14
ottobre

Netflix low cost in arrivo il 3 novembre

Netflix Low Cost

Netflix Low Cost

Si chiama Base con Pubblicità ed è il nuovo piano low cost che Netflix lancerà il 3 novembre alle ore 17 in partnership con Microsoft, per andare incontro alle esigenze del pubblico ed abbassare i prezzi, inserendo in cambio gli spot pubblicitari: costerà 5,49 euro al mese in Italia ma sarà disponibile anche in Australia, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Giappone, Messico, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti.

Le intenzioni del servizio streaming erano già chiare e dunque si sono concretizzate. Nulla cambierà per chi è già abbonato, che potrà continuare ad usufruire del suo vecchio abbonamento con i piani Base, Standard e Premium, privi di pubblicità; chi vorrà, potrà scegliere la nuova offerta, che avrà una qualità video fino a 720p/HD (ora sia per il piano Base con Pubblicità sia per il piano Base).

Quali sono le “limitazioni”? 4-5 minuti di interruzioni pubblicitarie all’ora, della durata di 15 o 30 secondi ciascuna ed inserite prima e durante le serie e i film; nessuna possibilità di scaricare titoli e accesso negato ad un numero limitato di film e programmi televisivi a causa di restrizioni legate alle licenze. Resta la possibilità di cambiare o disdire il piano in qualsiasi momento.

Per aiutare gli inserzionisti a raggiungere il pubblico giusto e garantire che le pubblicità siano più pertinenti per i consumatori, Netflix offrirà la possibilità di targeting per paese e genere dei contenuti; gli inserzionisti potranno anche evitare che le loro pubblicità appaiano su contenuti che potrebbero essere incoerenti con il loro brand (per esempio sesso, nudità o immagini violente). A partire dal 1° trimestre del 2023 saranno anche verificate la visibilità e la validità del traffico delle pubblicità attraverso la partnership stretta con DoubleVerify e Integral Ad Science.

Il sondaggio di Sensemakers: il 68% degli utenti potrebbe accettare la pubblicità

In vista del cambiamento Sensemakers ha condotto un’analisi e un sondaggio per scoprire cosa ne pensano gli italiani. Di seguito i principali risultati riscontrati.

Oggi gli abbonati Netflix in Italia sono poco meno di 5 milioni, ma per convertire gli abbonati in spettatori bisogna considerare due fattori:

  • Condivisione delle password di accesso –> Il 65% degli abbonati italiani di Netflix dichiara di condividere le proprie credenziali di accesso con una o più persone;
  • Co-viewieng: le persone guardano insieme i contenuti (soprattutto serie TV e FILM su televisione connessa)

Sensemakers stima che gli spettatori medi giornalieri di Netflix siano 5 milioni e 20 milioni quelli mensili.

Domande del sondaggio

1) A parità di contenuti offerti, preferirebbe?

  • Una piattaforma a pagamento, senza pubblicità –> 32%
  • Una piattaforma gratuita, con interruzioni pubblicitarie –> 29%
  • Una via di mezzo, con prezzo inferiore e poca pubblicità –> 39%

Il 68% degli utenti potrebbe accettare un abbonamento con interruzioni pubblicitarie

.
2) Se da domani Netflix aggiungesse la pubblicità?

  • Disdirei l’abbonamento –> 15%
  • Mi aspetterei di pagare meno l’abbonamento –> 25%
  • Sarei meno soddisfatto –> 19%
  • Non cambierei il mio giudizio sul servizio –> 41%
  • .

Fabrizio Angelini CEO Sensemakers – Comscore Italia commenta così i risultati della ricerca e la novità introdotta:
“Netflix dovrà cercare un punto di equilibrio tra il bisogno di non cannibalizzare i propri ricavi da sottoscrizione ed estendere progressivamente le proprie audience pubblicitarie (inizialmente molto contenute). Gli investitori televisivi hanno infatti generalmente bisogno di raggiungere fasce molto ampie di popolazione e su questo fronte i broadcaster tradizionali vantano ancora un grande vantaggio”
Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Netflix_Logo
Netflix: licenziamenti, pubblicità e diretta per evitare la crisi


Netflix
NETFLIX IN ITALIA DAL 22 OTTOBRE: IL LISTINO


Pilar Fogliati
Pilar Fogliati non fa odiare il Natale


Meghan e Harry
Su Netflix Harry e Meghan raccontano (ancora!) la loro verità

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.