18
novembre

Il Collegio 5: la quarta puntata in 8 momenti. Crivellini e Bettin espulsi, Rebecca Mongelli bocciata. Arrivano i gemelli Andrea e Leonardo Prezioso

Crivellini e Bettin - Il Collegio 5

Crivellini e Bettin - Il Collegio 5

Il percorso degli allievi ne Il Collegio, ora che è iniziato ufficialmente il giro di boa, si fa sempre più difficile e continuano ad aumentare le ‘vittime’: mentre Simone Bettin e Marco Crivellini sono stati espulsi per i loro continui atteggiamenti ’sovversivi’, l’aspirante influencer Rebecca Mongelli non ha infatti ottenuto la media del 6 a metà anno scolastico ed è dovuta tornare a casa. In compenso, per via di tre persone andate via, il Preside Bosisio ha accolto in classe i gemelli pugliesi Andrea e Leonardo Prezioso.

1. Zigliana non cede alle minacce di Bettin

Luca Zigliana è stanco di non dormire la notte e, di fronte all’ennesimo baccano dei suoi compagni, esclama infastidito: “Ma siete caduti da piccoli?“. La mattina successiva, il ragazzo chiede di parlare con Bosisio, ma Simone Bettin lo avverte affinché non faccia l’infame: “Se fai il buono con noi, noi facciamo i buoni con te“. Luca non si lascia intimorire (“Non ho bisogno che facciano i buoni. Se lo dico, vanno fuori“) e vuota il sacco con Bosisio, facendo anche i nomi, oltre a quello di Bettin, di Marco Crivellini e della rappresentante di classe Giulia Matera tra i casinisti. L’allieva si prende così un rimprovero: “Lei lo sa che andando con i zoppi si impara a zoppicare?“.

2. Crivellini e Bettin espulsi

Per via dei loro continui atti di ribellione, Bosisio getta quindi la spugna e decide di espellere Crivellini e Bettin, definendoli tra i peggiori studenti che ha avuto nel collegio. Diversi allievi, nonostante l’invito del preside a non farlo, lasciano la lezione della professoressa Petolicchio. “Ci state spronando a fare ancora di più casino” – minaccia Rahul Teoli, che poi scappa dai due in lacrime. L’adolescente si rimprovera di non aver cercato di correggere l’atteggiamento sbagliato degli amici, sottolineando che se l’avesse fatto, probabilmente, non sarebbero stati espulsi. C’è chi, invece, la prende con più filosofia come Giulia Scarano: “Non è che dobbiamo entrare in depressione perché se ne sono andati. La vita continua“.

3. Esa viene sbattuta fuori dalla classe

A lezione di inglese, il professore invita tutti gli allievi ad indossare gli abiti di una professione. Andreini viene chiamato a calarsi nei panni di un poliziotto, mentre Di Piero sfoggia l’abito talare di un sacerdote. Maria Teresa “Esa” Cristini rifiuta però di indossare un cappello in testa fatto con un giornale, perché “ho una dignità da mantenere e non voglio mettermi in ridicolo con la classe“. L’insegnante la sbatte fuori dall’aula, ma in seguito la sprona a mettersi di più in gioco.

4. La realizzazione del videoclip finisce male

I ragazzi vengono divisi in due gruppi, capitanati dai capoclasse Matera e Andreini, per realizzare il videoclip di Ci Vuole un Fisico Bestiale di Luca Carboni. Alessandro denomina il suo team “I Patacca“, Giulia risponde – su suggerimento di Luna Scognamiglio - con “I Pericolo“. Mentre i primi nel filmato giocano più sull’aspetto goliardico della canzone, i secondi cercano di lanciare un messaggio andando contro le offese estetiche che la gente rivolge alle persone. Il momento viene però interrotto dai sorveglianti, che rimproverano i Patacca per aver preso (senza permesso) patatine, caramelle e oggetti dal loro ufficio. Per punizione, niente patatine fritte a cena!

5. L’ingresso dei gemelli Prezioso

Tutti i collegiali vengono portati in visita ad Anagni dal professor Raina nei luoghi dove ha vissuto il Papa Bonifacio VIII. Nel frattempo, Bosisio accoglie nella struttura i gemelli diciassettenni Andrea e Leonardo Prezioso, fieri di andare male a scuola, di essere stati espulsi e di avere “voti come la schedina“. “E’ uno più bastardo dell’altro. Sono così“, il commento del padre nella clip di presentazione.

6. La giacca rossa

Di ritorno dalla gita, interrotta quando la Scarano ha convinto tutti i compagni (tranne Giordano Francati) a rotolarsi per terra durante la spiegazione sulla vita di Bonifacio VIII fatta da Raina e Di Piero, gli allievi apprendono dell’arrivo dei fratelli Prezioso. Si accendono quindi le polemiche appena Bosisio li informa del fatto che i due, qualora passassero i test, indosseranno subito la giacca rossa, che invece loro otterranno soltanto se, a fine settimana, avranno la media del 6. In caso contrario, torneranno a casa. In seguito, Giulia Scarano viene sgridata dal preside per l’atteggiamento avuto nell’uscita e viene costretta a scrivere una lettera di scuse rivolta al professore e alla sorvegliante.

7. I Prezioso ammessi ufficialmente nel collegio

Dopo un test di ingresso, non particolarmente sorprendente, i gemelli Prezioso vengono comunque ammessi nel collegio ed ottengono la giacca rossa. I due sono felici per il risultato ottenuto, anche se si lamentano delle compagne. Il motivo? Non risaltano il loro gusto.

8. Rebecca Mongelli non ottiene la giacca rossa e torna a casa

A fine settimana, Rebecca Mongelli – in nome delle sue quattro insufficienze – viene bocciata, ragione per cui deve lasciare immediatamente l’istituto.  La Scarano sbotta e, con modo di fare insolente, va senza preavviso da Maggi e Bosisio per affrontarli: “Date una possibilità a quelli cattivi e a chi si comporta bene, niente. Complimenti“. Destino in sospeso proprio per Giulia. Otterrà la giacca rossa come tutti gli altri suoi compagni?



Articoli che potrebbero interessarti


Ylenia Grambone
Il Collegio 5: ecco chi sono i 21 nuovi allievi


Simone Bettin - Il Collegio 5
Il Collegio 5: la seconda puntata in 8 momenti. L’ultimo arrivato Simone Bettin porta scompiglio


Mishel e Luca - Il Collegio 5
Il Collegio 5, prima puntata: Mishel e Luca Lapolla non ammessi, la Petolicchio sbatte fuori Marco dall’aula


Vergo - X Factor 2020
X Factor 2020, quarto Live Show – Emma contro l’eliminazione di Blue Phelix: «Siamo in Italia, non siamo pronti». Fuori anche Vergo

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.