Cesare Bocci



18
febbraio

IL GIALLO E IL NERO: MISTERI E DELITTI CON CESARE BOCCI DAL 2 MARZO SU RAI3

Cesare Bocci

I numerosi studi in campo psicologico non ne hanno mai chiarito del tutto i motivi del successo ma ciò che è certo è che la seduzione del male e il fascino della cronaca nera non sembrano avere crisi. Una seduzione collettiva che dalla letteratura al cinema, passando per il piccolo schermo, rappresenta da sempre una vera e propria garanzia di successo. Lo sa bene Rai3 che sin dal 1987, anno in cui andò in onda la fortunata trasmissione di Corrado Augias, Telefono Giallo, ha arricchito il proprio palinsesto di decine di produzioni incentrate su delitti e misteri.

Da Ombre sul giallo a Storie maledette, da Blu Notte – Misteri Italiani ad Amore Criminale, passando naturalmente per Chi l’ha visto?, il cui campo di indagine si è da tempo, e non senza critiche, esteso anche a casi di delitti irrisolti ed inchieste di cronaca, snaturando in parte il proprio format inizialmente incentrato esclusivamente sui casi di persone scomparse. Al lungo elenco di programmi si aggiungerà, dal prossimo sabato 2 marzo in seconda serata, Il Giallo e il Nero, la nuova trasmissione condotta da Cesare Bocci, alla sua prima esperienza di conduzione televisiva nelle vesti di “narratore”, e dal Vice Questore aggiunto della Polizia di Stato Annamaria Di Giulio, responsabile dell’Unità Analisi Crimini Violenti.

Il programma riaccenderà i riflettori sui grandi gialli del passato ma con un linguaggio del presente. Bocci racconterà le vicende umane, sociali e scandalistiche, rappresentate nello studio attraverso una scenografia innovativa, mentre Annamaria Di Giulio analizzerà la scena del delitto, ricomporrà il quadro delle indagini e spiegherà cosa sarebbe potuto cambiare se gli investigatori avessero avuto a disposizione gli strumenti della polizia scientifica di oggi.




19
febbraio

PROVACI ANCORA PROF 4: PERSONAGGI E ANTICIPAZIONI

Flavio Montrucchio e Pino Ammendola

Questa sera e domani in prima serata su Rai1, doppio appuntamento con Provaci ancora Prof 4, la serie con protagonista Veronica Pivetti nei panni della Professoressa Camilla Baudino. La serie, diretta da Tiziana Aristarco, ritorna in tv dopo ben 4 anni d’assenza. La terza stagione andò in onda nell’autunno del 2008 ottenendo una media di circa 5.500.000 spettatori e il 22% di share.

Nel nuovo capitolo della serie, esce di scena il personaggio del Commissario Berardi, interpretato da Paolo Conticini. A far battere il cuore della Prof Pivetti, ci penserà però la new entry Cesare Bocci, impegnato nel vestire i panni di Marco Visconti De Matteis, un aitante esportatore di vini pregiati. L’uomo è fratello di Paolo De Matteis, il nuovo commissario interpretato da Flavio Montrucchio.

Tra i nuovi arrivi della serie anche Franco Oppini e Sarah Maestri, nei panni di due insegnanti del liceo in cui Camilla, tra un’indagine e l’altra, insegna. Ma conosciamo nel dettaglio i protagonisti di questa quarta stagione, che a partire dalla terza puntata, occuperà la prima serata del martedì.


19
febbraio

PROVACI ANCORA PROF 4: DA QUESTA SERA LA NUOVA STAGIONE CON BOCCI E MONTRUCCHIO

Provaci ancora Prof 4

Veronica Pivetti torna a vestire i fortunati panni di Camilla Baudino, la professoressa di lettere con la passione per le indagini. A partire da questa sera alle 21,30 su Rai1, riprendono, infatti,  le avventure di Provaci ancora Prof, la serie prodotta da Endemol Italia e diretta da Tiziana Aristarco. Nei sei appuntamenti di questa quarta stagione, ancora una volta ispirati ai romanzi di Margherita Oggero, accanto al cast storico, arrivano numerosi nuovi personaggi. Primi fra tutti Cesare Bocci, nei panni dell’affascinante Marco Visconti, che farà perdere la testa alla Prof, eFlavio Montrucchio, che interpreterà invece il nuovo commissario di Polizia.

Ben quattro anni fa, avevamo salutato la Prof in partenza per Barcellona dove il marito Renzo (Enzo Decaro) aveva deciso di trasferirsi per motivi di lavoro. Ma qualcosa è andato storto, e così Camilla è tornata a Roma, insieme alla figlia Livietta (Ludovica Gargari), e ha ripreso l’insegnamento nel suo vecchio liceo. A scuola sono arrivati due nuovi professori: la professoressa Anna Scarpa (Sarah Maestri), insegnante di scienze, timida e impacciata, e il prof. Sanfilippo (Franco Oppini), un insegnante vecchio stampo prossimo alla pensione.

Oltre all’impegno scolastico, Camilla continua a coltivare la sua antica “passione”: risolvere complicati casi gialli in cui si trova casualmente invischiata. Questa volta, però, non trova più al suo fianco il commissario Gaetano Berardi (Paolo Conticini), che è stato nominato questore in un’altra città. A sostituirlo c’è Paolo De Matteis (Flavio Montrucchio), un trentacinquenne puntiglioso, che non ama le incursioni della prof nelle sue indagini. Nonostante questo, Camilla non rinuncia alla sua passione e, in più di un’occasione, si troverà inevitabilmente a scontrarsi con De Matteis.





30
giugno

L’OMBRA DEL DIAVOLO, STORIE TRA BENE E MALE

L'ombra del Diavolo

Questa sera alle 21.10, anche Rete4 potrà finalmente vantare nel suo palinsesto una fiction in prima visione tv. Nessuna produzione retrocessa dall’ammiraglia Canale5 per mancanza d’ascolti, ma una docu-fiction dal sapore decisamente sperimentale, pensata appositamente per il pubblico della rete diretta da Giuseppe Feyles.

L’ombra del diavolo – Storie tre bene e male,  nuovo format della durata di 100 minuti, si propone di raccontare alcuni accadimenti clamorosi del nostro recente passato, con un particolare linguaggio televisivo, ottenuto unendo tra loro filmati, testimonianze, documenti dell’epoca e ricostruzioni sotto forma di fiction.

Protagonisti di questo esperimento tre attori noti al pubblico televisivo. Cesare Bocci nel ruolo di un investigatore scaltro e riflessivo, Antonello Fassari in quelli di un taciturno ex detenuto e Claudia Zanella nei panni di un’attraente esperta informatica, incaricata di digitalizzare l’archivio di un’antica biblioteca romana. La docu-fiction diretta da Marco Maccaferri, cercherà di far comprendere meglio gli aspetti meno noti di due eventi molto differenti tra loro. Due fatti animati da sentimenti e forze contrapposte.


14
marzo

IL COMMISSARIO MONTALBANO: 4 NUOVI CASI PER LUCA ZINGARETTI DA QUESTA SERA SU RAI 1

Il Commissario Montalbano

Alle strategie lavorative e ai timori di legarsi troppo al personaggio, alla fine hanno prevalso nostalgia e voglia di divertirsi.  Dopo un vociferato abbandono, Luca Zingaretti è tornato sui suoi passi, vestendo nuovamente i panni de Il commissario Montalbano. Il personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri, dopo aver appassionato numerosi lettori ed essere riuscito nella storica impresa di conquistare pubblico e critica televisiva, è pronto a tornare con quattro nuovi episodi, in onda da questa sera alle 21.10 su Rai1.

La serie diretta come di consueto da Alberto Sironi vedrà ancora una volta protagonista il commissario più amato e popolare della tv, dalla personalità complessa e ricca di sfaccettature, in grado di accomunare in unica persona pregi e difetti tipici degli italiani. Nelle nuove avventure ambientate nell’assolata Vigatà, Salvo Montalbano, astuto e dotato di un vero e proprio fiuto nel ricomporre le tessere dei casi che di volta in volta è chiamato a risolvere, si ritroverà spesso a fare i conti con il “malessere” del tempo che passa. Un Montalbano un po’ diverso, cresciuto e più maturo, alle prese con gli effetti che l’età lascia e non solo sulla pelle.

A inaugurare il nuovo ciclo di quattro film sarà l’episodio intitolato Il campo del vasaio. Questa volta, il commissario Montalbano e la sua squadra dovranno fare i conti non solo con un omicidio dai risvolti misteriosi ma anche con la presenza di una donna conturbante, una presenza destinata a non rimanere nell’ombra; si tratta di Dolores Alfano, interpretata da Belen Rodriguez. Per la showgirl argentina protagonista involontaria di una movimentata conferenza stampa, messi da parte i ruoli da cinepanettone, si tratta della prima grande prova d’attrice.