1
febbraio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (23-29/01/2017). PROMOSSI PROIETTI E IL COLLEGIO, BOCCIATI GLI INDIGNATI PER SANREMO

Gigi Proietti

Promossi

9 a Gigi Proietti. L’illustre curriculum non rendeva certo scontato l’esito di Cavalli di Battaglia. E, invece, l’attore capitolino alle prese a 76 anni per la prima volta con uno show tutto suo riesce perfettamente a centrare l’obiettivo confermandosi un personaggio amatissimo, capace di richiamare come pochi altri pubblico (chi si dimentica del resto de Il Maresciallo Rocca che ancora oggi su Rai Premium dà filo da torcere alle altre emittenti?).

8 a Quattro Ristoranti. Da un lato c’è un meccanismo competitivo consolidato, dall’altro un curioso viaggio enogastronomico nel Belpaese, nel mezzo il “tocco dello chef” Alessandro Borghese. Il format funziona senza grande battage pubblicitario sia su Sky Uno -con picchi di oltre 500 mila spettatori e costi non paragonabili a quelli di colleghi di palinsesto- sia in replica su Tv8 nel complicato preserale.

7 a Il Collegio. Ilaria Dallatana ha rischiato con un programma diverso dai canonici ed è riuscita ad ottenere risultati più che discreti, soprattutto se rapportati alla tipologia di pubblico che si è appassionata alle vicende dei giovani, trasportati indietro nel tempo. Certo, il programma non è stato perfetto e, soprattutto, sapeva di ‘recitato’, cosa che ha inevitabilmente tolto genuinità al tutto.

6 a Sono Innocente. Il tentativo di Rai3 di puntare i riflettori su storie delicate, dalle molteplici sfumature sociali, è apprezzabile e ben confezionato. Peccato per gli ascolti ridotti ai minimi termini a causa di una collocazione troppo ambiziosa.

Bocciati

5 all’eccessivo polverone mediatico sull’assenza di Beppe Vessicchio a Sanremo che addirittura lo porterà al Festival nella serata di venerdì. Dicasi sopravvalutazione del web.

4 a Italia. Michele Santoro incassa un nuovo flop e tenta di fare di Beppe Grillo il “nuovo nemico”. Ma il comico ligure non è Berlusconi.

3 al caos ‘figlie di’ a Sanremo 2017. Dopo alcuni indizi rilasciati da Conti qualche settimana fa, Chi rilancia la presenza sul palco di quattro donzelle dal cognome blasonato, Giancarlo Leone smentisce ma una ‘figlia di’ (Annabelle Belmondo) ribadisce che ci sarà. Bah.

2 alle dirette web di Stefania Nobile e Wanna Marchi Il problema è che per com’è andata la vicenda paradossalmente le due ex televenditrici non hanno tutti i torti. Colpa di Magnolia e Mediaset.

1 agli indignati che hanno riempito di insulti la pagina Facebook di Carlo Conti. Populismo all’ennesima potenza, tanto più perchè parliamo del programma televisivo più seguito e importante della tv italiana -che porta entrate pubblicitarie notevoli- e di un conduttore che viene da due anni di successi.



Articoli che potrebbero interessarti


Sanremo, conduttori e Francesco Gabbani -iwan651
Le Pagelle del Festival di Sanremo 2017. Promossi Mannoia e Gabbani, bocciati DavideMaggio.it e la Sala Stampa


This is us
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (16-22/01/2017). PROMOSSI THIS IS US E MUSIC, BOCCIATI I PROMO DI SANREMO


de filippi conti sanremo
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (9-15/01/2017). PROMOSSO IL ‘COLPACCIO MARIANO’ DI CARLO CONTI, BOCCIATO IL BELLO DELLE DONNE


Belen a domenica iN
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (11-17/04/2016). PROMOSSI GIGI PROIETTI E MARCO CARTA, BOCCIATE CORTELLESI E BETTARINI

8 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 14:51

Condivido il voto per Gigi Proietti. Sebbene non mi sia simpatico per niente, non mi abbia mai fatto ridere e non appena lo vedo in Tv cambio subito canale, gli ascolti parlano dalla sua parte. Onore a lui, nonostante tutto. Condivido anche il giudizio su Santoro, per il resto:

0 (zero) a Striscia La Notizia: per pompare lo share, rilancia il video della contro-Isola delle Marchi come evento della puntata di martedì 31 Gennaio, dopo aver avviato una campagna contro la partecipazione delle stesse all’Isola. Dicesi coerenza..

0 (zero) ai vertici Mediaset: hanno cannato per la seconda volta (su tre) la partenza del reality di punta della stagione (l’Isola).

0 (zero) al ballerino dello spot Tv di una nota compagnia telefonica: a vederlo viene da chiedersi: ma che “…bip !” ha da ballare questo in quella maniera? Viene voglia di usarlo come bersaglio mobile per un tiro a segno per quanto è irritante!

8 al dottor Lemme: lo spazio a lui dedicato a Domenica Live è stato allungato ad un’ora intera (dalle 17 alle 18), con l’inserzione di ben tre blocchi pubblicitari (inizialmente durava 45 minuti senza interruzioni pubblicitarie). Una macchina da soldi per Mediaset a costo zero.



2. xxxxx ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 15:57

Io avrei dato zero anche agli indignati per l’Isola: ma vi rendete conto che c’è gente che pensa che l’Isola manchi di rispetto alle vittime dei terremoti??? Ma siamo seri???
Per il resto, in linea di massima concordo.



3. enzo ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 17:11

Oggi finisce il mio rapporto con il vostro blog. E’ allucinante la vostra poca sensibilità nei confronti dei terremotati del centro Italia. In Abruzzo siamo abbandonati dallo stato e da tutti gli enti dal sisma del 2009!!! E nessuno ne parla, sembra che non facciamo parte dell’Italia se non per pagare le tasse e votare.
Lo zero dato agli “indignati” e’ di una bassezza unica. Il caro Carlo Conti visto che dovrà lavorare con cosi tanta fatica da percepire tutta quella montagna di soldi potrebbe mostrare all’interno del suo festival queste realtà dimenticate da Dio e dagli uomini … Questo e’ servizio pubblico e questo e’ ricevere giustamente tutti quei soldi che , in un momento come questo sono uno schiaffo e una violenza nei confronti degli abruzzesi. La De Filippi non percepisce un euro , ma credo possa vivere lo stesso. Poi al commento di xxxxxx vorrei invitarlo a venire in Abruzzo, nella provincia di Teramo e jn quella dell’aquila a viverci un paio di mesi e poi vediamo se “siamo seri?!?”.
Io seguo l’isola e mi faccio delle grosse risate quanto i vip si lamentano del nulla … Quando qui ce gente che non può rientrare nella sua casa ,aggiustata o costruita con la il sudore dal 2009!!!!! E dei commercianti che sono stato costretti a chiudere per uno stato fantasma. Io mi faccio una risata e ci passo avanti .. Ma ce chi ha una sensibilità diversa a cui questo ,GIUSTAMENTE, da fastidio. Quella sensibilità che qui sicuramente e’ mancata.
P.s. So che all’90% questo commento non sarà pubblicato perché noi non abbiamo neanche più il diritto di parola un questo stato.



4. tinina ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 18:31

Redazione

Stefania Marchi e Wanna Nobile? Ma non sarà il contrario?



5. Mattia Buonocore ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 19:21

@enzo ma perchè allora solo i cachet di Conti? Credo che poi l’intrattenimento televisivo svolga anche una funzione importante di compagnia e sostegno alle persone in momenti di difficoltà (certo non come dei soldi o un tetto sulla testa). Per legge le risorse del canone non possono essere impiegate diversamente e inoltre Sanremo si mantiene con la pubblicità. Bisognerebbe indignarsi con le istituzioni che trascurano l’Abruzzo, non puntare il dito contro un conduttore che guadagna tanto quanto chiunque nel mondo fa questo mestiere.



6. xxxxx ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 19:28

enzo: a garantire la sicurezza dei cittadini, e a dare fondi per rifondere i danni, dovrebbe essere lo Stato, non una azienda privata (Magnolia) che produce un reality per una televisione privata (Mediaset).
Si ricordi, che se le popolazioni del centro Italia sono in queste condizioni, è per colpa dello Stato e delle imprese edilizie, che non hanno garantito la sicurezza dei cittadini e che non fanno nulla per riparare ai danni, non certo per colpa della produzione dell’Isola.
In Giappone, quando ci fu quel terremoto che causò l’incidente nucleare, alcuni politici si sono decurtati lo stipendio e hanno destinato dei fondi per la riparazione dei danni, i quali, infatti, sono stati riparati in tempi relativamente brevi e a modo (qualche mese fa sempre in Giappone ci fu una scossa superiore al grado 6 di magnitudo e non ci sono stati danni gravi!). Solo qui i politici preferiscono fare prestiti miliardari alle banche piuttosto che aiutare i terremotati…
E in tutto ciò, mi dispiace dirlo, ma Mediaset e Magnolia non contano nulla.



7. Nina ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 19:31

Bellissima “il comico ligure non è Berlusconi”. Davvero magnifica.



8. BohBeh ha scritto:

1 febbraio 2017 alle 23:29

“tuoni fulmini e saette” ed ecco che abbiamo già le vincitrici dell’isola. curriculum criminale a parte.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.