12
settembre

BellaMa’: un programma pieno di sé e privo di senso

Pierluigi Diaco - BellaMa'

Pierluigi Diaco - BellaMa'

Rivolgersi a tutti per parlare, di fatto, a nessuno. BellaMa’, il nuovo programma del pomeriggio di Rai 2, è partito pieno di tanta roba, tra concorrenti giovani e meno giovani, opinionisti Z e Boomer, aspiranti e professori, band musicale e chi più ne ha più ne metta. Il tutto infarcito di un’euforia – per nulla contagiosa – di Pierluigi Diaco. Mesi e mesi per mettere in piedi un format, preceduto persino da una mini-striscia quotidiana ad agosto, dimenticando l’elemento principale: il senso. Ebbene sì, BellaMa’ non ha senso.

“Ce l’abbiamo fatta”, dice in apertura il conduttore. A fare cosa, però, non è dato sapere. Si punta sullo scontro generazionale per mettere a confronto due generazioni apparentemente distanti ma unite da linguaggi e strumenti contemporanei come i social. E’ così che in studio siedono, come in una pausa dalla gita scolastica (qualcuno è anche annoiato), giovani e adulti che vengono di volta in volta interpellati per nome, scritto su apposito cartellino alla Uomini e Donne. Insomma, trono classico e over insieme a far nulla; dalla De Filippi, almeno, si corteggiano. A BellaMa’, invece, quasi si “sfottono”, con i Boomer chiamati a ridicolizzarsi nel tentativo di spiegare il significato di parole a loro ignote come tag, reel e via dicendo.

Rotto il ghiaccio (e siamo stati buoni!), la trasmissione prova ad accendersi con la sfida in tre manche che contrappone 18-25enni da una parte e 55-90enni dall’altra. Nemmeno il tempo di pensare “BellaMa’ un senso forse ce l’ha” che ci si ritrova difronte ad un quiz di cultura generale (che ideona!), guidato – udite, udite – da una BellaProf, come chiama Diaco l’insegnante in collegamento. E questo potrebbe già bastare! Invece no, da segnalare anche i nomi assegnati alle prove: BellaFace per indovinare il volto di un personaggio famoso, oppure BellaStories per rispondere ad una domanda di storia. Sarà per questo che Diaco continua a ripetere che il programma è “il primo talent di parola”? Definizione tremenda a parte, speriamo almeno che sia l’ultimo.

Sul finale di puntata viene affrontato un tema che è oggetto di dibattito in studio, con la domanda provocatoria A cosa serve la scuola?. Nel giorno del ritorno sui banchi, per giunta. Tutto molto sconclusionato, con l’inserimento di un’intervista all’ospiteIva Zanicchi con la nipote – come ennesimo elemento buttato nel calderone. Due ore al giorno fino a maggio 2023? Auguri.

Iva Zanicchi a BellaMa'

Iva Zanicchi a BellaMa'

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pierluigi Diaco - BellaMa'
Pure Laganà (CdA Rai) contro BellaMa’


Milo Infante - Ore 14
Diaco irrompe su Rai2 prima di Ore 14, Infante stizzito: «Oggi comincio alle 14.07, devo cambiare titolo al programma» – Video


Riccardo Leonetti - Aspettando BellaMa'
BellaMa’… anche meno! Diaco accusa un ragazzo di essere «poco autentico, venditore di fuffa e impostore nella vita» – Video


Casting Bella Ma'
BellaMa’ ha persino un’attesa: al via su Rai 2 una striscia quotidiana che mostrerà l’iter dei provini

6 Commenti dei lettori »

1. M ha scritto:

12 settembre 2022 alle 18:38

Povera Iva,dentro una gabbia di matti… pessimo programma!



2. Danilo ha scritto:

12 settembre 2022 alle 20:20

Ma chi l’avrebbe mai detto che un programma con Diaco avrebbe avuto questi risultati su chi lo guarda!



3. Marco ha scritto:

12 settembre 2022 alle 20:49

“ Due ore al giorno fino a maggio 2023? Auguri.” Sono morto 😂😂😂😂



4. imbarazzante ha scritto:

12 settembre 2022 alle 23:01

aridatece detto fatto



5. Luigi_FI ha scritto:

13 settembre 2022 alle 11:09

Un giorno qualcuno ci dirà chi è che sponsorizza Diaco un personaggio triste e patetico che non è mai stato giovane e che prende ampi spazi televisivi per fare programmi poco utili (utili solo al suo conto corrente….)



6. Marinella ha scritto:

21 settembre 2022 alle 22:06

Ridateci Bianca Guaccero era mille volte meglio , ma da chi è sponsorizzato Diaco che fa schifo di programmi e continuano sa mandarlo in onda



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.