13
luglio

E’ sempre mezzogiorno per Antonella Clerici

antonella clerici

Antonella Clerici

Le porte di casa Clerici rimarranno chiuse. Niente da fare per La Casa nel Bosco, il nuovo programma di Antonella Clerici non andrà in onda dalla sua mega dimora di Arquata Scrivia. Il nuovo show sarà ospitato dagli studi Rai di Milano nei quali sarà, per quanto possibile, ricostruito l’ambiente domestico. Di conseguenza cambia anche il titolo che diventa “E’ Sempre Mezzogiorno.

Del resto, noi per primi avevamo sollevato dubbi sulla fattibilità e sulla struttura del programma. E, anche se la motivazione ufficiale dello spostamento è legata al Coronavirus, è facile intuire che ci sia dell’altro, che le nostre perplessità siano state, almeno in parte, condivise. Se l’ambizioso progetto meridiano in trasferta è, dunque, giustamente tramontato, la novità è che la Clerici tornerà in prime time già in autunno come inizialmente preventivato. Ad attenderla la prima edizione italiana di The Voice Senior. Sì, Rai1 ha scelto di puntare sullo spin off del talent di Rai 2, con protagonisti gli anziani. In questi giorni si stanno definendo gli ultimi dettagli economici. Un’altra sfida impervia per la Clerici: se da un lato un grande format internazionale come The Voice toglie il rischio di mettere in piedi l’ennesimo progetto non-sense e low cost, dall’altro la versione originale su Rai2 non ha mai avuto ascolti tali (seconda stagione a parte) che possano giustificarne una promozione su Rai1. Il programma sarà in onda da Mecenate, probabilmente al venerdì tra novembre e dicembre.

L’incognita più nebulosa resta, però, E’ Sempre Mezzogiorno La (comprensibile) decisione di fare a meno dell’ambientazione domestica leva al programma una caratteristica distintiva e a suo modo unica. Perchè il fatto che non si adattasse al mezzogiorno quotidiano di Rai1 e che la struttura ipotizzata fosse debole, non significa che l’idea non avesse valore o fosse priva d’originalità. Occorre ripartire da zero, costruire un mondo attorno alla conduttrice. Missione difficile ma non impossibile.

E così Antonella Clerici, che ha lasciato la caotica Roma per vivere, con la sua famiglia, immersa nella pace campestre concedendosi di tanto in tanto i lustrini e le paillettes della prima serata, ora dovrà scegliere tra tre ore e mezza di macchina al giorno o il pernottamento feriale nella città meneghina. Un vero e proprio paradosso. Si dice, riguardo al mezzogiorno, che Antonella non se la sia sentita di dire no alla richiesta a gran voce di Rai Pubblicità, bisognosa di riportare all’ovile i grandi nomi. Ma non vogliamo pensare che la conduttrice sia così ingenua. Il suo passato fatto dai dimenticabili Portobello, Senza Parole, La Terra dei Cuochi, Standing Ovation non le avrebbe insegnato nulla?



Articoli che potrebbero interessarti


Antonella Clerici e Elisa Isoardi
E’ Sempre Mezzogiorno: Elisa Isoardi in soccorso della Clerici! (Video)


Antonella Clerici
Antonella Clerici ricorda in lacrime Gianfranco De Laurentiis: «E’ stato per me un maestro, un amico, un papà» – Video


clerici antonella
E’ un problema quando sono amari


Antonella Clerici
E’ sempre «La Prova del Cuoco»

8 Commenti dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

13 luglio 2020 alle 15:01

Sottotitolo: ci hai creduto testa di velluto.
Anni di interminabili addii, di lacrime, di dichiarazioni stucchevoli, di copertine bucoliche, di servizi posati dalla casa del Mulino Bianco, e la campagna, e il compagno, e la figlia, e gli animali …. anni di questo teatrino per poi ritornare esattamente al punto di partenza: prima serata regolarmente destinata a floppare, e fascia del mezzogiorno con La Prova del Cuoco, che cambierà solo titolo e scenografia e sarà trasmessa da Milano anzichè da Roma, ma quella sarà. E nemmeno qui prevedo ascolti strabilianti.
Ma io mica ce l’ho con lei, ce l’ho col pubblico babbeo che continua a darle credito. E auguri cari agli inserzionisti.



2. Francesco ha scritto:

13 luglio 2020 alle 15:42

È sempre un flop.



3. PAOLO76 ha scritto:

13 luglio 2020 alle 18:59

Anche per me non saranno grandi successi, soprattutto il programma in prima serata…. E’ vero che passando da rai2 a rai1 ci potrebbe essere un effetto positivo (vedasi il caso Fazio lievemente cresciuta da rai3 a rai1 per poi calare vistosamente da rai1 a rai2 ), ma il format scelto è stato flop su rai2, quindi non prevedo sfracelli….
Nella fascia del mezzogiorno, sebbene io guardi Forum; credo che potrebbe recuperare parte del pubblico perso dalla Isoardi, e almeno all’inizio l’effetto novità potrebbe portare discreti risultati, ma poi alla lunga i risultati potrebbero peggiorare….
Sarà fondamentale capire se il programma della Clerici parta prima delle nuove puntate di Forum e de I fatti vostri…..



4. Alex ha scritto:

14 luglio 2020 alle 11:37

Ci siamo appena levati dalle balle la Cuccarini e mo ci ritroviamo la Clerici… ma allora è un vizio!!



5. Maurizio ha scritto:

14 luglio 2020 alle 11:48

Ma “è sempre mezzogiorno” è un titolo osè!!!!! per non dire pornografico



6. Alex ha scritto:

14 luglio 2020 alle 11:59

è vero Maurizio… è un titolo molto allusivo, ma si sa che con la Clerici il doppio senso è sempre di casa, e infatti secondo me l’ha scelto lei



7. Salvo ha scritto:

14 luglio 2020 alle 15:09

Felice di fare parte del pubblico “babbeo” che continua a darle credito come ha scritto PeppaPig.
Meglio i programmi semplici, puliti e garbati della Clerici che lo schifo che si vede oggi in TV. Vi meritate solo trasmissioni trash come Uomini e donne, Grande Fratello, Live ecc…
Detto questo, non sono contento del fatto che la trasmissione del mezzogiorno vada in onda da uno studio televisivo; trasmetterlo da casa sarebbe stato forse l’unico elemento “nuovo” per il pubblico di Rai 1. Così non sarà esattamente il progetto che la Clerici aveva in mente e mi stupisco che abbia accettato lo stesso.



8. pedagogo ha scritto:

14 luglio 2020 alle 16:19

Ovviamente di Babbeo c’è solo PeppaPig d’altro canto da una che ha il nome di una porcella che ci si aspetta?
Comunque flop non significa di scarsa qualità. Perché “La terra dei cuochi” fu un programma ben fatto che non aveva nulla da invidiare ai programmi americani. Il problema fu la collocazione su Rai 1. Se fosse stato fatto su Real Time avremmo gridato al successo. In bocca al lupo alla Clerici e speriamo riesca a riprendere un po’ di pubblico che isoardi ha fatto scappare a gambe levate.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.