25
febbraio

Cucine da Incubo 6: Antonino Canavacciuolo riparte da Roma con il ristorante Er Barone. Ecco com’è oggi

Cucine Da Incubo 6 - Antonino Cannavacciuolo e Romano e Er Barone

Cucine Da Incubo 6 - Antonino Cannavacciuolo e Romano de Er Barone

Ad Antonino Cannavacciuolo il MasterChef di Sky non basta, così questa sera torna alle 21.25 sul Nove con una nuova edizione di Cucine da Incubo. Sei puntate che seguiranno lo schema di quelle precedenti ma che potranno contare su una novità: le missioni dello chef cercheranno di avere anche una valenza sociale, toccando i luoghi distrutti dal terremoto e coinvolgendo aiutanti speciali, che porteranno in video anche la loro storia. Tra le località coinvolte Genova, la provincia di Lucca, quella di Chieti, di Oristano, le Marche e per iniziare Roma, dove si trova il ristorante Er Barone.

Cucine da Incubo 6: Er Barone

Il ristorante Er Barone è gestito da Romano, definito da tutti “il gigante buono”. Romano ha rilevato questo locale circa due anni fa e, nonostante non avesse esperienze nel campo della ristorazione, ha deciso di intraprendere questa avventura che, però, non si è rivelata delle più rosee. Un po’ per inesperienza, un po’ per il suo carattere esuberante, focoso e colorito, in cucina i fuochi d’artificio sono sempre all’ordine del giorno: basta anche solo una comanda per mandare in ansia Romano, che comincia a imprecare e urlare dietro a tutti. Le sue vittime preferite sono la moglie Lorella, figura jolly del ristorante (per un periodo è stata anche in cucina con Romano) e tutti i cuochi e aiuto cuochi che si sono avvicendati in questi due anni. Romano sa che la poca organizzazione, la scarsa esperienza di tutto lo staff e il panico che regna sovrano in cucina hanno reso la situazione particolarmente difficile e per questo ha deciso di chiedere aiuto a Chef Cannavacciuolo. E in suo aiuto arriverà anche Antonio Ciotola, uno chef che qualche anno fa ha perso la vista ma che, grazie alla sua determinazione e a una positività fuori dal comune, ha in brevissimo tempo ripreso in mano la sua vita, la sua professione e il suo ristorante, sviluppando nuove sensibilità e imparando a destreggiarsi dietro ai fornelli anche meglio di prima. La sua sarà una grandissima lezione, non solo di organizzazione ma anche di vita.

Er Barone dopo l’avvento di Cucine da Incubo

Abbiamo analizzato per voi la situazione ed i feedback del ristorante in questione sia prima che dopo l’avvento di Cucine da Incubo, per scoprire che Romano, il proprietario, ha una personalità fortissima che influenza quella del locale, e prima dell’arrivo di Cannavacciuolo risultavano sia clienti soddisfatti e divertiti dal suo modo ruspante di procedere sia altri che invece non lo amavano particolarmente. In passato, per esempio, venivano lasciati su TripAdvisor i seguenti commenti.

“Sono stato a cena, ambiente alla buona, arredato in modo non troppo logico… cibo non male, nella media” (Francesco Paolo D, 5 novembre 2016)

“Visita con tutta la famiglia Pizza buona, antipasti discreti, pasta alla matriciana e carbonara da dimenticare. La location molto ma molto alla buona. Il conto non so ero ospite anche perché io non l’avrei ma scelto” (Ferrara 12, 3 dicembre 2016)

“Eccezionale, cordialita’ appena arrivi ti accogliera’ un omone grosso ma di una simpatia e ospitalita’unica, servizio alla perfezione portate abbondanti e con quel gusto genuino come se si cucinasse a casa” (giuppycat, 10 novembre 2017)

“Non credo mai in vita mia di aver mangiato peggio di così. L’unica cosa mangiabile è stata la focaccia” (Massimilianod, 29 dicembre 2017)

La trasformazione ad opera del programma c’è stata solo a fine gennaio, con riapertura il giorno 26. Dunque per il momento i riscontri da analizzare non sono tanti, ma lasciano ben sperare.

“Le pietanze non sono niente male. Alcune meglio altre meno. Direi da osteria ‘da battaglia’ (ma in senso positivo): tutta cucina espressa e casereccia. Purtroppo ci siamo trovati in una serata non proprio felice per la cucina (forse non proprio tarata per così tanti ospiti) ed il servizio è stato decisamente lento. Molto simpatica e brava la cameriera che ha saputo sopperire con grazia al disagio. Il prezzo mi è sembrato un po alto, ma il Barone (un bel personaggio verace) ha applicato uno sconto, neanche trascurabile. Complimenti, è stata una mossa davvero intelligente per riprendere punti dopo le mancanze di cui ho detto. Infine debbo precisare, per onesta, che uno dei miei commensali è assiduo frequentatore del locale e anche lui mi ha confermato che, di norma, si mangia molto meglio ed in tempi assai più rapidi. Quindi, caro Barone, ritornerò…” (DiegoGemmaZara, 5 febbraio 2017, TripAdvisor)

“Siamo stati a cena in questa trattoria/pizzeria in zona Bravetta subito dopo la risistemazione. L’ambiente non è molto grande, discretamente arredato ed a gestione familiare. Il menù è un po’ limitato, ma i piatti sono discreti. Con la bella stagione è possibile mangiare all’aperto. Consigliata la prenotazione” (Massimo V, una settimana fa, TripAdvisor)

“Accogliente e si mangia bene provato più di una volta con i compleanni e detto anche da altre persone” (Antonella Brunetti, 30 gennaio 2018, Facebook)



Articoli che potrebbero interessarti


Cucine da Incubo 6 - Terra Nostra prima 3
Cucine da Incubo 6: la nuova stagione si chiude in Terra Nostra. Ecco com’è oggi il ristorante


Cucine da Incubo 6 - Il Ritrovo del Gusto con chef Silvano
Cucine da Incubo 6: protagonista Il Ritrovo del Gusto con chef Silvano. Ecco com’è oggi il ristorante


Cucine da Incubo 6 - Il Vecchio Molino
Cucine da Incubo 6: Il Vecchio Molino ha resistito al terremoto. Ecco com’è oggi il ristorante


Cucine da Incubo 6 - Da Odilio
Cucine da Incubo 6: stasera tutti «Da Odilio». Ecco com’è oggi il ristorante

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.