI HA LA “FEBBRE”

Facce, canzoni, cachet, ospiti e forfait: mentre il “caso Morgan” tiene banco a rete unificate, il cantiere Sanremo continua alacremente a lavorare per completare un puzzle di non facile completamento. “I lavori sono ancora in corso” e l’altalena di nomi da affiancare alla Clerici sembra proprio non volersi fermare. Confermati tra gli altri Raoul Bova e Gabriel Garko (entrambi in promozione), Susan Boyle, Rania di Giordania e Dita Von Teese, sono al momento “in forse” gli annunciati Robbie Williams (a causa di un concerto) e Christian De Sica (per via di una fiction in fase di realizzazione).

A tarpare le ali creative della direzione artistica del Festival, ci ha pensato inoltre anche il direttore Raiuno Mauro Mazza che ha imposto un cachet massimo per i vari ospiti, pari a 100 mila euro. Proprio per via di questa clausola sembrano essere infatti sfumati gli interventi di Cristiano Ronaldo (al suo posto probabilmente Gattuso e Ronaldinho) e dell’ex presidente americano Bill Clinton.

L’unico caso che al momento pare sia riuscito a sfuggire alla “bassa” tagliola dei cachet, risponde al nome di Antonio Cassano. Fortemente voluto proprio dalla conduttrice che da sempre lo ha corteggiato televisivamente (“Non posso dimenticare di aver iniziato la mia carriera come giornalista sportiva e ci tengo a presentare un Cassano diverso da quello che conosciamo”, così ha riferito Antonella in conferenza stampa), secondo “Il Giornale” per un’intera serata da valletto impacciato, il folletto barese prenderà circa 150 mila euro. Non ci saranno bandierine da tirare ne arbitri da insultare, ma per siffatta cifra speriamo almeno riesca nell’intento di affrontare la proverbiale timidezza (e il proverbiale “non-italiano”).





6
gennaio

SANREMO 2010: ANTONELLA CLERICI RIFILA IL “DUE DI PICCHE (ARTISTICO)” A PIPPO BAUDO

Questa è casa mia e qui comando io“: sarà stata di questo parere Antonella Clerici quando ha iniziato a redigere la lista degli ospiti/spalla che dovranno accompagnarla in questa sessantesima edizione del Festival di Sanremo. Incassati i “NO” di Greggio e Fiorello, a quanto pare è stata proprio la riccioluta conduttrice a rifilare un bel “due di picche artistico” al presentatore sanremese per antonomasia Pippo Baudo, candidato in principio proprio alla co-conduzione della serata finale.

Nessuno mi ha invitato al Festival” ha affermato il super-conduttore siciliano nelle dichiarazioni ufficiali anche se, a quanto pare, a denti stretti e a pochi intimi (non proprio discreti) ha dichiarato “L’ha avuta vinta lei” (fonte: Il secolo XIX). Soggezione? Paura di essere oscurata? O ancora peggio paura di far passare Baudo come “salvatore della patria” qualora gli ascolti non fossero esaltanti? La motivazione ufficiale della Clerici e del suo entourage non è dato saperla; di sicuro Baudo sarà in riviera ligure per via della solita puntata post-sanremese di “Domenica In” e sarà quindi disponibile nel caso di un invito last-minute (è risaputo: Baudo alle “sirene dell’Ariston” proprio non resiste).

Nonostante l’empasse sul fronte co-conduttori, inizia a decollare invece la scaletta dei super ospiti. Sono infatti già confermati i nomi di Claudio Baglioni ed Elisa (ancora da confermare quelli di: Gianna Nannini, Laura Pausini e Vasco Rossi) che dovrebbero partecipare al gran galà della terza serata che si chiamerà ”Quando la musica diventa leggenda“, in cui i grandi nomi della musica leggera italiana riproporranno alcuni grandi successi della tradizione festivaliera.


16
aprile

BREVEMENTE: ARGOMENTI ED OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 16 APRILE 2009

Speciale Amici - Maria De Filippi e Alessandra Amoroso
brevemente2.gif

In Abruzzo si pensa alla ricostruzione, che costerà secondo una prima stima 12 miliardi di euro. Con il rischio di infiltrazioni mafiose nella gestione dei fondi, un fiume di denaro che scatena le attenzioni delle organizzazioni criminali. Come si muoverà la politica per impedirlo? I rappresentanti delle istituzioni e della politica, a cominciare dal Presidente del Consiglio, sono andati ogni giorno a L’Aquila per assicurare alla popolazione non solo l’impegno del Governo, ma l’inizio in tempi rapidi della ricostruzione. Intanto la magistratura sta avviando le indagini sui mancati controlli, sulle strutture pubbliche crollate e a volte senza nemmeno l’abitabilità, come l’ospedale diventato immediatamente inagibile. Caccia all’abusivo è il titolo della puntata di questa sera di “Annozero”. In collegamento da L’Aquila ci sarà Sandro Ruotolo, mentre ospiti in studio saranno l’on. Niccolò Ghedini del Popolo della libertà, l’on. Antonio Di Pietro de L’Italia dei valori, il giornalista del Sole24Ore Mariano Maugeri e il Capo della Sala Italia della Protezione Civile Titti Postiglione. Nella puntata anche la satira di Sabina Guzzanti.

Ospiti d’eccezione di Maria De Filippi: il cantautore Claudio Baglioni (che ha duetterà con Alessandra Amoroso, Valerio Scanu e Luca Napolitano), Marco Carta, vincitore della scorsa edizione del programma e dell’ultima edizione del festival di Sanremo, la nuova rivelazione della musica italiana Malika Ayane e l’attrice Geppi Cucciari. Nel corso della serata verranno consegnate tre borse di studio del valore di 20mila euro ai cantanti Luca Napolitano e Valerio Scanu e alla ballerina Alice Bellagamba denominate “dalla parte del talento”.

  • Terra: in seconda serata su Canale5

I sessant’anni dalla fondazione della Nato sono al centro del nuovo appuntamento con Terra! Toni Capuozzo da’ il via alla puntata da Kabul, da dove ha realizzato un lungo ed articolato reportage sull’Afghanistan, mentre Sandro Provvisionato ha intervistato l’ammiraglio Gianpaolo Di Rosa, attuale comandante militare della Nato, con il quale ha ripercorso tutta la storia dell’organismo, sottolineandone gli elementi positivi ma anche gli errori commessi. Marco Corrias, invece, ha raccolto le testimonianze dei politici Giulio Andreotti e Achille Occhetto, dello storico e diplomatico Sergio Romano, del generale Carlo Cabigiosu e del presidente della Commissione Esteri al Senato, Stefano Stefani. In chiusura, il collegamento settimanale con l’esploratore Michele Pontrandolfo per il suo viaggio verso il Polo Nord.


8
aprile

AMICI E’ LIVE DOMENICA 12 APRILE MA SARA’ TRASMESSO GIOVEDI’ 16 SU CANALE 5 IN DIFFERITA. GUEST STAR DEL CONCERTO ANCHE CLAUDIO BAGLIONI E MARCO CARTA

Amici Live @ Davide Maggio .it

E’ stata una delle date tv più discusse e bistrattate degli ultimi giorni: confermata e cancellata in diverse occasioni, prima per la concomitanza con le celebrazioni Pasquali e poi per la tragedia che ha colpito l’Abruzzo. Stiamo parlando di “Amici Live“, lo speciale della scuola di Maria De Filippi dedicato ai finalisti e, in particolar modo, alla vincitrice Alessandra Amoroso.

L’evento, però, sarà realmente “live” soltanto per chi raggiungerà, questa domenica, Piazza Ex Carlo Pranzo di Lecce, dove e’ stato predisposto un grande palco per accogliere i 14 Amici di Maria: il concerto verrà trasmesso in differita giovedì 16 aprile in prime time sulla rete ammiraglia Mediaset. Anche in questa occasione, come nei precedenti concerti a Roma e Cagliari della scorsa edizione, i ragazzi e i professionisti della scuola si esibiranno in performance artistiche di canto, danza e musical, in linea con quello che è stato il loro percorso all’interno del talent di Canale 5.

Sarà dunque la domenica di Pasqua ad ospitare lo show, a pochi giorni dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo, e che ancora vede in una situazione di enorme tragedia tantissimi concittadini. E all’annuncio del concerto da parte della vincitrice Alessandra Amoroso sulla sua pagina ufficiale di Facebook, non sono mancati numerosi commenti negativi da parte di chi trova poco rispettoso non aver rimandato nuovamente il concerto in vista dei funerali di stato delle vittime, che si terranno venerdì. Ma anche questo concerto, così come i numerosi show ancora oggi sospesi, in un palinsesto che ha lasciato da parte reality e intrattenimento per dare spazio all’informazione, avrebbe dovuto essere realizzato, secondo la logica che vuole che lo spettacolo continui, anche in situazioni come queste.