Alessandro Banfi



15
settembre

BLOG – LA VERSIONE DI BANFI, RETE 4 RILANCIA IL TALK SHOW POLITICO IN PRIME TIME

Alessandro Banfi

Rete4 torna a scommettere sul talk show in prima serata. E già questa è una notizia, visto che la rete di Mediaset in questione da tempo non riservava un suo prime time al dibattito politico. Al massimo sparava un Filmissimo, e buona visione a tutti. Da stasera andrà in onda Blog – La versione di Banfi, l’approfondimento giornalistico condotto dal vicedirettore di Videonews Alessandro Banfi. Il programma era già stato proposto in via sperimentale lo scorso luglio, con tre puntate che – in verità – non registrarono ascolti esaltanti. Tuttavia, l’importante era testare il format e così, dopo quella prova generale, oggi la trasmissione è pronta ad esordire nel palinsesto autunnale.

Caratterizzata da uno stile informale e da toni di confronto abbastanza schietti, Blog – La versione di Banfi cerca di ritagliarsi quella fetta di pubblico ormai annoiata dalle liturgie dei più celebri salotti di Rai1 (Porta a Porta) e Rai3 (Ballarò). Sfortuna vuole che stasera il programma di Banfi vada a scontrarsi con la premiére di Piazzapulita, l’attesissimo talk show di La7 condotto da Corrado Formigli. Una partenza tutta in salita, quindi, per una trasmissione che deve ancora farsi (ri)conoscere dal pubblico.

La puntata odierna della Versione di Banfi si interrogherà sulla manovra economica del Governo: abbiamo davvero finito di pagare? E hanno pagato tutti? La risposta all’interrogativo amletico arriverà dai collegamenti in diretta dalle piazze, dai servizi giornalistici preparati dalla redazione, e dagli interventi degli ospiti in studio. A proposito, parteciperanno al dibattito il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto, Roberto Formigoni (Pdl), Sergio Chiamparino e Tiziano Treu (Pd), i giornalisti Aldo Cazzullo, Franco Bechis, Stefano Feltri, l’analista Luigi Zingales e Angiola Tremonti, sorella del ministro dell’Economia.




3
agosto

ALESSANDRO BANFI: NON NASCONDO LE MIE IDEE, SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE FAZIOSO

Alessandro Banfi

Evviva i faziosi, gli schierati alla Santoro. Quelli che non nascondono le proprie opinioni e che, anzi, ne fanno un punto di forza. Alessandro Banfi gioca a carte scoperte e forse sarà anche per questo che il suo talk show su Rete4 ha superato il battesimo di fuoco. La versione di Banfi, il programma da lui condotto in via sperimentale per tre puntate estive, è piaciuto ai vertici di Mediaset che lo hanno confermato come appuntamento fisso della prossima stagione televisiva. Ogni giovedì, a partire dal 15 settembre prossimo, la trasmissione di Rete4 tornerà a commentare in diretta i principali fatti dell’attualità politica. Così l’outsider Banfi, abituato a lavorare dietro le quinte come condirettore di Videonews e curatore di Matrix, scenderà nell’agone dei grandi competitor generalisti.

Anche quella sarà una scommessa, visto che finora il talk show è andato in onda senza concorrenti (tutti in vacanza) e con ascolti modesti. Tuttavia, alla base sembra esserci un format azzeccato, fluido e capace di smarcarsi dai copioni già visti dei vari Porta a Porta e Ballarò. Perlomeno Alessandro Banfi ci mette la faccia e, non a caso, nelle sole settimane di prova il suo programma si è guadagnato due critiche negative di Aldo Grasso. Sul Corrierone, il prof ha definito il giornalista “candido“, “anti-televisivo” e “fazioso“. Aggettivi che, in verità, al diretto interessato non dispiacciono affatto e anzi, suonano quasi come complimenti. La definizione di ‘fazioso’, poi, gli sembra quasi una medaglia.

Il programma si chiama La versione di Banfi. Le mie posizioni non le nascondo. Oggi solo le trasmissioni faziose sono interessanti“ dichiara infatti a Libero il neo-conduttore, aggiungendo: “non mi voglio paragonare a Santoro o Mentana, ma la gente li guarda anche per sapere cosa pensano di un determinato argomento“. Se non ti esponi la gente non si appassiona, sembra teorizzare il giornalista, il quale non a caso afferma di preferire lo stile corsaro di Annozero a quello del più formale di Ballarò. Certo, la vivacità delle opinioni non può essere l’unico ingrediente di un programma d’attualità, ma in tempi politicamente burrascosi come questi può aiutare molto ad insaporire il piatto.


23
luglio

LA VERSIONE DI BANFI CONFERMATA IN AUTUNNO

Alessandro Banfi

Mettere in piedi un buon talk show politico di successo non è cosa facile, farlo sulle reti Mediaset senza apparire troppo di parte lo è ancora di meno. Il “lavoro sporco” è toccato ad Alessandro Banfi, condirettore di Videonews, già vicedirettore del TG5 grazie alla chiamata di Enrico Mentana: a dispetto di qualche pregiudizio della vigilia e dopo sole due puntate, il suo programma si è dimostrato un esempio di approfondimento aperto a tutte le voci in campo, nonostante La versione di Banfi alluda ad un punto di vista chiaro, che è quello del conduttore.

Il cammino è però tutto in salita per l’ultima creatura di Videonews che deve affrontare diversi “inconvenienti”. Innanzitutto quello di doversi inserire nel panorama di Rete4, sotto lo stesso tetto del telegiornale di Emilio Fede che non svetta nelle classifiche di credibilità ed equilibrio. Secondo, il clima pacato e professionale che tiene a bada i toni urlati e sguaiati, una scelta d’obbligo per un neonato talk show che non permette al dibattito di accendersi come accade nei salotti di Michele Santoro e Giovanni Floris. E terzo, il fatto di arrivare in piena estate.

Se poi hai abituato il pubblico al giornalismo fatto alla maniera di Barbara D’urso, non c’è da sorprendersi se un prodotto di qualità raccoglie appena il 3.69% con 651.000 telespettatori alla prima puntata, cresciuti in una settimana al 4.59% con 848.000 individui. Spesso in questi casi la parte ancora più difficile è crederci e, chiudendo un occhio sugli ascolti, Mediaset ha  deciso di puntare su La versione di Banfi, confermando la nuova serie di puntate per il prossimo autunno, secondo quanto scrive Alessandra Menzani su Libero.





14
luglio

LA VERSIONE DI BANFI, DA STASERA IL TALK SHOW POLITICO DI RETE4

Alessandro Banfi

Mentre i talk show tradizionali abbassano la serranda e vanno in verie, su Rete4 ne apre uno nuovo di zecca. Stasera esordisce infatti La versione di Banfi, uno spazio d’approfondimento sui principali temi d’attualità che tengono banco nell’estate torrida della politica, delle inchieste bomba e dell’economia traballante. Il nuovo programma di prima serata sarà condotto da Alessandro Banfi, vicedirettore del Tg5, poi condirettore di Videonews e curatore di Matrix, e si protrarrà per tre settimane. Se l’esperimento estivo dovesse funzionare, la trasmissione tornerà in palinsesto nella prossima stagione tv.

Nell’estate televisiva delle super repliche a profusione, La versione di Banfi sarà l’unico spazio di prima serata che settimanalmente farà il punto sulla situazione della politica e in generale dell’attualità italiana ed internazionale, con commenti, servizi, ospiti in studio, reportage. Un’esperienza nuova per Rete4 e, prima ancora, per lo stesso conduttore Alessandro Banfi, giornalista sconosciuto al grande pubblico che per la prima volta andrà in onda come anchorman. In realtà parliamo di un professionista non certo digiuno del mezzo televisivo, che ha anche lavorato per il Tg5 di Enrico Mentana, coordinato Videonews, lanciato Mattino Cinque e Pomeriggio Cinque.

Se necessario, La versione di Banfi non si sotrattrà dall’offrire al pubblico la propria lettura dei fatti. Come annunciato da Mediaset, il conduttore  proporrà anche il suo un punto di vista in modo tagliato, schietto, talvolta persino “irruente“. Gli argomenti di approfondimento e di discussione tra gli ospiti certo non mancheranno, suggeriti dalle recenti cronache politiche e di governo ma anche dai contraccolpi dell’economia. 


1
luglio

RETE 4, AUTUNNO 2011: QUARTO GRADO, TEMPESTA D’AMORE, EUROPA LEAGUE E I PILASTRI DELLA TERRA. IN DAYTIME ARRIVA LA SIGNORA IN GIALLO

Emanuela Foliero

Spulciando nel palinsesto autunnale di Rete 4, la novità che balza subito all’occhio non è in prima serata ma nel daytime: sulla terza generalista del Biscione arrivano le indagini di Jessica Fletcher ne La signora in giallo, dal lunedì al venerdì alle 13.00.

Ma andiamo con ordine: la prima serata della domenica tornerà ad essere presidiata da Tempesta d’amore a cui seguirà in seconda serata il classico appuntamento calcistico con Controcampo. Il lunedì sarà dedicato ai film mentre al martedì troverà spazio una serie crime di importazione americana. Il mercoledì dal 6 Novembre andrà in onda la miniserie in quattro puntate I Pilastri della Terra, tratta dall’omonimo romanzo di Ken Follett e ambientata nel medioevo.

Nella serata del giovedì si alterneranno film e i quattro appuntamenti con l’Europa League. Al venerdì è confermato Quarto Grado, la trasmissione dedicata alla cronaca nera condotta da Salvo Sottile con Sabrina Scampini. Altri film sono previsti per il sabato.





25
giugno

DM LIVE24: 25 GIUGNO 2011. MEGLIO PARTORIRE CHE LA D’URSINTERVISTA!

Diario della Televisione Italiana del 25 Giugno 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Ora inizia anche Lerner

elfman ha scritto alle 09:13

Gad Lerner al Corriere: “la prossima edizione de L’Infedele potrebbe essere l’ultima”.

  • Banfi su Rete4

lauretta ha scritto alle 14:40

Mancava soltanto Retequattro. Ora anche la terza rete (per ascolti) di Mediaset avrà il suo talk show di approfondimento politico in prima serata. Il suo Ballarò per intenderci. A condurlo sarà Alessandro Banfi condirettore di Videonews nonchè autore di Matrix. Il titolo del programma è ancora top secret. Il battesimo è previsto per il mese di luglio. (fonte Italia Oggi)

  • Meglio partorire che la durso-intervista

mats ha scritto alle 17:46