Blob



6
giugno

ADRIANO CELENTANO OSPITE A MI E’ SEMBRATO DI VEDERE UN BLOB. PARLERA’ DI POLITICA?

Adriano Celentano

La sorpresa non passerà certo inosservata, e forse farà anche discutere. Adriano Celentano sarà tra gli ospiti di Mi è sembrato di vedere un Blob, lo speciale appuntamento celebrativo in onda stasera in prima serata su Rai3. Stando a quanto riporta l’Adnkronos, il Molleggiato si collegherà telefonicamente nel corso della diretta condotta da Flavio Insinna, interpellato da Carlo Freccero, anche lui presente nel parterre della trasmissione. Un’incurione inaspettata, di cui trapela notizia solo a poche ore dalla messa in onda del programma.

Con molta probabilità, Celentano non parlerà solo di tv ma anche di stretta attualità, esprimendosi pure sulla politica italiana e sui suoi protagonisti. Lo farà nel suo stile pungente, forse lasciando spazio a qualche strascico polemico. Raramente il Molleggiato si fa sentire in tv, ma quando si concede – anche soltanto telefonicamente – la sua presenza si trasforma in un piccolo evento. L’incursione del popolare cantautore avverrà nell’ambito di una speciale puntata che celebrerà in diretta il quarto di secolo compiuto da Blob, celebre trasmissione dell’access prime time di Rai3.

L’intera serata, ha spiegato l’ideatore del format Enrico Ghezzi, sarà tutta sul filo dell’improvvisazione e la “non-conduzione” sarà affidata a Flavio Insinna. Il programma sarà un collage di immagini e suggestioni: dalla caduta del muro di Berlino a Matteo Renzi, da piazza Tienanmen alla mortadella di Funari, dalla fine ingloriosa di Ceausescu a “Chi…Ciro?…” di Sandra Milo. Mi è sembrato di vedere un Blob riproporrà alla memoria anche lo scandalo di Mani Pulite, Non è la Rai, le stragi di mafia, le vittorie della nostra nazionale di calcio, le Torri Gemelle, il G8 di Genova e dimissioni del Papa.




13
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (5-11/5/2014). PROMOSSI BLOB E CONCHITA WURST, BOCCIATI STEFANO DE MARTINO E EMMA MARRONE

Conchita Wurst

Promossi

10 ai venticinque anni di Blob. Era il 1989 quando sugli schermi della terza rete faceva capolinea un programma che avrebbe fatto la storia della tv. Blob è l’esperimento metatelevisivo meglio riuscito sinora che resiste negli anni conservando lo sguardo irriverente alla “società catodica”, peraltro radicalmente cambiata negli ultimi cinque lustri.

8 a Conchita Wurst. Thomas Neuwirth (guardala qui senza barba) ha vinto e ha stupito l’enorme pubblico dell’Eurovision Song Contest 2014. Merito della barba? Forse, ma di sicuro non solo. E, poi, da quando contano soltanto aspetti musicali nell’affermazione di un cantante?

7 a Hell’s Kitchen. Carlo Cracco non è Gordon Ramsay ed Hell’s Kitchen non è Masterchef, tuttavia il programma riesce a catturare l’attenzione. Buono il cast e più che discreta la realizzazione ad opera di Magnolia.

6 a Nicola Savino. Senza troppo clamore si sta per concludere la stagione 2013/2014 di Quelli che il calcio. La “gestione” di Nicola Savino, infatti, non può ritenersi un fallimento ma nemmeno un successo. Tiepidi gli ascolti della trasmissione mentre sul fronte dei contenuti, dopo un avvio quasi disastroso, nel corso delle puntate, complici gli exploit comici della coppia Nuzzo e di Biase, il programma ha acquistato ritmo.


14
aprile

GRAFFITI: SETTIMANA DAL 14 AL 21 APRILE. NASCE BLOB, TORNA DORELLI, MIKE BONGIORNO PRESENTA LA FIERA DEI SOGNI

La piccola casa nella prateria

Nuovo appuntamento con Graffiti, la rubrica con la quale DavideMaggio.it vuole farvi fare… un salto nel passato. Cosa accadeva sul piccolo schermo dal 14 al 21 aprile degli anni passati? Scopriamolo insieme.

14 aprile 1977: La Piccola Casa nella Prateria in prima visione sulla Rete1

Alle 19.20 sulla Rete1 (Rai1) proseguono con successo gli episodi in prima visione de La piccola casa nella prateria (in seguito conosciuta semplicemente come La Casa nella prateria). La celebre serie televisiva statunitense, che racconta le vicissitudini di una famiglia americana che vive in una fattoria vicino a un paesino del Minnesota, ha debuttato nella fascia preserale della prima rete Rai il 30 marzo. Nonostante il successo la Rai trasmetterà soltanto i primi 12 episodi, ciascuno diviso in due parti della durata di 25 minuti. In seguito la serie approderà su Italia1 e nel 1984 su Canale5, con il titolo Quella Casa nella Prateria.

15 aprile 1973: Sfide ai fornelli con Ave Ninchi

Domenica 15 aprile del 1973 alle 12.30 sul Canale Nazionale (Rai1) va in onda la seconda puntata di Colazione allo Studio 7. La trasmissione dedicata alla cucina è affidata all’attrice Ave Ninchi con la partecipazioni di Luigi Veronelli. Le concorrenti in gara sono la signora Patrizia di Firenze e la signora Girolmina di Cesena. Le due donne si sfidano in due piatti regionali legati all’anguilla, nello specifico l’anguilla alla fiorentina e l’anguilla in brodetto. Segue la prova della Quantità e Qualità, che permette di portare a casa quantitativi di cipolle, aglio, tonno e scatolame, caffè e liquori. A giudicare è la giuria composta dai cuochi Fortin e Zanetti, entrambi di Torino, da Marina Occhiena e Angelo Sotgiu, componenti de I Ricchi e Poveri, e da Benedetto Girelli. In scaletta anche il “Gioco dell’errore”, destinato al pubblico in studio. Protagonista della prova è la giovane Laura Tanziani Bonucci nei panni di una sposina inesperta che non ha dimestichezza con i fornelli e compie numerosi errori in cucina. Al pubblico il compito di aiutarla.

15 aprile 2002: Sette in condotta con Dorelli

Lunedì 15 aprile 2002, ad undici anni dalla sua ultima conduzione, Johnny Dorelli torna al timone di una trasmissione di Rai1. L’attore presenta Sette in condotta, un programma che ha per protagonisti dei baby opinionisti: dieci bambini tra i sei e i dodici anni chiamati a commentare il fatto del giorno. La striscia quotidiana, in onda dal lunedì al venerdì alle 20.45, prevede anche la presenza in studio, insieme ai giovani commentatori, dei protagonisti del fatto di cronaca al centro di ogni puntata.

16 aprile 1990: 500 puntate per Cari Genitori





1
marzo

LA RAI IN RICORDO DI LUCIO DALLA

Lucio Dalla

Cambio di palinsesti. La morte di Lucio Dalla non poteva lasciare insensibile la televisione pubblica che ha deciso nel giro di poche ore di riprogrammare la propria agenda per rendere un doveroso omaggio al Poeta di Piazza Grande, al cantautore bolognese che con la sua musica e la sua caparbietà ha affascinato quasi tre generazioni di italiani.

Il direttore generale Lorenza Lei ha voluto salutare l’artista e concittadino con questo ricordo:

“Lucio Dalla ha raccontato attraverso le sue canzoni l’Italia degli ultimi cinquant’anni: un poeta anticonformista che ha saputo parlare a tutti, un uomo coraggioso nelle sue battaglie civili, un artista impegnato che si è sempre offerto generosamente al suo pubblico, anche quello televisivo. Un cantautore che ha saputo sempre reinventarsi ed esplorare nuovi territori. L’ultima testimonianza ce l’ha offerta pochi giorni fa dal palco dell’Ariston di Sanremo da Direttore d’orchestra, ma soprattutto da grande e generoso Maestro nel lasciare interpretare Nanì alla giovane promessa Pierdavide Carone

Questi i tributi a Dalla a cui potremo assistere nel corso della serata, fino a tarda notte:


28
agosto

68^ MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA: TUTTI GLI APPUNTAMENTI RAI E MEDIASET

68^ Mostra Internazionale d'arte Cinematografica

E’ iniziato il count-down per la 68ma Mostra del Cinema di Venezia in programma dal 31 agosto al 10 settembre. Per tutti gli appassionati di cinema, impossibilitati ad essere presenti al Lido, non resta che accomodarsi sul divano di casa e, armati di telecomando, fare zapping tra le varie offerte proposte dal piccolo schermo.

Anche quest’anno a fare la parte del leone, è proprio il caso di dirlo, sarà la Rai, pronta a seguire e documentare quotidianamente la kermesse con servizi, approfondimenti, interviste con autori, registi e attori. Le testate giornalistiche delle tre reti generaliste, il Tgr e Rai News offriranno numerose finestre all’interno di ciascuna edizione dei Tg. In particolare il Tg3, da sempre attento all’evento, dal 31 agosto all’11 settembre, proporrà uno spazio “Speciale Venezia” di 8 minuti all’interno della propria edizione delle ore 12.00.

Rai1, dal 31 agosto al 10 settembre, dedicherà all’evento una striscia speciale della rubrica Cinematografo. Il programma di Gigi Marzullo andrà  in onda dal lunedì al venerdì con una durata di 30 minuti. Nel weekend del 3 e 4 settembre durerà 60 minuti, mentre sabato 10 settembre proporrà la sintesi differita della serata finale. Occhi puntati sul Festival di Venezia anche per Blob e Fuori Orario, in onda quotidianamente su Rai3, e per Stracult, trasmesso dal 5 al 12 settembre su Rai2.





16
giugno

RAI3, PALINSESTO AUTUNNO 2010: SI CONFERMA RETE DI SERVIZIO CON UN NUOVO DAYTIME E IL RITORNO DI GNOCCHI E BAUDO.

Raitre conferma, anche per l’inizio della prossima stagione televisiva, il suo ruolo di rete di servizio pubblico, con un occhio perennemente rivolto all’informazione e al sociale senza per questo rinunciare all’intrattenimento. Tra molte conferme e qualche novità la sorella minore tra le reti Rai dal prossimo settembre torna con la sua spiccata vocazione al talk, soprattutto politico, arricchendo la sua squadra con qualche nuovo ingresso e rinunciando, a sopresa, a qualche programma storico.

Day time: E’ proprio la tv del mattino che ci offre le novità più interessanti, con un nuovo programma condotto da Andrea Vianello che, orfano di Mi Manda Raitre, cancellato dal palinsesto, ogni giorno a partire dalle 9:00 dal lunedì al venerdì ci proporrà un nuovo programma sempre dalla parte dei cittadini. A seguire Michele Mirabella con un nuovo talk show che avrà come filo conduttore, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia, l’anima “nazionale” degli italiani, e le confermatissime Storie di Corrado Augias. Il pomeriggio confermati i telefilm e la programmazione per ragazzi mentre alle 16.00 ci sarà la nuova edizione, sempre condotta da Sveva Sagramola, di Geo & Geo che quest’anno si amplia fino alle 19.00. Il sabato pomeriggio è all’insegna di Tv Talk, settimanale di critica televisiva che cambia collocazione oraria.

Access prime time: oltre al tradizionale appuntamento con Blob e le storie all’ombra del vesuvio di Un Posto al sole, da settembre parte  Zaum un nuovo “blob” tematico. Il weekend tornerà a farci compagnia Fabio Fazio e la sua compagine, Littizzetto inclusa, di Che tempo che fa.