31
ottobre

TALE E QUALE SHOW 2015: IL TORNEO INIZIA CON L’ENNESIMA VITTORIA DI FRANCESCO CICCHELLA

Tale e Quale Show 2015

Inizio sbrigativo per la prima puntata del torneo di Tale e Quale  Show 2015. La sigla viene sostituita da un trafelato ingresso del padrone di casa Carlo Conti, seguito da Gabriele Cirillli, che fra le varie battute annuncia “mi dimetto da Tale e Quale”, ma, ahi noi, anche questo era solo uno scherzo. Seduti dietro al tavolo ritroviamo i tre giurati di ruolo Lippi, Goggi e Proietti, affiancati dal quarto giudice d’eccezione Francesco Facchinetti, in odor di promozione del nuovo film.

La puntata si svolge piacevolmente, regalando nel complesso performance gradevoli e momenti di divertimento senza pretese. Tra le esibizioni da segnalare c’è il ritorno di Mina, riproposta in una versione semisconosciuta da Bianca Guaccero, a poche settimane di distanza dall’imitazione di Karima nel duetto con Cocciante (alias Walter Nudo). Altrettanto degna di nota è l’esibizione del vincitore Francesco Cicchella, il quale vestendo gli abiti di Bruno Mars dimostra di saper anche ballare e si conferma la vera rivelazione di questa stagione.

Serena Rossi un po’ fuori allenamento propone l’indimenticata Mia Martini, l’attesissimo Valerio Scanu non delude con la prima imitazione-omaggio di Pino Mango ed anche Alessandro Greco riconquista la scena con una dignitosa interpretazione di Marco Masini.

Passano quasi inosservate le performance che hanno chiuso la serata, come quella di Michael Bublè da parte Matteo Beccucci, di Tracy Chapman imitata da Giulia Luzi, Peppino di Capri ad opera di Massimo Lopez e di Anastacia targata Rita Forte. Bocciate invece le esibizioni di Claudio Baglioni interpretato da Max Giusti e Giusy Ferreri da Karima, che non sono piaciute nemmeno alla giuria. Non convince nemmeno la Cristina Aguilera di Roberta Giarrusso, giustificata dall’influenza.

Per una serie di coincidenze, Tale e Quale si trasforma nella terra delle reunion, a partire dagli ex concorrenti dei talent. Infatti Francesco Facchinetti, conduttore di X Factor e giudice di The Voice, rivede il vero Matteo Beccucci e la finta Giusy Ferreri, mentre Karima si trova a condividere nuovamente il palco con l’Amico Valerio Scanu.  Lo stesso Conti “ritrova se stesso” nei molti video originali tratti dai suoi programmi, non solo Sanremo e I migliori anni, ma addirittura Miss Italia.

La giuria questa sera appare carica e lucida intervenendo con commenti che vanno oltre la sequenziale ripetizione di complimenti a cui ci hanno abituato nelle puntate precedenti. Gigi Proietti, per esempio, aggiunge qualche critica alle imitazioni non convincenti, lasciandosi pure scappare dinnanzi a Scanu che “non conosco la tua voce”. I commenti dell’ex Dj Francesco, invece, oscillano dal troppo serio, come nella valutazione della Martini/Rossi, al troppo faceto, come quella di Masini/Greco “ho baciato la prima volta grazie a Ti vorrei”. Lippi fa pace con Scanu e invita Cicchella “ad andare fuori dai CO…NFINI” , mentre la Goggi si lancia in spiegazioni tecniche, come la dettagliata descrizione dello strumento vocale di Mango.

Gabriele Cirilli, chiamato a trovare dei complici per imitare i Cugini di campagna, risolve il problema alla questione esibendosi direttamente con i veri Cugini di campagna. Settimana prossima Cirilli dovrà imitare The Buggles.

Grande rivoluzione – rapportata alle modifiche medie di Tale e Quale –  sul finire della puntata: ad annunciare le esibizioni della settimana successiva è ora un’astronave grafica che assegna i nuovi incarichi. Le esibizioni rilevate dall’astronave per la settimana prossima sono: Alessandro Greco – Rick Astley; Bianca Guaccero – Anna Magnani; Francesco Cicchella – Kekko dei Modà; Max Giusti – Umberto Tozzi; Roberta Giarrusso – Donna Summer; Serena Rossi – Adele; Matteo Beccucci – Enzo Jannacci; Valerio Scanu – Conchita Wurst; Karima – Prince; Giulia Luzi – Annalisa; Massimo Lopez – Miguel Bosè; Rita Forte – Fiorella Mannoia.

La classifica finale stilata dai vari giudici è molto variegata, ad eccezione della presenza ormai inossidabile di Francesco Cicchella ai piani alti di tutti i podi.

Classifica Tale e Quale Show

Tale e Quale Show 2015 – il menù dell’ottava puntata

Articolo del 30 ottobre 2015 – A Tale e Quale Show 2015, in onda su Rai1 venerdì 30 ottobre alle 21.20, nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria di Francesco Cicchella che si dà il via a una nuova sfida. Nell’ottava puntata si passa alla fase finale del torneo che porterà a fronteggiarsi i primi sei classificati di quest’anno e sei protagonisti della passata edizione. Da questo venerdì tornano sul palco dello show più seguito della televisione italiana Matteo Becucci, Rita Forte, Roberta Giarrusso, Alessandro Greco, Serena Rossi e Valerio Scanu, che si misureranno con Francesco Cicchella, Massimo Lopez, Giulia Luzi, Bianca Guaccero, Max Giusti e Karima. Le star da imitare saranno svelate solo ad inizio serata.

Per la “mission impossible” di Gabriele Cirilli invece si attende di vedere come riuscirà a interpretare I Cugini di Campagna.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Paradiso delle Signore 2 - 32
Il Paradiso delle Signore 2: anticipazioni ottava puntata di martedì 24 ottobre 2017


Solo per Amore 2 - Antonia Liskova
Solo per Amore 2: anticipazioni ultima puntata di mercoledì 28 giugno 2017


Sabrina Ferilli e Maria De Filippi - Amici 2017
Amici 2017: ottava puntata Serale del 13 maggio in diretta. Eliminato Thomas


CARLA GOZZI_ CANNAVACCIUOLO_VillaRugantino
Cucine da Incubo 5: Cannavacciuolo salva Villa Rugantino con l’aiuto di Carla Gozzi. Ecco com’è oggi il ristorante

8 Commenti dei lettori »

1. grilloparlante ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 09:56

Perfetti primo e secondo posto della classifica, ma il resto è un pò marziano. Scanu sconta evidentemente la scarsa simpatia da parte della giuria che gli preferisce sempre Becucci, e che ci troveranno in quel bietolone lo sanno solo loro.
Guaccero è bella e brava ma rassegnamoci, quando canta è sempre Guaccero. Un innegabile talento di per sè ma degli originali io non vedo mai nulla. Serena Rossi lontana mille miglia da Mia Martini, Giarrusso non pervenuta a parte il belvedere.
Karima invece è oggettivamente molto brava a domare la sua bellissima voce e metterla al servizio dei personaggi che interpreta, cosa tutt’altro che facile per una fuoriclasse come lei (vedi Guaccero ma anche Autieri). Purtroppo fin dall’inizio ho l’impressione che a lei quest’anno tocchi il ruolo di Scanu della situazione.
Le preferenze della giuria ci stanno, fanno spettacolo, ma quando debordano così vistosamente no. A questo punto facciano piuttosto una gara di simpatia, anzichè di bravura, e non ne parliamo più.



2. Giovannil ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 13:20

Cicchella è indubbiamente bravissimo. Riesce ad adattare la sua voce a tutte le vocalità, anche a quelle che non gli sono così vicine. Poi con Ranieri e sopratutto con Mars ha dimostrato anche di saper ricreare una coreografia. Comunque non è scontato che farà benissimo Kekko dei Modà solo perché è un suo cavallo di battaglia. A Made in Sud infatti era un’imitazione scherzosa, mentre quella che dovrà interpretare sarà un’imitazione seria. Lo dico sopratutto perché Max Giusti l’ha già dimostrato nelle scorse puntate, soprattutto con Al Bano. Vedremo, ma secondo me se la saprà cavare benissimo. Scanu invece penso sia stato penalizzato dal fatto che non ha dovuto fare molto sforzo per rendere (neanche poi così perfettamente come avrebbe potuto) la vocalità di Mango. Però nel complesso era ben riuscita e avrebbe meritato di più (perlomeno più della Giarrusso, sebbene possa essere giustificata dalla sua influenza). L’imitazione di Beccucci di Bublè non fa che evidenziare la bravura di Cicchella, che riesce a far meglio persino senza trucco.



3. alice ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 13:41

cicchella fa l’imitatore di mestiere e immagino passi le sue giornate da anni a fare questo scanu è un cantante e che cantante il tempo negli ultimi 6 mesi lo ha passato a fare altro basta farsi un giro …solo i malfidati possono dire che non ha dovuto fare sforzi nell’imitare mango mango non lo canta mai nessuno chissà perchè ? oro soprattutto . per il resto il web sta parlando ed ogni altra considerazione è superflua comunque cicchella bravissimo imitatore scanu bravissimo nella qualsiasi



4. luc10 ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 13:44

Cicchellla nn ne sbaglia una!!



5. Giovannil ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 14:30

La percezione che si ha da fuori è quella che Scanu non abbia fatto un grande sforzo per raggiungere il timbro di Mango (il timbro, e non il range vocale o altre abilità tecniche come quelle elencate dalla Goggi). Lo stesso Proietti, quando ha ammesso di non conoscere la vera voce di Scanu e quest’ultimo gliel’ha fatta sentire, la prima cosa che ha detto è stata: “E’ uguale”. E anche quando Scanu gli ha fatto sentire la differenza, essa consisteva più che altro nel modo di cantare che nel timbro. Scanu questo lo sa fare anche per via del suo mestiere. Il mestiere di Cicchella invece non è il cantante, ma il comico-imitatore. Senza contare che un imitatore non è detto che sappia fare bene tutti i personaggi che gli vengono proposti; si veda Max Giusti che ha sempre fatto delle imitazioni discrete, ma mai veramente egregie (nel senso etimologico del termine). Cicchella invece ha la capacità di adattare il proprio timbro a quello delle persone che deve imitare e cogliere aspetti della gestualità dell’imitato (doti che un bravo imitatore deve avere), e in più riesce anche a riprodurre quegli aspetti tecnici che un cantante ben conosce (pur non essendo egli un cantante). Se poi mettiamo anche l’aspetto coreografico, raggiungiamo un livello ancora più alto.



6. silvana ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 15:30

Credo che lo sforzo maggiore l’abbia fatto Karima,adattare la sua potente e bellissima voce in quella della Giusi provateci un po voi’?



7. ellis ha scritto:

31 ottobre 2015 alle 17:13

becucci chi??? mah…la pecca di questo programma? cirilli! che pesante ed inutile presenza!
per il resto il commento nr.1 riassume il mio pensiero.



8. precisazione ha scritto:

2 novembre 2015 alle 09:55

Allora mettiamo i puntini sulle “i” Cicchella e’ anche un cantante ,diplomato al conservatorio ed a lui , non e’ mai stato chiesto di far sentire la sua voce (come a nessun altro ) come mai ? altra cosa Cicchella con Kekko dei Moda’ ha vinto il premio Noschese scusate se poco , che poi ,personalmente premierei la Luzzi e’ altra cosa



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.