Alessandro Greco



8
marzo

Alessandro Greco torna a Furore. Condurrà con Gigi e Ross

greco furore com'era

Alessandro Grego

A volte ritornano. Come annunciato, sta per ripartire una nuova edizione di Furore su Rai 2 guidata da Gigi e Ross. Ma c’è di più: a loro si aggiunge ufficialmente lo storico presentatore del programma, Alessandro Greco, a vent’anni dalla stagione numero uno. E c’è anche una data di inizio, fissata per mercoledì 29 marzo, al termine dei sei appuntamenti previsti con La Porta Rossa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




16
luglio

UNA VOCE PER PADRE PIO: SUL PALCO ANNA TATANGELO, DEAR JACK, DOLCENERA E FRANCESCO GABBANI

Una voce per Padre Pio

UPDATE: In seguito all’attentato terroristico a Nizza e al tentato golpe in Turchia, lo spettacolo Una voce per Padre Pio non andrà in onda. Al suo posto, verrà trasmesso il film Hachiko.

Cambio della guardia ad Una Voce per Padre Pio. Dopo ben 14 anni, Massimo Giletti, storico conduttore della serata, cede il posto ad Alessandro Greco. Spetterà infatti all’ex conduttore di Furore registrare questa sera la manifestazione di musica e fede, nata nel 2000 da un’idea di Enzo Palumbo. Il programma, a seguito dei recenti fatti di cronaca, non andrà in onda in diretta ma la messa in onda verrà decisa in un secondo momento. Dalla Piazza SS. Annunziata di Pietrelcina, in provincia di Benevento, Terra Natale di Padre Pio e culla della Spiritualità, la serata unirà storie di vita e di fede, esperienze di devozione, ma anche solidarietà, fratellanza e numerosi momenti musicali.


9
giugno

EFFETTO ESTATE: LA COPPIA RINALDI/GRECO FUNZIONA, MA ATTENTI ALL’AMARCORD!

Effetto Estate

I salotti del daytime si somigliano un po’ tutti, sia d’estate che d’inverno: ospiti, chiacchiere in libertà, qualche intervista, brevi rubriche di approfondimento e la musica in sottofondo. Non fa eccezione Effetto Estate, il segmento che da lunedì scorso prende la linea da Uno Mattina Estate alle 10:30 circa e tiene compagnia ai telespettatori di Rai 1 per un’ora.

Effetto Estate: Benedetta Rinaldi e Alessandro Greco funzionano

Si difendono bene i conduttori: Benedetta Rinaldi e Alessandro Greco sono due professionisti preparati e garbati ma soprattutto sono frizzanti, allegri e naturali davanti alle telecamere. Lei, con il suo pancione di cinque mesi e i commenti spontanei che non risparmia mai, mette il telespettatore a proprio agio; proprio come lui che, nonostante non conducesse in tv da tanto tempo, è uno di casa. Bravi singolarmente, dunque, e perfettamente compatibili in scena dove danno la netta sensazione di divertirsi nel fare il proprio lavoro.

Effetto Estate: il rischio è l’eccesso di amarcord

Con loro Rita Forte e la sua ugola potente, che propone vecchi successi da cantare tutti insieme. E se a vederla lì con il suo pianoforte il rischio è di sentirsi risucchiati negli anni ‘90, quando faceva lo stesso nel Tappeto Volante di Luciano Rispoli, in generale il rischio maggiore di Effetto Estate è proprio quello di calcare troppo la mano sull’amarcord. In parole più spicciole, dedicare ieri gran parte di una puntata alla reunion dei Vianella (Edoardo Vianello e Wilma Goich) è sembrato un tantino eccessivo!





29
maggio

ALESSANDRO GRECO A DM: CON EFFETTO ESTATE VEDRETE IL GRECO 2.0. AGLI OSCAR TV AVREI PREMIATO IL SEGRETO

Il Premio TV 2015 ha concentrato negli studi Dear di Roma la bellezza di 138 artisti, pronti ad assistere alla serata finale di lunedì scorso per portare a casa l’ambito Traliccio d’oro. Noi, dal canto nostro, ci siamo divertiti a Periscopare allegramente con i protagonisti della stagione televisiva celebrata dalla manifestazione di Rai 1.

Tra questi, abbiamo intercettato Alessandro Greco che, dopo l’esperienza a Tale e Quale Show, è ora pronto a tornare al timone di un programma tutto suo sulla prima rete della TV pubblica.

Da lunedì prossimo, infatti, sarà suo l’Effetto Estate dell’ammiraglia della tv pubblica, segmento di Uno Mattina (dalle 10.30 alle 11.45, lun – ven) che terrà compagnia ai telespettatori sino al prossimo settembre con la partecipazione di Rita Forte e la co-conduzione di Benedetta Rinaldi.


21
aprile

BOOM! UNO MATTINA ESTATE: ECCO I CONDUTTORI DELL’EDIZIONE 2015

Ceran, Zucchini, Rinaldi, Greco

Un’ondata di volti nuovi in arrivo nell’estate di Rai1. A poco più di un mese dal via, le caselle mancanti del nuovo mattino dell’ammiraglia della tv pubblica sono state riempite.

I giornalisti Alessio Zucchini e Mia Ceran, alla guida del canonico Uno Mattina, daranno la linea ad Effetto Estate, con Benedetta Rinaldi, Alessandro Greco e Rita Forte, reduci questi – questi ultimi due – dalla partecipazione all’ultima edizione di Tale e Quale Show.

L’ultimo segmento Mezzogiorno Italiano, dedicato all’Expo, sarà affidato ad Arianna Ciampoli, per anni volto del buongiorno di Rai3, Federico Quaranta, nella scorsa stagione alla guida di Estate in Diretta, e Serena Magnanensi, giornalista/ inviata di A Conti Fatti, fresca di promozione.





10
settembre

TALE E QUALE SHOW 4: ALESSANDRO GRECO

Alessandro Greco

Alessandro Greco

Nel corso delle sue prime tre edizioni, Tale e Quale Show ha dimostrato di non essere soltanto un’ottima vetrina per personaggi emergenti o in fase d’affermazione, ma di rappresentare una buona occasione professionale anche per personaggi già popolari, le cui carriere attraversano un periodo di stallo. Basti pensare a quanto è accaduto lo scorso anno con conduttori come Fabrizio Frizzi e Amadeus che, dopo essersi messi in gioco con trucchi, parrucche e vocalizzi vari, sono approdati rispettivamente al timone dei preserali di Rai1 L’Eredità e Reazione a Catena. Anche nella quarta stagione del fortunato varietà in salsa talent condotto da Carlo Conti (da venerdì 12 settembre in prima serata su Rai1) c’è chi potrebbe rinverdire la propria popolarità. E’ il caso di Alessandro Greco, eterna promessa della televisione, avvantaggiato rispetto agli altri concorrenti del programma, per via dei suoi trascorsi da imitatore.

Alessandro Greco | Tale e Quale Show 2014 |  la carriera

Tarantino, classe 1972, Greco inizia la carriera come presentatore e imitatore in alcune radio e tv locali. Nel 1992 partecipa al concorso Stasera mi butto, in onda su Rai2. In seguito prende parte ad UnoMattina su Rai1, e conduce il Seven Show su Italia7. Raggiunge la popolarità grazie a Raffaella Carrà, che nel 1997 lo sceglie per condurre lo show musicale Furore, in onda su Rai2. La trasmissione, che ottiene grande successo, lo vede al timone per 5 edizioni sino al 2001. Nell’autunno del 1998 conduce lo sfortunato preserale di Rai1 Colorado, mentre nel 1999 affianca Laura Freddi nello show estivo di Rai2 Portami al mare e fammi sognare.

Nell’estate del 2000, sempre per Rai2, conduce con Federica Panicucci il varietà musicale Una Canzone per te. Dopo alcuni anni di lontananza dal video, torna in tv come concorrente del reality di Italia1 La Talpa, in coppia con la moglie Beatrice Bocci. Dal 2008 inizia un’intesa attività lavorativa in radio, con programmi come Chi c’è, c’è, chi non c’è non parla, No Problem – Viva l’Italia, e Shaker, tutti trasmessi da Rtl 102.5. Nel 2008, ancora una volta sotto il “patrocinio” di Raffaella Carrà, viene scelto come conduttore della trasmissione di Rai3 Il Gran Concerto, programma musicale basato sul format spagnolo El Concertazo di TVE, che si propone di far conoscere e divertire i bambini con la musica classica. La trasmissione viene proposta con successo sino al 2011.

Alessandro Greco | Foto


24
luglio

ALESSANDRO GRECO A DM: COMPLIMENTI AL TOM CRUISE-PUPO PER AVER VINTO LA SERATA CON CASTROCARO. GUBITOSI DAMMI UN PROGRAMMA E PAGAMI SOLO SE VINCO! LEONE DA QUANDO E’ DIRETTORE DI RAI 1 NON LO TROVO PIU’

Alessandro Greco

Imitatore e speaker radiofonico nella grande famiglia di Rtl 102.5. Il grande pubblico, però, lo ricorda per la conduzione dello storico Furore, programma della tv pubblica che ha caratterizzato le estati di Rai 2 di qualche anno fa. E Alessandro Greco, in tv, ha voglia di tornarci al punto da proporre un escamotage anticrisi al Direttore Generale della Tv di Stato Luigi Gubitosi. Ne parla a noi di DM…

“Gubitosi, dammi un programma e pagami solo se vinco!”. Da quando Gubitosi si è insediato ha parlato di una rifondazione della Rai rinvigorendo le strutture interne, evitando gli sprechi e non avvalendosi soltanto dei format, quindi il mio principio è in armonia con la sua linea editoriale perché è una proposta democratica, meritocratica, anticrisi e, soprattutto, pluralistica. Tra l’altro questa formula viene messa in pratica in altri settori, come dice la pubblicità: “soddisfatti o rimborsati”.

Se davvero si applicasse questo principio non pensi che molti conduttori lavorerebbero gratis?

Prima di rispondere, vorrei approfittare dell’ospitalità di DM per fare le congratulazioni al Tom Cruise-Pupo, dato che ha superato la “mission impossible” del Festival di Castrocaro. Con ospiti del calibro di Fiorello, Patty Pravo e Jovanotti ha vinto la serata facendo due punti più di me, che l’ho condotto l’anno scorso in un’edizione che definirei desertica. Quindi davvero tanti complimenti per la missione brillantemente superata.

Sei diventato polemico? Hai vissuto male la staffetta con Pupo a Castrocaro?

No no, l’ho vissuta benissimo. Io ho condotto un’edizione desertica con dodici straordinari concorrenti e la giuria potendo puntare su pochi elementi esterni. Quindi, a maggior ragione, faccio i complimenti a Pupo e alla sua impresa straordinaria.

Dicevamo… Se davvero si applicasse questo principio non pensi che molti conduttori lavorerebbero gratis?

Ride (ndDM). Se l’azienda si prende un rischio, è giusto che anche i protagonisti se ne assumano la responsabilità senza arrivare a proporre programmi che vengono chiusi dopo una sola puntata: è una questione di sprechi.

Pensi che Castrocaro abbia ancora senso?

Assolutamente si, perchè l’obiettivo dell’anno scorso con gli organizzatori e i patron era continuare a proporre un Festival che fosse fortemente incentrato sulla musica e i cantanti per arrivare a dare a Costrocaro quello che offiriva prima, ovvero il posto a Sanremo. L’anno scorso ho condotto la finale, quest’anno sono state fatte altre scelte.

E sui talent show, che giudizio riservi?

Io ho un ottimo giudizio. Se fossero capitati quando ero ragazzo li avrei sfruttati alla grande perché sono una straordinaria possibilità per chiunque. Il rischio, però, è quello di ritenere il talent un punto di arrivo, anziché un punto di partenza che, sfruttato bene, sarebbe molto prezioso.

Ma i nuovi Chiara e Moreno di oggi sono gli Eros Ramazzotti e le Laura Pausini di ieri?

Ride (ndDM)…

Perchè ridi?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


12
ottobre

ALESSANDRO GRECO: SE TORNASSE FURORE DOVREI CONDURLO IO

Alessandro Greco (foto di Massimo Milanese)

Era uno dei format più amati dagli estimatori della musica e del varietà quando nel 1997 Furore debuttò sul piccolo schermo con un allora giovanissimo Alessandro Greco. In un stagione televisiva particolarmente difficile dal punto di vista degli ascolti e delle idee, un possibile ritorno della storica trasmissione di Rai2 inizia a farsi largo fra il brainstorming dei dirigenti Rai. Il suo conduttore storico, dapprima a DM e ora a Stop, chiarisce la sua posizione in merito a una nuova edizione della sua creatura, da sempre associata al suo volto e alla sua simpatia:

“Da quando il programma non va più in onda, ovunque io vada, le persone che incontro, quasi avessero un nastro registrato, mi chiedono tutte: ” Quando torna Furore?”. Si tratta di una trasmissione che è stata ed è tutt’ora molto amata”.

Questa volta sembra che le voci intorno a Furore si facciano più insistenti, anche se lo speaker radiofonico rimane coi piedi per terra e nel frattempo “scalda i muscoli e incrocia le dita”.

Sulla possibile scelta di un nuovo conduttore del programma da parte della Rai, Greco pensa che:

“La Rai ha bisogno di farsi del bene e non certo del male. Ci sono programmi che sono legati a quella persona, a quel conduttore. E’ come una formula matematica per la quale Furore è uguale ad Alessandro Greco”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »