24
aprile

ABSOLUTE MEHRHEIT (MAGGIORANZA ASSOLUTA) – IL PROGRAMMA DOVE LA POLITICA DIVENTA UNA SFIDA AL TELEVOTO

Alessandra Mussolini - Il Diavolo veste Prodi

Alessandra Mussolini - Il Diavolo veste Prodi

Se la televisione italiana negli ultimi anni ha attinto spesso ai format di successo stranieri, allora lo spunto che viene dalla Germania potrebbe essere tanto eclatante quanto innovativo. Non solo, visto l’andazzo di questi ultimi mesi in cui la politica la fa ormai da padrona sul piccolo schermo, potremmo dire anche azzeccato.

Maggioranza assoluta (Absolute Mehrheit, qui il sito ufficiale) è infatti il primo talent in cui i protagonisti sono i politici stessi, e che va in onda ormai assiduamente una volta al mese sul canale ProSebien. Il programma si pone a metà tra il classico talk politico e il game show, prevedendo che si trattino i temi più scottanti d’attualità in una sorta di Porta a Porta in cui però alla fine qualcuno guadagna un gruzzoletto. Infatti dopo aver dato vita a discussioni accese tra personalità politiche su questioni come i matrimoni omosessuali, la legalizzazione delle droghe leggere o i rapporti con le altre nazioni europee, il personaggio che più si sarà mostrato convincente, e che avrà persuaso la maggior parte del pubblico, porterà a casa un montepremi di cento mila euro.

L’obiettivo principale è quello di avvicinare i giovani alla politica, e in linea di massima sembra essere stato raggiunto. Infatti sebbene gli ascolti di puntata in puntata siano lievemente calati, i riscontri tra il pubblico più giovane si sono mantenuti su ottimi livelli. Ad appassionare sicuramente è il meccanismo a eliminazione diretta previsto dal programma. I cinque contendenti iniziali infatti, in tre round, vengono man mano eliminati attraverso un televoto fin quando non restano in tre. A questo punto bisognerà dimostrare ottime capacità di persuasione, dal momento che solo raggiungendo il 50% dei voti il vincitore porterà a casa anche la somma di denaro, altrimenti dovrà accontentarsi del titolo e rimanere a mani vuote, e il montepremi si incrementerà di altri cento mila euro per la puntata successiva.

Sebbene da una parte possa stridere l’accostamento tra la politica e il game show, e far gridare allo scandalo, dall’altra chi di noi, anche solo per una sera, non pagherebbe per vedere i protagonisti del nostro scenario politico sfidarsi a colpi di televoto? Certo, la possibilità che piova sul bagnato offrendo la possibilità ad un politico di mettere le mani su un tesoretto farebbe storcere il naso a qualcuno (si potrebbe obbligare a devolverlo in beneficenza!), ma immaginate che scontri epici tra la Mussolini e la Concia sui diritti degli omosessuali, o tra Luxuria ed Elisabetta Gardini sulle toilettes del parlamento…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono articoli correlati


Kitchen Sound: Alessandro Borghese torna su SkyUno con la video-enciclopedia di ricette a ritmo di musica

Nuovo appuntamento per il day time di SkyUno, che da oggi alle ore 13.00 proporrà la terza edizione di Alessandro Borghese Kitchen Sound, una...


L’ULTIMA SFIDA DELLA DOMENICA: NATASHA KAMPUSCH DA GILETTI, CLEMENTE RUSSO DALLA MONA, MELISSA SATTA E GF PER LA PANICUCCI

Sole, ombrelloni e tintarella stanno per invadere le domeniche degli italiani. E così, con l'arrivo della bella stagione, cominciano a chiudere...


AMARE PER SEMPRE: LA7 PUNTA SU UNA SOAP SPAGNOLA PER ‘ACCENDERE’ IL POMERIGGIO

Dopo Mediaset e Rai, l’invasione di produzioni spagnole ha colpito anche La7. Per cercare di rinforzare la fascia del pomeriggio, da sempre in...


RAI4, PALINSESTI AUTUNNO 2013: TANTI FILM, MAD MEN IN ESCLUSIVA

Update di Agosto 2013: Dexter andrà in onda la domenica dal primo settembre, Mad Men 5 slitta al primo dicembre. Al sabato sera serata...

2 Commenti dei lettori »

1. marco82 ha scritto:

24 aprile 2013 alle 16:02

Mostrato al Miptv2013
se non vado errato in Italia è stato opzionato da medasiet



2. pedro ha scritto:

24 aprile 2013 alle 16:40

Beh, io non penso proprio che questo format approdi nella tv italiana. E voi, che ne pensate? Pensate che al giorno d’oggi i politici italiani siano disposti a fare questo gioco???



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.