16
aprile

INTERVISTA A LUCA ZANFORLIN: “LA TELEVISIONE E’ SEMPRE IN RITARDO RISPETTO ALLA REALTA’ CHE LA CIRCONDA”

Luca ZanforlinSeconda intervista nell’ambito del progetto di ricerca ”Web 2.0 e Innovazione: il ruolo dei blog nell’entertainment televisivo“. Dopo Massimo Donelli (per leggere la sua intervista clicca qui) è la volta di Luca Zanforlin. Quarantacinque anni, ferrararese, autore di punta del talent più celebre del piccolo schermo. Tra le sue creature, però, ci sono anche Meteore, Il Brutto anatraccolo e Gay tv, esperienze lavorative che hanno preceduto la sua consacrazione professionale avvenuta grazie ad Amici di Maria De Filippi, di cui è autore fin dalla prima edizione. La multimedialità della trasmissione, che nel web 2.0 ha trovato un ottimo alleato, insieme all’indiscusso talento autorale, è alla base della decisione di coinvolgere Luca Zanforlin nella ricerca. Di seguito potrete leggere il suo contributo.

Luca, come giudichi il livello di innovazione della televisione italiana? E nello specifico il livello di innovazione in Fascino?

Bé si sa la televisione è sempre in ritardo rispetto alla realtà che la circonda, ma è anche normale e giusto che sia così, la gente vuole riconoscersi in quello che  vede, la novità deve essere sedimentata per essere capita. Con questo non voglio dire che non ci debba essere uno spazio per la sperimentazione, anzi è importante che ci sia  ma capisco anche  che venga recepita con piu difficoltà. La Fascino produce intrattenimento per la tv e quindi come tale si allinea alla richiesta del mercato, e di innovativo ha sicuramente il fatto che i suoi programmi siano più vicini al pubblico. I programmi sono piu scritti dai protagonisti che dagli autori, sparisce quindi il copione e l’autore si limita a scalettare gli ingredienti della puntata.  Inoltre la conduzione è vista più come tramite per la comprensione del programma che protagonista dello show.

Ci sono dei blog che consulti più spesso? Perché?

A seconda del tempo che ho disposizione, comunque Davide Maggio e tv blog sono quelli che seguo di più.

Quali (anche tutte) tra queste caratteristiche di un blog: numero di utenti, modus operandi (inteso come grado di tempestività, serietà, incisività), profilo socio-demografico della comunità, numero di anteprime;  ritieni essenziali?

Bè tutti questi insieme, ognuna di queste caratteristiche è rivelatrice d’informazioni.

Quando consulti un blog oltre ai cosiddetti post ti soffermi anche sui commenti?

Certo che sì.

E la lettura di un commento o di un articolo pubblicato su un blog ha mai influenzato o potrebbe influenzare una tua scelta?

Non è ancora successo ma non lo escludo, semmai lo registro come imput; quello scritto sui blog non è ancora una verità assoluta ma solo l’espressione di una (per ora) élite di utenti.

Amici è uno dei programmi che va per la maggiore sul web 2.0. Quanto e se conta questo nella realizzazione di un programma?

No, ribadisco quello scritto prima, a tutt’oggi la tv italiana non trova una diretta rispondenza con il popolo dei blog, è giusto registrare e conoscere ciò che tale mondo esprime ma da qui a farne una verità assoluta certo che no.  I blogghisti sono per lo più giovani attenti e con molto tempo libero e a volte con strumenti superiori al telespettatore medio, analizzano quasi chirurgicamente un programma cosa che solitamente il telespettatore non fa. Attenzione non sto dicendo che il telespettatore medio è meno intelligente del blogghista ma forse fruisce la tv piu come “compagnia” e “divertimento” che come prodotto da analizzare.

Come ti poni nei confronti del tam tam di anteprime ed indiscrezioni su programmi e personaggi (nel tuo caso su Amici) originato e amplificato dalla blogosfera?

Credo sia normale e faccia parte dell’antagonismo che esiste tra i vari blog: chi sa prima le cose, prima le pubblica  acquistando così più prestigio per  il mondo dei blog.

 Per concludere, la letteratura ci dice che il web 2.0, compresi i blog, possono aiutare il processo innovativo delle aziende. Pensi che questo valga anche per la televisione? Perché?

 Quando il numero dei telespettatori  davanti ad un programma tv si avvicinerà al numero dei blogghisti che scrivono commenti sullo stesso programma, forse, ma non credo che questo possa succedere domani.

[Per saperne di più sulla ricerca e sulle interviste che seguiranno clicca qui]



Articoli che potrebbero interessarti


Luca Zanforlin
BOOM! LUCA ZANFORLIN LASCIA AMICI E FASCINO


Alessandro Grieco
INTERVISTA AD ALESSANDRO GRIECO, DIRETTORE DI COMEDY CENTRAL: NON VOGLIAMO ESSERE FOX O CW. NOI SVILUPPIAMO UN’IDENTITA’ NAZIONALE


Blog televisivi ed entertainment
WEB 2.0 E INNOVAZIONE: IL RUOLO DEI BLOG NELL’ENTERTAINMENT TELEVISIVO ITALIANO.


INTERVISTA A LUCA ZANFORLIN: "LA TELEVISIONE E' SEMPRE IN RITARDO RISPETTO ALLA REALTA' CHE LA CIRCONDA"
LE INTERVISTE DI DM : LUCA ZANFORLIN

11 Commenti dei lettori »

1. mcooo ha scritto:

16 aprile 2010 alle 16:24

Eh Zanforlin…
Ci vorrebbero molte idee nuove per il
10 di Amici… Lo seguo da sempre… E ho alcune idee interessanti…
Mah chissà… Magari mi Contatti giusto per sentirne un paio…
Ma ne dubito



2. Luca L ha scritto:

16 aprile 2010 alle 16:56

Se la televisione è sempre in ritardo rispetto alla realtà è forse colpa dei suoi autori. Per cui anche Zanforlin si assuma le sue.
In 10 anni non mi pare di avere visto chissà quali innovazioni ad Amici, se non la forza e l’intelligenza di una grandissima conduttrice, lei sì sempre al passo con i tempi.



3. Mattia Buonocore ha scritto:

16 aprile 2010 alle 17:11

@Luca L ma Amici era un format innovativo, visto il successo non è che avesse bisogno, nel corso degli anni, di innovazioni radicali e comunque con il tempo si è molto evoluto. Proprio perchè Maria ha una grandissima intelligenza non avrebbe permesso che Zanforlin diventasse autore di punta se non lo ritenesse “alla sua altezza”.



4. golaprofonda1973 ha scritto:

16 aprile 2010 alle 17:24

Perché non sfruttare l’occasione di questa intervista con Zanforlin per chiedergli che fine ha fatto Checco Sfondrini?



5. Davide Maggio ha scritto:

16 aprile 2010 alle 17:31

@ golaprofonda: perche’ non solo Chicco Sfondrini e’ vivo e vegeto e sta bene dove sta con C’e’ Posta per te e Italia’s Got Talent ma quest’intervista fa parte di un progetto di ricerca con degli obiettivi ben precisi. Te ne sapra’ dire di piu’ Mattia!



6. Luca L ha scritto:

16 aprile 2010 alle 17:41

Sinceramente Mattia, non condivido la tua riflessione.
Ho apprezzato molto le prime edizioni di Amici, effettivamente una novità, ma dire che da allora il programma si è evoluto no, non ci sto.
Basti dire che il sottosegretario Romani durante la puntata di Porta a Porta dedicata ai reality parlando di Amici ha detto che è sicuramente una bellissima trasmissione che oggi è stata però parzialmente deturpata per alimentare una violentissima contesa tra le due squadre dove e’ uso che l’una parli male dell’altra. Il Sottosegretario ha correttamente evidenziato che invece si dovrebbe insegnare ai ragazzi il rispetto dell’avversario quando si subisce una sconfitta o si vince, concludendo che una donna nuda, mandata in onda anche in fascia non protetta, dà meno fastidio di certi teatrini. Che si possano condividere o no tali considerazioni, credo però che sulle medesime occorre riflettere. E dico questo proprio ricordandomi quello che Amici ha rappresentato ed è stato per la TV italiana.



7. Mattia Buonocore ha scritto:

16 aprile 2010 alle 18:05

@Luca L Romani ha anche sottolineato come nell’ultima edizione la rotta è stata invertita (a discapito degli ascolti, ha chiosato la Ventura). Ho parlato di evoluzione, nel senso di modifica, non di miglioramento (quello può essere soggettivo).



8. david ha scritto:

16 aprile 2010 alle 18:28

haha uno dei peggiori autori che abbiamo in italia. autore del famosissimo pongoregolamento di amici e aiuta palesemente determinati ragazzi xke hanno più appeal sul pubblico. e le carte? ne vogliamo parlare? ma chi ci crede in tutti quei ribaltamenti nell’arco di 5 minuti?? hahaha



9. lauretta ha scritto:

16 aprile 2010 alle 20:21

trovo zanforlin una persona attenta e scrupolosa. Devo dire che a me piace molto..!! Amici é questo: cambiarlo troppo a mio parere vorrebbe dire snaturarlo. Bisogna andarci piano piano…!!



10. d.quadro ha scritto:

18 aprile 2010 alle 18:20

se luca segue i vari blog,avrà letto che ci sono state tante lamentele contro questo amici 9!mai i telespettatori sono stati così d’accordo nelle loro opinioni: no squadre,no ragazzi presi e messi subito in discussione per poi scomodare coreografi da ogni dove, per farli rimanere,no sfide durante la settimana e men che mai senza pubblico,no rapino e martinez,no discografici subito,no ragazzi da altri reality,no regolamento pongo che salva chi deve andare avanti(quest’anno si sono inventati il veto,così si è salvata emma,doveva vincere,certo!),sì vedere di più i ragazzi,quest’anno si sono visti pochissimo,sì al ritorno alle sfide singole,(ma ho l’impressione che ai prof.non va più tanto di lavorare),sì al ritorno di leon e magari pure pitteri.più spettacolo il sabato,magari il pubbl parl subito,come a uomini e donne.e non ho finito!zanfo ne ha di cose da rifare!



11. d.quadro ha scritto:

16 maggio 2010 alle 16:48

zanfo, hai letto? dai qualche risposta!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.