14
novembre

TALE E QUALE SHOW 3: VINCE ATTILIO FONTANA. ECCO I MAGNIFICI SETTE CHE ACCEDONO AL TORNEO

Attilio Fontana imita Lucio Battisti

Quando abbiamo saputo che la nona puntata di Tale e Quale Show avrebbe sfornato i sette nomi che scenderanno in campo al Torneo che inizierà venerdì 22 novembre, non ci aspettavamo certo grande sorprese, ma neanche la ridondanza più eclatante che il varietà è riuscito sapientemente a schivare in queste otto puntate. Ciascuno dei dieci concorrenti ha scelto il suo cavallo di battaglia, riproponendo pedissequamente l’esibizione già proposta al pubblico: stessa canzone, stesso costume e persino stessi commenti della giuria. Alla fine, “i magnifici sette” di quest’edizione, scelti per sfidare i big delle prime edizioni (Serena Autieri, Paolo Conticini e Giò Di Tonno) dalla settimana prossima, sono: Attilio Fontana (primo posto, VINCITORE DELL’EDIZIONE) Kaspar Capparoni (secondo posto), Amadeus (terzo posto, sintomo che l’effetto Fiorello ha funzionato), Fabrizio Frizzi (meritatissimo quarto posto), Clizia Fornasier (quinto posto), Roberta Lanfranchi (sesto posto) e, infine, Silvia Salemi (settimo posto).

Vada per Chiara Noschese (ultimo posto) e Riccardo Fogli (nono classificato), ma l’ottava posizione di Fiordaliso, una delle artiste più duttili e in gamba di quest’anno, e la sua conseguente esclusione avrebbero creato uno scandalo per fortuna sventato dalla rinuncia di Capparoni al Torneo, per precedenti impegni di fiction che non avevano tenuto conto del prolungamento di Tale e Quale di altre due puntate. Per il resto la puntata è filata liscia, ma senza stupire: d’altronde la formula del “Best of” sarebbe perfetta per un telespettatore occasionale, ma sarebbe letale per un telespettatore abituale, “costretto” a rivedere tutte le performance dei dieci artisti del talent. Persino la mission impossible di Gabriele Cirilli ritorna sui suoi passi riproponendo l’Orietta Berti già imitata.

Le imitazioni dei concorrenti si sono rivelate, per la maggior parte dei casi, vincenti, ma alquanto scontate. E se Fabrizio Frizzi ha proposto Pelù, Capparoni Domenico Modugno, Fontana Lucio Battisti, Silvia Salemi Adele, Fogli Branduardi, Amadeus Sandy Marton e Roberta Lanfranchi Giorgia, un po’ hanno stupito le scelte delle restanti protagoniste. La Noschese che sceglie Rita Pavone e non Arisa, Clizia Fornasier che opta per Kate Bush e non per Annie Lennox e Fiordaliso che veste i panni di Loredana Bertè preferendola alla trasgressiva Tina Turner. La serata ha anche riconosciuto i Premi Speciali di quest’edizione, una magra consolazione per i concorrenti in gara.

Le esibizione più divertenti sono state quelle di Amadeus per Sandy Marton e Fabrizio Frizzi per Kid Creole; la migliore esibizione è stata quella di Clizia Fornasier per Annie Lennox e la miglior voce è quella di Silvia Salemi per Adele. Cosa aspettarci dal Torneo di Tale e Quale? Attilio Fontana riuscirà a dare del filo da torcere al campionissimo Giò Di Tonno? Staremo a vedere, ringraziando la Provvidenza per aver permesso a Fiordaliso di continuare questa fantastica avventura.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Ermal Meta - Wind Summer Festival 2017
Wind Summer Festival 2017: ecco chi ha vinto


Mtv awards 2017
MTV Awards 2017: i vincitori


Daytime Emmy Awards 2017 -8
Daytime Emmy Awards 2017: il vecchio che avanza. I vincitori e il video integrale della serata


David di Donatello 2017 - Valeria Bruni Tedeschi
David di Donatello 2017: tutti i vincitori. Show di Valeria Bruni Tedeschi: “Ringrazio la mia povera psicanalista e anche gli uomini che mi hanno abbandonato” (foto e video)

11 Commenti dei lettori »

1. simplemay ha scritto:

14 novembre 2013 alle 00:56

Ovviamente tutte le stecche prese da Fontana (soprattutto in “Mi ritorni in mente”) gli sono state abbuonate. E poco importa che i suoi brani fossero decisamente più semplici da eseguire rispetto a tonalità e linee melodiche impervie come quelle di “Wuthering heights” e “Di sole e d’azzurro”, cantate peraltro da due non-cantanti. A me pare proprio che fosse tutto già scritto. Per carità, Fontana ha delle qualità (d’altronde cantare è il suo mestiere) ma credo che nel complesso sia stato davvero sopravvalutato. Stasera ne ho avuto l’ennesima conferma.
Ps. Ma per alcune esibizioni (fra cui casualmente proprio quella di Fontana) i giudici come hanno fatto a giudicare se cantavano invece di ascoltare? La Goggi era addirittura scatenata, tanto l’imitazione di Battisti era perfetta a prescindere. Diciamo sulla fiducia.



2. Tyrael87 ha scritto:

14 novembre 2013 alle 01:15

grande Amadeus sempre nel personaggio anche durante “We are the world”… ma soprattutto grandissimo per aver coinvolto il corpo di ballo durante la sua esibizione!



3. Max_86 ha scritto:

14 novembre 2013 alle 08:58

Poi si dice che gli italiani sono sempre invidiosi del talento e parlano sempre male di chi è bravo però obiettivamente Attilio fontana ha interpretato solo artisti italiani e per la maggior parte uomini,tranne la
Canoni!gli altri hanno sperimentato molto di più rispetto a lui con generi e artisti molto diversi!d’accordo con le eliminazioni di fogli e della noschese ma fiordaliso assolutamente no!!!in più calcoliamo che tra i preparatori del programma c’è una certa maria grazia fontana,sorella del suddetto vincitore!mah fate vobis 1+1..contentissimo comunque del premio a Silvia salemi x la miglior voce,merita l’ariston da troppi anni!!!



4. Luigi ha scritto:

14 novembre 2013 alle 09:50

@simplemay le “stecche” di Fontana facevano parte dell’imitazione. Ma l’hai mai sentito cantare Battisti? Ti sembra uno intonato? Fatti un giro su youtube e cerca “Mi ritorni in mente”.

Atteso che ormai credo sia chiaro a tutti che gli interpreti non vengono sorteggiati, ma sono scelti dagli stessi concorrenti (come più volte sfuggito alla Goggi che addirittura ha citato una conversazione tra lei e Fogli in conferenza stampa, cioè prima dell’inizio della trasmissione), se uno ritiene di imitare meglio la voce di Alvaro Vitali, perché deve per forza strafare con un’improponibile Kate Bush, questa sì inascoltabile e calante dall’inizio alla fine e, credimi, so di cosa parlo.

Detto questo, vado controcorrente: mi dispiace per Chiara Noschese, certamente non al top, ma nemmeno al punto di essere superata da Frizzi e Amadeus, a patto di dimenticare che l’anno scorso Cirilli ha rischiato di vincere.

Un discorso a parte merita la questione Capparoni. Credo che sia stato scorretto farlo partecipare alla competizione (e incassare i soldi del televoto) sapendo già dall’inizio che non avrebbe potuto continuare. Penso che la Rai debba rimborsare chi lo ha votato.



5. Elena ha scritto:

14 novembre 2013 alle 10:44

Le stecche di Fontana mentre faceva Battisti erano palesemente fatte apposta… piuttosto pensiamo alla Lanfranchi! Che ha stonato in modo palese in ogni esibizione e secondo i giudici doveva pure stare in alto!

Comunque sia, sono curiosa di vederli venerdì prossimo, battere Giò di Tonno sarà dura! Come modifica lui la voce non lo fa nessuno degli altri!



6. rara ha scritto:

14 novembre 2013 alle 10:45

Condivido l’opinione su Capparoni.
Mi è sempre piaciuto molto durante queste puntate (prima non tanto..).
Ma vederlo al momento della premiazione “in pena”, quasi triste di esser arrivato così avanti l’ho trovato davvero fuori luogo e scorretto.
Era meglio farlo esibire, farlo votare dai giudici ma non dal televoto.
E’ stata unna beffa!
Un sacco di persone lo han votato perchè volevano rivederlo ancora per tre puntate, ed invece non ci sarà e già lo si sapeva.

il fatto poi che sia stata “ripescata” la sempre sopra le righe e arrogante Fiordaliso peggiora la cosa..



7. fill ha scritto:

14 novembre 2013 alle 13:30

meno male che la mia impressione su fontana e’ condivisa perche’ pensavo di valutare ingiustamente sull’onda dell’antipatia che provo x lui e la sorella. troppo supervalutato e favorito.
scorretto far partecipare ad un televoto kapparoni sapendo che si ritirava, sempre meno considerata la fornasier, super miracolata lanfranchi, e mettiamoci anche fogli che si lascia scappare che in conferenza stampa aveva detto alla noiosa goggi che lui sapeva imitare patty pravo, salvo poi stupirsi quando gliela hanno assegnata…si vabbe’



8. Il Criticone TV ha scritto:

14 novembre 2013 alle 14:55

Non concordo riguardo quello che dite riguardo Capparoni… vi ricordo che per Tale e Quale è stato deciso (in corsa) l’allungamento di due o tre puntate, quindi probabilmente Capparoni aveva dato disponibilità fino a un certo periodo molto prima che venisse presa tale decisione. E comunque il televoto sarebbe valso, a prescindere, per il vincitore della terza edizione.



9. Luigi ha scritto:

14 novembre 2013 alle 15:04

@Il Criticone TV, capisco il tuo punto di vista, ma solo a posteriori. Perché mi sembra che ieri la sfida sia stata presentata più volte nei termini “chi vuoi che continui la gara” e non “la sfida finisce oggi: vota il migliore”. Allora bisognava dirlo subito che Capparoni non avrebbe continuato e che chi lo votava, lo avrebbe fatto solo ai fini della classifica della gara. L’allungamento delle puntate non c’entra col fatto che quando è iniziata la trasmissione tutti sapevano che Capparoni si sarebbe ritirato. E’ in quel momento che è avvenuta la scorrettezza e non prima.



10. simplemay ha scritto:

14 novembre 2013 alle 15:35

@Luigi, se vuoi ti presto tutti i dischi di Battisti che ho a casa, compresi i 45 giri, così te lo puoi ascoltare per bene ed esprimere un giudizio sensato, altro che Youtube! Ci mancherebbe, non aveva affatto una grande voce, ma da qui a dire che era sfacciatamente stonato ce ne passa. Ma a parte questo, se anche fosse, (e qui mi rivolgo pure a @Elena) non è quantomeno supponente e irrispettoso accentuare un eventuale difetto dei personaggi reali fino a renderli ridicoli? L’imitazione è una cosa, la parodia un’altra! Con questa scusa Fontana ha tirato fuori prima un Ramazzotti narcotizzato, poi una Vanoni ubriaca, quindi un Battisti stonato, ancora un Gaetano tamarro, e infine un De Gregori dislessico; invece lui quando cantava nei leggendari Ragazzi italiani (che immagino nessuno avrà mai lo schiribizzo di imitare) era perfetto e impeccabile? Siamo onesti, dai: ha delle qualità, nessuno lo mette in dubbio, ma a mio avviso è stato montato tantissimo e non meritava affatto di vincere.



11. ellis ha scritto:

14 novembre 2013 alle 18:54

@simplemay: a mio parere e’ proprio come dici tu.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.