23
luglio

INGRID MUCCITELLI A DM: “A UNOMATTINA VITABELLA PORTERO’ LA MIA SPONTANEITA’. NON SONO RACCOMANDATA, PERCHE’ ALTRE PERSONE NON VENGONO ATTACCATE?”

Ingrid Muccitelli

Questa estate Ingrid Muccitelli farà sul serio. Ma sempre col sorriso sulle labbra, s’intende. La bionda conduttrice Rai, infatti, ha deciso di mostrarsi al pubblico con spontaneità, lasciandosi alle spalle quell’«ansia da prestazione» televisiva che spesso – come racconta – le aveva impedito di esprimersi al meglio. Solare, autoironica e sempre ottimista, Ingrid proverà a far ricredere anche quanti di recente le hanno rivolto critiche velenose – perlopiù riguardanti la sua relazione con l’ex DG Rai Mauro Masi – che l’hanno fatta soffrire senza però scoraggiarla. Dal prossimo 30 luglio la vedremo su Rai1 accanto al giornalista Luca Salerno, alla conduzione di UnoMattina VitaBella, il programma dedicato alle eccellenze tricolori in Italia e nel mondo.

UnoMattina VitaBella… Ingrid, non è un titolo poco adatto ai giorni dello spread e dei sacrifici economici?

VitaBella identifica il contenuto della trasmissione. Parleremo dell’Italia con uno sguardo positivo, valorizzando le nostre eccellenze. In questo momento di crisi bisogna cercare di essere ottimisti, guardando a ciò che di bello e di buono c’è nel nostro Paese. Io mi occuperò di cucina, curando uno spazio in cui vari chef si alterneranno per presentare le ricette che ci rendono famosi nel mondo. Luca Salerno, invece, avrà sei ospiti a puntata che racconteranno le loro storie: saranno vicende di persone che si sono rimboccate le maniche e che cercano di affrontare la crisi magari reinventandosi un lavoro. Avremo poi dei collegamenti con gli italiani all’estero…

Quindi possiamo dire che farete un programma anti-crisi?

Magari! Se conoscessimo la ricetta anti-crisi sarebbe l’ideale, ma purtroppo al momento nessuno l’ha scoperta. Però io credo che guardando la vita con ottimismo e cercando sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno si possa andare avanti con uno spirito diverso.

Nel programma prenderai il posto di Vira Carbone. Secondo te perché la Rai ha deciso questo avvicendamento?

E’ una domanda che mi sono posta anch’io. Però la rete mi ha comunicato questo sin dall’inizio ed io eseguo ciò che mi è stato richiesto. Ovviamente quando arriva una proposta per un programma estivo su Rai1 la si accetta subito, soprattutto in questo periodo. Quindi non saprei spiegare le motivazioni della scelta.

Quale contributo pensi di offrire al programma?

La trasmissione è molto carina, l’ho seguita spesso e non posso permettermi di dire “aggiungerò questo o quest’altro”. Io spero solo di fare bene il mio lavoro e di portare la mia positività, che non manca mai.

Finora gli ascolti non sono stati particolarmente brillanti. Avete intenzione di aggiustare qualcosa in corso d’opera?

Questa è una decisione che spetta agli autori e in particolare a Carlo Raspollini. Abbiamo una trasmissione già avviata e non so se verrà cambiato qualcosa. Non mi è stato comunicato niente a proposito. A mio avviso Luca Salerno sta facendo un buon lavoro, a me piace molto come giornalista e professionista. Io credo che il format sia nato così per cui gli spazi rimarranno quelli.

Ti vedremo impegnata ai fornelli: saprai cavartela o commetterai qualche gaffe?

Le gaffe non mancano mai, sono all’ordine del giorno. Anche l’anno scorso a UnoMattina estate Weekend ci ho dato dentro (ride). Ormai fanno parte di me anche nella vita quotidiana: certo, sarebbe meglio evitarle ma in alcuni contesti suscitano anche simpatia. Detto questo, io non sono un’ottima cuoca. Mi piace ricevere gli amici a casa ma sono solo tre i piatti in cui me la cavo veramente bene: trenette al pesto, carne alla pizzaiola e scaloppine al limone. Ai fornelli mi impegno, però preferisco più mangiare che preparare. Grazie all’aiuto degli chef che interverranno in trasmissione imparerò i segreti della buona cucina.

Per condurre UnoMattina VitaBella ti sei preparata molto o intendi lasciare spazio alla tua spontaneità?

L’anno scorso ero molto spaventata perché temevo il giudizio degli altri. Ero più concentrata su cosa dire e come dirlo per paura di sbagliare. Stavolta spero invece di essere me stessa: nella vita sono una persona molto socievole, positiva, allegra e spesso l’immagine di me che viene fuori dalla tv non mi rispecchia molto. Con il tempo spero di imparare ad essere più spontanea.

Forse a volte l’emozione ti ha tradita…

Sì, io sono molto emotiva, quindi sicuramente non romperò il ghiaccio nella prima puntata ma in quelle successive. Quando si accende la lucetta rossa della telecamera sono sempre un po’ spaventata, ma credo che sia normale. Pian piano spero di acquistare sempre più sicurezza.

In futuro preferiresti dedicarti a programmi di informazione o di intrattenimento?

Io ho lavorato sempre in programmi d’attualità, nella redazione di Niente di Personale con Antonello Piroso e poi ad Omibus su La7. Anche il mio primo anno in Rai, con Michele Guardì, mi occupavo più di informazione. Ho fatto la gavetta, pian piano cerco di imparare questo mestiere e credo che sia importante sperimentare programmi nuovi… magari anche di intrattenimento. Però non ti saprei dire se potrei esserne all’altezza: non sta a me stabilirlo.

 Nel tuo stile di conduzione ti ispiri a qualcuno in particolare?

A mio avviso in tv vince sempre la spontaneità, ma dietro ci deve essere una grande preparazione. Mi auguro di avvicinarmi anche solo un po’ alle qualità di alcuni grandi personaggi della nostra televisione. Penso alla simpatia di una Mara Venier o alla professionalità di una Milly Carlucci. Sono donne che seguo sempre volentieri e che ammiro molto.

Ogni qual volta ti è stato proposto un programma sono sorte delle polemiche collegate al fatto che tu fossi fidanzata con l’ex Direttore Generale Rai Mauro Masi. Credi che questi episodi ti abbiano penalizzata?

 Non mi hanno penalizzata, e forse come compagna dell’ex DG certe polemiche dovevo aspettarmele. Io ingenuamente non mi sono posta il problema e non ho dato credito a quello che sentivo. Mi è dispiaciuto molto quando leggevo critiche poco costruttive nei miei confronti, che andavano ben al di là dell’aspetto televisivo. Se ne sono dette di tutti i colori: dalla mia partecipazione ad un programma economico che non c’è mai stato alla proposta di lavorare con Maurizio Costanzo che rifiutai per i troppi attacchi ricevuti. Fu proprio Maurizio a volermi assieme a Pierluigi Diaco, e per me affiancarlo sarebbe stata una grande opportunità. Dissi di no, perché capii che in quel momento non era il caso.

Non vorrai dire che sei stata avvantaggiata…

Assolutamente no, perché non mi risulta di aver ottenuto programmi in prima serata o di aver firmato contratti migliori rispetto ad altri. Ci sono stati degli attacchi veramente pesanti che mi hanno fatto male, ed io ho sofferto moltissimo per questo. Però ci si fortifica e nella vita servono anche esperienze negative come questa per rimboccarsi le maniche ed andare avanti.

Dunque cosa rispondi a quanti hanno malignato che tu fossi raccomandata?

Raccomandata per cosa? Questo mi chiedo. Sono quasi dieci anni che lavoro in questo ambiente, quindi non sono arrivata dal nulla. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione ho iniziato a frequentare le varie redazioni, dove portavo anche i caffé e facevo le fotocopie. Eppure mi hanno puntato il dito contro perché ero la fidanzata del Direttore Generale, quando la nostra relazione era alla luce del sole. Certe volte mi chiedo: “perché non vengono attaccate persone che si spacciano come migliori di altre ed invece hanno degli scheletri nell’armadio?”

Sei agguerrita…

 Sì, perché dal punto di vista televisivo posso essere amata o anche odiata ma attaccare in quel modo una persona l’ho trovato veramente ingiusto. Io sono una che ha sempre fatto il suo lavoro con umiltà, che non ha mai sgomitato, che ha sempre rispettato il prossimo e cercato di fare squadra… Non sono come alcuni mi hanno descritta e mi spiace che a volte dalla tv si evinca un carattere di me che non mi appartiene. Spero che un giorno le mie qualità vengano fuori, me lo auguro con tutto il cuore.

 



Articoli che potrebbero interessarti


Alessio Zucchini - Benedetta Rinaldi - Uno Mattina Estate 2014
BENEDETTA RINALDI E ALESSIO ZUCCHINI DA UNO MATTINA ESTATE A DAVIDEMAGGIO.IT


Veronica Maya
UNO MATTINA ESTATE 2014: AL VIA DAL 2 GIUGNO CON IL RITORNO DI VERONICA MAYA


Ingrid Muccitelli
UNOMATTINA ESTATE – DUILIO GIAMMARIA, BENEDETTA RINALDI E INGRID MUCCITELLI DAL 3 GIUGNO SU RAI 1


Ingrid Muccitelli intervista
INGRID MUCCITELLI A DM: PRESTO MI VEDRETE A UNO MATTINA IN FAMIGLIA. CON MASI NON PARLIAMO DI TV

23 Commenti dei lettori »

1. Peppe93 ha scritto:

23 luglio 2012 alle 19:57

Proverò a ricredermi su di lei ma la conduzione dell’anno scorso resta una cosa inguardabile.



2. Pippo76 ha scritto:

23 luglio 2012 alle 20:36

Concordo con Peppe



3. Markos ha scritto:

23 luglio 2012 alle 21:36

Anche io le do un’altra chance….fa bene quest’anno a lasciarsi alla spontaneità, l’anno scorso era molto rigida e schematica! Con questo programma sarà anche più semplice.



4. Lucas ha scritto:

23 luglio 2012 alle 22:38

Non sei raccomandata??!!?? Ah bhe…

Ahahaha..(meglio riderci su)!!

Quanto alla conduzione non si può sentire..peggio della GobboLandi e della Floppanin messe insieme (e aggiungo anche la Panicucci di oggi)



5. matty ha scritto:

23 luglio 2012 alle 23:21

si quest’anno le viene affidato un ruolo piu semplice rispetto allo scorso anno. SE la CAvera!!!! Ma comunque secondo me nessune raccomandazioni perche’ sembra che lavori solo d’estate…..



6. Marco Leardi ha scritto:

23 luglio 2012 alle 23:33

@Lucas. Scusa, parliamo ci circostanze reali: in quale occasione la Muccitelli sarebbe stata raccomandata? Al riguardo, nella nostra intervista Ingrid fa un ragionamento molto chiaro che – fino a prova contraria – non si può smentire.



7. Andrea80 ha scritto:

23 luglio 2012 alle 23:41

In effetti attaccare in questo modo questa ragazza mi pare assurdo… fosse raccomandata per davvero farebbe ben altro credo o no???
Tante altre invece sono in video sempre e comunque tutto l’anno, nulla importa se fanno ascolti da serie c.. e vabbene



8. Pippo76 ha scritto:

24 luglio 2012 alle 00:04

Leardi.. vogliamo raccontarci le favole? Essù
Visto come ha condotto lo scorso anno sicuramente ,a tutt’ora, non si capiscono i motivi e meriti per i quali fosse stata scelta.



9. Marco Leardi ha scritto:

24 luglio 2012 alle 00:39

@Pippo76, come vedi siamo sempre nella sfera delle supposizioni. Nulla di certo. Se l’unico effetto della presunta raccomandazione è stato un programmino estivo da un’ora.. beh, siamo messi maluccio.
Detto questo, ho apprezzato il tono con cui Ingrid ha ammesso di doversi ancora perfezionare. Quante altre giovani conduttrici dovrebbero fare altrettanto eppure si credono già arrivate?



10. lele ha scritto:

24 luglio 2012 alle 11:40

sicuramente non è raccomandata perchè è entrata in rai prima di masi, ma non può negare di esser stata favorita dal suo compagno.



11. marialuisa ha scritto:

24 luglio 2012 alle 12:34

Ingrid Muccitelli, così come Vira Carbone, non può che essere raccomandata, altrimenti non si spiegherebbe l’arcano motivo per cui debba, insieme alla moglie del deputato, pascolare in Rai senza avere UNa, ma almeno Una qualitò che consenta loro di ammorbarci le estati televisive. TARANTOLAAAAAAAAAAAAAAAA!!!! Tarantola bastaaaaaaaaaaaa raccomandateeeeeeee!!!!



12. sboy ha scritto:

24 luglio 2012 alle 13:18

Sempre i soliti pregiudizi, quelle raccomandare forti sono altre che fanno programmi in prima serata e vengono riconfermate in daytime ogni anno nonostante i pessimi ascolti solo perchè hanno qualche santo in paradiso, non la Nuccitelli che lavora solo in estate o la Toffanin per fare un altro esempio che sono secolo ormai che fa solo Verissimo.



13. Marco Leardi ha scritto:

24 luglio 2012 alle 13:34

@marialuisa. ovviamente sei responsabile delle tue facili deduzioni, perché ripeto: i toni mi sembrano quelli da tiro al bersaglio e certi appellativi vanno dati con cognizione di causa.



14. Pippo76 ha scritto:

24 luglio 2012 alle 15:49

La Toffanin sarebbe stata chiusa per risultati scarsi da tempo ( considerando gli ospitoni che ha a Verissimo) ma rimane li solo perchè è legata al capo..
Magari la dovevano pure promuovere in prima serata?

Il discorso riguarda il merito, le competenze e la bravura. C’è chi non dovrebbe neanche stare in tv eppure ci sta per innegabili aiuti, fosse anche per lo stesso programma o per un programma estivo.
Ecco, magari Leardi non possono fare altro perchè sarebbe troppo. Una domanda che uno dovrebbe farsi invece di pensare che in Rai o Mediaset non ci siano aiuti o raccomandazioni ( caschiamo dal pero)



15. Marco Leardi ha scritto:

24 luglio 2012 alle 16:07

@Pippo76. E chi ha detto che in Rai o Mediaset non ci siano raccomandazioni? Ci sono da sempre. Pure Mentana è arrivato in Rai su “indicazione” di un partito. Dicevo solo che il tiro al bersaglio non mi piace, soprattutto quando si basa su delle supposizioni.

La Toffanin rimane lì (anche..) perché nel tempo si è molto migliorata, ed ora io la trovo pure piacevole da seguire.



16. Pippo76 ha scritto:

24 luglio 2012 alle 17:12

E sei uno dei pochi rimasti, visto che ormai la guardano più o meno solo i familiari stretti :-)
( io la trovo insipida ed uguale a se stessa con interviste e domandine banali assieme al suo Alvin. Noia pura..)



17. Pippo76 ha scritto:

24 luglio 2012 alle 17:15

Nell’ambito delle segnalazioni, vizio antico che difficilmente sarà estirpato in certi ambienti, direi che sarebbe un passo avanti se fossero indicate solo persone meritevoli. Perlomeno..



18. Marco Leardi ha scritto:

24 luglio 2012 alle 17:22

Pippo76, infatti credo che Ingrid Muccitelli sia meritevole! Innanzitutto per il suo bel sorriso.

Ti dirò che Verissimo non l’ho seguito spesso nemmeno io :P (ma perché non è il genere di programmi che prediligo), ma ripeto: la Toffanin è molto migliorata. Alvin, a mio personalissimo avviso, è un consapevole re della banalità.



19. Pippo76 ha scritto:

24 luglio 2012 alle 20:17

Ah vabbè… hai perso la testa per il suo sorriso quando l’hai intervistata :-D
E’ già occupata purtroppo :-P



20. marialuisa ha scritto:

24 luglio 2012 alle 20:47

Mi pare decisamente coraggiosa la difesa ad oltralza dell’indifendibile materiale umano del mattino estivo,.
Marco, tra un fascinoso sorriso e l’altro, non ti sarà sfuggito l’occhio fisso al gobbo. la pochezza di spontaneità e,non ultima, la benchè minima dose di simpatia e disinvoltura della graziosissima compagnuccia di Masi?
Ti sei mai chiesto se la gavetta a fare fotocopie in una redazione giornalistica sia dote sufficiente per ottenere un programma televisivo?
Non ti pare quantomeno bislacco che cotanta beltà e capacità non sia sfruttata se non dove il sunnominato compagnuccio ha ottime conoscenze ed appoggi?
E perchè mai gente come Roberta Capua. tanto per fare un nome a caso, porta ai giardinetti il cane e loro ci deliziano con larghi sorrisoni’ BOH!!!



21. Marco Leardi ha scritto:

24 luglio 2012 alle 22:15

@Pippo76 e marialuisa. Il sorriso non basta, sono il primo a dirlo. Ed ovviamente ho notato pure le occhiatine al gobbo… ma nella nostra intervista mi pare che la stessa Muccitelli abbia ammesso di aver subìto una certa ansia da prestazione (e ti credo: c’erano i tiratori già pronti a massacrarla).
La mia non è una difesa ad oltranza, ma se permettete dico: sospendiamo i pregiudizi e vediamo come si comporta questa volta. Poi, semmai, ne riparliamo.



22. eldegge ha scritto:

25 luglio 2012 alle 00:09

Vira Carbone è madre di quattro figlie ed è sposata con il deputato dell’UDC (Unione di Centro) Renzo Lusetti: ecco spiegato perchè Casini e i suoi vogliono tanto mettere le mani sulla RAI… Comunque, caro Leardi, hai dimenticato (posso darti del tu, vero?) un dettaglio non marginale nel tuo dialogo con Pippo76, ovvero che Masi è vicino a Berlusconi e quindi è il “nemico dei proletari” a prescindere da cosa faccia: se Masi fosse stato “in quota PD”, lui sarebbe stato IL MESSIA a prescindere da cosa faccia (idem per la fidanzata).



23. andy ha scritto:

12 settembre 2012 alle 03:01

Very good



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.