4
luglio

Una Scatola al Giorno: ecco come sarà il nuovo preserale di Rai2 con Paolo Conticini

Paolo Conticini

Paolo Conticini

Un po’ di Cultura Moderna, un mini rimando al vecchio gioco dello zainetto di Ambra e un mix di varietà e game show sono gli ingredienti alla base di Una Scatola al Giorno, novità di Rai2 in onda dal 10 ottobre al 18 novembre subito prima del TG2. Alla conduzione Paolo Conticini, reduce da Cash or Trash in onda nel preserale del Nove. Scopriamo come funziona.

Una scatola gigante campeggia al centro dello studio. Al suo interno, un contenuto misterioso, un oggetto o una persona. Nemmeno il conduttore Paolo Conticini sa cosa o chi si nasconde nella scatola. Intorno alla scatola si scatena una serata di varietà. Ogni sera insieme all’aiuto di un ospite vip sempre diverso la coppia deve provare ad indovinare. La scatola ha una voce molto riconoscibile e può fornire una serie di indizi, che piovono nello studio sotto forma di indizi viventi, oggetti, clip video, esibizioni e performance di ogni tipo.

Insieme al conduttore ci sarà un cast fisso, la compagnia della Scatola che proverà ad aiutare Paolo e il suo ospite a trovare una soluzione oppure a depistarli e confonderli. Per ottenere ogni indizio, i due (a turno e a volte insieme) devono superare delle prove decise dalla scatola: scherzi telefonici, prove divertenti, situazioni imbarazzanti nelle quali catapultarsi… In qualsiasi momento conduttore e concorrente possono provare a dare la soluzione, ma facendo attenzione perché ogni risposta sbagliata ha un prezzo: una punizione per tutti e due, decisa dalla scatola. Riusciranno entro la fine della puntata a scoprire il contenuto misterioso della scatola?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Cristiano Malgioglio
Palinsesti Rai: tutte le novità dell’autunno 2022

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.