15
giugno

ELA WEBER A DM: “LA TV TEDESCA E’ BACCHETTONA, QUELLA ITALIANA TROPPO PERMISSIVA”

Ela Weber

Nei ricordi del telespettatore italiano rimarrà per sempre “la sellerona”, nomignolo appioppatole da Paolo Bonolis ai tempi della sua fortunata partecipazione a Tira e Molla. Parliamo di Ela Weber che, pronta a debuttare come attrice in teatro, non sembra nutrire particolare nostalgia per la tv italiana. Soddisfatta della sua vita privata al fianco del marito e del fedelissimo cagnolino Chiodo, la prorompente showgirl tedesca si è raccontata con la sua consueta simpatia e schiettezza a DM.

Ela, non ti si vede quasi più in tv, come mai?

Non mi vedi in televisione perché non c’è un cavolo da fare. Le proposte in realtà non mancano, però non sono abbastanza interessanti. Al momento preferisco intervenire come ospite nei programmi che mi piacciono, piuttosto che fare qualcosa che non mi convince.

Meglio il teatro?

Si, decisamente. Il 29 luglio debutto al Festival Teatrale di Borgio Verezzi con Boeing Boeing, la celebre commedia di Marc Camoletti, riadattata nella versione italiana da Luca Barcellona e Francis Evans. Insieme a me ci saranno Gianluca Guidi, Gianluca Ramazzotti e Randi Ingerman. Sono molto emozionata, è la prima volta che mi metto in gioco con un’esperienza di questo tipo, a  stretto contatto con il pubblico. 

E’ un modo per consolarti dalle delusioni della tv?

Non sono delusa dalla tv. Molte mie colleghe si lamentano, io non di certo. Sono stata la prima a decidere di mettermi un po’ da parte e dedicarmi maggiormente alla mia vita privata. Se scegli di mollare la presa, è normale che la tua attività lavorativa rallenti. Non puoi pensare che ti vengano a bussare alla porta per proporti un lavoro, se non sei tu a darti da fare in prima persona.

In tv c’è sempre meno spazio per il varietà e l’intrattenimento e le occasioni lavorative per le showgirl sono diminuite notevolmente…

Sarebbe bello tornare al grande varietà, ma oggi come oggi la televisione non ha più le entrate pubblicitarie di una volta. Fare un varietà come si deve costa molto, e si preferisce quindi produrre dei programmi che costano meno, ma che portano ugualmente degli introiti.

La tv tedesca vive una situazione migliore rispetto a quella italiana?

La tv tedesca ha molta meno cronaca nera, e soprattutto meno gossip. E’ una televisione per certi versi troppo bacchettona, mentre quella italiana è sin troppo estroversa e permissiva. L’ideale sarebbe trovare una via di mezzo (ride ndDM). Bisogna inoltre dire che l’Italia è un paese maschilista, e questo vale anche per la tv. Da noi in Germania la parità di diritti tra uomini e donne non è un’utopia ma un dato di fatto.

Che ne pensi della figura della donna nella nostra tv?

In tv ci sono donne di tanti tipi, tutto dipende da come una persona si vuole presentare al pubblico. Anche in Italia ci sono donne toste e determinate che sanno ciò che vogliono dalla vita.

Tornando indietro nel tempo, che ricordi hai della tua prima esperienza in tv con Tira e Molla?

Tira e Molla è stata un’esperienza bellissima, che ha portato fortuna a tutti quanti noi che vi abbiamo preso parte. Mi sono divertita tanto, non avevo nessuna ansia da prestazione. Per me era un gioco, non prendevo ancora sul serio questo mestiere. Pensavo si trattasse solo di  una parentesi.

Invece hai proseguito con programmi come Sette per Uno e Dom&Nika In…

Il varietà mi ha fatto lavorare in tv per diversi anni, sino a quando a poco a poco sono arrivati i reality.

Ai quali hai partecipato…

Ho preso parte nel 2004 a La Fattoria, un’esperienza molto pesante, nella quale bisognava tornare indietro nel tempo e vivere in un’altra epoca. Qualche anno dopo è arrivata L’Isola dei Famosi dove, nonostante la fame, mi sono divertita di più. Del resto, chi non ha mai sognato di essere Robinson Crusoe almeno per qualche giorno nella propria vita?

Ti piacerebbe partecipare ad un altro reality?

Mai dire mai, ma oggi non riuscirei a stare lontana da mio marito (Andrea Bonacci ndDM) e dagli affetti della mia vita.

Dovresti separarti anche dal tuo amato cagnolino Chiodo, che ormai è diventato una star del web. Il filmato che lo ritrae ringhiante durante il collegamento con Buon Pomeriggio Italia è visitatissimo su YouTube…

Chiodo è diventato una star, ormai chiamano lui per avere delle interviste. In realtà è una cane tranquillissimo, per nulla pericoloso. La colpa è di Gianfranco Agus che continuava a istigarlo con il microfono, e lui si è innervosito. Diciamo che Agus se l’è cercata (ride ndDM).

C’è un sogno nel cassetto, un’esperienza professionale che ti piacerebbe provare?

Mi piacerebbe molto poter fare un programma televisivo tra i fornelli. Nella mia famiglia siamo gastronomi da tre generazioni. Avevamo anche dei ristoranti di cucina messicana in Baviera, che ora abbiamo venduto. Adoro cucinare, lo trovo molto rilassante. Davanti ai fornelli le persone rilasciano confidenze e dichiarazioni che in altre situazioni non racconterebbero mai.


Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Michela Persico (2)
Le Capitane, Michela Persico a DM: «Mi sono dimessa da Mediaset Premium per seguire Rugani. Chi se ne frega di fare l’amore il giorno prima della partita»


Silvia Slitti
Le Capitane, Silvia Slitti a DM: «Tra le wags mi sento un pesce fuor d’acqua. I wedding planner in tv? Danno un’immagine romanzata»


Emilie Nef Naf
Le Capitane, Emilie Nef Naf a DM: «Il mio fidanzato? L’ho conosciuto all’Esselunga. In Francia ero giudicata per le mie storie d’amore»


Gerry Scotti
Gerry Scotti a DM: «All’inizio pensavo che The Wall fosse un’americanata. Sono felice che La Corrida torni su Rai1 ma io quel linguaggio l’ho superato. Riporterei La Ruota e il Milionario»

10 Commenti dei lettori »

1. andreaferrario ha scritto:

15 giugno 2012 alle 13:50

“Non mi vedi in televisione perché non c’è un cavolo da fare”.
Versione più corretta:
“Non mi vedi in televisione perché non c’è un cavolo che so fare”



2. sboy ha scritto:

15 giugno 2012 alle 13:56

Adoro quando dicono che ci sono un sacco di proposte ma non accettono perchè non sono interessanti..



3. andreaferrario ha scritto:

15 giugno 2012 alle 13:56

quando poi scrivono che “le proposte non mancano…” mi fanno impazzire. Ma perché non ammettere che guardi il telefono tutto il giorno sperando che squilli e che nessuno ti si fila?
Dico, capita a tutti, capiterà pure a Ela Weber di cui, con tutto il rispetto, penso che in pochi abbiano sentito la mancanza.
Lei andava bene quando era giovane e faceva la “sellerona”, ma adesso che ha 46 anni? Negli ultimi 14 anni quali investimento ha fatto su se stessa , sulla sua professionalità e sul suo personaggio? Nessuno. Quindi cosa pretende? Non ho niente contro di lei, anzi è anche simpatica però che certa gente impari a riconoscere il proprio peso specifico (intendo quello “artistico”…)



4. WHITE-difensore-di-vieniviaconme ha scritto:

15 giugno 2012 alle 14:06

dai che il prossimo anno farai qualcosa di stimolante e interessante . . .
l’isola
:)



5. ales79 ha scritto:

15 giugno 2012 alle 14:21

a me è davvero molto simpatica ma ad essere onesti tutto questo talento proprio non c’è!!!



6. vicky ha scritto:

15 giugno 2012 alle 15:05

Ecco un’altra che si lamenta della TV italiana!!!Finchè ha lavorato le andava bene ora che nessuno se la fila si lagna.Ma onestamente che può fare in televisione?Sentirla parlare è una pena continua,non balla,
non canta e allora?



7. Erica ha scritto:

15 giugno 2012 alle 15:38

Isola 10!



8. Alessio90 ha scritto:

15 giugno 2012 alle 16:31

Persona simpatica, però non dica che ha proposte e non le accetta perchè non sono di suo gradimento. Sono convinto che se le proponessero un qualsiasi programma accetterebbe. Poi si di reality ne ha fatti 2 e si sa che non c’è 2 senza 3… come molti hanno detto c’è l’isola 10 pronta per l’anno prossimo! :D



9. FDiv88 ha scritto:

15 giugno 2012 alle 18:10

Beh.. però.. a me sembra che ultimamente il varietà stia tornandoe che il reality si sia compresso. Un più o meno 6 anni fa, questo genere spopolava: Grande fratello, Isola dei famosi, La Talpa, La Fattoria, Il Ristorante (e altri), oggi sono rimasti giusto più in 2 e ci sono stati (e ci saranno) più di un varietà: dallo show di Fiorello a quelli di Checco Zelone e Panariello, ”Tale e quale show”, al prossimo varietà di magia che dovrebbe andare su Canale5, ”La Corrida”, ”Lo show dei record”, game show come ”Avanti in altro” e ”Il braccio e la mente” (anche se quest’ultimo, non fortunatissimo in ascolti), addirittura è di ritorno il Karaoke con Cristina D’avena/Patrick R. Pugliese. Le cose sembrano essere (ri)cambiate e il varietà sia e stia ritornando. Credo che abbia ragione su altre cose.



10. ale ha scritto:

26 marzo 2014 alle 15:58

Ela sei bellissima , Ale



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.