6
ottobre

Sospesi per flop i Maghi di Rai 2

Voglio essere un mago

Voglio Essere un Mago

L’incantesimo non ha funzionato. La disfatta di ieri (373.000 spettatori – 1.9%) non lascia scampo a Voglio Essere un Mago. A due puntate (su 5) dal termine, il programma prodotto dalla Stand By Me di Simonetta Ercolani è stato cancellato dalla prima serata di Rai 2. Contrariamente a quanto comunicato inizialmente, la rete non anticiperà di una settimana la messa in onda della prima puntata de Il Collegio 6, che rimane confermata per il 26 ottobre (qui i nuovi allievi).

Nato – in maniera non troppo originale – proprio sulla scia del Collegio, Voglio Essere un Mago  non è riuscito a raccogliere il fedelissimo pubblico del reality scolastico venendo bocciato dal pubblico sin da subito (3.9% – 691.000 spettatori l’ascolto della puntata d’esordio). Dopotutto già La Caserma, altro emulo de Il Collegio, aveva conosciuto una parabola discendente e il tema magia non sembra così irresistibile. Ennesimo stop per gli influencer in tv, visto che il programma prevedeva anche la presenza di alcune persone popolari in rete.

Filone “young adult reality” concluso?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


SquidGame_Season1_Episode1_00_44_44_16
Pagelle TV della Settimana (4-10/10/2021). Promossi Squid Game e Melaverde. Bocciati il sabato di Rai1 e Star in the Star


Voglio Essere un Mago! - Eleonora Di Cocco e Raul Cremona
Voglio Essere un Mago! da oggi nel pomeriggio di Rai2


Collegio 1977 sfondo bianco mr copia
Il Collegio 2021: ecco il cast di allievi


Voglio essere un Mago! - Daniel
Chi vuol esser un Mago?

2 Commenti dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

6 ottobre 2021 alle 21:43

La magia (dei prestigiatori intendo) non è più di moda da decenni. Da Silvan e Binarelli.

Sono rimasti solo i maghi comici e solo perchè c’era Zelig.

In America il genere è stato distrutto e ricostruito creando una nuova schiera di maghi “rock” con magie esagerate, spesso volgari o schoccanti e quasi sempre fatte in strada tra la gente da tizi sopra le righe.

Ma il problema è che in questa trasmissione la magia non c’era! Era solo un “collegio” appena modificato. Io non credo che esista un pubblico per questa trasmissione. Perchè essendo un collegio si rivolgeva ai giovanissimi ma parlando di magia strizzava l’occhio ai vecchi!

E così alla fine non è piaciuto a nessuno. Potevano fare ad esempio un collegio dove i ragazzi volevano imaprare a fare rap o trap. Ecco che la trasmissione avrebbe avuto un pubblico preciso e affezionato…anche se non so quanto nutrito.



2. GIANFRANCO ha scritto:

12 ottobre 2021 alle 23:34

Ho aperto per caso su Raiplay gìà con tre puntate avanti, e le ho sciorinate in un pomeriggio, ho goduto la serata con “voglio essere un mago” senza lesinare giudizi, poiché sulla scia del “Collegio” mi ha disteso e rilassato, anche se ” Ma il problema è che in questa trasmissione la magia non c’era” come cita Gianni, seguire questo genere di programma ha di per se, un modo di vedere da vicino l’attuale psicologia degli adolescenti di oggi. Dai Gianni, denigrare questo programma in spicciolata non è validante, poiché non è stato per nulla pubblicizzato come invece è avvenuto con il “Collegio” Invito a vederlo su Raiplay tutte le puntate di seguito, e ne uscirete spaziati dai pensieri cattivi. VOTO 10!!! :)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.