30
maggio

Cucine da Incubo 10: Il Laghetto di Avezzano è il terzo ristorante da salvare

Cannavacciuolo e lo staff de Il Laghetto

Cannavacciuolo e lo staff de Il Laghetto (US Sky)

Terzo appuntamento per la decima edizione delle Cucine da Incubo di Antonino Cannavacciuolo. Nell’appuntamento in onda stasera su Sky Uno, lo chef arriva in Abruzzo, per tentare di salvare il ristorante Il Laghetto. Ecco quali sono le sue problematiche.

Cucine da Incubo 10: Il Laghetto

Nel terzo appuntamento, Antonino Cannavacciuolo arriva fino ad Avezzano, in Abruzzo, dove si trova il ristorante-pizzeria Il Laghetto, situato – come il nome indica – vicino ad un laghetto di pesca sportiva. A capo dell’attività c’è Annamaria, che svolge anche la mansione di cuoca. Una leadership, quella della donna, messa in discussione di continuo dal marito burbero e autoritario Settimio, che utilizza il pugno di ferro per farsi rispettare, cosa che finisce per indispettire tutto lo staff, composto prevalentemente da donne, ad eccezione di Erminio, il pizzaiolo.

Fin dai primi minuti, Antonino toccherà quindi con mano la spaccatura interna allo staff, che di conseguenza causa disservizi e, soprattutto, non dà ai patti quel tocco rustico che i clienti si aspettano. Per questo, il primo compito di Cannavacciuolo sarà quello di obbligare Settimio a smussare diversi aspetti del suo carattere. Perché, dal suo punto di vista, soltanto così Il Laghetto potrà risollevarsi dal baratro.

Il Laghetto: com’è oggi, dopo Cucine da Incubo

Siamo andati a vedere cosa sta succedendo al ristorante dopo l’intervento della trasmissione. A giudicare dalle recenti recensioni su TripAdvisor, la situazione sembra essere rimasta la medesima, a differenza delle ottime recensioni che gli utenti scrivevano intorno al 2022.

Il locale è una garanzia personale gentile e cortese, antipasti ottimi con un’infinità di assaggi e pizza super buona.rapporto qualità prezzo più che ottimo che dire da tornarci spesso” (ottobre 2022)

Antipasto abbondante e sfizioso. Pizza ottima. Servizio buono e personale gentile. Da ritornare” (ottobre 2022)

Sconsigliatissimo nella maniera più assoluta. Grandissima confusione e disordine. Antipasto buono, ma arrosto misto e tagliata di carne assolutamente immangiabili” (febbraio 2024)

Pessimo….siamo stati rilegati un una stanza nascosta nel retrobottega dove cercano di infilarci più gente possibile di straforo. Non ci è stato portato un menù, per cui abbiamo dovuto ordinare in base alle parole della cameriera, poverina, visibilmente imbarazzata. Abbiamo avuto la pessima idea di accettare la proposta della bistecca di manzo ma purtroppo, quello che ci è stato presentato era tutto fuorché manzo…… Nonostante il proprietario abbia notato che tutte le “bistecche ” ordinate erano rimaste integre nei piatti, dopo aver chiesto il motivo, ed aver ricevuto esauriente risposta, se ne è altamente fregato e a fine serata ci ha presentato il conto su un pezzo di carta scritto a penna per il quale è stata necessaria la decifrazione. La cosa più triste è che non si è Assolutamente posto il problema del fatto che la carne aveva un problema di conservazione e faceva cattivo odore, facendosela pagare cara e amara e millantando la sua “eccelsa” qualità. Bene, è Assolutamente necessario a questo punto una segnalazione al NAS competente ma non per creare problemi….ma solo per verificate la qualità tanto millanta della roba che viene fatta mangiare alle persone” (marzo 2024)



Articoli che potrebbero interessarti


Ai Tetti Blu - Cucine da Incubo 10
Cucine da Incubo 10: Ai Tetti Blu è il quarto ristorante da salvare per lo chef Cannavacciuolo


Cannavacciuolo - Cucine da Incubo 10
Cucine da Incubo 10: Il Limoncello di Tursi (Matera) è il secondo ristorante da salvare


Staff Rifugio del Ghiottone
Cucine da Incubo 10: il viaggio di Antonino Cannavacciuolo ricomincia dalla provincia di Grosseto


Locatelli, Barbieri, Cannavacciuolo
Masterchef 13, un’edizione… da paura! Intervista ai tre giudici Cannavacciuolo, Barbieri e Locatelli

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.