21
gennaio

I RACCOMANDATI: PUPO E EMANUELE FILIBERTO SFODERANO LUISA CORNA E ADRIANO PAPPALARDO PER CONTRASTARE ZELIG

Luisa Corna pronta per I Raccomandati

L’esordio boom della nuova stagione di Zelig, condotta quest’anno da Claudio Bisio e Paola Cortellesi, ha messo in seria preoccupazione la premiata ditta PupoEmanuele Filiberto. Lo scorso venerdì, il varietà comico di Gino & Michele ha tenuto compagnia una platea di ben 6.567.000 telespettatori pari al 26,70% di share, lasciando a I Raccomandati di Rai 1 appena 3.728.000 spettatori ed un misero 15,06%. Una differenza di risultati notevole che non poteva lasciare indifferenti gli autori della trasmissione Rai, costretti in una settimana a trovare nuove idee e volti in grado di creare maggiore interesse nel pubblico.

Alcune novità sono state quindi introdotte nel terzo appuntamento de “I Raccomandati”, in onda questa sera alle 21.10 su Rai1. Al cast dei vip che accompagnano i raccomandati (Loredana Berte’, Marcella Bella, Orietta Berti, Riccardo Fogli, Fausto Leali e i Neri per Caso), si andranno ad aggiungere dopo l’eliminazione della scorsa settimana di Mal e Manuela Villa, due nuovi volti molto popolari al pubblico di mamma Rai. Stiamo parlando di Adriano Pappalardo e Luisa Corna. Per il cantante di “Ricominciare” una nuova vetrina televisiva a distanza di sette anni dalla prima edizione de “L’isola dei famosi” che lo vide vincitore morale, regalandogli una rinnovata visibilità mediatica, presto scemata.  Per la Corna invece, orfana del suo spazio musicale a “Domenica in”, una nuova occasione per stare in tv, in attesa di capire la direzione definitiva della sua carriera. Verrà inoltre modificato lo spazio del “Raccomandato d’Italia”.

Alla ricerca  del più bravo dello stivale, non più la sola Valeria Marini ma anche Emanuele Filiberto. Ognuno di loro porterà in studio il proprio raccomandato. I due talenti si sfideranno sotto l’occhio attento della giuria di qualità (Johnny Charlton, Cristiano Malgioglio, Pierluigi Diaco, Manuela Moreno e  Angelo Ascoli) alla quale verrà data nel corso della serata maggiore spazio e possibilità di interazione. Insomma, diversi piccoli accorgimenti che con tutta probabilità non riusciranno a colmare la distanza presa dallo show comico di Canale 5, ma confermeranno ancora una volta i limiti del varietà di Rai 1.

La trasmissione lanciata nel 2003 da Carlo Conti, da molti inizialmente definita la brutta copia de “La corrida”, nel corso delle sue nove edizioni, ha visto un altalenarsi continuo di ascolti per lo più legato alla contro – programmazione fatta dalle altre reti. Non è un caso che nel 2008 lo scarso riscontro della fiction Mediaset “I liceali” portò lo show a medie del 23% di share. Risultati notevolmente ridimensionati l’anno successivo per via della concorrenza ben più agguerrita de “I Cesaroni” che fece crollare lo show al 18 %, per poi risalire al 23% nel 2010, grazie all’insuccesso della fiction “Tutti per Bruno”.



Articoli che potrebbero interessarti


I Raccomandati, cast
I RACCOMANDATI: TORNA LA COPPIA PUPO-FILIBERTO CON UN NUOVO REGOLAMENTO E UN BISLACCO INVITO.


Gigi D'alessio
RAI A TUTTO PILOT / 2: ONE-MAN SHOW PER GIGI PROIETTI E GIGI D’ALESSIO. NUOVO FORMAT ANCHE PER PUPO E…


Ascolti tv 12 FEBBRAIO 2010 (I Raccomandati)
I RACCOMANDATI TORNANO QUESTA SERA CON UN CAST D’”ECCEZIONE”. RIUSCIRA’ PUPO A RICONQUISTARE IL PUBBLICO DI RAIUNO O SARANNO “TUTTI PER BRUNO”?


Emanuele Filiberto - Notti sul Ghiaccio
NOTTI SUL GHIACCIO 2015: ECCO IL CAST COMPLETO

11 Commenti dei lettori »

1. Clà ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:11

complimenti a Davide per la foto scelta ^.^. Cmq sto programma una volta m paiceva ma il duo lo ha fatto diventare nhoioso e brutto



2. Clà ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:12

ops m correggo Slavatore cau



3. ANTONIO1972 ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:19

con ospiti di questo calibro vincerà di sicuro contro zelig!!! ahahahah
e poi c’è gente che si lamenta di santoro,sono questi programmini inutili che buttano via i soldi del canone



4. luke ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:25

Il programma più brutto di tutti i tempi!
Non sa di niente, e poi Valeria Marini…. HAHA!



5. tinina ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:28

Luisa Corna e Adriano Pappalardo per contrastare Zelig? Annamo bene!!!!!



6. thesnakekiss ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 13:48

Pupo dopo cinque minuti di trasmissione già comincia a annoiare, Emanuele Filiberto si sforza (senza riuscirci) di essere simpatico.Ma Zelig tutta la vita!



7. Gene ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 14:33

…e poi si lamentano che 3 persone su 10 non pagano il canone RAI…

Finchè insisteranno con delle ninne nanne come I Raccomandati, condotto soprattutto da una persona, Pupo, la quale si è vantata qualche settimana fa sul QN di essere stato protagonista del momento di intrattenimento più seguito del 2010 (l’esibizione a Sanremo con l’ex CT Lippi), non possiamo pretendere più di molto da RAI 1.

Mauro Mazza dovrebbe cambiare faccia alla rete per ridare nuovo vigore. Non può tirare a campare solo con fiction, Sanremo, Montalbano, Pupo e compagnia. Deve togliere per bene tutta la ruggine variegando i generi, anche perchè a quanto pare non è questo che vuole il pubblico.



8. Gene ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 14:42

Evidentemente preferiscono realizzare prodotti da over 64, piuttosto che investire su programmi come X FACTOR, dove almeno si da un futuro a dei talentuosi ragazzi…, o comunque su format di qualità.

Bisogna finirla con lo stereotipo che il pubblico di RAI 1 è vecchio, e devono finirla anche gli inserzionisti di basare sui dati Auditel (mezzo statistico fine a se stesso) le loro mosse pubblicitarie… Non è necessario l’Auditel per dire se un programma è bello o meno…
Manco se I Raccomandati facessero il 30% si potrebbe dire che è tv intelligente e di spessore, figurarsi se fa il 15%.



9. giemmegi ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 18:01

Vogliamo dire una cosa che vale per tutte le trasmissioni che in questo momento sono in crisi?
Il telespettatore che ogni anno si ritrova la stessa minestra per ogni stagione, dopo lo stupore della prima volta ed il desiderio di una seconda volta, può sentire il desiderio di vederlo anche una terza e forse quarta volta, ma alla quinta è sazio.
Un programma dopo tre o quattro anni è usurato e non sono sufficienti aggiustamenti in corso d’opera o “ospiti di richiamo” (il più delle volte obsoleti).
Un esempio è stato Carlo Conti, che ha messo la faccia per lanciare i Raccomandati, ma astutamente lo ha lasciato nel momento che aveva capito che non avrebbe ottenuto più il successo a cui il programma aspirava.
Quindi. Grande Fratello, I Raccomandati, Amici e la prossima Isola dei Famosi (famosi per chi?), sono oramai programmi datati, e come si dice “sono stati spremuti come e più dei limoni”, sono avvisati.
Bisogna cambiare e progettare nuovi programmi.
Progettare nuovi programmi dal taglio italiano e non adattare idee straniere.
Tanti programmi di successo all’estero, qui in Italia hanno trovato difficoltà ad affermarsi (ultimo della serie 24milavoci della Carlucci che ancor prima della massa in onda dissi che sarebbe stato un flop, perchè non lo ritenevo nelle corde dello spettatore medio italiano).



10. Zoro ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 18:05

oddio che ospitoni con la 0 maiuscuola, ahahahahahha!!!



11. Salvatore Cau ha scritto:

21 gennaio 2011 alle 20:37

@Cla

la foto della Corna è stata scelta da quel buongustaio di Mattia Buonocore.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.