22
dicembre

A Pomeriggio Cinque la ‘parabola’ del Pandoro Ferragni

Don Patrizio Coppola

Don Patrizio Coppola

Qualcosa non torna. Durante il talk odierno di Pomeriggio Cinque, un ospite dichiara di aver preso il panettone di Chiara Ferragni come regalo in modo da spiegarne la valenza. Peccato però che non ci sia un pandoro (nè tanto meno un panettone) in commercio di Chiara Ferragni dallo scorso anno. Dalle sue parole è, tra l’altro, improbabile che si riferisse ad un episodio di 12 mesi fa. Una boutade, per agganciarsi al caso del momento, che sarebbe passata inosservata ai nostri occhi se a pronunciarla non fosse stato… un prete!

Don Patrizio Coppola rispondendo alla domanda di Myrta Merlino se i preti fanno o ricevono i regali:

Una ragazzina mi ha chiesto persino il panettone della Ferragni. Gliel’ho preso (…) Lei mi ha chiesto ‘ma che sta succedendo?’  e gliel’ho spiegato (…)  Alla fine lei ha compreso che probabilmente quel dono che lei aveva chiesto, l’aveva chiesto solo ed esclusivamente perchè era griffato Ferragni  e non per quello che c’è stato dietro…”.

Il discorso, non proprio chiarissimo, poi non è proseguito. Dobbiamo considerarla una parabola ossia un fatto immaginario ma appartenente alla vita reale, con il quale si vuole adombrare una verità o illustrare un insegnamento?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Tapiro di Striscia a Chiara Ferragni
Tapiro a Chiara Ferragni: «Me lo merito, ho commesso un errore» (chiamalo errore!)


chiara-ferragni-si-scusa-dopo-il-caso-dei-pandori-balocco-1931187
Le scuse di Chiara Ferragni


Chiara-Ferragni-multa-pandoro
Pandoro Ferragni: multa Antitrust per oltre 1 milione di euro

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.