9
gennaio

MUSIC: LO SHOW DI BONOLIS PER SCOPRIRE SU CANALE 5 GLI IDOLI DEI NOSTRI IDOLI. ECCO OSPITI, BRANI E ANTICIPAZIONI

Paolo Bonolis - Music

Paolo Bonolis - Music

I grandi artisti che hanno cantato le canzoni della nostra vita, hanno a loro volta una canzone della vita?”. È questa la domanda che ha permesso a Music, il nuovo show di Canale 5, in onda mercoledì 11 e 18 gennaio, di vedere la luce. Ad introdurlo così, questa mattina, è stato proprio il padrone di casa, Paolo Bonolis, accompagnato dal direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri e dal direttore artistico Gianmarco Mazzi.

La domanda che abbiamo rivolto è stata trovata affascinante da tutti gli artisti a cui l’abbiamo posta’. Non solo i brani del cuore o scelte dettate da motivi sentimentali. Molti ospiti – come spiega il conduttore – hanno preferito dedicare tributi ad artisti che reputavano straordinari, omaggiandoli e ringraziandoli per l’apporto prettamente tecnico che hanno dato alla loro carriera, al di là dei ricordi personali e delle sensazioni. E aggiunge fiero: “Nessuno è venuto a promuovere niente di nuovo, c’è spazio solo per le emozioni”. Due puntate (più un best of con alcuni inediti) in prima serata che vedranno Paolo Bonolis e Luca Laurenti destreggiarsi tra brani indimenticabili, ospiti internazionali e l’atmosfera da grande show che mancava da un po’ all’ammiraglia Mediaset con l’obiettivo di scoprire quali sono gli idoli dei nostri idoli.

Nella stagione in cui la musica è stata padrona dei palinsesti (non sempre coi risultati sperati), uno dei più apprezzati protagonisti del piccolo schermo non poteva non contribuire, ovviamente alla sua maniera, con uno show che promette di essere davvero imponente già dalla sigla: la prima puntata verrà aperta da John Miles con un brano intitolato – appunto – Music, ma cambierà ogni sera. La seconda sera infatti si omaggerà Ennio Morricone con la versione dei Metallica di The Excstasy Of Gold, impreziosita dalla presenza della prima ballerina del San Carlo di Napoli. Non una gara alla canzone più bella (come precedentemente preventivato quando il programma, in fase embrionale, si chiamava ancora Your Song), ma tre serate di grande musica – due di spettacolo vero e proprio, e una di ‘best of’ che un però ’best of’ non è (“Non è il meglio, è oltre!”, puntualizza Paolo) e inediti momenti backstage – in una festa delle sette note che vedrà sfilare sul palco del Teatro 5 di Cinecittà tantissimi nomi della scena nazionale ed internazionale, musicale e non, che restituiranno delle personali interpretazioni dei brani a cui tengono particolarmente e si lasceranno intervistare dal padrone di casa, che già nei ‘suoi’ Sanremo ha dato prova di saper conversare abilmente con i grandi nomi dello spettacolo.

Music: ecco chi sono e cosa canteranno gli ospiti

Cantanti, musicisti, compositori. Ad arricchire le fila degli ospiti di Music ci pensano nomi che accontenteranno ogni palato ed ogni età: nostalgici degli anni ’80, amanti delle suggestioni di uno strumento, fan della musica pop nazionale e internazionale e anche un occhio al mondo dei giovanissimi. Nella prima puntata ci sarà – oltre a John TravoltaSimon Le Bon che interpreterà un brano dei Python Lee Jackson, In A Broken Dream del 1972, per poi concedersi una lunga chiacchierata col padrone di casa riguardo ‘gli anni d’oro’ in cui le fan assediavano lui e i suoi compagni di band (i Duran Duran, ndr), regalando anche qualche dettaglio piccante. Francesco Renga invece si racconterà in un modo meno ‘tradizionale’: una chiacchierata con Paolo davanti una tazza di latte e dei biscotti. Il motivo? La sua ‘canzone della vita’ è L’Ultima Occasione di Mina, brano che ascoltava da bambino con la madre, mentre quest’ultima cucinava. Ci saranno pure Fedez e J Ax che omaggeranno gli Articolo 31 con una versione di Domani Smetto, e proprio Fedez si renderà protagonista di un momento di dialogo con al centro le differenze generazionali tra ‘analogico’ e ‘digitale’, e una spiegazione del significato del genere rap. Elisa omaggerà Leonard Cohen, recentemente scomparso, con una sua versione dell’indimenticabile Halleluja, mentre i The Kolors tributeranno un omaggio ai Pink Floyd, regalando la loro personale Money, e duetteranno con Nek sulle note di My Sharona. Un momento molto intenso sarà regalato da Ezio Bosso, per la prima volta in televisione dopo il successo travolgente dello scorso Sanremo, che interpreterà al pianoforte un pezzo e si concederà un’intervista con Bonolis, non senza momenti di sorriso: – “È d’accordo con chi definisce classica la sua musica?” – “Non sono d’accordo con chi la definisce ‘mia’! La musica non è di nessuno!’. Morgan intratterrà il pubblico mettendo a disposizione la sua grande conoscenza delle sette note con una vera e proprio ‘lezione’ di musica: il ruolo del ritornello nella canzone, a partire dal repertorio di David Bowie, mentre dall’altra parte Manuel Agnelli racconterà un episodio della sua carriera con gli Afterhours: dopo aver interpretato The Long And Winded Road dei Beatles svelerà i dettagli di uno stage diving finito con un imprevisto decisamente hot. Sempre la prima serata vedrà protagonisti Enzo Evitabile assieme a Marcus Miller.

Nella seconda puntata (e nel best of) invece potremmo godere di un brano di Stevie Wonder reinterpretato da Dolcenera, Piero Pelù e della sua versione punk de Il Pescatore di De Andrè e di una Paranoid (brano dei Black Sabbath) che promette di essere molto… particolare! “È esploso il teatro, abbiamo dovuto salvare una signora anziana che sennò la perdevamo’, ironizza Bonolis. Loredana Bertè invece regalerà A Chi in una versione inglese, mentre Benji e Fede si renderanno protagonisti di un mash up di Ed Sheeran e Cesare Cremonini, uno a testa, uniti sul palco. Ospite internazionale della seconda serata sarà Anastacia, che delizierà i telespettatori con I Don’t Wanna Miss A Thing degli Aerosmith. Non ci saranno artisti in promozione – come precisato spesso da autori e direttori artistici – eccezion fatta per Antonello Venditti, che sarà l’unico a presentare un proprio brano, ma arricchendolo di un racconto inedito, e parliamo di Alta Marea.

Music, gli ospiti cinematografici: John Travolta e Gerard Depardieu

A dividere la scena nella prima puntata con Bonolis e Laurenti ci sarà John Travolta: ‘Gianni Morandi in una partita m’è entrato nel ginocchio e non posso più ballare come una volta, lo vuoi fare te? È arrivato il fenomeno!’, è con queste parole che Bonolis ha introdotto l’attore americano che irrompe nel Teatro Cinque, rendendosi protagonista di un divertente siparietto sulle note di Staying Alive.

Icona del cinema statunitense, ha emozionato generazioni con le sue interpretazioni in pellicole come La Febbre Del Sabato Sera e Pulp Fiction. Non limiterà la sua presenza ad un’ospitata, ma si cimenterà in una sorta di co-conduzione. ‘Non me fa’ cantà!’ avrebbe chiesto l’attore (esternazione decisamente parafrasata da Bonolis!), e infatti si renderà protagonista di un momento amarcord con una emozionantissima Lorella Cuccarini. Cosa hanno in comune i due? Il primo è l’indimenticato Danny Zuko del cinema, la seconda è stata Sandy per tantissimi anni con la trasposizione teatrale italiana di Grease. I due torneranno nei panni dei due personaggi e interpreteranno una scena dell’iconico film degli anni ’80.

Inoltre anche Gerard Depardieu prenderà parte allo show: oltre ad intonare Nathalie di Gilbert Bécaud, spiegherà cos’è per lui la musica francese.

Music: lo studio e la produzione

Lo show è stato registrato nel Teatro 5 di Cinecittà, il leggendario teatro di posa nel cinema di Federico Fellini che recentemente ha ospitato anche NemicAmatissima, show di Rai 1 con Lorella Cuccarini e Heather Parisi, prodotto dalla stessa Arcobaleno Tre di Lucio Presta che ha realizzato Music. Per l’occasione Gaetano e Chiara Castelli lo hanno trasformato in un’arena da 2.300 metri quadrati, in grado di ospitare 1300 persone e animata da 1.400 led e punti luce. L’orchestra conterà bel 64 elementi capitanati dal Maestro Diego Basso, e il corpo di ballo sarà diretto da Marco Garofalo, già coreografo di Ciao Darwin e di alcune edizioni di Amici, talent che ha sfornato alcuni dei nomi che animeranno il palco con i loro passi, come Vito Conversano, Naomi Mele e Gabriele Esposito. Alla scrittura i cosiddetti ‘pervertiti di musica’ (definizione simpaticamente affiliatagli da Paolo proprio per la loro conoscenza) e affezionatissimi del conduttore: Marco Salvati, Sergio Rubino, Federico Moccia e Barbara De Simone. La produzione dello show – ideato dallo stesso Bonolis insieme a Gianmarco Mazzi, già direttore artistico dei due Sanremo del conduttore romano – è affidata alla già citata Arcobaleno Tre in collaborazione con SDL 2005 (di Sonia Bruganelli, moglie di Bonolis). La regia è a cura di Roberto Cenci.

L’appuntamento con Music è per mercoledì 11 e 18 gennaio, in prima serata, su Canale 5. Il best of, il mercoledì successivo, 25 gennaio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Chi ha incastrato Peter Pan?
Chi ha incastrato Peter Pan?: Ambra, Donnarumma e Morandi ospiti della prima puntata


Maria De Filippi ed Emma (2)
CAVALLI DI BATTAGLIA VS C’E’ POSTA PER TE: RIUSCIRA’ L’AGGANCIO A GIGI PROIETTI?


John Travolta e Paolo Bonolis - Music
MUSIC: BONOLIS MATTATORE IN UN SENSO DELLA VITA DELLE SETTE NOTE


Paolo Bonolis
PAOLO BONOLIS A DM: “A MUSIC, ABBIAMO PRATICATO UN ESORCISMO CON JOHN TRAVOLTA”

4 Commenti dei lettori »

1. xxxxx ha scritto:

9 gennaio 2017 alle 17:04

Bonolis è molto bravo a fare interviste, e in Scherzi a parte abbiamo avuto modo di vedere che riesce a piazzare gag comiche anche durante le stesse, quindi il programma non dovrebbe essere noioso.

Mi interessano molto gli interventi di Bosso e Morgan.



2. Mariele ha scritto:

9 gennaio 2017 alle 18:13

Il titolo giusto del brano dei Beatles interpretato da Agnelli è “The long and windING road” 😉



3. kalinda ha scritto:

9 gennaio 2017 alle 21:44

flop in vista



4. Monica ha scritto:

9 gennaio 2017 alle 22:27

ma Noemi? quando ci sarà e cosa canterà? grazie.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.