15
marzo

Le «Cinque Giornate» di Iris: arriva una maratona di film sul Risorgimento. Ecco i titoli

Alessandro Preziosi, I viceré

Iris guida il popolo – anzi, il pubblico – sulle barricate, nel cuore del Risorgimento italiano. Nel 170esimo anniversario delle Cinque Giornate di Milano, il canale Mediaset (22 dtt) trasmetterà un ciclo di dieci film sui moti rivoluzionari del 1848, in onda dal 18 al 22 marzo in prima e seconda serata. La rassegna, intitolata La lunga Primavera, sarà introdotta e commentata dal giornalista Alessandro Banfi e dalla professoressa Maria Luisa Betri. Le pellicole in programma? Un mix tra commedia, drama e avventura.

Il ciclo si aprirà il 18 marzo in prime time (ore 21.20) con il cult di Mario Monicelli, Il Marchese del Grillo, film del 1981 con Alberto Sordi e Cochi Ponzoni. Nei giorni a seguire, verranno proposti Nell’anno del Signore di Luigi Magni e Le cinque giornate, l’unico film di Dario Argento a non appartenere al genere thriller/horror. I viceré di Roberto Faenza e Senso, capolavoro di Luchino Visconti, chiuderanno gli appuntamenti di prima serata.

Tra i film in programma in seconda serata (ore 23.20 circa), Il Conte di Sant’Elmo diretto da Guido Brignone, Viva l’Italia! di Roberto Rossellini, In nome del Papa Re, Bronte: cronaca di un massacroMio padre monsignore, pellicola del 1971 di Antonio Racioppi. Alcuni dei titoli sono stati acquistati dalla Rai per l’occasione.

Durante la presentazione dell’iniziativa di Iris, svoltasi stamane al caffè Cova di Milano – luogo evocativo, un tempo ritrovo dei patrioti risorgimentali meneghini – è stato il Direttore Generale dei palinsesti Mediaset, , a spiegare le motivazioni della scelta di dedicare una rassegna allo specifico periodo storico.

Abbiamo usato il pretesto delle Cinque Giornate e dell’anniversario, preferendo i moti del ‘48 ad altre ricorrenze già approfondite da tutti. Il Risorgimento è una sfida divertente anche rispetto a quello che sta succedendo in Italia in questo periodo

ha affermato Paolini, riferendosi all’immagine dell’Italia post-elettorale frammentata. A sottolineare la presenza di spunti d’attualità nelle pellicole selezionate è stato anche Alessandro Banfi: il giornalista, che offrirà un proprio commento a margine di ogni appuntamento, ha accennato in particolare ai temi del Mezzogiorno e del trasformismo politico, arte senza tempo.

Non ci aspettiamo grandi risultati d’ascolto, ma la vita di una rete oltre che dagli ascolti è fatta anche dal profilo del pubblico e dalla percezione che il pubblico ha di quella rete. Inserire nella programmazione normale un ciclo di questo genere permette di aumentare tale percezione

ha chiosato Paolini, spiegando ai cronisti la ratio della maratona risorgimentale di Iris.

Iris, La lunga Primavera – film in prima serata

Domenica 18 marzo - Il Marchese del Grillo, di Mario Monicelli con Alberto Sordi, Cochi Ponzoni, Flavio Bucci e Paolo Stoppa. Film del 1981 (Miglior regia al Festival di Berlino e due David di Donatello), ha la colonna sonora di Nicola Piovani.

Lunedì 19 - Nell’anno del Signore. Film del 1969, scritto e diretto da Luigi Magni. David di Donatello per il Migliore attore protagonista, vede nel cast Nino Manfredi, Enrico Maria Salerno, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Claudia Cardinale, Britt Ekland.

Martedì 20 - Le cinque giornate. Film di Dario Argento. Girato nel 1973 vede protagonista Adriano Celentano nei panni del popolano Cainazzo e comprende una galleria di personaggi coinvolti nei giorni dell’insurrezione milanese contro gli austriaci.

Mercoledì 21 - I viceré. Film del 2007 diretto da Roberto Faenza è dedicato al Risorgimento meridionale. Ha ricevuto quattro David di Donatello, due Globi d’Oro, due Nastri d’Argento. Nel cast Alessandro Preziosi, Lando Buzzanca, Cristiana Capotondi, Guido Caprino, Tea Falco, Lucia Bosè.

Giovedì 22 - Senso. Di Luchino Visconti, anno 1954, vede protagonisti Farley Granger e Alida Valli. Colpito dalla censura, provocò un’accesa discussione nell’ambiente cinematografico dell’epoca.

Iris, La lunga Primavera – film in seconda serata

Domenica 18 marzo - Il Conte di Sant’Elmo. Diretto da Guido Brignone nel 1950, con protagonisti Massimo Serato, Tino Buazzelli, Carlo Croccolo e Anna Maria Ferrero.

Lunedì 19 - Viva l’Italia! La spedizione dei Mille di Garibaldi raccontata in bianco e nero da Roberto Rossellini (1961). Il film offre una rara e preziosa ricostruzione della leggendaria impresa.

Martedì 20 - In nome del Papa Re. Girato da Luigi Magni nel 1977, con tre David di Donatello e tre Nastri d’Argento. Protagonista Nino Manfredi. Storia dell’ultima condanna a morte decretata dal Vaticano nel 1867.

Mercoledì 21 - Bronte: cronaca di un massacro. Film del 1971 diretto da Florestano Vancini, racconta i fatti che portarono alla morte 16 persone, tra notabili borbonici e rivoltosi.

Giovedì 22 - Mio padre monsignore. Commedia del 1971 diretta da Antonio Racioppi. Nel cast, Giuliano Giannini, Lino Capolicchio, Gastone Moschin e Minnie Minoprio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


non-abbiate-paura-
Iris celebra il 1978, l’anno dei tre Papi


Lino Banfi, Enrico Tamburini
C’era una volta in Puglia: su Iris le più celebri pellicole di Lino Banfi introdotte e commentate dall’attore pugliese


A Wong Foo - Grazie di tutto @ Davide Maggio .it
IRIS ARCOBALENO: SUL DTT MEDIASET UNA RASSEGNA DI OPERE DEDICATE AL MONDO GAY e LESBICO


Moana Pozzi
Moana Pozzi, a 25 anni dalla scomparsa Iris dedica un’intera serata alla celebre attrice

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.