Ascolti



21
maggio

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL APRILE 2013: IMPRENDIBILE REAL TIME (1.5%). LA5 MEGLIO DI RAI4, MALE BOING

Ascolti Canali Digitale Terrestre - Aprile 2013

Ascolti Canali Digitale Terrestre - Aprile 2013

Per Roberto Nepote è di nuovo tempo di mettere mano alla fantasia e al palinsesto, perché Rai Premium e Rai Movie stanno subendo una battuta di arresto. Lo confermano di dati auditel di aprile 2013 (31-03/27-04): il primo non va oltre l’1.02% nelle 24 ore, e solo tra le 15 e le 18 e in seconda serata riesce a superare l’1% (rispettivamente 1.28% e 1.35%), il secondo invece è ancora al di sotto dell’1%, e colleziona in prime time 254 mila spettatori con lo 0.91%. Già brindano dalle parti di Mediaset, Iris è infatti all’1.28% nel totale giornata e in prima serata arriva all’1.38% con 389 mila spettatori. Stabile Giallo allo 0.78%.

Guardando alle semigeneraliste, non se la passa bene Rai4 che si deve accontentare nelle 24 ore dello 0.84% e 91 mila spettatori, e solo in seconda serata riesce ad agganciare l’1.24% con 156 mila spettatori, superata da La5 che arriva allo 0.87%, ma in seconda serata, grazie a Uomini e Donne, è all’1.52% con 190 mila spettatori. In crescita invece Italia2 che colleziona lo 0.55%, in attesa della rivoluzione estiva del palinsesto. Come al solito, l’unico risultato degno di nota è quello di Mediaset Extra che a costo zero può contare su 89 mila fedeli e lo 0.82%, e aggancia l’1.04% in preserale. Bene anche Cielo che a sorpresa torna allo 0.71%, anche se in tutte le fasce è ben al di sotto dell’1%. Le altre reti: Arturo 0.09%, La7d 0.46%, Vero Capri 0.20%, 7Gold 0.15%, Canale Italia 0.16%. La vera rivelazione è Tv2000 allo 0.58% di share, e in preserale è a 213 mila spettatori con l’1.25%.

Per quanto riguarda i canali edu e doc, Rai5 continua a non convincere con lo 0.32% di share nelle 24 ore, idem per Rai Scuola (0.01%), e Rai Storia (0.13%). Continua ad andare discretamente bene Focus, che però non riesce a schiodarsi dallo 0.44%, mentre DMAX ha ormai preso il volo: con l’1.11% di share e 126 mila spettatori è l’unica sorpresa di questo 2013 (al contrario di Real Time però va decisamente bene in prime time dove colleziona 224 mila spettatori).




21
aprile

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL MARZO 2013: BENE IRIS E RAINEWS, LA5 SUPERA RAI4

Auditel DTT Marzo 2013

Auditel DTT Marzo 2013

Torniamo a parlare di ascolti e, dopo aver dato uno sguardo ai risultati ottenuti a marzo (3/03-30/03) dalle emittenti generaliste – in cui Rai1 la fa ancora da padrona incontrastata nonostante i risultati tutt’altro che incoraggianti dell’intrattenimento -, ci rivolgiamo ora ai soli canali specializzati. Per quanto riguarda le semigeneraliste, interessante sottolineare ancora il calo di Rai4 che, come il mese precedente, si attesta nel totale giornata sotto l’1% di share e si deve accontentare dello 0.80%, mentre in prima serata arriva allo 0.88 con 253 mila spettatori, superata da La5 con lo 0.83% e 96 mila spettatori mentre in prime time è allo 0.79 con 229 mila spettatori e in seconda serata vola all’1.43%.

Stabile sostanzialmente Italia2 allo 0.49% (tra le 12 e le 15 è allo 0.26%), mentre Mediaset Extra colleziona lo 0.70% “a costo zero”. Per Arturo solo lo 0.09% nelle 24 ore ma in preserale è allo 0.13% con 26 mila spettatori, mentre La7d raggiunge lo 0.40% ma in prime time è a 126 mila spettatori con lo 0.44%. Vero TV si deve accontentare dello 0.16% nelle 24 ore anche se in preserale, grazie alle telenovelas, aggancia lo 0.34% con 67 mila spettatori. In lieve risalita i risultati di Cielo, che colleziona lo 0.57% (145 mila spettatori e lo 0.50% in prima serata).

Parlando di cinema e fiction, Rai Premium arresta la sua ascesa e si ferma all’1.02%, che diventa l’1.42% tra le 15 e le 18 mentre in prima serata è all’1.01% con 293 mila spettatori. Discreti i risultati di RaiMovie (0.83%) che fa il picco in share tra le 15 e le 18 (1.06%) e vola in spettatori in prime time (221 mila con lo 0.77%). Ovviamente è Iris, seppur in calo, la portabandiera con l’1.16% con 135 mila spettatori nelle 24 ore, ma raggiunge l’1.18% e 340 mila spettatori in prima serata. Giallo stabile allo 0.70% e fa il picco in share tra le 9 e le 12 con lo 0.85%.


27
marzo

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL FEBBRAIO 2013: EXPLOIT DI DMAX, TV2000 MEGLIO DI CIELO E RAI NEWS

Ascolti DTT Febbraio 2013

Ascolti DTT Febbraio 2013

Erano già tutti pronti ad intonare il de profundis per le reti generaliste, e invece pare siano proprio i canali all digital a vivere un periodo di difficoltà dopo la conclusione degli switch off. I margini di crescita non mancano, ma gli investimenti latitano e la frammentazione degli ascolti sembra essersi del tutto stabilizzata. Certo, il peso del digitale continua ad essere “importante”, ma non più così preoccupante come si ventilava in passato, come d’altronde dimostrano i dati del mese auditel febbraio (03/02-02/03).

Prendiamo Rai4: la rete diretta da Carlo Freccero subìsce ancora un calo e si ferma allo 0.85% di share nel totale giornata e in prima serata arriva a malapena all’1.01% di share con 305 mila spettatori (1.11% in seconda serata). Trend negativo anche per La5 ferma allo 0.82% e, tranne in seconda serata (1.34%), in tutte le restanti fasce è ben al di sotto dell’1% (il picco si registra in prime time con 240 mila spettatori). Stabile, manco a dirlo, Italia2 ad un passo dallo 0.50% (0.48%, picco in prima serata con lo 0.63% e 190 mila spettatori), decisamente peggio di Mediaset Extra che invece, praticamente a costo zero, arriva allo 0.74% di share nelle 24 ore e in preserale aggancia lo 0.81% con 171 mila spettatori. Ancora negativo il risultato per Cielo, fermo allo 0.50%. La7d è allo 0.41%, Arturo allo 0.08% (in preserale 0.14% con 28 mila spettatori) e Vero Tv allo 0.17% (0.28% in preserale e 0.22% in prime time con 66 mila spettatori).

Ottimi manco a dirlo i risultati di Real Time che torna al primo posto con l’1.34% di share (1.40% se si considera il time shift) e, come di consueto, vola in seconda serata dove ottiene il 2.03% con 270 mila spettatori mentre in prime time si deve accontentare di un misero 0.79%. Vola negli ascolti anche DMAX, che scalza la concorrenza e si piazza al terzo posto con l’1.11% nel totale giornata, con un picco in prima serata di 247 mila spettatori. Non se la passa bene invece Focus, fermo ancora allo 0.40%, che però distanzia Rai5 allo 0.29% di share e RaiStoria, allo 0.14%. Non pervenuto Rai Scuola allo 0%.





16
marzo

ASCOLTI ITALIA’S GOT TALENT 4: SARA’ LA FINALE PIU’ SEGUITA DI SEMPRE?

Italia's Got Talent 4

>>>Clicca qui per gli ascolti della finale di Italia’s Got Talent 4<<<

Si chiude questa sera, in diretta su Canale 5 a partire dalle 21.10, la quarta trionfale cavalcata di Italia’s Got Talent. Il programma è ormai diventato a tutti gli effetti il “gioiello” di casa Mediaset, complice ascolti da Grande Fratello dei tempi d’oro e capace di superare fin troppo agevolmente il meglio che la concorrenza di Rai 1 potesse proporre (da Ballando con le Stelle dello scorso anno alla “Canzonissima” di oggi di Carlo Conti).

E mentre la tv generalista continua la conta degli spettatori in fuga, Italia’s Got Talent 4 si veste da Don Matteo e fa corsa a sé, col “rischio” di archiviare la finale più seguita di sempre. Il toto-ascolti, dunque, è ufficialmente iniziato: in quanti seguiranno la proclamazione del nuovo vincitore di IGT? Dodici mesi fa (10 marzo 2012), il trionfo dell’”uomo bandiera” Stefano Scarpa fu seguito da quasi 7 milioni di spettatori (6.950.000), con oltre il 30% di share (30.53%).

Un anno prima (era l’11 giugno 2011), la seconda edizione, vinta dal pittore Fabrizio Vendramin, fu salutata da 6.402.000 affezionati, pari al 33.14% di share. Mentre il 17 maggio 2010, con la proclamazione della prima vincitrice del programma, la cantante lirica Carmen Masola, Italia’s Got Talent chiuse incollando in tv 5.879.000 individui, per uno share del 27.22%.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


7
marzo

ASCOLTI THE VOICE: IL NUOVO TALENT DI RAI2 FARA’ MEGLIO DEL VECCHIO (X FACTOR)?

The Voice of Italy

>>Clicca qui per gli ascolti tv di giovedì 7 marzo 2013<<

Raffaella Carrà lo considera profondamente diverso da X Factor, mentre per Piero Pelù non è un talent show. Lo sforzo dei due coach è lodevole, ma pensare che The Voice of Italy, al via stasera su Rai 2 alle 21.05, non venga accostato a chi l’ha preceduto (X Factor prima e Star Academy poi), è quanto meno “ingenuo”. Il confronto è inevitabile, così come la missione a cui è chiamato il programma: far dimenticare il primo e cancellare il secondo.

Tutto, ovviamente, ruota attorno agli ascolti. In quanti seguiranno la prima puntata di The Voice su Rai 2? La rete, come già detto, ha tenuto a battesimo già altri due talent di fama mondiale. Il primo è stato X Factor, che ha debuttato nel Belpaese cinque anni fa con tiepidi consensi: quasi 2 milioni di spettatori, pari al 9.35% di share. Ma, complice l’exploit della concorrente Giusy Ferreri (prima talent italiana ad affermarsi sul mercato discografico), la percezione del pubblico nei confronti del programma cresce prepotentemente. E l’esordio di X Factor 2 stacca nettamente il primo, toccando il 14.37% con oltre 3 milioni di individui.

Nell’autunno 2009 tocca a X Factor 3, con l’uscente Simona Ventura sostituita in giuria da Claudia Mori. La prima puntata, però, è al ribasso: 2.333.000 gli spettatori, che valgono a Rai 2 un 12.64% di share. Dodici mesi dopo, invece, il record per il miglior debutto di sempre: il programma tocca il 17%, con 3.284.000 affezionati. Siamo a X Factor 4, l’unico senza Morgan (arrivano Elio, Anna Tatangelo ed Enrico Ruggeri) e il primo con le quattro categorie.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





1
marzo

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL GENNAIO 2013: RAI4 SOTTO L’1%, RAI PREMIUM VOLA IN PRIME TIME. ITALIA2 SUPERATA PURE DA TV2000

Auditel DTT Gennaio 2013

Auditel DTT Gennaio 2013

Il Direttore Generale pare stia urlando da giorni tra i corridoi di viale Mazzini: “Sono troppi!”. E non ha tutti i torti: l’offerta Rai per il digitale terrestre è obiettivamente eccessiva. Meno siamo meglio stiamo, non c’è dubbio, ma non è la quantità a fare la qualità, e anche per via di palinsesti un po’ azzoppati e spesso in contrasto tra loro, riempiti con i fondi di magazzino a causa dei budget risibili messi a disposizione, i canali proposti dall’azienda pubblica stanno iniziando a mostrare tutti i loro limiti e la loro crescita, in termini di ascolti, si è fortemente rallentata dopo la conclusione degli switch-off.

Parliamo del mese di gennaio (30/12-02/02) e concentriamoci sui canali “culturali”. RaiStoria è fermo ancora allo 0.16% di share nel totale giornata, con una media di 18 mila spettatori, mentre RaiScuola è ad un risibile 0.01%, per non parlare di Rai5 che da mesi non schioda dallo 0.35% con un picco in spettatori in prime time di 314 mila. Focus, per dire, è allo 0.47% già dalla nascita (picco dello 0.60% tra le 15 e le 18), ma deve subìre la cura Discovery, mentre il cugino DMAX sfonda l’1.20% di share nel totale giornata con 140 mila spettatori, e la mattina raggiunge l’1.41%, in seconda serata l’1.43, e in prima serata invece fa il picco in spettatori con 254 mila. Tre canali Rai ne fanno a malapena uno della concorrenza, rimanendo nell’orbita degli ascolti.

Non fa faville Rai4, che cala allo 0.94% – peggior risultato da mesi – raggiungendo l’1.10 in prima serata con 314 mila spettatori e l’1.21% in seconda serata. Anche questo è un dato che dovrebbe far riflettere, a dimostrazione che un palinsesto di un canale semigeneralista non si può fare solo con la fantasia del suo eccentrico Direttore. Non se la passa meglio La5, ora allo 0.86%, mentre La7d aggancia lo 0.47%. Italia2 si fa strada con lo 0.49% ma chi va meglio in proporzione è Mediaset Extra con lo 0.71% e 83 mila spettatori. Cielo – finito XFactor – crolla allo 0.52% e 60 mila spettatori, superato anche da Giallo, allo 0.86%. Chi può brindare è invece Real Time che ritorna felicemente in vetta con l’1.47% e 172 mila spettatori, ma in seconda serata vola al 2.24% con 291 mila spettatori. Tra l’altro il canale al femminile di Discovery sfonda il muro dei 200 mila spettatori già a partire dalle 12. In lieve miglioramento gli ascolti di Arturo che nelle 24 ore ottiene lo 0.09% ma già in preserale è allo 0.15% con 30 mila spettatori. Parlando di Vero Tv, il canale firmato GVE si ferma ad un poco incoraggiante 0.15%, in preserale e in prima serata però – grazie alle soap di Lady Channel – raggiunge rispettivamente 42 mila (0.21%) e 50 mila spettatori (0.18%).


22
gennaio

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL DICEMBRE 2012: RAI PREMIUM LEADER MA REAL TIME E’ ALLE SPALLE. PADREPIO TV, TV2000, RADIO ITALIA E RTL SUPERANO RAI4, LA5 E ITALIA2 AL MATTINO

Analisi Auditel Dicembre 2012

Analisi Auditel Dicembre 2012

Avanti tutta per i canali del digitale terrestre, che quando arrivano le feste prendono aria alla perenne ricerca di ulteriori spettatori da strappare alle generaliste, che – come da previsioni – a dicembre 2012 hanno registrato tutte un netto calo. Ma veniamo al “peso” dell’offerta tematica passando in rassegna i dati più significativi del mese di Dicembre 2012. Lo scettro spetta ovviamente a RaiPremium che registra uno straordinario 1.51% nelle 24 ore e fa faville tra le 15 e le 18 con l’1.85% di share e in prima serata, dove aggancia 392 mila spettatori (1.43%). Ottimo il risultato di Real Time, che non molla l’osso e registra l’1.50% di share nel totale giornata e continua a spopolare in seconda serata (in calo però) con il 2.20% e 271 mila spettatori (mentre in prime time registra un modesto 0.84%).

Passiamo direttamente ai canali di documentari per segnalare il dato di DMAX che a dicembre segna il suo record: 1.08% di share nelle 24 ore, 121 mila spettatori in media. Il canale al maschile di Discovery supera l’1% in quasi tutte le fasce orarie e fa il picco in prima serata con 251 mila spettatori. In lieve crescita Focus – anch’esso ora nelle mani di Discovery dopo l’acquisizione di Switchover Media – allo 0.49% nelle 24 ore mentre è in prime time che si registra il picco in spettatori (103 mila).

Tra i semigeneralisti, Rai4 viaggia su un ottimo 1.10% di share, ma nella fascia mattutina non riesce a convincere gli spettatori e si deve accontentare di risultati piuttosto miseri. Calma piatta dalle parti del Biscione: La5 è ferma allo 0.84% di share (picco in prime time con 286 mila spettatori, in share in seconda serata con l’1.20%), Italia2 allo 0.45% e Mediaset Extra in lieve crescita allo 0.71%. Non se la passa meglio Cielo che, dopo i discreti risultati degli scorsi mese, a dicembre registra un misero 0.68% (in prima serata è allo 0.70% con 192 mila spettatori). Tra le altre reti, Giallo stabile allo 0.78% e La7d allo 0.46%. Arturo non schioda dallo 0.09% di share. Passando ai canali Cinema, RaiMovie risale la china e torna sopra l’1% (1.03% con 115 mila spettatori), ma è ancora Iris a spopolare con l’1.32% e 148 mila spettatori nel totale giornata, che diventano 374 mila in prima serata (1.37% di share).


31
dicembre

AUDITEL CANALI ALL DIGITAL NOVEMBRE 2012: RAI PREMIUM LEADER, CROLLA BOING. TV2000 IN PRESERALE ALL’1.03% MENTRE PADRE PIO TV BATTE RAI4 E ITALIA2 AL MATTINO

Analisi Auditel Digitale Terrestre Novembre 2012

Analisi Auditel Digitale Terrestre Novembre 2012 - Tv2000 spopola in preserale

E dopo aver dato uno sguardo alle generaliste, dove abbiamo notato una lieve crescita negli ascolti, soprattutto per quanto riguarda Rai1 e Rai3, passiamo in rassegna i dati del mese auditel di Novembre 2012 (4/11-1/12/12) per quanto riguarda invece le reti specializzate del digitale terrestre. Inutile dire che a trainare l’intera offerta è ancora RaiPremium che si impone con un ottimo 1.40% nel totale giornata crescendo di qualche punto decimale rispetto al mese precedente. A tallonarla ci pensa Real Time, la rete al femminile di Discovery, che colleziona l’1.38%, segnando uno 0.1% in meno rispetto ad ottobre. La rete per veri affictionati fa il picco in share tra le 15 e le 18 con ben l’1.84% mentre in prima serata vola a 303 mila spettatori. La rete factual invece continua a macinare successi in seconda serata, dove fa il picco sia in share che in spettatori, 241 mila con l’1.97%.

Per quanto riguarda i canali cinema, Iris continua a farla da padrona con l’1.20% di share nelle 24 ore e fa il picco in spettatori in prime time con 335 mila utenti. RaiMovie invece, dopo il successo del mese precedente, “abbassa la cresta” e si deve accontentare dello 0.97%. Tra i semigeneralisti, Rai4 rimane leader con un risultato pressoché stabile ormai da diversi mesi: 1.05% di share, raggiungendo 343 mila spettatori in prima serata. A seguire ci sono La5 ancora in calo con lo 0.86% (97 mila spettatori) e Cielo in calo con lo 0.74% che fa il picco in share e spettatori in prime time con lo 0.82% e 238 mila utenti. In lieve crescita Mediaset Extra (0.62% di share e 69 mila spettatori) mentre le restante reti hanno tutte il segno meno: Giallo si ferma allo 0.77% (86 mila spettatori), Italia2 non riesce ancora a decollare e si deve accontentare dello 0.45% e soli 50 mila spettatori, tallonata da La7d allo 0.42% (47 mila spettatori). Per Arturo solo lo 0.09%.

Passando ai canali per bambini, risultato ancora negativo per Boing che si ferma allo 0.74% (83 mila spettatori, picco in preserale con 191 mila ascoltatori e in share tra le 15 e le 18 con l’1.21%). Non se la passa meglio RaiGulp, che non decolla e rimane stabile allo 0.33% con 36 mila spettatori ma tra le 18 e le 20.30 – orario in cui va in onda La Tv Ribelle – riesce a radunare ben 92 mila spettatori. Ottimi invece i risultati di RaiYoYo, che prende lo scettro della rete più vista tra i canali per bambini con l’1.03% e 116 mila spettatori, con un ottimo risultato in preserale e in prima serata dove raggiunge rispettivamente 301 mila (1.49%) e 303 mila ascoltatori (1.05%) con il picco in share tra le 15 e le 18 con l’1.84%. Il diretto competitor, Cartoonito, ottiene lo 0.76%, meglio addirittura di Boing, e in preserale vola a 228 mila spettatori.