Chuck



11
settembre

IL SEQUEL DI MILA E SHIRO E GLEE NEL NUOVO DAYTIME DI ITALIA 1

Mila e Shiro - Il sogno continua

Qualche novità, alcuni titoli già visti, cambi di collocazione e una mattinata completamente rinnovata e dedicata ai documentari in stile Real Time nel nuovo palinsesto autunnale di Italia1 in partenza domani. Non si può dire che Luca Tiraboschi non stia provando a dare un’identità a un canale con problemi di budget e impossibilitato a dar vita a produzioni autonome se non in prime time, pensate all’assenza di un game show in access, slot ancora occupato dalle repliche di CSI Miami.

A destare maggiore curiosità è il sequel del cartoon cult Mila e Shiro (sottotitolo: Il sogno continua). Le avventure dei due pallavolisti, declinate in 52 episodi, andranno in onda alle 17.25 introdotti dalla nuova sigla cantata dall’evergreen Cristina D’Avena. Si tratta di una produzione cino-giapponese creata in occasione delle Olimpiadi di Pechino del 2008 dove troviamo il giovane allenatore Shiro alle prese con l’arduo compito di condurre alla vittoria dei Giochi la squadra della Dragon Ladies avvalendosi dell’aiuto dell’amata Mila. L’anime cederà poi la linea allo storico Lupin che torna sugli schermi di Italia1 con il compito di trainare l’edizione pomeridiana di Studio Aperto dopo una vita trascorsa nel più semplice orario prandiale.

Nel primo pomeriggio, invece, confermatissimo il doppio appuntamento con I Simpson (alle 13.40 e alle 14.05) – anche in estate il programma più visto della rete – troviamo alle 14.35 il ritorno del cult What’s my destiny Dragon Ball seguito alle 15 dalla sit com made in USA The big bang theory. L’auspicio è che uno dei prodotti migliori della comicità americana di questi ultimi anni (dopo il semiflop dello scorso anno nella fascia preserale) trovi il successo che merita in una collocazione oraria che ha consacrato in primavera l’ottimo How I met your mother. Destinato al pomeriggio anche un altro prodotto che nella passata stagione ha faticato non poco nello slot tardo pomeridiano. Stiamo parlando del fenomeno internazionale Glee in onda a partire dalle 16.30 (preceduto da Chuck alle 15.35): previste le repliche della prima stagione che accompagneranno lo spettatore ai nuovi episodi ancora inediti sulla tv free dopo la messa in onda su Fox. Sarà la collocazione giusta? Noi siamo un po’ diffidenti, non sarebbe stato meglio mandarlo in onda alle 15 e – solo una volta terminati gli episodi – sostituirlo con The big bang theory?




30
luglio

CHUCK, IL RAGAZZO ORDINARIO CHE SI SCOPRE STRAORDINARIO: PROSEGUE SU ITALIA 1 LA SECONDA SERIE DELL’IRONICA SPY-STORY

La locandina di Chuck

Io sono un uomo normale e voglio una vita normale“, o meglio, l’avrebbe voluta una vita normale Chuck, protagonista dell’omonimo telefilm tuttora in onda su Italia 1 (Lunedì, seconda serata). Sì, perchè Chuck, aprendo inavvertitamente una e-mail, si ritroverà da semplice riparatore di computer ad esclusivo detentore dell’Interset, un archivio informatico ultrasegreto (ed ultrapericoloso) che racchiude una serie di volti e luoghi cruciali per le varie missioni dei Servizi Segreti americani. Il tutto condensato nella mente del nostro malcapitato protagonista, che da quel momento in poi non potrà più vivere la sua agognata normalità.

Ed è proprio sul concetto di normalità che il telefilm fonda le sue basi: Chuck è il tipico ragazzo americano, tutto sneaker e videogiochi, un modesto lavoro di riparatore informatico presso il Buy More (un grande centro commerciale, tra i luoghi ricorrenti della serie), una casa divisa assieme alla sorella chioccia. Ma il mondo quotidiano di Chuck non è il solo nucleo narrativo della serie. Il telefilm, infatti, si regge sull’incontro-scontro tra due universi: l’ordinario (incarnato da Chuck e il suo ambiente sociale) e lo straordinario, un universo sfuggente, sotterraneo, invisibile (rappresentato dai Servizi Segreti, dalle spie, dai pericolosi criminali ai quali si dà la caccia). Tra i Servizi ed il vario sottobosco delinquenziale viene ad interporsi il nostro Chuck, catapultato di volta in volta in missioni sempre rischiose e rocambolesche, ma dalle quali esce incredibilmente incolume. Compagni fissi, le due spie Sarah (verso la quale Chuck nutre una forte simpatia) e il rude Casey, che non nasconde tutta la propria antipatia per il ragazzo.

Nel corso delle puntate, sia l’ordinario sia lo straordinario si evolveranno, mettendosi continuamente in discussione: Chuck rivelerà doti inattese (come la pratica del disinnescare bombe); di contro, anche lo straordinario, nell’incontro con il suo contrario, riscoprirà la sua dimensione umana, quella dei sentimenti, accantonata perchè incompatibile con il glaciale lavoro di spia.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


11
maggio

TELEFILM FESTIVAL: EDIZIONE SOTTOTONO. ECCO LE PAGELLE. TWIN PEAKS, GIORGIO BUSCAGLIA E IL PROTAGONISTA DI CHUCK I MIGLIORI

Morena Baccarin

A sopresa è Bones, con la complicità del suo fan club, il miglior telefilm della stagione secondo il sondaggio indetto da Tv Sorrisi&Canzoni. La serie con David Boreanz ha scalzato, dopo ben 3 anni, Dr House, ora in seconda posizione, e precede Lost, Grey’s Anatomy e Squadra Speciale Cobra11. Il  sondaggio arriva alla conclusione dell’ottava edizione del Telefilm Festival, tenutosi, come ogni anno, a Milano. Un’edizione, questa, risultata sottotono rispetto agli altri anni e che abbiamo provveduto a riassumere attraverso proverbiali pagelle.

Morena Baccarin: non è algida quanto il personaggio ma sa distinguersi per eleganza e fascino. Sulle sue, un pò snob, ma quante avrebbero resistito alle domande dei giornalisti sul taglio dei capelli o su come abbia imparato l’inglese? Quando le si fa notare del calo d’ascolti, diplomatica, ma sincera, risponde e lo ammette. Altro che in Italia. Voto 6 ½

Liz Solari e Tomas de las Heras (Champs 12): Sono la coppia più carina del festival. Lui, alla mano, risponde con garbo, lei un pò più annoiata. Ma se dovessimo consigliare una straniera sconosciuta a Carlo Conti per il prossimo Sanremo faremmo il suo nome. Saranno famosi. Voto 6 ½

Zachary Levi: simpatico, alla mano e sorprendentemente idolatrato, il protagonista di Chuck firma autografi e risponde a domande con gentilezza e umorismo. Italiani imparate. Voto 8 ½