27
giugno

BOOM! Colorado: Paolo Ruffini torna alla conduzione

Paolo Ruffini

A volte ritornano. Anche se, forse, era come se non se ne fossero mai andati. Tra le novità che caratterizzeranno i palinsesti autunnali 2017 di Mediaset c’è anche il ritorno di Paolo Ruffini a Colorado. Sì: dopo due anni di assenza, l’attore livornese sarà di nuovo alla guida del confermatissimo programma comico in onda in prima serata su Italia1. Prenderà quindi il posto di Luca e Paolo, ormai volti Rai.

A partire dalla stagione autunnale ormai (televisivamente) prossima, la rete diretta da Laura Casarotto accoglierà di nuovo Paolo Ruffini nel ruolo che più gli ha dato soddisfazioni negli ultimi anni: quello di conduttore di Colorado. L’attore sarà così alla guida della banda di comici (anch’essi tra novità e conferme) che animeranno la nuova edizione della storica trasmissione ideata da Diego Abatantuono.

Ruffini aveva condotto Colorado dal 2011 al 2013 e poi di nuovo nel 2015, in coppia con Diana Del Bufalo. Le due più recenti edizioni del programma, invece, erano state guidate da Luca e Paolo, che ora hanno lasciato Mediaset e sono passati al servizio pubblico. Come DavideMaggio.it vi ha svelato in anteprima, infatti, i due comici dalla prossima stagione saranno su Rai2 alla conduzione di Quelli che il Calcio e protagonisti della sitcom Camera Cafè.

La conduzione di Colorado, rimasta orfana di Bizzarri e Kessisoglu, è stata così assegnata di nuovo all’attore livornese che già in passato l’aveva retta con successo e che nel frattempo ha condotto su La7 Eccezionale Veramente, talent per comici.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


nadia toffa palinsesti
PALINSESTI GENNAIO-MARZO 2015, ITALIA 1 E RETE 4: NADIA TOFFA CONDUCE CENTOVENTI, PAOLO RUFFINI TORNA A COLORADO


Mediaset Night 2011 Red Carpet - Piero Chiambretti e compagna
ITALIA 1, AUTUNNO 2011: CHIAMBRETTI MUZIK SHOW, LE IENE, COLORADO, MISTERO, IL CUBO. POI ALE&FRANZ E COSI’ FAN TUTTE. NEL POMERIGGIO CHUCK E GLEE


Piero Chiambretti e Belen Rodriguez - Italia Uno Autunno 2011 Palinsesto
ITALIA 1, AUTUNNO 2011: COLORADO CON BELEN E RUFFINI, MISTERO SENZA DEGAN E CHIAMBRETTI IN PRIME TIME


MARIA DE FILIPPI_1
Palinsesti Mediaset, primavera 2017: raddoppiano House Party, Selfie e Bring The Noise

5 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

27 giugno 2017 alle 08:42

“Colorado” è l’unico show comico rimasto di Mediaset, vero ?



2. xxxxx ha scritto:

27 giugno 2017 alle 13:28

aleimpe: si, e speriamo che chiuda alla svelta.



3. xxxxx ha scritto:

27 giugno 2017 alle 13:33

Ad ogni modo, non capisco perché il ritorno di Ruffini sia accolto con così tanto ottimismo: il vero problema di questo programma sono i comici e gli autori che li costringono in sketch infantili e di bassa lega (l’edizione del 2015 condotta da lui, infatti, floppò, tanto per dire…). Se vogliono proprio mantenere in vita questo programma, le strade sono due:
-far tornare Cesare Vodani come capoprogetto (che sapeva come valorizzare i comici e gestire il programma);
-ridurre al minimo l’intervento autorale, sfoltire il cast dei comici e lasciarli più liberi di dire e fare ciò che vogliono.

PS: Io, onestamente, preferivo Abatantuono, Savino e Braida, ma tant’è..



4. mugnezz ha scritto:

28 giugno 2017 alle 00:00

vogliono chiuderlo e questa l’unica soluzione che mi sono dato . no perchè ruffini alla conduzione non ha proprio senso



5. Sergio ha scritto:

28 giugno 2017 alle 12:09

Ma ancora mandano in onda Colorado? Ormai nessuno più guarda sia Colorado che Made in Sud (l’ultima edizione è stata un flop ma non per colpa di D’Alessio) perché i comici sono sempre gli stessi che fanno battute banali e tormentoni e noi telespettatori dopo anni ed anni ci siamo stufati di vedere sempre le stesse cose, visto che intanto i comici sono diventati ultra 40enni e sono ridicoli dicendo sempre le stesse battute terra terra. Addirittura per la mancanza di fantasia, ma sicuramente anche per continuare ad essere chiamato ai matrimoni e comunioni, c’è chi ha continuato a dire lo stesso tormentone imitando una persona che è morta, cioè il Boss delle cerimonie. Mancanza di rispetto per tutti i morti e non ha fatto ridere nessuno! Meglio chiudere tutto e fare un nuovo programma con pochi comici ma veramente bravi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.