Augusto De Megni



13
febbraio

AUGUSTO DE MEGNI A DM: LA MARCUZZI SI E’ ROTTA LE SCATOLE DI QUELLA STALLA DI MAIALI. CI MANCA SOLO UN CONDUTTORE IN CANOTTIERA CHE RUTTI. ENDEMOL NON SI FA RICATTARE DA UN VENTENNE COME RUDOLF

Augusto De Megni

Sicuramente uno dei personaggi che ha giocato meglio le sue carte all’interno della casa del Grande Fratello concedendo al meccanismo di invadere solo fino ad un certo punto la sua privacy. Niente intrallazzi e scandaletti, al massimo una furbata per sbaragliare il concorrente diretto di allora.  Augusto De Megni, il primo vincitore del Gf incoronato dalla ormai veterana Alessia Marcuzzi, non ha mai nascosto la sua delusione per il cambio di stile del programma. A noi di DM cerca di spiegare il perché.

Com’è cambiata la tua percezione del programma? Oggi non faresti i provini?

Non farei i provini ma non perché rinneghi l’esperienza. L’esperienza è importante, checché se ne dica, per quanto i più siano scettici. Prima dava comunque un’opportunità. Ci sono persone che hanno fatto del Grande Fratello una professione: ti dico Laura Torrisi, Simon Grechi, la stessa Leila che adesso fa le campagne per Richmond. Ce ne sono parecchie di persone rimaste nell’ambiente, tirando fuori a distanza di sei anni un guadagno che permette una vita mediatamente agiata.

Soprattutto un cambio di prospettive dunque?

Ci sono persone che mollano tutto pensando che il Gf sia una sorta di rivoluzione, anche a livello economico. Il consiglio che dò alle persone che mi chiamano dicendomi che hanno fatto i provini è: Hai un lavoro mediamente sicuro (anche se ora col governo Monti non si può più parlare di posto fisso, ride)? Non fare il Grande Fratello. Perché, a meno che tu non sia ben strutturato a livello mentale, difficilmente torni a fare il lavoro che facevi prima. Lo star system e tutto ciò che gira attorno alla televisione ti abbagliano con le loro luci. Hai comunque un periodo di sbandamento, chi più chi meno. In base alla consistenza del proprio io…

Cosa è peggiorato?




27
marzo

UMAN: PLEVANI E DE MEGNI RIFIUTANO. OTTUSANGOLO E FEDRO DISPONIBILI.

Uman, Take Control

Ci sono concorrenti e concorrenti. C’è chi accetta tutto e chi, con invidiabile coraggio, è disposto a rifiutare. E’ quanto sta accadendo con Uman, Take Control, il nuovo reality di Italia 1 in partenza il 22 aprile (con un rinvio di una settimana rispetto alla partenza originaria). Il motivo è abbastanza comprensibile: i concorrenti – tutti ex ‘glorie’ di reality show nostrani – dovranno essere letteralmente pilotati dai telespettatori alla stregua di veri e propri tamagotchi. Un ritorno alle luci della ribalta, dunque, da pagare a caro prezzo.

Le prime defezioni sono, difatti, già arrivate. Cristina Plevani, vincitrice del primo Grande Fratello, e Augusto De Megni, vincitore del GF n.6, hanno gentilmente declinato l’invito. Al contrario, sembrano disponibili al tele-comando del pubblico Sergio Volpini, l’Ottusangolo del GF1, e Fedro Francioni (GF3).

Abbiamo voluto chiedere lumi a Cristina Plevani. L’abbiamo raggiunta telefonicamente ed ecco cosa ha dichiarato a DM:

Cristina Plevani

Sono stata contattata per far parte della rosa dei nomi di ex realityni che potrebbero partecipare al nuovo programma Uman, che andrà in onda su Italia 1. Prima di dare la mia risposta negativa ho chiesto informazioni e non solo non si sa ancora chi saranno i concorrenti (verranno comunque scelti tra tutti i reality Rai e Mediaset) ma voci dicono che non ci sarà nessun cachet o che, se ci fosse, sarebbe proprio minino. Credo di essere parecchio autoironica, ma in questo caso l’autoironia sarebbe al limite del ridicolo. Vorrei lavorare in tv e quindi tornare ma sinceramente sotto altre vesti. Partecipando a Uman credo che sarebbe un gioco al massacro: il gioco prevede che ogni concorrente debba indossare una tutina colorata (modello teletubbies), ma questo sarebbe il male minore. Non avrei, infatti, potere decisionale su nulla. Sarebbe il pubblico a decidere le nostre azioni e se io fossi al posto del pubblico farei di tutto per ridicolizzare le persone.


28
aprile

AND THE WINNER IS…

 AUGUSTO

E’ lui il vincitore della sesta edizione del padre di tutti i reality, il GRANDE FRATELLO!

Vincitore di un’edizione deludente e sottotono rispetto alle precedenti che, però, ci ha riservato una puntata finale degna di nota.

L’unico dato in crescita dell’edizione 2006 del GF è stato il MONTEPREMI. Salito a 1.000.000 di Euro, il “bottino” è stato vinto da chi probabilmente non ne aveva bisogno nemmeno un po’.

Tralasciando valutazioni (che forse sarebbero opportune) circa la moralità dell’ingente somma in palio, c’è da dire che ha decisamente piovuto sul bagnato!!!

Ma chi è Augusto De Megni…

Per i miei lettori più curiosi ho preparato un video (registrato durante una puntata di Matrix) in cui, in meno di 5 minuti, vengono ricostruiti i momenti salienti della vita di Augusto.

Potrete vedere tra l’altro :

  • la casa di Augusto
  • filmati relativi al suo rapimento
  • le prime dichiarazioni dopo il rilascio
  • un’intervista prima dell’entrata in casa

Godetevelo…

[Video rimosso da YouTube]

L’edizione delle contraddizioni, delle eccezioni, degli strappi alle regole ha confermato l’ “andazzo” generale “consegnando” la vittoria nelle mani di Augusto De Megni.

C’e’ chi, per la verità, sospetta addirittura (non trovandomi completamente in disaccordo) che la vittoria del rampollo perugino non sia stata, poi, così casuale.

Lasciando da parte le polemiche, quel che è certo è che rimarranno solo un ricordo i momenti cult (pochi a dir la verità) del GF 6.

C’è chi ricorderà con piacere, chi con disgusto :

  • Il Beautiful Nostrano (Simona e Filippo) con momento clou rappresentato dalla separazione in diretta del “verme d’Italia” (come lui stesso s’e’ definito) dalla sua fanciulla Flora, unica ad aver tratto beneficio dalla vicenda;
  • Una proposta di matrimonio ricevuta in diretta da Laura attraverso il buco di una vetrata (che separava i due piccioncini) che più di una location per due fidanzati m’ha fatto venire in mente le visite della Falchi a Ricucci a Regina Coeli o, per spingerci un po’ oltre, i Glory Holes… che di romantico hanno ben poco;
  • Il Pianto Isterico della cinesina Man Lo rea confessa d’aver votato il pateticamente bisognoso del milione di Euro, Fabiano detto Fefè, per l’uscita dalla caaaaaasa. Il bello è che a soli due giorni dall’inizio della reclusione aveva dichiarato di essersi imposta di non piangere;
  • Sospette presenze di Trans nella casa (guarda il video con le rivelazioni di Platinette);
  • Eccezioni elettorali che hanno interrotto la permanenza della casa;
  • Utilizzo selvaggio di cellulari all’interno del “bunker” (guarda il video);
  • Sediata scarica nervosismo di Simon contro i suoi amati coinquilini;

e, dulcis in fundo

  • La gaffe di Alessia Marcuzzi che, nel corso dell’ultima puntata, ha chiamato il programma di Platinette sul Grande Fratello Punto G anzichè Punto GF.

Dopo un susseguirsi di colpi di scena durato 100 giorni ed avente come unico scopo quello di far decollare i mai decollati ascolti, anche per quest’anno, dunque, cala il sipario sul Big Brother italiano.

Già pronti per la settima edizione?!?

Per il momento da Cinecittà è tutto…

Alla prossima miei prodi… anzi no… miei Berlusconi