3
febbraio

GIOVANNI BATTISTA PIZZIMBONE, IL SECONDO BOSS IN INCOGNITO DI RAI 2 (FRATELLO DELL’EX DI BARBARA D’URSO)

Giovanni Battista Pizzimbone - Boss in Incognito

Giovanni Battista Pizzimbone - Boss in Incognito

Il proprietario e presidente del consiglio di Amministrazione di un importante gruppo privato italiano per i servizi di raccolta, stoccaggio e  smaltimento dei rifiuti, Giovanni Battista Pizzimbone, sarà il protagonista della seconda puntata di Boss in incognito”, il docu-reality di Costantino Della Gherardesca, in onda lunedì 3 febbraio in prima serata su Rai2.

Giovanni Pizzimbone ha deciso di andare “sotto copertura” tra i suoi dipendenti per scoprire come migliorare il servizio e valorizzare il lavoro. Per una settimana lascerà la sua lussuosa villa in Costa Azzurra, i suoi completi firmati e le cravatte per indossare gli abiti da lavoro e la giacca catarifrangente degli operatori ecologici. Ogni giorno il “boss” si troverà a lavorare con un operaio diverso della sua azienda che penserà di avere accanto un nuovo assunto. Si alzerà all’alba per andare a lavorare nella raccolta differenziata porta a porta, sporco di grasso e polveri opererà nel centro di smistamento di materiale elettronico, dovrà spazzare a mano il centro della città  e affrontare l’odore pungente dei cassonetti dell’umido.

Ogni giorno sarà messo a dura prova sia fisicamente sia mentalmente, ma non dovrà mai perdere il suo obiettivo: identificare i problemi per cercare poi di risolverli e, con questa esperienza, individuare i lavoratori migliori così da premiarli perché la forza di ogni grande azienda sono i suoi dipendenti.

Giovanni Battista Pizzimbone: chi è il Boss in Incognito del 3 febbraio 2014

Giovanni Battista Pizzimbone è nato a Savona il 4 maggio del 1966. Imprenditore del settore igiene ambientale.

Dal Luglio 2006 riveste la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione della Biancamano Spa – società fondata assieme al fratello Pier Paolo Pizzimbone (ex di Barbara D’urso, ndDM) nel 2004, a seguito dell’acquisizione della società Aimeri Ambiente – della quale è stato amministratore unico fino al 2006.

La società Biancamano Spa quotata alla Borsa di Milano dal 2007, è una holding di partecipazione totalmente dedicata al settore dell’igiene ambientale; gestisce un gruppo con 3.300 dipendenti ed oltre 2.500 automezzi industriali e rappresenta il primo Gruppo privato ed uno dei maggiori operatori ambientali italiani con un know-how ed una expertise di settore riconosciuti su tutto il territorio nazionale.

Il Gruppo Biancamano serve amministrazioni pubbliche e società private in quasi tutte le regioni italiane tramite la società operativa Aimeri Ambiente specializzata nei servizi di igiene urbana e nel trattamento e il recupero dei rifiuti solidi urbani e di apparecchiature speciali elettriche ed elettroniche.

Il Gruppo Biancamano  ha un fatturato  consolidato di circa 250 milioni di €.

Attualmente riveste anche la carica di Consigliere di Amministrazione della Biancamano Luxembourg S.A.

Giovanni Battista Pizzimbone inizia la sua attività imprenditoriale nel campo ambientale come Socio della cooperativa “L’Arciere” di Vercelli dove si è occupato di igiene ambientale e smaltimento dei rifiuti urbani fino al 1996, anno in cui è divenuto Presidente della Società Ponticelli Srl, incarico mantenuto fino al 2002. Nel 2004, a seguito dell’acquisizione della Aimeri Ambiente, viene nominato anche Presidente del Consiglio di Amministrazione carica che manterrà fino al 2005. Giovanni Battista  Pizzimbone ha conseguito studi tecnici divenendo geometra.



Articoli che potrebbero interessarti


Costantino Della Gherardesca
UNDERCOVER BOSS: COSTANTINO DELLA GHERARDESCA SU DEEJAY TV CON LA VERSIONE USA DI BOSS IN INCOGNITO


Masterchef-Striscia
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (2-8/03/2015). PROMOSSI MASTERCHEF E BOSS IN INCOGNITO. BOCCIATI SCAMARCIO E IL SILENZIO STAMPA DEL NAPOLI


Undercover Boss US
BOSS IN INCOGNITO: LA VERSIONE AMERICANA PUNISCE CON LICENZIAMENTI E PREMIA CON MASTOPLASTICHE ADDITIVE


massimo santini-boss in incognito-rai2
MASSIMO SANTINI E’ IL QUARTO BOSS IN INCOGNITO

27 Commenti dei lettori »

1. scaluzzi ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 12:59

Biancamano che è stata vicino al fallimento tra l’altro…



2. Davide Maggio ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 13:03

scaluzzi: questo non lo so.



3. Giaccardi ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 18:02

Spero che si parli anche dei centinaia di dipendenti sparsi in tutt’Italia che rischiano continuamente di non ricevere lo stipendio. Da quando l’Aimeri Ambiente è finita nelle mani della Biancamano, il rischio di veder licenziati i dipendenti è sempre stato concreto: nel 2012 era sato addirittura presentato un piano di tagli per 219 dipendenti (poi revocato).



4. Davide Maggio ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 21:55

Costantino della Gherardesca ne ha per tutti, da Amici al GF, passando per Uomini e Donne.

Ecco la seconda parte della video intervista al conduttore di Boss in incognito a pochi minuti dalla seconda puntata (ore 21.05, Rai 2).

Enjoy!

http://www.davidemaggio.it/archives/92133/costantino-della-gherardesca-boss-in-incognito-video-intervista



5. Mm ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 22:10

Potrebbero dire degli affitti che non pagano in giro
Per l’Italia ….



6. fabio ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 22:35

Ma assumono? Al aimieri ambiente?



7. angelo mazzocchi ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 22:50

Programma penoso e fasullo. Come si fa a pensare che tutto quanto presentato come spontaneo non sia stato preparato tra l’imprenditore ed alcuni suoi dipendenti scelti ed informati, non fosse altro che per la tutela della privacy! Finisco qui perchè è troppo facile attaccare un simile sottoprodotto pseudogiornalistico. Mi meraviglio del “boss”: forse era troppo stanco di non far niente e troppo annoiato dalla vita in Costa Azzurra..Chissà quale impegno nel decidere dove pagare o non pagare le tasse…



8. ANTONIO ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 22:56

ciao a tutti sono antonio da Catanzaro vanno bene tutti gli sfoghi e le critiche che volete su Pizzimbone ,spesso la realtà’ e’ molto diversa da quella che si prospetta io ho vissuto molti anni in liguria so benissimo quali sono le differenze tra aziende sane e non ,ma vi posso garantire che il Boss ha fatto una grande cosa con questa trasmissione perché’ vuol dire che ancora c’e’ un po di umanità’ in giro ,e poi se mi permettete anche se non può’ fare regali a tutti i dipendenti va bene uguale aver donato a gente meritevole come quella, non sono i regali a rianimarti ma ogni tanto e’ bello sentirsi dire anche bravo re incominciamo a sognare di nuovo altrimenti lasciamolo fare agli altri in santa pace chi vi parla e’ un disoccupato da due anni con famiglia…………



9. antonio ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 23:03

credo sia stata un ottima dimostrazione che ci sono ancora ottimi dipendenti che di concerto fanno trasformare il titolare in un ottimo imprenditore.Dopo tutti i servizi pessimi che si vedono in tv su questo settore,finalmente anche un bellissimo servizio.Faccio i complimenti al sig Pizzimbone,e magari il prossimo servizio potrebbe far vedere a tutti come sono le riunioni sindacali,io ho iniziato questo lavoro nel 1986 a 24 anni e conosco benissimo le difficoltà di questo lavoro,quindi rinnovo i miei complimenti,e gli auguro buon lavoro e ogni tanto ripeta le incursioni sui cantieri.SALUTI ANTONIO DA ROMA



10. simona ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 23:07

Io e mio marito vorremmo congratularci con il sig. GIOVANNI BATTISTA per aver dimostrato ai suoi dipendenti umiltà e rispetto . COMPLIMENTI PER LA BELLA PERSONA .



11. Ery ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 23:12

Troppo bello questo programma.
Avrei sognato di avere un titolare cosi.
L’umilta che ha dimostrato questo uomo piu di tutto.



12. Maurizio ha scritto:

3 febbraio 2014 alle 23:14

Dopo aver visto questo programma sulla differenza di classe e su quanto sa essere buono un ricco signore mi pento amaramente di aver pagato il canone. Abbasso la Rai! Mi viene il vomito….



13. ciro biglietti ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 11:25

mi sono innamorato di questo programma, vedo la sensibilità del titolare nei confronti di alcuni operai ke non sò come vengono scelti, lo avrebbe mio figlio un titolare come questo, stiamo a febbraio, nn ha ancora percepito lo stipendio di dicembre e gennaio e della tredicesima nn se parla proprio, spero ke non faccia la fine dell’anno scorso ke ha dovuto rinunciare a qualcosa x lavorare.-



14. desy ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 11:54

abbiamo bisogno di persone cosi’ ….scendere in strada per fare l’onesto ma sporco lavoro dei netturbini…. non dimentichiamo che i lavori piu’ umili sono i piu’ importanti per le nostre citta’…… mi ha commosso Marco con i suoi figli mi piacerebbe abbracciarlo .complimenti



15. ellis ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 12:53

ma farlo senza recitare in un programma (penoso)?
piu’ stucchevole di una telenovela sudamericana anni 80.



16. gaspare ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 13:37

Avrei voluto che sarebbe venuto anche qui in Sicilia in provincia di Trapani, io sono un suo dipendente da quando è subentrato qui e già lavoravo con la ditta precedente ,vedo passare persone che entrano da poco e io che sono 10 anni che lavoro in questo settore non vengo assunto definitivamente e mi chiedo il perchè, non mi tiro mai indietro per fare il mio lavoro ho fatto domande continue senza risposte ho visto che lei è una persona onesta mi potrebbe dare lei una risposta o se mi può dare una mano cordiali saluti



17. caterino vincenzo ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 13:41

sono sorpreso che esistono ancora persone così sensibile e buone come lei la puntata di ieri sera mi ha fatto commuovere sopratutto in questo momento di crisi economica sono disoccupato da circa 2 anni e mezzo e mi piacerebbe tanto trovare un datore di lavoro sensibile ma allo stesso tempo preciso come lei se le capitasse di leggere questo messaggio la prego di aiutarmi e chiamarmi a questo numero xxxxxxxx distinti saluti e grazie



18. paolo ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 14:39

sono stato molto colpito della trasmissione e non pensavo che ci fossero dei BOSS con sentimenti cosi umani e se fosse cosi come era in trasmissione sarei molto lusingato di lavorare x lei sono disoccupato da 5 anni e o una bambina disabile la prego di aiutarmi con un posto di lavoro anche stagionale mi puo contattare al numero xxxxxxxxx



19. Davide Maggio ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 14:40

Per favore non lasciate numeri di telefono nei commenti. Grazie.



20. Claudio ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 18:08

Sono dipendante Aimeri, il programma carino, il Boss ne esce bene , ma la realtà è completamente diversa….Cantiere Emilia Romagna (BO) Lui parla di sicurezza????ma se non ci passano nemmeno i guanti, i nostri mezzi, causa poca manutenzione per mancanza di fondi sono indecenti ….almeno lo stipendio arriva..



21. Davide Maggio ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 18:13

Claudio: ovviamente ti assumi la responsabilità di quello che dici perchè io non conosco quella realtà.



22. Claudio ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 18:52

Davide Maggio: certo che mi assumo le responsabilità di quello che ho detto, non so tu ma io cio lavoro per questa ditta, quello che è venuto fuori dal programma televisivo (confrontandomi anche con i miei colleghi) è vero in una piccola parte……se vuoi ti posso fare un elenco di tutte le cose che non vanno, una su tutte gomme liscie, spie dei freni sampre accese ecc…



23. Carla ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 19:13

Sono una mamma di 58 anni con 2 figli e lavoratrice dall’età di 14 anni, per cui posso parlare per esperienza in vari campi lavorativi, uno molto importante una multinazionale che lavorava nel settore gomma/plastica per il gruppo Fiat, Il fu presidente Sig. C. F., che faceva tremare solo al pronunciare il suo nome, chi ha avuto il piacere di parlargli insieme e di conoscerlo, era poi un budino, quando poteva aiutava i suoi dipendenti e ti dava quella sferzata che ti dava la voglia di fare ancora di più,mi ha detto una volta “Se vuoi conoscere la tua azienda devi prima conoscere con chi lavori”, degne parole. Mio padre ha fatto per una vita il netturbino, quando ancora si andava a raccogliere con la pala e si caricava la cesta per poi svuotarla nel camion aveva i solchi che gli segavano le spalle per le cinghie, e tutti lo disprezzavano per quel lavoro, ma anche lui ha avuto un grande datore di lavoro tanto che i 2 figli lavoravano al suo fianco. Quanto alla trasmissione mi sono commossa, perchè si conoscono realtà che ci fanno riflettere per quanto tu possa aver bisogno se guardi dietro di te, c’è chi ha più bisogno. Complimenti ancora trasmissioni così, un consiglio per i furti di gasolio, mettete un incaricato per fare il pieno con piena responsabilità questo lo adottato quando ero coordinatrice e le macchine aziendali ne uscivano a decine così evitavo il furto sul gasolio.



24. max ha scritto:

4 febbraio 2014 alle 20:35

bravo capo ci ai fatto sentire orgogliosi di lavorare per questa grande azienda e per chi sputa nel piatto dove mangia dico che ce gente che lavorerebbe anche senza guanti per avere uno stipendio quindi cerchiamo di avere un pò di pazienza e sono convinto che le cose andranno meglio.sono un collega di adriano e non ne sapeva niente era convinto che fosse un documentario sul lavoro gli hanno detto di vestirsi in ordine e di parlare in italiano e non in dialetto come si usa di solito qui da noi, a e di non dire parolacce.Per concludere continua cosi e non mollare che di operai come quelli che ai conosciuto in piemonte ce ne sono tanti.ciao



25. lorenzo ha scritto:

5 febbraio 2014 alle 19:38

cerco lavoro, abito in puglia precisamente a lecce, ma sono disposto a trasferirmi in qaulsiasi città



26. Ste ha scritto:

6 febbraio 2014 alle 22:20

Peccato che a Bologna ai lavoratori che hanno una cessione del quinto dello stipendio siano stati trattenuti i soldi ma non versati alle finanziarie , non si stato versato il TFR nei fondi pensione , i mezzi siano spesso senza manutenzione , per fare rifornimento spesso i lavoratori hanno anticipato i soldi perché i fornitori non facevano più credito , altro ancor



27. Fabrizio ha scritto:

24 febbraio 2014 alle 14:38

Buongiorno,
conosco i Pizzimbone dal 1980 abbiamo lavorato per la stessa
azienda come dipendenti quindi posso permettermi di dare un giudizio
rispetto a tutti voi che scrivete cose su pensieri o deduzioni.
Gian Battista una persona carismatica e brillante seria ma con un cuore
grande. Pier Paolo ragazzo solare scherzoso di compagnia gran lavoratore..

Meritano tutto quello che si sono costruiti… nessuno regala niente
e loro ci sono riusciti con fatica e devozione…

Ciao Gian Battista e ciao Pier in bocca al Lupo

Fabrizio Caltagirone….



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.