Buona Domenica



8
gennaio

IL GOVERNO PRODI? SE NE VA A GIUGNO! PAROLA DEL MAGO DI ARCELLA

Antonio Batista, il Mago di Arcella @ Davide Maggio .itIl cassonetto delle televisione italiana, Cattiva Domenica, ieri, ci ha deliziato per l’intero pomeriggio domenicale dovendo supplire all’improvvisa “dipartita” di Conversando.

I momenti di alta televisione si sono, dunque, moltiplicati e accanto al nuovo concorso “Belli ma bravi” e all’ormai “rinomato” ring sede naturale di telerisse innalza-share del quale parleremo tra poco, si è dato vita ad un nuovo salotto che ieri, come da buona tradizione costanziana, era dedicato ai… maghi!

Il parterre era di tutto rispetto eh… mica maghi qualunque… Teodora Stefanova con il suo “mostriciattolo” sempre presente, Solange e, udite udite, Flavia Vento che ha dichiarato a tutti di essere una sensitiva e appassionata di egittologia (mi sto ancora chiedendo quale sia il legame tra le due cose). Naturalmente quest’ultima ha anche annunciato i suoi propositi per l’anno nuovo. Come da copione della più canoniche Miss Italia, la Vento si augura che nel 2007 finiscano le guerre e ci sia la pace nel mondo!

Il vero fiore all’occhiello è stato però il Mago di Arcella.

Pensate… Buona Domenica ha segnato il ritorno del famosissimo mago e … ALIAS… SILIAS…TRILIAS… è stata data una previsione “sensazionale”!

“Io prevedo che il giorno 22 giugno morirà… il governo Prodi” – e aggiunge – ” se non dovesse succedere, io Mago di Arcella vado in Piazza Montecitorio e mi AMMAZZO“.

Inutile dire che, subito dopo, si è lanciato un bel siparietto musicale, degno delle migliori feste di piazza, arma alla quale, ormai, la conduttrice ricorre ogni qualvolta la situazione diventa imbarazzante senza, ovviamente, evitare che ”il male” venga sradicato all’origine. 

[Segnalato su Libero.it]




13
dicembre

INASPETTATE e IMPROVVISE VEN(I)ERAZIONI

Mara Venier @ Davide Maggio .it

Mi è stato chiesto un resoconto dello scambio di… ruoli avvenuto domenica scorsa tra la Venier e la Perego.

Iniziamo dalle “origini”. Per colpa di –> tutto questo, il 22 gennaio scorso Mara Venier è stata elegantemente sfanculata dal direttore di RaiUno.

Le apparizioni televisive della Provoleri sono state quasi esclusivamente delle ospitate sino all’arrivo di MCS & Famiglia!

Per la verità un sincero riavvicinamento del personaggio agli schermi è stato attuato  da Piero Chiambretti che ha pensato bene di ”omaggiare” l’epurata di un nuovo siparietto all’interno di Markette : “Markette In“.

E’ stato proprio da questo momento, non si capisce il perchè, che sono iniziati numerosi corteggiamenti per la Venier sino ad arrivare al vero “riscatto” a cui abbiamo assistito domenica scorsa!

L’allegra “brigata” di Buona Domenica, come da copione, sfruttando la negatività del momento, ha pensato bene di resuscitare la vecchia padrona di casa di Domenica In intravedendo la possibilità di estorcerle  “interessanti” retroscena sull’accaduto (alias : pettegolezzi degli ambienti RAI) da regalare, poi, ai propri trashtelespettatori.

E così, domenica scorsa, ad aprire la consueta puntata di Cattiva Domenica i telespettatori si sono ritrovati, al posto della Perego, Mara Venier che nella prima parte del programma ha avuto l’ “arduo” compito di far sedere sul divano delle interviste proprio la conduttrice e autrice del contenitore domenicale di Canale5 per poi subire un inversione di ruolo nella seconda parte trasformandosi da intervistatrice ad intervistata.

Chissà se l’idea è quella di un tandem Perego-Venier per il pomeriggio domenicale dell’ammiraglia del biscione.

[Nota di servizio : il compagno e agente della Perego, Lucio Presta, è anche l'agente della Venier]

Progetti futuri a parte, la Venier sarebbe stata destinataria di una proposta tutt’altro che futura. I “corteggiamenti”,  infatti, si sono infittiti ancora di più e a contattare la Venier sarebbe stato addirittura il direttore di RaiUno, Fabrizio Del Noce. Pare che quest’ultimo abbia proposto alla Venier e, guarda caso, al Suo primo disepuratore, Piero Chiambretti, la conduzione di un programma nuovo di zecca nientepopodimenoche in prima serata il sabato sera!

Forse, però, Del Noce non ha fatto i conti col contratto che lega Piero Chiambretti a La7 sino al prossimo giugno.

Nel frattempo la Venier gongola!


30
ottobre

TRASHCRONACA DI UNA CATTIVA DOMENICA : ovvero cambiare tutto affinchè niente cambi

Buona Domenica @ Davide Maggio .it

(di Mary, riveduto e corretto dal Titolare onde evitare qualche querela!)

Inevitabile non tornare a parlare della nuova Buona Domenica soprattutto alla luce delle recenti dichiarazioni di Claudio Lippi che ha reso manifesto la Sua disapprovazione per  l’eccessiva concentrazione di trash che riempie quel programma che il titolare chiama, da tempi ormai remoti, il Cassonetto della TV italiana.

Affermazioni, quelle di Lippi, che avrebbero determinato nel popolare conduttore la volontà di abbandonare il cast del programma. Da tutti noi… chapeau!

In effetti, anche noi avevamo manifestato, già da tempo, le nostre perplessità sul nuovo contenitore domenicale di Canale5.

Torniamo a parlarne ancora una volta ma in chiave ironica e, per questo, sicuramente più efficace.

Qualora, dopo aver vinto la lotta familiare per il possesso domenicale del telecomando, vi siate sintonizzati, infatti, su Buona Domenica per assaporarne le novità del dopo-Costanzo, avrete certamente riscontrato alcune peculiarità/affinità sulle quali non ci si può non soffermare.

Il cast simil defilippiano :

Stefano Bettarini, nel ruolo del tronista alla ricerca dell’assistente-corteggiatrice per La Talpa;
Paola Perego, nel ruolo di Maria De Filippi, pigmaliona del Betta;
Iva Zanicchi, nel ruolo della vetusta, ma saggia Daniela, la pizzicagnola del pubblico parlante;
Gregoraci-Varone, nel ruolo determinante di tappezzeria al pari del Maggiordomo Ricky di Uomini e Donne seppur con la differenziale di un’abbondante 5^;
Rocco Casalino ( licenziato), nel ruolo di Karina, la sanguinaria;
Il maestro Mazza, nel ruolo altalenante dello scalino, ma anche del juke-box dell’esterna;
Varie e d eventuali comparse: nel determinante ruolo di Gianni Sperti;
Il pitone sul ring (licenziato), nel ruolo di Rocco Casalino;
Claudio Lippi (auto-licenziato), dopo aver aggiunto talento, sagacia e ingegnosità nelle prime puntate, grazie a rubriche come il CercaLippo, abbandona l’allegra brigata, amereggiato dal fatto che la trasmissione sia finalizzata al solo raggiungimento dell’audience e portatrice di disvalori. Dopo tale dichiarazione, i vertici Mediaset hanno precettato immediatamente Gattuso e Totti per l’operazione: ”Buongiorno, Lippi, eh!!!” e “Without Lippi, no problem”. I risultati sono stati immediati : il Cercalippo è stato sostituito brillantemente con il Cercatrova. Sulla fantasia, si sa, gli autori non badano a spese. E’cronaca, peraltro, anche il fatto che stiano ricevendo migliaia di e-mail per reintegrare il Pitone, ma non Lippi.

Il momento cruciale : il Ring

Credevamo che dopo la lite Sgarbi-Mussolini non ci fosse altro da vedere, a meno di non avere in collegamento Bin Laden. Ed invece si sono presentati, tra i tanti:
Cecchi Paone, Karim Captano, Silvia Rocca, Domiziana Giordano e critici vari come De Luca, Maffei, Falcetti per pronunciarsi sull’originalissimo tema “TV da rifare?”
La Perego esordisce mettendo le mani avanti con un “Noi comunque non siamo la tv di scarto”. Per la serie : scusa non richiesta, accusa manifesta, come dicevano i latini. E quanto erano saggi!
Poi accade di tutto. Tutto tranne fornire qualche concetto sul tema, neanche giocassero al telefono senza fili.
Maffei accusa la Parietti di aver sostenuto da Giletti che la Droga fa bene.
Domiziana interviene per dir la sua, dando invece prova che le droghe NON fanno poi così bene.
Telefona la Parietti che minaccia la querela verso Maffei.
La Rocca allora alza i toni e afferma che la Rai è bigotta.
La Falcetti si risente e minaccia anch’essa di querelare la Rocca.
La Rocca le dà dell’acida, acclama Canale 5 e dice che lei c’ha cervello (come asserire che su Plutone c’è vita).
La Zanicchi confessa che vorrebbe un programma tipo quello di Morandi, incentrato su sé stessa ma che non glielo fanno fare per timore di basso audience (che autori insensibili, eh?).
E quando niente sembrava avere più alcun senso, eccolo, vero Deus ex machina del Ring, interviene Antonio T(Z)equila.
I telespettatori perdono il filo, la pazienza e, credo, il telecomando se nemmeno a questo punto spengono!( girare su Domenica In era eccessivo..)

Ora, siamo proprio certi di non rimpiangere la Buona Domenica-succursale del carnevale di rio de Janeiro del buon Costanzo? E soprattutto, per essere ancora più trash, cosa o chi dovrebbero inventarsi gli autori?
A chi risponde qualcosa di fattibile e originale va in premio:
Se donna, una cena con Davide
Se uomo, la gratitudine di Davide
Se transgender, sempre una cena con Davide ( il blog è suo, è giusto che si “dia”democraticamente)

[Nota del titolare : dati gli impegni di questi ultimi giorni, relativamente alla terza opzione, il titolare si sacrifica lasciando il posto e l'onore della "fruizione" della cena all'autrice di questo post]





17
ottobre

IL TELERECRUITMENT IN DIRETTA!

Paola Perego @ Davide Maggio .it

Dopo l’istituzionalizzazione della telerissa, l’ipocrita Paola Perego e il suo staff si sono spinti oltre.

La nuova trovata è il TeleRecruitment Live! Ovvero come infoltire in diretta il cast del programma, facendo credere all’ignaro telespettatore di essere l’artefice di siffatte scelte.

Pensate… è stato talmente clamoroso il successo dell’esibizione di Iva Zanicchi, la scorsa domenica, che la Perego non ha perso tempo a chiedere all’eterna Zingara di entrare a far parte del cast di Cattiva Domenica.

Ma dico io, sarebbe stato così difficile rendere partecipe il telespettatore di una scelta della produzione piuttosto che inscenare questo siparietto che ha sfiorato il ridicolo?

D’altronde era ben noto che, con l’uscita di scena di quell’altro pezzo d’antiquariato della musica italiana (Orietta Berti), l’offerta musicale del programma avrebbe lasciato parecchio a desiderare e un ampliamento del ventaglio dei “professionisti” si sarebbe reso necessario. A quanto pare, però, se ne sono accorti tardi!

Ma non è finita qui.

Come potevano farsi scappare l’occasione di arruolare anche l’instancabile ricercatore della fama perduta“, Vittorio Sgarbi?

I picchi di audience riscossi dal Professore sono stati determinanti per far giungere a quest’ultimo una proposta con la quale anche il critico d’arte entrerebbe a far parte del cast di Buona Domenica.

Naturalmente non si è dovuto attendere troppo per ricevere la risposta (ovviamente positiva).

Sgarbi, dunque, ce l’ha fatta e avremo il “piacere” di ascoltarlo ogni sacrosanta domenica con la speranza che, riacquistata fama e denaro, ci risparmi quelle falsissime sceneggiate che hanno caratterizzato il “ring”, il momento cult di quello che dovrebbe essere un tranquillo pomeriggio domenicale!


16
ottobre

SGARBI DOMENICALI ALLA RICERCA DELLA POPOLARITA’ PERDUTA

Vittorio Sgarbi @ Davide Maggio .itQuasi superfluo dirVi che Vittorio Sgarbi, domenica scorsa, ne ha combinata un’altra delle sue con la complice assistenza dello staff di Buona Domenica.

Non è mia intenzione proporVi un ulterioriore video delle gag del professore : ormai, quello della telerissa è un appuntamento fisso e ricorre ogni domenica, intorno alle 16, nel contenitore domenicale di Paola Perego.

Volevo, tuttavia, ritornare sull’argomento perchè questa perseveranza del neo assessore alla cultura di Milano mi lascia un po’ perplesso.

Penso, infatti, che sia sotto gli occhi di tutti il desiderio, quasi ossessivo, del critico d’arte di dar spettacolo ogni volta che faccia la Sua bella comparsa in video.

“Spettacolo” del quale si fa, ormai, un gran parlare e che, obiettivamente, sta catalizzando le attenzioni dei telespettatori che cercano di non perdere nemmeno una puntata di questa soap targata Vittorio Sgarbi.

Mi son chiesto, però, se quest’atteggiamento non sia espressione di chi, ormai caduto nel dimenticatoio, stia cercando di recuperare la fama perduta reinventandosi un personaggio che, per quanto fastidioso e disturbatore, riesce, indiscutibilmente, a far parlare di sè.

A quanto pare, avevo ragione e il professore non si è fatto scrupoli ad ammettere la verità in un’intervista rilasciata a Lucignolo : “Era un po’ di tempo che non mi pagavano… [omissis]… Avevo raggiunto, al voltare del secolo, una notorietà, conoscenza della persona, pari a quella del Papa o di Costanzo… [omissis]… L’ho fatto apposta. Ho giocato, in qualche modo, sull’estremizzazione dei simboli.”

Non solo… 

Alla domanda “Adesso, quindi, si è alzata la quotazione?” risponde “Si, buono, tutti elementi positivi”.

L’intervistatrice incalza… ”Allora diciamo grazie alla Mussolini?!?” e l’assessore… “In un certo senso, si!“.              

Con quest’intervista/confessione, mandata in onda durante lo “Speciale Lucignolo” di domenica sera, quello che un tempo era uno dei personaggi culturalmente più stimolanti adesso è a tutti gli effetti assimilabile all’ultimo dei concorrenti di un vip-reality show alla disperata ricerca della popolarità perduta!

Godetevi l’intervista…

[Quasi dimenticavo. Nello studio dell'assessore, dove l'intervista è stata realizzata, fa bella mostra di sè un ritratto del Duce]





9
ottobre

LA RISSA INNALZA SHARE : IL NUOVO INGREDIENTE PER UNA BUONA DOMENICA?

Buona Domenica 2006/2007 @ Davide Maggio .it 

La giornata di ieri è stata, televisivamente parlando, densa di spunti di riflessione e di critica.

Ho pensato di dedicare a quattro momenti diversi altrettanti post che si succederanno nel corso del giorno (sperando di farcela).

Partirei con Buona Domenica che, purtroppo, continua a non volersi togliere di dosso l’appellativo di Cassonetto che ho avuto modo di darle in tempi non sospetti.

Il telespettatore ha dovuto sorbire (e subire), ancora una volta, le scelte sbagliate di una televisione assetata di ascolti; un’ulteriore manifestazione di quel trash eccessivo che ha visto la sua prima manifestazione sulla scena televisiva con Maurizio Costanzo.

Se, però, Maurizio Costanzo (del quale si dirà più avanti) ha avuto il buon gusto di rendersene conto e di tornare sui suoi passi abbandonando il timone di quella che ormai era diventata una “Cattiva Domenica”, gli “eredi” non hanno imparato la lezione.

Già la scorsa settimana ho avuto modo di manifestare le mie perplessità sulla nuova conduzione. Ma a quanto pare, col passare delle puntate, le scelte diventano sempre più discutibili.

Non si può soprassedere sul momento più trash della trasmissione. Si chiama “il ring” ed è, come avrete probabilmente constatato, uno spazio che si pone un fine precipuo, naturalmente disconosciuto dall’allegra combriccola del pomeriggio domenicale targato Canale5 : il raggiungimento di una RISSA INNALZA SHARE!

Come poteva non far gola a Buona Domenica uno dei momenti più “forti” degli ultimi anni della televisione nostrana? Parlo, ovviamente, di quella che è stata, a mio parere, una rissa realmente spontanea (Sgarbi vs Mussolini a La Pupa e Il Secchione) che ha rappresentato, per il contenitore domenicale, l’occasione migliore istituzionalizzare un nuovo genere televisivo : la rissa innalza share, per l’appunto! 

Il nobilissimo siparietto, trasmesso ieri, ha visto come protagonisti nuovamente Vittorio Sgarbi e la Sua, ormai storica, nemica Alessandra Mussolini.

Per una visione obiettiva di quanto accaduto, diamo uno sguardo a quanto è successo. Poi commentiamo.

Non Vi nascondo che mi è davvero venuto da sorridere pensando alla scelta fatta dagli autori del programma.

Ma come…la scorsa settimana Vi siete lamentati del linguaggio usato dal “professore”, riservandogli quasi un atteggiamento di sprezzo e di disgusto e poi, come se una sola puntata chiarificatrice non bastasse, lo invitate nuovamente ”piazzandogli” addirittura come controparte Alessandra Mussolini?

Questo significa prendersi letteralmente gioco di chi sceglie di passare un pomeriggio in “compagnia” di questi 6 celeberrimi “professionisti” della tv italiana.

Come poter infatti non prevedere una reazione come quella che ha avuto Vittorio Sgarbi, un ormai poco credibile ma meritevole d’esser ”portatore sano di picchi di audience” non indifferenti?

E’ legittimo, allora, immaginare che lo scontro sia stato voluto, il linguaggio forte anche e la bagarre ancora di più!

Ma che, la Perego, inerme per quasi tutto lo “show”, si sia indignata per le parole “dispensate” da Sgarbi e abbia dichiarato, con fare ipocritamente moralista - “quando si parla di ebrei e di fascismo mischiato a bulli, pupe, divertimento e televisione, scusatemi, io chiudo” - beh, dal sorriso m’ha fatto passare alle risate vere e proprie.

Risate amare, però! Quelle risate di compassione di chi non può far altro che accettare passivamente ciò che rappresenta l’esempio più calzante di una televisione immorale macchinata dall’audience e dal denaro. 

[Post segnalato su Libero.it, Davide ringrazia]


2
ottobre

BUONA DOMENICA(Z)

Buona Domenica new logo @ Davide Maggio .it

Ieri, ho deciso di farmi una scorpacciata di Buona Domenica perchè volevo vedere se la nuova “release” del pomeriggio domenicale dell’ammiraglia di Mediaset si fosse scrollata di dosso l’etichetta di “top of the trash” che, tempo fa, le attribuii.

Se qualche piccolo passo in avanti s’e’ fatto, l’impronta “Mauriziana” permane e si fa sentire non poco.

Il filo conduttore della scorsa puntata era, senza alcun dubbio e come al solito, il sesso.

Nauseabondo!

Superfluo soffermarsi sul penoso trio Bettarini-Gregoraci-Varone per il quale ci si continua incessantemente a chiedere quale sia stata la meta del fortunato pellegrinaggio portatore di, altrimenti inspiegabili, fama e di successo.

Opportuno, forse, presentare la scaletta del programma per rendere meglio l’idea dell’elevato spessore del contenitore di Paola Perego.

  • Si inizia con il cercalippo : gioco che per quanto demenziale punta semplicemente ad accaparrarsi spettatori in apertura di programma vista la partecipazione al gioco degli esclusi da La Pupa e il Secchione; il titolo pur facendo riferimento a Claudio Lippi (cerca….lippo) lascia pensare a tutt’altro cer…calippo!

  • Si prosegue con un forum su La Prima Volta : siamo alle 15.30 circa del pomeriggio (bene sottolinearlo) e un gruppo di giovani ha lasciato, quanto meno me, a bocca aperta;

  • Calcio in Rosa :  ossia far spu***nare alle ex-fidanzate gli ex-fidanzati calciatori. Ovviamente la speranza è quella che le ospiti scendano in particolari decisamente piccanti. Ieri è stata la volta della ex di Cassano;

  • Selezione delle assistenti da reality di Bettarini : delle povere invasate disposte a tutto pur di… affiancare Bettarini ne La Talpa. Vergognosa la parte della Perego che ha marciato parecchio (a suon di doppi sensi, naturalmente non capiti da Bettarini) sull’esibizione di un’aspirante assistente, “rea” d’aver scelto di suonare il flauto per l’ex calciatore;

  • Telegionale del Gossip : no comment. In quel momento, ero quasi imbarazzato a guardare il programma;

  • Momento musicale, Franco Califano : non è un caso la scelta di intervistare Califano, noto (o quanto meno presunto) playboy che non parla d’altro (seppur in maniera divertente e simpatica) che di sesso. Quasi dimenticavo : NON HA CANTATO.

  • il Ring : interivista a Sgarbi che è ritornato a parlare (come al solito in maniera poco elegante ma efficace) della lite con la Mussolini;

  • Intervista a Lorena Bobbit : la donna che 13 anni fa evirò il marito s’e’ lasciata intervistare, per la prima volta in una tv Europea. Purtroppo si son dovuti accontentare di una donna che, ormai madre di famiglia, non s’è lasciata andare in particolare hot, come probabilmente speravano.

Ecco, questa è la nuova Buona Domenica.

Il problema è che, se la cornice è sicuramente meno dionisiaca della precedente, il voler a tutti i costi parlare di sesso & co per accalappiare spettatori ha ormai seccato, soprattutto quando di sesso non si sa parlare e lo si cerca di fare forzatamente per gli scopi appena citati.

Peccato! La Perego e Lippi, per quanto non siano delle grandi cime della conduzione, potevano, a mio parere, riscattare Buona Domenica realizzandone una versione sicuramente più elegante dedicando il pomeriggio a quella forma di intrattenimento che in gergo si chiama infotainment, termine derivato dalla fusione di entertainment (intrattenimento) e information (informazione).


21
settembre

IL CASSONETTO SI RIEMPIE DI PARTNERS ECCELLENTI!

Buona Domenica

La trasmissione che il sottoscritto chiama IL CASSONETTO (termine riveduto, corretto, personalizzato e italianizzato del più famoso TRASH) si appresta a riaprire i battenti domenica prossima.