10
gennaio

DISCHI PIU’ VENDUTI DEL 2016: SVETTANO MINA E CELENTANO, ALESSANDRA AMOROSO E’ L’UNICA EX TALENT IN TOP TEN. FLOP SANREMO

Alessandra Amoroso

Come ad ogni inizio di anno, arrivano puntuali le classifiche diffuse dalla Fimi relative ai dischi più venduti in Italia nei 365 giorni appena trascorsi. Classifiche che, nel 2016 a sorpresa, non sono state colonizzate dagli artisti provenienti dai talent e relativi coach o giudici (clicca qui per l’invasione del 2015). E’ infatti Alessandra Amoroso l’unica artista nata in tv ad avere il suo disco in top ten (posizione numero cinque). A trionfare invece è stata la coppia Mina-Celentano, balzata in cima alle vendite nonostante Le migliori sia stato pubblicato soltanto da qualche settimana. Ecco qualche curiosità sulla top 100.

Una top five tutta italiana, innanzitutto. Mina e Celentano trionfano, è il loro l’album più venduto del 2016. A seguire ecco un altro disco uscito nella seconda parte dell’anno (Il Mestiere della vita, di Tiziano Ferro) e, in terza posizione, Made in Italy di Ligabue. Appena giù dal podio ci sono Vasco Rossi con Vascononstop e poi, appunto, Vivere a colori di Alessandra Amoroso, che già nei primi sei mesi dell’anno era stato tra i dischi più acquistati. Nell’ordine, a seguire e a completare la top ten, Laura Pausini con il suo album natalizio, i Modà, i Coldplay, Zucchero e Benji e Fede.

Per trovare un altro artista proveniente dal mondo dei talent, bisogna scendere fino alla posizione 14 dove si posiziona Marco Mengoni: il suo Le Cose che non ho (pubblicato a dicembre 2015) fa coppia con Mengoni Live che si trova subito dopo, alle posizione 15. Seguono, molto vicine tra loro, le due coach di Amici Elisa ed Emma, rispettivamente alle posizioni 21 e 23 e divise soltanto dai ragazzi de Il Volo (22). E per restare in tema Amici, vincitore in carica e seconda classificata sono appena dopo. Sergio Sylvestre con il suo Big Boy è al 25esimo posto (andò molto meglio ai The Kolors l’anno precedente), mentre Elodie è al 33esimo.

Sul fronte Sanremo, il 2016 non è stato certo un anno da ricordare, almeno per quanto riguarda le vendite. La posizione più alta occupata da un artista reduce dall’ultimo Festival della Canzone Italiana è addirittura la 47 (c’è Alessio Bernabei, con Noi siamo infinito), mentre i vincitori in carica, gli Stadio, devono accontentarsi della 61esima posizione. E’ andata poco meglio alla seconda classificata Francesca Michielin che, con l’Eurovision alle spalle, posiziona il suo Di20 al numero 55. Prima, nella rispettiva sezione, la compilation sanremese.

Le rilevazioni sono state effettuate dal primo gennaio al 29 dicembre 2016 su un campione di 3.500 punti vendita.

Per quanto riguarda i singoli a vincere è Sia, ma la top five strizza l’occhio a X Factor. Ai giudici, nel dettaglio. Cheap Thrills è stato il brano più acquistato nel 2016, al secondo posto c’è Faded di Alan Walker poi Sofia di Alvaro Solver. Al quarto posto Hymn for the weekend dei Coldplay e ancora, al quinto Vorrei ma non posto di JAx e Fedez. Assente dalla top ten (è soltanto undicesimo) il tormentone di Rovazzi Andiamo a comandare.



Articoli che potrebbero interessarti


ALESSANDRA AMOROSO-GASTEL152144
ALBUM PIU’ VENDUTI NELLA PRIMA META’ DEL 2016: TRIONFA ALESSANDRA AMOROSO. I SANREMESI ASSENTI DALLA TOP20


DM_live 29 Marzo 2011
DM LIVE24: 29 MARZO 2011. LIGABUE, RENATO ZERO E VASCO ROSSI… DI DIAMANTE!


DM Live 24 23 Ottobre2010
DM LIVE24: 23/10/2010. GIORNATA DI GAFFE: AL TG1 L’ALBUM DI LIGABUE ‘ARRIVEDERCI MOSTRO’ DIVENTA ‘ARRIVEDERCI FRANZONI’


DM Live 24 16 Ottobre2010
DM LIVE24: 16/10/2010. SIGNORE E SIGNORI…NI!

2 Commenti dei lettori »

1. Fabrizio ha scritto:

10 gennaio 2017 alle 14:54

Che Sanremo facesse bene solo alla tv si sapeva da tempo.
E’ solo un appetibile prodotto televisivo che fa bene alla Rai e al comune di Sanremo ma, ormai da anni, non porta nulla alla musica.
Quando le case discografiche capiranno che la vetrina non è più una vetrina, allora il problema sarà anche per la Rai. Per ora, intanto che il grasso cola ancora, Carlo Conti da uomo Rai continua a fare del bene alla Rai.
Alla faccia dei cantanti e delle case discografiche.



2. vale ha scritto:

11 gennaio 2017 alle 10:04

Questa classifica non ha nessun valore. La rilevazione di 3500 punti vendita innanzitutto è un numero irrisorio e poi non può rispecchiare il mercato attuale dove la musica si acquista ormai principalmente in digitale e si ascolta in streaming.
Quindi non merita nemmeno di essere analizzata.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.