6
maggio

ASCOLTI TV | GIOVEDI 5 MAGGIO 2016. NON DIRLO AL MIO CAPO CALA MA VINCE CON IL 23.37%, IL SEGRETO AL 16.04%

Non dirlo al mio capo - Lino Guanciale

Ascolti Tv di ieri – giovedì 5 maggio 2016 – Prime Time

Su Rai1 la fiction Non dirlo al mio capo ha conquistato 5.507.000 spettatori pari al 23.37% di share. Su Canale 5 Il Segreto ha raccolto davanti al video 3.805.000 spettatori pari al 16.04% di share. Su Rai2 Virus ha registrato 1.033.000 spettatori con uno share del 4.60%. Su Italia 1 La Iene Show ha intrattenuto 1.895.000 spettatori (9.94%). Su Rai3 Jimmy Bobo – Bullet to the Head ha raccolto davanti al video 885.000 spettatori pari ad uno share del 3.42%. Su Rete4 The Bourney Ultimatum – Il ritorno dello sciacallo totalizza un a.m. di 1.174.000 spettatori con il 4.94% di share. Su La7 Eccezionale veramente ha intrattenuto 542.000 spettatori (2.63%). Su Rai4 la replica di The Voice ha segnato l’1.95% di share con 398.000 spettatori. Su Rai Movie La maga delle spezie segna il 2.04% con 521.000 spettatori.

Access Prime Time

Striscia batte i pacchi

Su Rai1 l’appuntamento con Affari Tuoi è stato seguito da 4.736.000 spettatori per uno share del 18.86%, mentre su Canale 5 Striscia la notizia registra una media di 5.052.000 spettatori con uno share del 19.81%. Su Rai2 LOL :) ha convinto 1.354.000 spettatori con il 5.19%. Su Italia1 la serie in replica CSI Miami ha registrato 1.279.000 spettatori con il 5.29%. Su Rai3 la soap Un Posto al Sole ha appassionato 1.906.000 spettatori pari al 7.69%. Su Rete4 Dalla Vostra Parte ha radunato 1.052.000 individui all’ascolto (4.33%), mentre su La7 Otto e mezzo ha interessato 1.306.000 spettatori (5.32%).

Preserale

Cala Josephine

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei 6 ha ottenuto un ascolto medio di 2.402.000 spettatori (19.64%) mentre L’Eredità ha giocato con 4.040.000 spettatori (24.44%). Su Canale 5 Caduta Libera – Inizia la Sfida segna 2.288.000 spettatori con il 19.56% di share mentre Caduta Libera ne diverte 3.594.000 con il 22.41%. Su Rai2 NCIS Los Angeles ha raccolto 550.000 spettatori (3.80%) mentre NCIS è stato rivisto da 1.154.000 spettatori (5.81%). Su Italia1 CSI Miami ha totalizzato 652.000 spettatori (3.51%). Su Rai3 #Tretre3 segna 1.029.000 spettatori con il 4.61%. Su Rete 4 Tempesta d’Amore ha fatto sognare un a.m. di 754.000 telespettatori con il 3.67%. Su La7 Josephine, Ange Gardien ha appassionato 244.000 spettatori (share dell’1.86).

Daytime Mattina

Boom di Agorà e Cuore Ribelle

Su Rai1 Il Caffè di Raiuno totalizza un a.m. di 180.000 spettatori pari ad uno share del 10.42%. A seguire Uno Mattina dà il buongiorno a 796.000 telespettatori con il 17.73%. Storie Vere porta a casa una media di 669.000 spettatori con uno share del 17.97%. Su Canale5 Mattino Cinque ha intrattenuto 569.000 spettatori (13.51%) nella prima parte e 438.000 (11.75%) nella seconda; La telefonata di Belpietro segna il 9.44% con 343.000 spettatori. Su Rai 2 i due episodi di Un ciclone in convento sono stati seguiti da 262.000 (4.85%) e 229.000 (5.19%) spettatori. Cronache Animali totalizza una media di 157.000 spettatori e uno share del 4.27%. Su Italia 1 Sailor Moon ottiene un ascolto di 152.000 spettatori pari al 2.67% di share. Su Rai3 Agorà convince 467.000 spettatori pari al 10.33% di share mentre Mi Manda Rai3 è stato visto da 269.000 persone (7.26%). Cuore Ribelle su Rete 4 registra una media di 162.000 spettatori con share del 3.29%. Su La7 Omnibus realizza un a.m. di 89.000 spettatori con il 2.51% nelle News e 167.000 (3.05%) nel Dibattito. A seguire Coffee Break ha informato 187.000 spettatori pari al 5.03%.

Daytime Mezzogiorno

Il daytime dell’Isola su Italia 1 si porta all’8.59%

Su Rai1 A Conti Fatti – La parola a voi intrattiene 610.000 spettatori con il 12.62% di share mentre La Prova del Cuoco registra 1.842.000 spettatori con il 17.16%. Su Canale 5 Forum arriva a 1.250.000 telespettatori con il 17.65%. Su Rai2 I Fatti Vostri è la scelta di 668.000 spettatori con share del 9.55%. Su Italia 1 L’Isola dei Famosi ottiene 1.133.000 spettatori con l’8.59%. Sport Mediaset ha ottenuto 1.074.000 spettatori con il 7.31%. Su Rai3 Elisir totalizza una media di 481.000 spettatori (9.42%). Su Rete4 Un Detective in corsia ha appassionato 387.000 spettatori con il 3.98% mentre La signora in giallo 804.000 (5.60%). Su La7 L’Aria Che Tira interessa 257.000 spettatori con share del 5.50% nella prima parte, e 395.000 spettatori con il 3.67% nella seconda parte denominata ‘Oggi’. Su La5 L’Isola dei Famosi Extended Version ha catturato l’attenzione di 75.000 spettatori pari allo 0.93% di share.

Daytime Pomeriggio

Colors non decolla

Su Rai1 Colors ha giocato con 1.511.000 spettatori con il 10.69%. Torto o ragione? Il Verdetto finale ha appassionato 1.622.000 spettatori con il 14.55% mentre La Vita in Diretta ottiene 1.494.000 telespettatori con il 15.66%. Su Canale5 la soap Beautiful piace a 3.059.000 telespettatori con il 19.89% di share. Una Vita ha convinto 2.855.000 spettatori con il 19.09% di share mentre Uomini e Donne ha coinvolto 2.796.000 spettatori con uno share del 22.50% (2.268.000 e il 21.75% nel finale). L’appuntamento con l’Isola dei Famosi segna il 24.60% con 2.510.000 spettatori. Amici di Maria De Filippi ha tenuto incollati allo schermo 2.516.000 spettatori pari al 25.28% di share Il Segreto è stato visto da 2.804.000 spettatori con il 28.70% di share mentre Pomeriggio Cinque ha fatto compagnia a 1.971.000 spettatori con il 21.39% nella prima parte e 1.690.000 con il 17.80% nella seconda. Infine, Pomeriggio Cinque – L’Isola dei Famosi porta a casa il 15.08% di share con 1.595.000 telespettatori. Su Rai2 Detto Fatto ha condiviso tutorial con 988.000 spettatori con uno share del 7.59% mentre Castle ne ha convinti 641.000 (6.43%) con il primo episodio e 495.000 (5.25%) con il secondo. Su Italia1 I Simpson hanno raccolto 1.235.000 spettatori (8.03%) e Futurama ha divertito 1.102.000 spettatori (7.46%). The Big Bang Theory ha fatto sorridere 929.000 spettatori con uno share del 7.06% mentre Mom ha raccolto 730.000 spettatori con il 6.07%. La serie Due uomini e mezzo è stata seguita da 536.000 spettatori (5.12%). Infine, l’appuntamento con l’Isola dei Famosi raccoglie 371.000 spettatori con il 3.93%. Su Rai3 La Casa nella prateria ha fatto compagnia a 685.000 spettatori (5.89%) mentre Geo è stato visto da 778.000 con il 7.95% di share. Su Rete4 Lo Sportello di Forum è stato seguito da 1.009.000 spettatori con il 7.18%. Su La7 Tagadà ha raccolto 291.000 spettatori con uno share del 2.30%. Su La5 l’appuntamento con l’Isola dei Famosi Extended Version segna 134.000 spettatori con l’1.42%. Su Real Time Amici di Maria De Filippi è stato scelto da .000 spettatori pari al % di share.

Seconda Serata

Un buon 17.09% per Bruno Vespa

Su Rai1 Porta a Porta è stato seguito da 1.395.000 spettatori con il 17.09% di share. Su Canale 5 Coco Avant Chanel ha totalizzato una media di 624.000 spettatori pari ad uno share del 7.98%. Su Rai2 Obiettivo Pianet segna 167.000 spettatori con il 2.98%. Su Rai 3 il Tg3 Linea Notte segna il 4.06% con 323.000 spettatori. Su Italia1 Fronte del palco viene visto da una media di 360.000 ascoltatori con il 7.14% di share. Su Rete 4 L’isola dell’ingiustizia è stato scelto da 337.000 spettatori con il 4.91% di share. Su La5 l’appuntamento con l’Isola dei Famosi Extended Version segna l’1.93% con 241.000 spettatori.

Telegiornali

TG1
Ore 13.30 3.497.000 (23.13%)
Ore 20.00 4.885.000 (23.62%)

TG2
Ore 13.00 2.314.000 (16.99%)
Ore 20.30 1.820.000 (7.93%)

TG3
Ore 14.25 1.579.000 (10.78%)
Ore 19.00 1.435.000 (9.99%)

TG5
Ore 13.00 2.768.000 (20.11%)
Ore 20.00 4.221.000 (20.07%)

STUDIO APERTO
Ore 12.25 1.364.000 (12.79%)
Ore 18.30 280.000 (5.32%) prima parte, 539.000 (3.99%) seconda parte

TG4
Ore 11.30 317.000 (5.96%)
Ore 18.55 406.000 (2.87%)

TGLA7
Ore 13.30 533.000 (3.53%)
Ore 20.00 1.199.000 (5.73%)

Dati auditel per fasce (share %)

RAI 1 18.44 18.27 16.55 15.54 14.41 21.67 20.58 20.95
RAI 2 5.87 4.01 5.28 9.94 6.72 4.53 5.32 4.25
RAI 3 6.34 11.54 9.35 8.49 5.88 7.93 4.67 2.9
RAI SPEC 6.28 7.42 7.88 4.46 6.81 6.07 6.97 5.7
RAI 36.94 41.24 39.05 38.43 33.81 40.2 37.55 33.8

CANALE 5 17.83 17.15 14.05 19.42 23.73 20.27 17.15 12.94
ITALIA 1 6.41 2.06 2.23 7.96 5.18 3.82 6.98 10.22
RETE 4 4.37 2.51 4.34 5.41 4.63 3.31 4.45 4.99
MED SPEC 6.5 9.63 6.88 4.78 6.29 6.59 6.15 7.14
MEDIASET 35.11 31.35 27.49 37.58 39.82 33.99 34.73 35.29

LA7+LA7D 3.68 3.76 5.82 3.62 2.39 3.51 3.96 4.06

SATELLITE 16.89 15.46 20.27 13.85 17.02 16.08 16.84 18.27
TERRESTRI 7.38 8.18 7.37 6.52 6.96 6.23 6.92 8.57
ALTRE RETI 24.27 23.64 27.64 20.38 23.98 22.31 23.77 26.84

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


ascolti tv 15 agosto 2017 l'ambasciata
Ascolti TV | Martedì 15 agosto 2017. Ferragosto fiacco: Rai1 vince con il 9.9% e 1,3 milioni. Champions 8.78%. Tv8 al 5.06% con Robin Hood


Reazione a Catena di Sera
Ascolti TV | Lunedì 14 agosto 2017. Reazione a Catena di Sera 19%, Rai 2 con Voyager (9.65%) meglio di Canale 5 (8.57%)


ascolti lazio juve murgia
Ascolti TV | Domenica 13 agosto 2017. Juventus – Lazio 33.69%


Bolt, ascolti tv 12 agosto 2017
Ascolti TV | Sabato 12 agosto 2017. Vince Sogno e Son Desto (14.62%), Atletica Leggera 11.33%

55 Commenti dei lettori »

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

1. la luna ha scritto:

6 maggio 2016 alle 10:06

cala la fiction di rai 1



2. Ale ha scritto:

6 maggio 2016 alle 10:30

ma la vita in diretta di che parla ultimamente che continua a subire quotidianamente il sorpasso di pomeriggio 5?



3. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 10:41

La fiction di Rai uno tiene bene,nonostante un lieve calo normale,dopo la prima puntata.Il ritmo sembra che stia prendendo più piede,anche se la storia rimane leggera.Il segreto rimane stabile.Ancora bene il preserale di Frizzi che stacca di nuovo Scotti.Chiudono bene le iene,anche se non condivido il riproporre servizi già mandati in onda solo per allungare la puntata.Da togliere il talent per comici che ogni settimana fa sempre meno.curiosa della sfida finale tra Conti e Bonolis,che se non sbaglio,chiude stasera con Darwin..un bacio Lello!



4. Francesco93 ha scritto:

6 maggio 2016 alle 11:48

Buongiorno a tutti. Calo prevedibile della fiction della Incontrada, che a partire dalla prossima settimana dovrebbe stabilizzarsi su un più ragionevole 21-22% rispetto all’exploit della 1°puntata. Il Segreto si mantiene stabile su buoni numeri, a partire da domenica potrebbe guadagnare qualcosa con la trama che si sta facendo più avvincente. Boom di Porta a Porta grazie all’ennesima puntata sulla dieta mediterranea, con mattatore Lemme ormai sdoganato anche su Rai 1. Colors non va e oltretutto non diverte affatto: esperimento fallito, tirare giù la claire…



5. la luna ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:12

sai dirmi gli ascolti della partita su tv8?



6. shayne lewis ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:15

Cioè volete dirmi che Lemme va anche sulla tv di qualità di raiuno??? e dove sono quelli che criticavano la D’Urso che lo ospita ogni domenica??? per il resto il solito con la vid che le prende quotidianamente dalla D’urso a questo punto io due dubbi per il prossimo anno me li farei venire



7. giacomo bartoluccio ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:20

Peccato per Colors che trovo molto gradevole e rilassante. La gente a quell’ora preferisce lo squallido palinsesto di Canale5, fatto di tronisti, soap e telenovele di pessima fattura..



8. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:21

Lewis,infatti per me è inconcepibile che la tv di stato,per abbassarsi a certi livelli per il dio auditel,ospiti truffatori come questo.Mi meraviglio di come Porta a Porta ultimamente si abbassi ad ospitare certi elementi..



9. grilloparlante ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:26

Guardo Non dirlo al mio capo per simpatia verso gli attori che mi piacciono tutti indistintamente e “a prescindere”(Francini strepitosa!) ma siamo proprio sul leggerino leggerino leggerino …. La sceneggiatura copia a man bassa di qua e di là senza vergogna alcuna, a partire dalla mitica seria “La Tata” di cui addirittura hanno ripreso pari pari la sigla animata e l’hanno rifatta IDENTICA senza nemmeno scomodarsi a cambiare un minimo particolare. Per non parlare della storia, praticamente uguale.
Siamo lontani anni luce da una scrittura originale e brillante come quella di “Come fai sbagli” eppure ci sono milioni di spettatori in più, a dimostrazione che: a) non ci voleva un genio a capire che CFS andava programmato di giovedi e non di domenica; b) un cast di attori noti al grande pubblico fa la differenza.



10. lello ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:30

buongiorno a tutti, dalilaaaaaaaa ciao!Prevedibile calo fisiologico per la la fiction di raiuno che fa ascolti di tutto rispetto. non voglio infierire e girare il coltello nella piaga, ma sono numeri che c5 si sogna! ormai solo la telenovella permette alla rete di fare un ascolto decente, e stasera finisce pure il “grande varietà” di Bonolis, rimane “il grande talent amici” che cmq non sta brillando!! Venendo a non dirlo al mio capo, devo dire che mi è piaciuta ( la prima puntata non l’avevo vista), molto carina, scorrevole e piacevole, certo la trama è un po’ scontata ( alla fine si metteranno insieme), ma un po’ di leggerezza e di sorrisi non fanno male, cosi’ come sognare un po’!!per il resto solita storia giornaliera, stanca e alla fine!!Sembra che tutti i conduttori non vedano l’ora di finire la stagione televisiva!!



11. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:31

Per colors spero si assesti su questi livelli e che non scenda oltre,in fondo,un game in quello slot,mancava.Per un appuntamento fisso nel daytime autunnale però,va fatto un aggiustamento,anche se non credo che chi segue una soap,lasci perdere per un gioco.Sicuramente si deve cercare di attirare pubblico giovane.



12. lello ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:38

…ragazzi Lemme è stato ospitato la prima volta da Vespa anni fa e rimane epica la forte discussione tra lui e Calabrese, sostenitore della dieta mediterranea!! adesso che vespa lo rinviti, non sta nè in cielo nè in terra, ma tra l’altro quest’anno ha toppato in varie puntate, tra il funerale del mafioso romano, riina jr…
caro lewis, se per te , ogni tanto quel punto in piu’ di barbarella significa darle di santa ragione alla vid, beh, allora quando barbarella veniva battuta da geo & geo, che cos’era? quasi omicidio?ahahhaaha
Mi vien da pensare che i tanto bistrattati vecchietti di raiuno con le belle giornate escono, e i ggggggggiovani pregggggggiati di c5 stanno a fare l’uncinetto davanti alla tv! su colors, sono d’accordissimo con giacomo…



13. Giovannil ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:41

Chiudono abbastanza bene Le Iene ma non devono accontentarsi di questi ascolti. Per la prossima edizione bisogna assolutamente cambiare i conduttori e tenerne solo due o tre, non di più. Mettere Luca e Paolo a Le Iene anziché a Colorado, magari proprio con la Leone, sarebbe stato meglio. Comunque una puntualizzazione: ieri non sono stati riproposti servizi vecchi (solo un pezzo del servizio di Nadia Toffa presentava una parte di un servizio andato in onda a Open Space). E così in generale anche nelle ultime puntate, perché quelle dominicali hanno dovuto chiudere prima per la messa in onda di Emigratis. Prima i servizi vecchi erano usati come riempitivo dovuto al fatto che due puntate settimanali lunghe ben oltre dopo la mezzanotte (benché inizlamente dovessero finire prima di essa) sono palesemente difficili da riempire (ma probabilmente in origine speravano che i nuovi conduttori alzassero lo share, invece si è ottenuto l’effetto opposto)



14. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:41

Lello!Un bacione!È vero che la fiction è un po’ scontata ma come te,penso sia leggera,senza pretese..la Incontrada la trovo disinvolta nel suo ruolo,non è così cupa come ne un’altra vita,che aveva una trama più intrecciata..domani blog in delirio per l’ ultima di Bonolissssssss..un bacio



15. grace ha scritto:

6 maggio 2016 alle 12:46

Ciao a tutti!Grilloparlante concordo su tutto quello hai scritto,anche a me piacciono i due protagonisti, ma sinceramente non capisco il pubblico snobba alcune fiction migliori e apprezza questa…..mah…



16. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:03

Ragazzi,credo che il successo di fiction come queste sia dovuto al fatto che intuiamo tutti più o meno il finale:innamoramento inaspettato e lieto fine alla tutti felici e contenti.Le problematiche familiari proposte questo anno,ealf,tps,csf proponevano finali non scontati e non certamente a lieto fine.È giusto virare su generi più complessi e scritti senza copiare a dx e a manca,ma alla lunga,le persone si stufano.Bisogna alternare i generi per non appesantire con argomenti che già si affrontano nella vita quotidiana.Per me,la chiave di questi risultati è quella,anche se non sarà una fiction eccellente.



17. Anna ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:04

Benissimo Il Segreto che si porta a casa quasi 4 milioni, complimenti a questa soap che da anni ormai fa pienoni di ascolti per il suo genere. Cala ma ancora a livelli accettabili a prevedibilissima fiction di rai 1….niente di nuovo la solita brodaglia vista e rivista.



18. Claudio75 ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:09

A parte l’ennesima puntata sulle diete che ha letteralmente scassato i cosidetti..ma ancora circola in televisione quel soggetto!!!

Va bandito dalla televisione italiana

PUNTO!!!

Che Vespa da giornalista intervisti Reina, i Casamonica o il padre di Foffo sta nel suo ruolo, tutt’al più se ne può criticare i contenuti.
Ma che la Tv di stato dia spazio, attraverso Porta a Porta, ad un misogeno non sta ne in cielo ne in terra.

Il teatrino dei pagliacci lo si lasci alla D’urso..che le prende tutti i giorni festivi compresi



19. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:19

Claudio,come sempre d’accordo su tutto.Misogino o no va bandito dalla tv per i messaggi fasulli che invia.Mi meraviglio di CDO che vuole la tv di qualità e poi permette ad un giornalista del calibro di Vespa di immischiarsi in queste buffonate.E cmq concordo con Lello sul fatto che ultimamente sta inanellando una serie di pestate non indifferenti.Con tutti i personaggi televisivi che esistono e con cui si potrebbe dibattere,va a pescare il peggio in circolazione..Vespa è da anni sulla piazza,non si può permettere certi scivoloni,è un professionista di un certo spessore..



20. lorenzo ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:27

Colors deve iniziare alle 14:00 subito dopo il TG1 (eliminare il tg economia!!!) e deve durare fino alle 15:00 in modo tale da scontrasi solo 10 min con UeD che è seguito da giovani … chi segue “Una vita” non seguirà mai Colors … ma però può prendere pubblico giovane che poi si sposta dalle 15:00 su UeD … solo cosi può salvarsi l’esperimento di Amadeus che io trovo lodevole e molto carino!



21. lello ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:28

si dalila adorata, è vero, il lieto fine è bello! io credo che la tv debba alternare, non si puo’ sempre e solo fare fiction impegnate, tra mafie, sparatorie, e quant’altro, ogni tanto un qualcosa che faccia sognare, che la segui senza impegno, che ti fa sorridere pure è bello!!!
Claudio sono d’accordo con te, ci sono trasmissioni che sono piu’ adatte ad ospitare certi personaggi!



22. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:41

Lello,chi non lo vorrebbe il lieto fine..la porta che sogna..mi fai morire come sempre..



23. ciak ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:52

ormai almeno con la mente la tv italiana è già un passo dalle vacanze…



24. grace ha scritto:

6 maggio 2016 alle 13:55

Anna la fiction di rai 1 concordo con te ma il Segreto ……

Claudio75 il teatrino dei pagliacci troppo simpatica questa battuta!!



25. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 14:52

Ciao Blog!

Sulla fiction di Rai1 mi sono già espressa la scorsa settimana. Bocciata senza se e senza ma. Senza Appello.
Un plagio continuo di altro. Scritta da cani, interpretata peggio. INDIFENDIBILE.
Busogna stimolare il pubblico a guardare cose scritte bene, non questo tipo di storielle che sembrano scritte da ragazzini delle medie. Medie Inferiori.
TPS e CFS stavano centinaia di spanne sopra come srittura e recitazione. Anche perchè scritte all’estero.

@shayne lewis già partire al 6° messaggio del giorno chiedendo “dove sono quellli che…etc”, dimostra malafede. Lascia il tempo alla gente di arrivare e parlare. Insinua una faziosità che in realtà non esiste in questo post da diverso tempo.
Ma la domanda è sbagliata in partenza: Da quando in qua Porta a Porta è Tv di qualità??



26. Peppe93 ha scritto:

6 maggio 2016 alle 14:59

Lievissimo calo per non dirlo al mio capo, bene le iene.



27. ISABELLA ha scritto:

6 maggio 2016 alle 15:39

Buongiorno a tutti! La credibilità di Vespa per me è pari a quella della D’Urso. Nell’ottica di un rinnovamento di Rai 1 sarebbe da mettere due sere Petrolio, il venerdì TV7 e le altre sere ripensare un po’ la seconda serata magari anche con un appuntamento a teatro o qualcosa come faceva Arbore.Però ho paura che ci terreno un altro po’ Vespa con i plastici, le diete e la miseranda passerella politica.



28. LadyAileen ha scritto:

6 maggio 2016 alle 16:24

La fiction Non dirlo al mio capo ripercorre un po’ il filone Don Matteo, Che Dio ci aiuti e Un passo dal cielo.
Ad essere sincera i due attori principali non riesco a trovarli credibili. Mi sarebbe piaciuto vedere più un Alessio Boni nei panni dell’avvocato e la Cortellesi nei panni della praticante.
La trama non spicca per originalità però considerato che la maggior parte del pubblico italiano preferisce prodotti leggeri e con trame lineari e semplici, non mi meraviglio di quell’ascolto.



29. tina ha scritto:

6 maggio 2016 alle 16:31

Stranamente ieri sera sono riuscita a seguire la fiction senza addormentarmi.Certo non e’ da premio Oscar ma si lascia guardare.Almeno si capisce senza dover aspettare la pubblicita’ per correre in bagno come per altre trame più complesse.Comunque se non ci fossero I contrada e Guanciale sarebbe andata meno bene.Imbrogli Tuoi sta perdendo un po’ di boccaloni.Era ora! Noto che anche Vespa ospita quel pagliaccio.Ma come e’possibile?Più lo si invita e più pubblicita’ gli viene.Ma come si fa?Come mai tutti lo criticano ma poi tutti gli sbavano dietro per averlo nei loro programmi?Che ipocrisia!Che facce di tolla! !!!!E voglio essere educata.Stasera per la gioia di tanti c’e’ l’ultima di Bonolis così dal prossimo venerdì non potranno più lamentarsi.Si godranno più sereni quel vecchiume de I migliori anni che e’la notano anni luce da Tale quale show.Quwsto si’che e’ un bel programma



30. albertof ha scritto:

6 maggio 2016 alle 16:35

Colors sta facendo calare tutto il pomeriggio di Rai1…e la d’Urso ringrazia.



31. grilloparlante ha scritto:

6 maggio 2016 alle 17:02

Buonasera a tutti. Vorrei chiarire che a me la leggerezza sta benissimo, anche perchè ora come ora non riesco proprio a guardare nulla che mi metta ansia, che siano fiction dove la gente si ammazza, telenovelas dalle torbide passioni, reality dove i concorrenti si strappano le parrucche, talk dove gli ospiti strillano come aquile, programmi di pseudo approfondimento dove si intervistano i parenti dei morti ammazzati (e su questo, tocca dar ragione alla Marcuzzi ….).
Ma esiste anche la leggerezza di qualitò, e CFS non era certo uno sceneggiato pesante, era solo scritto meglio.

Ci sono almeno due serie americane a cui Non dirlo al mio capo si ispira, cioè La Tata e Moonlighting, due miei stracult personali, specie la seconda, che poi è la serie che ha fatto diventare uno sconosciuto Bruce Willis una star. In Italia non hanno fatto scalpore ma in USA sono state (giustamente) osannate, con vip e personaggi tv che facevano a gara per apparire in un cameo. La sceneggiatura era un fuoco d’artificio di trovate e di battute, intelligente, innovativa, divertentissima. Si rideva come pazzi dall’inizio alla fine. Ovvio che fin dalla prima puntata si capiva bene che molti anni e molte serie dopo i due protagonisti, dopo essersi detestati per decine, centinaia di puntate, si sarebbero innamorati. Ma questo non rendeva la sceneggiatura meno geniale. Vedetevele queste due serie, se potete, e poi me la salutate, la leggerezza …. :-) ….



32. GAETANO ha scritto:

6 maggio 2016 alle 17:41

Bravo Grillo!! Il tuo prodigo rammemorare Come fai sbagli riapre in me una ferita che solo una seconda serie potrebbe sanare!
Non la faranno ma questo non spiega il successo diNDIMC
Basta un filo di barba , un ciglio increspato e un lieto fine a buggerare l’italiano medio?
Beh ITALIANO MEDIO non ti capisco!!
Non c’è nulla di vero in quelle storie in quei bambini !!E’ un collage malaticcio di idee in voga ma senza cuore, passo, autonomia niente che la giustifichi!!!!!!
Salvo, solo la Francini che io vedrei bene valletta di Conti a Sanremo.
Poi basta. Calo più che giustificato.
Chiudono le IENE anche se quest’anno non hanno graffiato per nulla!!!
Toffa e Volo son perfetti. Il resto vuoto pneumatico e per favore smettetela con Miriam Leone da tutte le parti è inutile accanimento.



33. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 17:45

@grilloparlante, non potrei essere più d’accordo. Proprio parlando di Non Dirlo Al Mio Capo la scorsa settimana dissi che la leggerezza ben scritta esiste. Non bisogna giustificare a tutti i costi brutte fiction come questa. Copiatissima da diverse serie, e la scorsa settimana il secondo episodio plagio del film La Custode di Mia Sorella.
Moonlighting ebbe un discreto successo nel preserale di Rai2, la mia famiglia non si perse un episodio al tempo. Io visto le repliche in anni successivi. Bellissimo prodotto. Che preferisco alla Tata che non mi ha mai entusiasmato più di tanto come tutte le sit-com americane registrate in studio con le risate finte. Non sono il mio genere.

@Gaetano Miriam Leone in Non Uccidere era perfetta. Ottima la serie.



34. GAETANO ha scritto:

6 maggio 2016 alle 17:56

Sara@ Infatti è l’unica in cui l’ho vista bene ma per le Iene non è adatta.



35. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 18:09

Gaetano,ciao.Penso che come fai sbagli abbia lasciato aperto diversi scenari,quindi non è detto che non facciano una seconda serie.Anche perché se non sbaglio,è ispirato ad una serie francese che ha fatto ottimi ascolti.Sicuramente gli autori italiani avranno modificato certe cose,ma se la Rai ha rinnovato altre serie come tps o ealf,essendo lo stesso filone,è molto probabile che rifacciano anche la seconda serie.Anche io non ho mai capito il perché di numeri così bassi,ma l’unica spiegazione che mi sono data, è che purtroppo veniva da altre due fiction con temi familiari.Per me,questo è stato penalizzante.Anche a me è piaciuta,l’ educazione dei figli è un tema che se ben trattato,diventa molto interessante,soprattutto non scontato.Mi auguro che CDO ci pensi su,ma senza calcare troppo la mano sul genere perché si è visto che il pubblico,è incline alla stanchezza..



36. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 18:40

@Dalì anche la collocazione non ha aiutato sia TPS che CFS.



37. lello ha scritto:

6 maggio 2016 alle 18:52

effettivamente credo, come Sara, che anche la collocazione non abbia aiutato, come allo stesso tempo credo che il pubblico debba essere indirizzato a certe cose scritte in maniera , diciamo, piu’ brillante, quindi ben vengano le seconde serie di alcune fiction, ma penso che il pubblico abbia bisogno di serie come don matteo o la suora o non dirlo al mio capo, scritte e magari interpretate non al meglio, ma che sono alla portata di tutti. Diciamo che essendo una tv generalista, si deve pur soddisfare vari palati. Per quanto mi riguarda ho visto “è arrivata la felicità” e un po’ “come fai sbagli” e mi sono piaciute, ma non disdegno quelle cose che mi rilassano anche se non eccelse.



38. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 18:56

Sara è proprio questo il punto,a mio avviso,fare a filotto tre serie dello stesso genere,ha penalizzato tutte e tre.Con l’ aggravante che tps è andata in un periodo poco felice,sotto Natale..Sarebbero state da tutelare e valorizzare in altro modo.ealf era ha trattato temi poco visti prima,evidentemente è un bene prendere in considerazione argomenti che seguono la famiglia nei suoi cambiamenti attuali,ma forse sarebbe stato meglio averle diluite..il pubblico avrebbe preso fiato e i numeri sarebbero stati altri..



39. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:03

Lello,è proprio quello che sto dicendo.Non è stato il mio capo è della stessa casa di produzione di don Matteo e Che Dio ci aiuti!È logico che abbiano analogie come scrittura siano simili,ciò non toglie che la Rai,secondo me,sta iniziando a percorrere strade diverse senza lasciare le vecchie..



40. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:09

@Lello, la cosa che non va è il concetto “alla portata di tutti”.
Le serie scritte meglio non sono per menti eccelse, sono solo ottimi prodotti per tutti. A differenza di queste di Rai1 che sono scritte male e molto al di sotto della portata di tutti. Don matteo o la Suora o il Medico sono per bambini delle elementari. E sinceramente io in prima serata sulla prima rete Rai vorrei vedere cose per adulti, per giovani, per vecchi, per la famiglia. Non per bambini piccoli. I bambini alle 9 a letto.
I palati si soddisfano anche con una buona scrittura.
Altrimenti vuol dire che stai prendendo in giro il tuo pubblico e lo stai sottovalutando.
Rai sta offrendo un mercato per chi la guarda. Non stà offrendo dei prodotti per catturare nuovo pubblico.

@Dalì, da quello che vedo dai dati Auditel, dalle fasce di riferimento, non è il tema il problema nè la diluizione. E’ la collocazione.
Sai, sinceramente, sarebbe ora di lasciare le strade vecchie. Anche perchè tutte queste fiction da Discount mentale sono in onda d diversi anni. Hanno già dato.



41. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:23

Sara,sulla scrittura si può sempre fare di meglio ma mi chiedo allora perché questi numeri da capogiro.Sia per preti,suore e medici.Non voglio ripetermi ma penso che vedere qualcosa di non eccellente,paghi in termini di ascolti per il disimpegno.Senza nulla togliere a scritture migliori e interpretazioni decisamente più alte.È semplicemente una dose di trama a sfondo ottimistico che lascia lo spirito più libero da pensieri.



42. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:34

@Dalì, la risposta è molto semplice. Guarda quello che gli viene offerto meccanicamente da oltre 30 anni dimenticandosi di quello che guardava prima.
Non so come spiegarlo in modo ulteriore: disimpegno e leggerezza, spirito più libero da pensieri, lo ottieni anche con prodotti scritti meglio. Interpretati meglio. Diretti meglio. Con una fotografia degna di essere chiamata fotografia.
Immagino che tu non guardi tanto la Tv estera, ma esistono centinaia di esempi a riguardo. Quello che ci fà vedere Rai1 è roba tanto a tanto basilare. E’ una presa in giro. Per questo quando torna Montalbano ogni 4 anni fà numeri da capogiro. E’ l’eccelso in mezzo al mare del nulla. E parliamoci chiaro, Montalbano, sia Sr. che Jr. sono ottimi prodotti di cui possiamo vantarci in tutto il mondo. Ma non sono cose incredibili “che voi umani non potreste immaginarvi”, sono ottimi normali prodotti come dovrebbero essere tutte le fictions. Montalbano è la normalità, il resto per lo più sono sub-robette.



43. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:51

Sara,sicuramente ma Montalbano non ha trame lineari e semplici.Per seguire un prodotto del genere,bisogna avere la voglia di stare dietro una trama che tutto è,tranne che semplice.Onestamente se Montalbano fosse più frequente,non so se avrebbe lo stesso riscontro.Giusto perché è preso a piccole dosi,una tantum,ma se fosse una serie alla don Matteo,a livello di numeri,farebbe gli stessi ascolti?è qualità pura che va centellinata,perché è oggettivamente impegnativa e proprio perché non c’è sempre viene seguita.poi forse mi sbaglio,ma certo è che poi una tv generalista diventerebbe troppo elitaria.



44. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 19:53

Oh, Ragazzi, io ogni anno arrivo a Maggio Giugno che sono televisivamente stremata. Non vedo l’ora che arrivi la stagione estiva Tv per non sentire più urla quotidiane, per non vedere più robaccia pomeridiana nei talk show da salotto, niente più tronisti, niente più Maria ogni giorno in video, ogni sabato in video da settembre a maggio, niente più Vespa. Niente più Striscia la Notizia. Niente più Pacchi del cippo. Niente Giletti, Niente D’Urso. Niente politici che già alle 7.30 del mattino cominciano i loro rituali di comunicazione basati sul nulla politico di questi anni. Niente. Silenzio.
E se siamo nell’annata fortunata, abbiamo Mondiali di Nuoto, Olimpiadi, anche il calcio pur di non vedere più quel tipo di tv ogni giorno. Il Silenzio finalmente. E repliche di qualche buon film. Vabbè resta quella porcheria del Segreto, ma a quell’ora si può anche evitare in mumero 5 del telecomando.
Quest’anno invece non vedo l’ora che arrivi Martedì. Lunedì finisce quell’orrore che è stato quest’anno l’Isola dei Famosi e finalmente non vedremo più strisce quotidiane ogni giorno ovunque spalmate su 4 canali, non avremo una serata del lunedì che finisce a notte fonda, non avremo più chiacchiere infinite in ogni luogo che sia il bar, la metro, il lavoro. Finirà l’edizione più brutta di sempre di quello che era un tempo un buon reality. Non dovremo più leggere gli aggiornamenti quotidiani, non dovremo più disprezzare 4 naufraghi spregevoli che si sono distinti per le loro facce antipatiche ed i loro carateri insopportabili. Non dovremo più indignarci per i televoti dei fans di questo o quell’altro naufrago ignoto.
Martedì saremo liberi. Facciamo mercoledì va…



45. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 20:09

@Dalì perdonami, ma le trame di Montalbano sono molto semplici.
Majano si stà rivoltando nella tomba. Pagliai ed Il Segno del Comando urlano vendetta dagli Anni ‘70.
Se Montalbano ha una trama difficile cosa sono cose come Lost, Game of Thrones, serie guardate in tutto il mondo e non solo da giovani, a tutte le altitudini? Serie per premi Nobel di Fisica?
Ma scendo ancora più in basso: se Montalbano è complicato o impegnativo o non lineare, Il Segreto cos’è? Una telenovela per Scienziati Quantistici? Il Segreto ha delle trame che se fosse confezionato dagli Americani, ben recitato, ben diretto, con scenografie non da teatro parrocchiale, sarebbe un successo ultramondiale, intergalattico. Ci camperebbero per 20 anni su HBO. (la migliore Tv via cavo del mondo).
Montalbano ha una trama semplice ed è tutto tranne elitaria. Che non sia elitaria lo confermano gli ascolti che prendono tutte le fasce ed indicano che ogni volta viene atteso da ogni tipo di pubblico, dal laureato al contadino con la seconda elementare, ed invocato come manna dal cielo pur di allontanarsi dalle sub-robette. Montalbano è la TV Generalista.
Vogliamo finalmente toglierci dalla testa che il pubblico della tv generalista sia composto da minorati mentali, ignoranti, gente che ha bisogno del libretto di istruzioni per capire una trama TV? Vogliamo smetterla di sottovalutare il pubblico?
Ma anche fosse che il pubblico in buon numero sia composto da minorati mentali, ipotesi per assurdo, non esistono solo i minorati mentali che guardano la tv generalista. I minorati si adeguano e magari si evolvono. Smettiamola di voler trovare giustificazioni alla brutta TV. Non è il pubblico. E’ la Tv il problema.



46. Dalila ha scritto:

6 maggio 2016 alle 20:14

Sara,ho sostenuto io stessa che il cambiamento va fatto,ma sicuramente sarà lungo e visti certi risultati,probabilmente certi prodotti non eccellenti,li avremo sempre.credo che la dirigenza questo lo sappia e lo tenga presente.ecco perché si sta barcamenando tra generi diversi.nuovi e vecchi.



47. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 20:24

@Dalì, si ma non difendiamo l’indefendibile solo perchè prodotto da Rai.
Rai produce sicuramente più Tv di qualità spalmata su tutti i suoi canali, digitali e no. Mediaset non vede la qualità nei suoi palinsesti da anni purtroppo. Esclusa qualche serie tipo Il Tredicesimo Apostolo, qualche ottimo film in prima serata, o cose come Il Senso della Vita di Bonolis, si sono arenati nel mare della mediocrità. Ma Rai non deve essere giustificata se per anni ha proposto brutte fiction che sono seguite solo perchè quelle di Mediaset fanno più schifo.

Ho appena avuto una visione: schiere di casalinghe che stirano, fans di Carmelita e del Segreto, che di nascosto lavorano per il CERN di Ginevra.



48. grilloparlante ha scritto:

6 maggio 2016 alle 20:33

Dalila, Gaetano: facciamo una petizione comune per la seconda serie di CFS, chissà che non ci ascoltino … :-) …

Sara, Moonlighting era proprio mitico, a partire dalla sigla di Al Jarreau, che ho tuttora nell’Ipod … le puntate in cui appare Mark Harmon (NCIS) nei panni del fidanzato perfetto contrapposto a uno sgarrupato Bruce Willis che non si decide mai a dichiararsi a Maddie le ho viste talmente tante volte che le so letteralmente a memoria, battuta per battuta.
In effetti, la commedia romantica come la fanno gli americani, non sa farla nessuno. Sarebbe come paragonare Harry ti presento Sally ai cinepanettoni.



49. grilloparlante ha scritto:

6 maggio 2016 alle 21:10

Sara, metà americana? Wow! Io sono cresciuta col cinema americano, i miei genitori lo amavano molto e spesso in casa si vedevano tutti insieme film anche molto vecchi. Mio padre acquistava intere collezioni di cassette e dvd, ne aveva pieno lo studio … da ragazzina avevo già visto pressochè tutta la filmografia di Frank Capra, George Cukor, Billy Wilder, William Wyler … i musical di Fred Astaire, e poi la commedia romantica degli anni 50 e 60, e via e via e via … fino ad arrivare a Woody Allen e ai registi più moderni come Ridley Scott, uno dei miei preferiti. Solo da adulta, e per conto mio, ho scoperto i vecchi film italiani e il cinema francese, spagnolo, inglese. Ma il cinema americano resta il primo amore.

Moonlighting era sceneggiato in modo geniale, ricordo quando David e Maddie finivano gli inseguimenti uscendo dalla scenografie e irrompendo negli studios, o quando i campi lunghi mostravano le scarpe da ginnastica di Maddie sotto gli abiti da sera … quell’ammiccamento al pubblico a cui non erano abituati fece impazzire gli americani. Io li adoravo, sognavo di diventare da grande come Maddie …. ;-) …. forse più per Mark Harmon che per Bruce Willis, lo confesso … ;D



50. SaraLurker ha scritto:

6 maggio 2016 alle 21:21

@grilloparlante, eh si, per metà. Ho vissuto ed ancora vivo metà qui e metà dove sono nata. Nel mio paese d’origine mi sono laureata e tornando qui ho integrato gli studi su cinema e tv con quelli rispettivi sulla storia italiana del piccolo e grande schermo. E ne ho fatto una professione.
Non dimentichiamoci il lungo elenco di Guest Stars che si sono avvicendati in 5 stagioni e che hanno fatto la storia della Tv e del Cinema americano. Compresa l’ultima apparizione di Orson Welles.
La Rottura della Quarta Parete è ora comune sia in tv che al cinema, ma a quei tempi era di sicuro un segno in più di originalità.



RSS feed per i commenti di questo post

Pagine: [1] 2 » Mostra tutti i commenti

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.