Un Medico in Famiglia



16
ottobre

RAIUNO A TUTTA FICTION CONTRO IL GF10. L’ISOLA DEI FAMOSI POSTICIPATA A FINE FEBBRAIO

Grande Fratello 10

Non c’è stagione televisiva senza isole sperdute, case spiate, lotta alla sopravvivenza (e alla fama), ragazzi in cerca di successo e vip pronti a rimettersi in gioco. Sono i casi televisivi degli ultimi anni: da una parte il Grande Fratello pronto a festeggiare i dieci anni da lunedì 26 ottobre, dall’altra L’isola dei famosi, giunta alla settima edizione. Reality show di punta di casa Rai e Mediaset, ogni anno, grazie a personaggi interessanti e a storie nazional-popolari, riescono a tenere incollati allo schermo milioni di telespettatori, riempire pagine di giornali e impegnare anche gli opinionisti più restii al talk show. Ma quest’anno sono cambiate le carte in tavola: il Gf gioca d’anticipo coprendo così le due garanzie (autunnale e parte della primaverile) e l’Isola lascia la collocazione autunnale (in favore di un X Factor sottotono) per debuttare a inizio 2010.

Due produzioni così importanti richiedono una programmazione e una controprogrammazione adeguata. Lo sa bene Raiuno, la quale, visti gli ottimi risultati (Tutta la verità con il 27% di share), continuerà a puntare sulla fiction cercando di contrastare al meglio il decennale del Gf. Per il debutto del Gf10 Raiuno schiera la miniserie Le segretarie del sesto con Claudia Gerini, Micaela Ramazzotti, Antonia Liskova, Tosca D’aquino e Franco Castellano nel ruolo di Romeo, come accadeva qualche anno fa in Commesse. La fiction, prodotta da Edwige Fenech, ricorda proprio la “vecchia” produzione con Sabrina Ferilli e Veronica Pivetti che allora aveva sbancato l’auditel. Una storia sul mondo femminile in trasformazione, tra lavoro e vita privata.

Dopo le minierie Le segretarie del sesto (25 e 26 ottobre) e Pinocchio (1 e 2 novembre), e un probabile speciale Porta a porta previsto il 9, sarà la famiglia Martini di Un medico in famiglia a sfidare i nuovi concorrenti della casa più famosa d’Italia per due lunedì (16 e 23), pur mantendendo anche la collocazione al martedì sera (gran finale previsto per martedì 24). Quale casa, in entrambi i casi affollata (per il Gf si parla di 40 concorrenti), sceglieranno gli italiani? Come dimostrano i dati delle ultime settimane gli italiani sembrano avere un debole per la fiction, che secondo il parere di alcuni, potrebbe essere segno della mancanza del più grande romanzo popolare televisivo, vale a dire L’isola dei famosi.

Ma quale sarà il destino catodico dei naufraghi-vip e di Mona Nostra?




14
ottobre

UN MEDICO IN FAMIGLIA: IL SUCCESSO PASSA PER UN BUONISMO CHE FA SPERARE, MA CHE SOMIGLIA ALL’IMPOSSIBILE.

UN MEDICO IN FAMIGLIA RAGIONI DI UN SUCCESSO

Il medico di Raiuno ne ha passate di ogni; decimo anno di messa in onda, qualche ritorno nel cast, la (semi)perdita del nonno più amato di tutti gli italiani e gli eventuali spostamenti in palinsesto.

Eppure, nonostante tutti i cambiamenti che si sono abbattuti come cicloni in questi anni sulla fiction di Nonno Libero (Lino Banfi), Un Medico in famiglia resta un prodotto godibilissimo e di successo. Gli elementi atti a garantirne la popolarità sono i più disparati, dalla commedia che culmina in evidenti picchi comici, alle storie d’amore che garantiscono alle spettatrici più sensibili l’immancabile lacrimuccia. E così, se anche di base la famiglia Martini resta quella felice e contenta di sempre, modello Mulino Bianco, in cui tutti i problemi si risolvono con un sorriso e tanta buona volontà, siamo pronti a perdonare il buonismo eccessivo ed edulcorato a tutti i costi.

Perchè in fondo il mondo perfetto di Poggio Fiorito non è altro che il mondo delle favole, con il suo relativo immaginario infantile, che prima ancora di apparirci come surreale ci sembra anche molto rassicurante. Rassicurano il mondo di plastica costruito come nel più finto degli spot pubblicitari, con i suoi viali tranquilli e la sua clinica pulita e super funzionante; rassicurano i buoni sentimenti, quelli delle storie d’amore pulite e trasparenti, in cui la fiducia si mescola con l’onestà, in un walzer di storie da sogno che, manco a dirlo, non conoscono crisi degne di questo nome; rassicura il fatto di veder crescere i personaggi, accompagnandoli in un viaggio che ha aiutato a fidelizzare il pubblico. Ma il paradosso profuma di impossibile, e alcuni tratti della serie riescono a peccare di fantascienza anche in un quadro di generale artificiosità.


13
ottobre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 13 OTTOBRE 2009

Guida TV 13 Ottobre 2009

Raiuno, ore 21.10: Un Medico in Famiglia 6, quinta puntata – 1^ TV

Fiocco rosa o azzurro?: il parto di Maria si avvicina e cresce la curiosità sul sesso del nascituro: sarà maschio o femmina? Guido e Maria non lo vogliono sapere in anticipo, ma Ave ed Enrica non si danno pace: vogliono scoprirlo a tutti i costi. Giulio latita e Bianca è costretta ad occuparsi da sola della cioccolateria.

[spoiler] Lele la accompagna ad un catering presso la villa di un diplomatico e la donna si confida con lui sul suo rapporto burrascoso con Hans. Ma il bell’olandese sa come riconquistarla. Nel frattempo Fanny conosce la dolorosa esperienza di vedere morire un paziente e Lele le sta vicino, ma solo come medico. Maria, sempre più insicura del suo aspetto per via del pancione, organizza una seratina a due con suo marito, ma Guido arriva in ritardo: ha dovuto salvare un gattino in difficoltà ma soprattutto ha conosciuto Valentina, una bella hostess che si è invaghita di lui. E i guai non sono finiti: quando la ragazza parte gli rifila il suo gatto.[/spoiler]

Tutti lo chiamano nonno: Giulio partecipa a uno strano gioco televisivo: “Mr. Bastardo”. In palio ci sono dei soldi e vince il bastardo più bastardo di tutti. Il cioccolataio spopola con la sua simpatia e ritrova Irma, una sua vecchia fiamma.

[spoiler]Il lieto evento si avvicina e tutti chiamano Lele nonno, ma il nostro medico non riesce ad abituarsi all’idea: avere un nipotino è una bella cosa ma gli crea anche un certo disagio. Nel frattempo Fanny continua a fargli una corte serrata e stavolta sembra aprire una breccia nel cuore del medico. Maria, ormai prossima al parto, è alle prese con Paola, una sua giovane paziente affetta da mutismo elettivo. Nel momento in cui le si rompono le acque è con lei, si sente male, ma non riesce a chiamare aiuto…[/spoiler]

Raidue, ore 21.05: Cold Case, Delitti Irrisolti – 6×11 Ali Spezzate – 1^ TV

Ali Spezzate (titolo originale: Wings): l’episodio è scandito dalle ballate di Frank Sinatra e riguarda l’omicidio di una hostess avvenuto nel 1960, i cui resti sono stati ritrovati in un vecchio albergo.

Raidue, ore 21.50: Criminal Minds- 4×06 Istinti Profondi – 1^ TV

Istinti profondi (titolo originale: The Instincts): durante le indagini relative al rapimento di un ragazzino nella città di Las Vegas, Spencer comincia ad avere degli incubi che portano alla memoria un ricordo della sua infanzia seppellito nel suo subconscio.





6
ottobre

L’ONORE E IL RISPETTO 2 VS UN MEDICO IN FAMIGLIA 6: SFIDA TRA TITANI DELLA FICTION, PER LA CONQUISTA DEL MARTEDI’ SERA

garko_scarpati

La Clerici non è riuscita nell’intento di conquistare i telespettatori con il suo programma amarcord e la chiusura di “Tutti pazzi per la tele” ha creato il primo “tassello vuoto” nel palinsesto di Raiuno. Succede così che, per correre ai ripari e “recuperare quel tassello”, il direttore di Raiuno Mauro Mazza decida di puntare su uno dei pochi prodotti che al momento brilla nel palinsesto della rete ammiraglia Rai: “Un Medico in Famiglia“. Il ritorno della famiglia Martini è stato infatti salutato con calore da parte del pubblico, superando spesso e volentieri un invidiabile share del 25%.

Forte di quest’approvazione, Mazza ha deciso quindi di puntare su un’autentica  ”testa di serie” per contrastare e, se possibile, offuscare il successo del mafioso Garko (L’onore e il rispetto 2). Le due fiction hanno in realtà già “duellato” domenica 20 settembre e in quell’occasione, la puntata di esordio di Nonno Libero & company (una media di oltre 6 milioni di spettatori) ebbe la meglio sulla concorrenza di Canale 5 (ferma a 5 milioni e mezzo). Ora, a distanza di qualche settimana, “L’onore e il rispetto 2″ ha guadagnato ascolti e credibilità, diventando la vera fiction “trita-concorrenza” del Biscione (a farne le spese la stessa Clerici e addirirttura il Premier ospite di Vespa), nonchè “la serie da battere” in una delle serate cruciali della settimana.

Stasera in prima serata, si consumerà quindi questa sfida tra “titani delle serie Tv” (e dell’auditel): da un lato il buon padre di famiglia Lele Martini (Giulio Scarpati), dall’altro Tonio Fortebbracci (Gabriel Garko) e le sue storie di mafia e vendetta; da un lato la “Pubblispei” e un “evergreen” giunto senza difficoltà alla sesta edizione, dall’altro la “Janus international” e un’acclamata epopea che continuerà anche l’anno prossimo con la terza edizione (qui alcuni rumors).


6
ottobre

IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 6 OTTOBRE 2009

Guida TV del 6 Ottobre 2009

PRIME TIME

Raiuno, ore 21.10: Un Medico in Famiglia 6, quarta puntata - 1^ TV

La voce del sangue: per le feste di Natale tornano i nonni dalla Puglia. Libero ha una sorpresa per la piccola Elena: un simpatico ronzino sottratto al macello. Ciccio accompagna la sorellina al maneggio e lì conosce Tracy, una ragazza speciale. Ciccio comincia a corteggiarla, ma Tracy decisamente non è una ragazza facile. Intanto nonna Enrica è accusata da Libero di spendere troppo. Il nonno le affianca Dante per controllarla. Ma le spese eccessive continuano e il povero Dante viene sospettato di truffa. Assolto Dante, i sospetti cadono su un altro personaggio in questo momento molto vicino ai Martini: Ave, la neo ritrovata mamma di Guido che fa di tutto per familiarizzare con i nostri, suscitando la simpatia di Libero e la gelosia di nonna Enrica. Guido non riesce però ancora ad accettarla. Intanto una strana epidemia esantematica interessa Poggiofiorito. La colpa potrebbe essere dell’acqua inquinata del vicino fiume. Bisogna indagare; i nostri medici ambientali scendono in campo, e per Fanny è un’occasione per collaborare con Lele.

Natale con i tuoi: Bobò si prende una cotta per Inge, la figlia di Bianca venuta dall’Olanda per Natale. Intanto Lele e Fanny indagano su un caso di inquinamento. Lele, se da un lato non è insensibile al fascino della giovane dottoressa, dall’altro è sempre più coinvolto da Bianca, in crisi col suo compagno olandese. Guido non tollera l’invadenza di Ave e lei, in seguito a una discussione, gli fa sapere con grande dolore che non parteciperà al cenone. Dante sogna Cettina e ne approfitta per giocarsi i numeri al lotto insieme a Libero, ma Melina s’intromette facendogli combinare un pasticcio. Annuccia intanto mette il broncio a Lele che non le permette di andare a trovare un’amica in montagna. A questi dissapori si aggiunge quello fra Giulio e Bianca: scriteriato come sempre, il cioccolataio ha creato un bel guaio nella gestione del locale, facendo inviperire sua sorella. Come se non bastasse, Maria teme di perdere il bambino. Il cenone di Natale sarà occasione di belle sorprese e di riappacificazioni.

Raidue, ore 21.05: Senza Traccia - 6×05 La Lunga Corsa  – 1^ TV

La Lunga Corsa (titolo originale: Run): all’interno di un ufficio avviene una sparatoria. Subito dopo sparisce una impiegata. L’identità di questa donna fin dall’inizio risulta misteriosa. Malone e la sua squadra indagheranno per scoprire la verità. Gli agenti sono convinti che il motivo abbia a che vedere con un segreto che la sdonna comparsa sta cercando in tutti i modi di nascondere.





6
ottobre

LINO BANFI: “I MARTINI? SONO DEI CASINISTI”, E NONNO LIBERO PONTIFICA SUL MEDICO IN FAMIGLIA

Lino Banfi (Nonno Libero, Un Medico in Famiglia)Se il Medico in Famiglia fosse un disturbo della personalità, sarebbe il borderline: da un lato un super-nonno, Libero, un uomo d’altri tempi tradizionale e tradizionalista come pochi, un patriarca radicato nell’immaginario collettivo della famiglia à la Mulino Bianco quanto un ulivo plurisecolare nella campagna pugliese; dall’altro, il resto della ciurma di suoi consanguinei (e non), il Lele ritrovato e i Martini tutti, che da Mulino Bianco davvero non sono, anzi.

E infatti: “I Martini non sono proprio una bella famiglia”, ha sparato a zero Lino Banfi sul numero di Tv Sorrisi e Canzoni in edicola questa settimana. All’indomani della dura reprimenda papale“Di fronte a famiglie allargate che moltiplicano padri e madri, i ragazzi perdono dei riferimenti precisi per la loro educazione e si sentono orfani, non perché figli senza genitori, ma perché figli che ne hanno troppi, sono le parole di Sua Santità al riguardo -, ci si è messo anche nonno Libero a pontificare su quel che resta della famiglia italiana. Ma almeno ha avuto la buona creanza di farlo partendo dalla sua.

“La famiglia Martini è una famiglia di casinisti, ha tuonato Banfi dalle pagine del giornale diretto da Alfonso Signorini, “E’ sregolata. Sul nonno per esempio sono cadute troppe responsabilità, con un padre assente per dieci anni”. Di qui, la ragione data al monito di papa Ratzinger: “Le famiglie allargate rovinano la vita di molti bambini. Io sono per la famiglia unica. Non a caso sono sposato da 47 anni e mezzo”. Un santino da Family Day. Curioso, però, che se ne sia accorto solo oggi che nonno Libero è sempre più affaccendato a riassettare la sua masseria lontano dalle telecamere della fiction, non trovate? Possibile che, proprio ora che il medico è tornato in famiglia e che lui, il nonno, uscirà di scena, i ‘disgrazieti’ Martini siano diventati un cattivo esempio? Che ci sia dietro tutta una questione di interesse personale?


20
settembre

UN MEDICO IN FAMIGLIA 6: TORNA LELE, NONNO LIBERO ANNUNCIA L’ADDIO E CETTINA SCOMPARE IN UN NAUFRAGIO

unmedicoinfamiglia6_fsd42da

La prima puntata di Un Medico in Famiglia 6 è anticipata alle 20.40.

Ciao Famiglia! Con il classico saluto dei Martini, dopo otto anni di assenza, Giulio Scarpati inaugura la sesta serie di Un medico in famiglia, da domenica sera alle 21.30 su Raiuno per tredici serate. Serie molto attesa non solo per le numerose reentrèe ma anche per l’addio di Lino Banfi: nonno Libero andrà in pensione e per la famiglia Martini questa potrebbe essere l’ultima stagione.

«All’inizio non volevo girare neppure questa serie – ammette Banfipoi ho pensato di fare solo tre puntate. Poi sei. Quando m’ero quasi deciso a farle tutte, mi hanno risposto: ormai ti abbiamo previsto solo per sei». Nonno Libero ha ereditato una masseria in Puglia e decide di ritirarsi per godersi la pensione: «Lascio la serie perché il personaggio ha fatto il suo tempo e io ho raggiunto i limiti d’età: 73 anni. Lascio la palla a nonno Lele». Infatti Lele (Scarpati) diventerà nonno visto che la figlia Maria (Margot Sikabonyi) si scoprirà incinta già dalla prima puntata. Ma nonostante l’addio alla serie per Lino Banfi, “questa è la più bella delle serie del Medico che ho fatto”.

Dopo la dipartita della famiglia indiana che aveva imperversato nella quinta serie (media del 26-27% di share), si torna dunque alle origini (tornano nel cast anche Pietro Sermonti e Ugo Dighero) ma non mancheranno alcune novità: nel cast debutteranno Francesca Cavallin nel ruolo di Bianca, sorella di Giulio (Dighero) e Gabriele Cirilli nei panni di Dante Piccione, inquilino scapestrato dell’appartamento in cui vorrebbero andare a vivere Guido e Maria. Fra gli interpeti, oltre ai fratelli Cadeddu (Ciccio e Annuccia), Milena Vukotic (nonna Enrica) e Beatrice Fazi (la governante Melina), anche Rosanna Banfi, figlia di Lino, che ha girato sul set portando avanti la sua lotta contro il cancro. Ma che fine ha fatto Cettina alias Lunetta Savino?


17
agosto

UN MEDICO IN FAMIGLIA 6: RITORNI ECCELLENTI E QUALCHE ADDIO, DAL 20 SETTEMBRE SU RAIUNO

Un Medico in Famiglia 6

Continua la carrellata di anticipazioni sui sequel previsti per la prossima annata televisiva, e se destano più di qualche dubbio le trame di “Capri 3” e “Distretto di Polizia 9“, la nuova edizione diUn medico in famiglia(la sesta) sembra proprio riuscire nel difficile intento di non deludere i fans, con stravolgimenti di cast e trame impossibili.

Reduce da un’ondata di repliche pomeridiane (terminate poche giorni fa a favore dell’immarcescibile “Maresciallo Rocca”), che hanno sfiorato punte del 30% di share, proprio come “Montalbano” e il più recente “Ho sposato uno sbirro”, anche la famiglia Martini sembra avere pochi rivali quanto a gradimento del pubblico. Timidamente affacciatasi sui teleschermi italiani nel 1998, la fiction prodotta da Publispei e Rai fiction, ritorna in gran spolvero il 20 settembre in prima serata su Rai Uno, a due anni di distanza dalla serie che aveva affiancato alle vicende di “Nonno Libero (Lino Banfi) & Company” quelle del medico Emilio Villari (David Sebasti) e di nonno Kabir (Kabir Bedi).

Tanto per cominciare, torna il dottor Lele Martini (Giulio Scarpati) ad occuparsi e preoccuparsi delle storie di tutti i suoi familiari; ritorna divorziato da Alice (Claudia Pandolfi, da sempre refrattaria a permanenze troppo lunghe in serie tv) e con due bambini in più: Libero Junior detto Bobò (Gabriele Paolino) ed Elena (Domiziana Giovinazzo) di otto anni, che rincontrano così, dopo qualche anno, gli altri figli di Lele, Ciccio (Michael Cadeddu) ed Annuccia (Eleonora Cadeddu). Nonostante il ruolo da padre premuroso e presente, faceva un po’ strano che Lele se ne fosse altamente infischiato del destino dei figli italiani, lasciando per anni le redini di tutta la brigata a Nonno Libero, ma “così è, se vi pare”.