Chris Noth



7
dicembre

SERIE TV NEWS: Z NATION, MASTERS OF SEX, THIS IS US, QUANTICO E BIG LITTLE LIES

This is Us

Una riconferma, una cancellazione e due nuove produzioni movimentano lo scenario seriale degli ultimi giorni. Così, se FX premia l’ironia di Z Nation e Showtime dice addio a Masters of Sex, l’ex Mr. Big Chris Noth ottiene un ruolo principale in un procedural di respiro internazionale. Quantico, nel frattempo, fatica a ripetere il successo della prima stagione. Nessun problema invece per This Is Us, che continua a conquistare il pubblico con il suo delicato racconto della normalità, mentre HBO presenta una nuova miniserie, tutta mistero e grandi nomi.




22
aprile

TITANIC – NASCITA DI UNA LEGGENDA: IL KOLOSSAL INTERNAZIONALE DA QUESTA SERA SU RAI1

Alessandra Mastronardi in Titanic - Nascita di una leggenda

Ad una settimana esatta dal centenario del suo affondamento, il Titanic torna protagonista in tv. Da questa sera alle 21,30, Rai1 proporrà la fiction Titanic - Nascita di una leggenda, un vero e proprio kolossal internazionale, che non ripercorrerà, come molte altre pellicole, gli attimi del naufragio della nave ma ne racconterà la costruzione, avvenuta a partire dal 1909.

La serie in 12 episodi (6 prime serate), costata oltre 20 milioni di dollari, è prodotta per l’Italia dalla Dap Italy dei fratelli De Angelis, in associazione con Epos FilmTandem Communication. Diretta da Ciaran Donnelly e scritta da Matthew Faulk, Stefano Voltaggio, Francesca Brill, Alan Whiting e Mark Skeet, la fiction vanta un cast di attori internazionali, composto tra gli altri da: Chris Noth, celebre per il ruolo di Mr. Big in Sex and the city, Neve Campbell, nota per il ruolo di Sidney in Scream, e dagli italiani Massimo Ghini, Alessandra Mastronardi ed Edoardo Leo.

Di puntata in puntata assisteremo, dunque, alla costruzione del transatlantico più imponente e lussuoso che il mondo avesse mai conosciuto. Una costruzione raccontata attraverso gli occhi dei  tanti operai in lotta per vedere riconosciuti i loro diritti, dei magnati inglesi, irlandesi e statunitensi che finanziarono l’operazione, delle donne, dei ragazzi, e di tutti coloro che a vario titolo contribuirono alla realizzazione, di quello che venne da subito definito simbolo perfetto del nuovo secolo.


5
dicembre

TITANIC, BLOOD AND STEEL: NEL CAST ANCHE CHRIS NOTH E NEVE CAMPBELL

Titanic - Blood & Steel

A distanza di un secolo da quella drammatica notte del 14 aprile 1912, la storia del Titanic, la tristemente celebre nave passeggeri colata a picco nelle gelide acque dell’Atlantico, tornerà a rivivere in ben due serie tv. Da una parte l’americana Abc pronta a raccontare in una miniserie in 4 puntate, scritta dal premio Oscar Julian Fellowes, le ultime ore del transatlantico; dall’altra la coproduzione internazionale Titanic – Blood & Steel, decisa invece a raccontarne la lunga costruzione.

Proprio da quest’ultima serie, diretta dall’irlandese Ciaran Donnelly (I Tudors, Camelot) e prodotta per l’Italia dalla Dap dei fratelli De Angelis, arriva la notizia dell’ingresso ufficiale nel cast di due volti molto popolari al grande pubblico. Direttamente da Sex and the City, farà il suo ingresso nella serie Chris Noth che, smessi i panni di Mr.Big, interpreterà la parte di JP Morgan, un finanziatore del Titanic. Dalla celebre saga cinematografica di Scream, arriverà invece la bella Neve Campbell, alla quale spetterà recitare la parte di Joanna Yaeger, una giornalista che si occuperà del viaggio inaugurale del transatlantico.

Nel cast della serie, in onda la prossima primavera su Rai1, come ormai noto da tempo, saranno presenti anche diversi attori italiani. Massimo Ghini, Alessandra Mastronardi e Valentina Corti interpreteranno rispettivamente il ruolo di Pietro, Sofia e Veronica Silvestri, una famiglia di emigranti -naturalmente italiani- che vorrebbero tentare la fortuna in America. Nei panni dell’emigrante anche l’attore Edoardo Leo, attualmente impegnato in tv nella miniserie Baciati dall’amore.





9
ottobre

JULIANNA MARGULIES E’ THE GOOD WIFE. DA STASERA LA BRAVA MOGLIE DI “MR BIG” PROVA A SFIDARE MARIA DE FILIPPI.

The Good Wife - Julianna Margulies

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare e se la posta in palio è la conquista del sabato sera, la sfida diventa di quelle interessanti. Dopo tre serate di dominio assoluto del people show C’è posta per te, Raidue si fa più agguerrita e cerca di aiutare Rai1 a contrastare lo strapotere di Maria de Filippi con un’operazione che lo stesso direttore di rete, Massimo Liofredi, considera “difficile ma non impossibile”: la conquista della prima serata più ambita, con un prodotto di tutto rispetto, The Good Wife.

In onda da stasera alle 21.45, in prima visione, la serie televisiva statunitense racconta le tormentate vicende personali e professionali di Alicia Florrick (Julianna Margulies, indimenticata protagonista di ER), la cui vita viene sconvolta dall’arresto del marito Peter (Chris Noth, il Mr Big di  Sex and the City), coinvolto in uno scandalo sessuale e accusato di corruzione. Rimasta da sola, Alicia decide di reagire per il bene della famiglia, e per riuscire a far fronte alle spese torna, dopo quindici anni di assenza, nelle aule di tribunale a lavorare come avvocato. Vincitrice di ambiti premi come il Golden Globes 2010, lo Screen Actors Guild Awards 2009 per la migliore attrice in una serie drammatica (Julianna Margulies) e l’Emmy Awards 2010 per la migliore attrice non protagonista in una serie drammatica (Archie Panjabi), The Good Wife è stata trasmessa per la prima volta dalla CBS a partire dal 22 settembre del 2009.

La struttura classica del legal drama è arricchita da un’impronta tutta al femminile; una serie “mista”,quindi, tra il giudiziario e il rosa, che in America ha avuto un riscontro più che positivo in termini di ascolti. Un vero e proprio successo che “Raidue, sulla scia dei tanti telefilm americani già importati con entusiasmanti riscontri anche da noi come ER o N.C.I.S, non si è lasciata sfuggire” - ha commentato Liofredi – […] Investigazioni e dibattimenti processuali, sempre condotti sul filo d’una lucida razionalità e di una penetrante analisi psicologica. Ma l’impostazione è tutta al femminile. La sensibilità. l’acume, e anche la dolorosa esperienza personale della protagonista, infatti, l’aiuteranno di volta in volta a risolvere i misteri proposti. E a dipanare, trasversalmente ad ogni episodio, il suo dramma privato”.