Interviste



21
agosto

MASSIMO GILETTI: “CANALE 5 SCHIERA ALESSIO VINCI? LE VIE DEL SIGNORE SONO FINITE. CONTRO COSTANZO, DE FILIPPI E PEREGO GLI ASCOLTI HANNO SEMPRE PREMIATO NOI”

Massimo Giletti

I protagonisti del piccolo schermo scaldano i motori in vista di settembre, mese “ufficiale” per il via alla stagione tv 2012/2013. Tra questi c’è Massimo Giletti, pronto a tornare con L’Arena, lo spazio domenicale di Rai 1 che da anni macina ascolti e consensi tra i telespettatori, e che quest’anno si appresta ad abbracciare quel mondo politico fino a mesi fa soltanto sfiorato:

“Quest’anno finalmente avremo in studio i politici - ha dichiarato Giletti in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni - Una conquista importante per la quale devo ringraziare il vicedirettore di Rai 1 Daniel Toaff. Insieme siamo riusciti a convincere Mazza. Ma la vera novità è che potrò fare anch’io i ‘faccia a faccia’. L’attualità non può prescindere dalla politica”.

Altra novità di “rilievo”, invece, è rappresentata dalla concorrenza, che ha deciso di schierare alla domenica Alessio Vinci. Massimo Giletti non si nasconde e punge “velenoso” la tv del Biscione:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




21
agosto

SIMONA VENTURA: IN ARRIVO UN REALITY SOCIALE, UN TALK SULLE ISTITUZIONI E (FORSE) UN REMAKE DI QUELLI CHE IL CALCIO SU CIELO

Simona Ventura in copertina su Sorrisi

La sensazione è sempre stata che Simona Ventura sia volata ‘in the Sky‘ per dimostrare di non dover sottostare ai capricci della tv di Stato. A leggere, però, l’utima intervista rilasciata dalla conduttrice a Tv Sorrisi e Canzoni verrebbe da dire che il passaggio sia stato quantomeno terapeutico. Sarte e autori a parte, la giurata di XFactor non rimpiange nulla di Mamma Rai e ringrazia la tv di Murdoch di averle dato l’opportunità di dedicarsi alla famiglia:

“Con X Factor e Simona Goes to Hollywood ho dimostrato di poter dare il mio contributo anche sul satellite. Sky ha saputo cogliere il mio bisogno di fermarmi per un po’. Sono riuscita a creare programmi nuovi, ma soprattutto mi sono dedicata alla mia vita privata. Ho traslocato e ora convivo con Gerò (Gian Gerolamo Carraro, il suo compagno, ndr) e i miei bambini. Siamo felici. E di questo devo ringraziare Sky”.

Venendo alla ‘ciccia’, invece, oltre alle tradizionali anticipazioni di XFactor (praticamente nessuna!), Simona annuncia due nuove produzioni (finalmente!) che terrà a battesimo sulla piattaforma satellitare: dopo Simona Goes to Hollywood che non ci ha entusiasmato nemmeno un po’, sono arrivo per la Mona Satellitare un reality di grande impegno sociale, che nessuno voleva fare tranne me” e “l’altro è un talk show sulle istituzioni, un format nuovo”.

La vera chicca è, però, un’altra. Alla domanda di Solange Savagnone “E l’idea di portare su Cielo una nuova versione di Quelli che il calcio?“, Simona risponde:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


18
agosto

DIANA DEL BUFALO A DM: MI SENTIREI A MIO AGIO FACENDO L’INVIATA A STRISCIA

Diana del Bufalo

Con lei tutto può succedere. Ad esempio incontrarla per un’intervista al ristorante, giù di morale, perché la tovaglia di carta, dove la sua amica Eleonora aveva scritto i versi per una sua canzone, è stata portata via dal cameriere e gettata nella spazzatura. “Era un pezzo bellissimo, mannaggia, chissà se me lo ricorderò!” si domanda Diana Del Bufalo con una dirompente simpatia naif. Cantante, attrice e conduttrice, classe 1990, Diana si è fatta conoscere al grande pubblico nella decima edizione di Amici. Per molti è stata la “svampita”, per altri un genio poliedrico, di certo però non è passata inosservata e ha saputo raccogliere in rete un numero record di fans e followers. Attualmente è in tv su Rete 4, la domenica, con Pianeta Mare, il programma condotto da Tessa Gelisio in cui cura una dissacrante rubrica di candid camera.

Pianeta Mare è un programma molto seguito, come ci sei arrivata?

Tutto nasce dalla produttrice del programma, che era anche la produttrice di Mai Dire Amici, la trasmissione che ho fatto su Italia 1 con la Gialappa’s Band. Dovendo introdurre all’interno di Pianeta Mare una rubrica irriverente e simpatica come quella delle candid camera, lei ha pensato a me e mi ha chiamata. Non me lo sono fatto ripetere due volte e ho accettato immediatamente.

C’è stata una candid in cui sei stata più cattiva del solito?

Con le candid riesco a far uscire la parte di me più comica e surreale. A volte sono stata spietata, penso ad esempio a quando, al mercato, avevo con me un telecomando per misurare la quantità di mercurio presente nel pesce. Poi ho iniziato a testarlo sulle persone, ovviamente era “taroccato” e con loro ha raggiunto livelli altissimi. Ho assistito a scene di panico di gente che pensava di essere stata contaminata. Lo ammetto, sono stata una vera iena!

Visto che hai citato le Iene, come ti vedresti nel programma di Italia 1?

Magari! E non per forza nel ruolo della conduttrice anzi, io credo che sarei più a mio agio facendo l’inviata in un programma come quello, oppure a Striscia. Sarebbe il territorio ideale in cui sperimentare la mia ironia occupandomi però di temi importanti, che hanno a che fare con il sociale. Purtroppo finora, forse perché sono uscita da un talent, non ho mai avuto l’occasione di dire la mia su tante cose, sui giovani, sulla droga o sulla prostituzione. Leggo i giornali ogni giorno, mi informo e mi indigno. Vorrei mettermi a denunciare le cose che non vanno, ovviamente alla mia maniera, con semplicità e un pizzico di ironia.

Ti occuperesti anche di politica?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
agosto

RON: “TORNARE A SANREMO? NON MI ATTIRA. E’ UN GIGANTESCO BARACCONE MEDIATICO”

Ron

Rosalino Cellamare, in arte Ron, delizierà il pubblico di Loano (SV) nella serata di Ferragosto con quello che lui definisce una sorta di concerto-racconto. D’altronde 42 anni di carriera è giusto farli sentire ma anche ascoltare, per condividere note e pensieri con chi ormai ti considera a tutti gli effetti un big della musica italiana. E, dunque, meritevole di tornare in gara al Festival di Sanremo. Ron, che sul palco dell’Ariston vanta quattro partecipazioni e un trionfo (nel 1996 con “Vorrei incontrarti fra cent’anni” in coppia con Tosca), ammette una certa disaffezione nei confronti della storica kermesse di Rai 1:

“Ci sono stato per la prima volta nel 1970 con ‘Pà diglielo a mà’ insieme a Nada - ha dichiarato l’artista in un’intervista a Il Secolo XIX - Esaltante: si parlava solo di musica e si condividevano le emozioni con artisti che sono diventati miti (…) Sapere che la musica non è più protagonista mi rattrista. Vince la curiosità. E’ un gigantesco baraccone mediatico. Peccato”.

Il Festival, dunque, non lo affascina più come un tempo: “Sono onesto: non mi attira. Anche se la formula nuova, quella delle due canzoni per artista che proporrà nel 2013 Fabio Fazio (per maggiori info clicca qui, ndDm) mi piace. Resta, però, il problema del baraccone mediatico che, se un tempo condivideva con artisti diventati poi miti, oggi dividerebbe coi “nuovi big”, già fortemente popolari perchè reduci dai talent show. Ron, che ha preso parte allo sfortunato Star Academy, non denigra il genere ma ne evidenzia le lacune:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
agosto

MISS ITALIA 2012, FRIZZI SULL’ADDIO AL BIKINI: “IO NON SONO UN MORALISTA E SONO IN PARTE D’ACCORDO CON CHI PROTESTA”

Fabrizio Frizzi

Non chiamatela guerra interna a Miss Italia 2012, d’altronde non si può certo arrivare ai ferri corti per un “bikini sì o bikini no” da far indossare alle concorrenti. Eppure, l’addio al due pezzi deciso dalla patron del concorso Patrizia Mirigliani non ha trovato il pieno consenso del conduttore Fabrizio Frizzi:

Io non sono un moralista e sono in parte d’accordo con i fan - ha dichiaro Frizzi a Il GiornaleA me il due pezzi, ovviamente in un contesto di eleganza, andava benissimo. Patrizia ha fatto questa scelta sulla scorta degli incitamenti della ministra Fornero, e della neopresidente Rai Tarantola, riguardo il buon esempio che la Rai deve dare. Sul quale concordo. Ma questo è un concorso di bellezza: bisogna che, pur evitanto morbosità, la figura fisica delle ragazze sia messa in risalto.

E in effetti, tra le novità della 73° edizione del concorso, questa è risultata fin da subito la meno apprezzata, figlia forse di quella farfallina di Belen che tanto ha fatto scalpore all’ultimo Festival di Sanremo (e agitato le acque di Viale Mazzini). La Mirigliani è voluta così correre ai ripari, rivendicando la primogenitura del talent in Italia e quasi “dimenticando”, invece, che Miss Italia è per principio un concorso di bellezza, dove non è certo un bikini a screditarne l’immagine.





14
agosto

MISS ITALIA 2012: NO AL BIKINI, IN GIURIA UN PRESIDENTE PER SERATA NELL’ULTIMA EDIZIONE DI FABRIZIO FRIZZI

Miss Italia - Fabrizio Frizzi

Terminata la sbornia delle Olimpiadi di Londra 2012, la Rai si appresta a tornare alla programmazione di sempre, in vista della nuova stagione tv ormai alle porte. Ad aprire le danze, come da tradizione, sarà lo storico concorso di Miss Italia, giunto alla 73° edizione, in onda in prima serata su Rai 1 domenica 9 e lunedì 10 settembre. Al timone ci sarà per l’ultima volta Fabrizio Frizzi, che dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni promette un concorso “rivoluzionato”, a metà tra il tradizionale e il moderno:

“Intanto le ragazze torneranno a essere 101, proprio come ha sempre voluto Enzo Mirigliani. E che oltre a giudicarne la bellezza si cercherà di conoscerne il pensiero (…) Le metteremo in gioco con alcune storie in cui dovranno immedesimarsi e dire come si comporterebbero al posto della vera protagonista. E poi cercheremo di farle parlare anche grazie agli interventi della giuria tecnica, che sarà composta da sette personaggi a vario titolo, un regista, un fotografo, uno stilista, un esperto di spettacolo…”.

Tante le novità, dunque, a cominciare dalla presenza sul palco di Montecatini Terme di ben due presidenti di giuria: nella prima serata sarà una ospite internazionale, “una donna di grande prestigio che dia alle ragazze messaggi sui valori della vita” ha dichiarato Frizzi; ancora dubbi, invece, sul personaggio su cui puntare per la puntata finale. Certo, invece, il definitivo abbandono al bikini:


10
agosto

DANIELE BOSSARI A DM: “MI PIACEREBBE CHE MISTERO INVESTISSE DI PIU’ SUL BRAND E SUI SERVIZI AUTOPRODOTTI”

Daniele Bossari

Tre passioni, spiritualità, tecnologia e musica, e una nuova consapevolezza: quando fai le cose con  sincero interesse vivi meglio e ti arrivano le proposte giuste. Daniele Bossari declina così questo fortunato periodo della sua vita, fatto di serenità familiare e di esperienze professionali vissute con trasporto e coinvolgimento emotivo. Un giusto mix di lavoro e crescita personale sperimentato anche in un programma come Mistero, andato in onda su Italia 1 e giunto ormai alla sua sesta edizione.

Che bilancio puoi fare delledizione di questanno e del programma in generale?

Positivissimo. E’ dalla seconda edizione che faccio parte del cast del programma che sento davvero nelle mie corde, anche a livello personale e di ricerca sul tema della spiritualità. Adesso più che mai mi rendo conto che avendo la possibilità di aprire più porte, di entrare in luoghi impenetrabili, sto accumulando tante esperienze, racconti ed aneddoti che vanno anche ben oltre quello che poi va in onda in tv. E credetemi, quando fai una cosa che ti piace, ti arrivano ulteriori proposte sempre in quei campi.

Dobbiamo quindi aspettarci un libro in cui parlerai di spiritualità e di misteri?

Per ora non c’è un progetto editoriale con fini commerciali. Diciamo che c’è un diario in cui registro tutte le esperienze che sto vivendo, un percorso di crescita personale e un racconto, anche un po’ oscuro, dei misteri che mi sono trovato ad affrontare per esigenze professionali.

Parliamo del programma. Questanno c’è stato linnesto di Paola Barale nel cast. Come è andata con lei?

Paola la conoscevo già ma non avevo mai avuto modo di approfondire, di parlarci per bene, anche di temi importanti. Sebbene all’inizio non capissi il suo ruolo all’interno del programma, poi col tempo ho scoperto proprio la sua passione per i temi da noi trattati. Ha saputo inserirsi nel migliore dei modi, con la sua ironia, col suo stile. Abbiamo fatto delle cene con tutto il cast e si è creato un bellissimo clima, anche grazie a lei.

Vista l’armonia che si respira ci sono i presupposti per tornare tutti insieme con una nuova edizione. Sarà così?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


5
agosto

ECCO LELE MORA CON 50 CHILI IN MENO DOPO IL CARCERE

Lele Mora dopo il carcere con 50 chili in meno (via Dagospia)

La prima intervista di Lele Mora dopo la scarcerazione.

Paolo Colonnello per La Stampa.it via Dagospia

La barba un po’ lunga, le occhiaie profonde, i capelli più radi e bianchi, il volto scavato. Eppure lo sguardo è sereno, il sorriso più schietto: eccolo Lele Mora nella sua prima fotografia fuori dal carcere. Bisogna riconoscerlo: è davvero un altro uomo. E non soltanto perché si vedono bene i 50 chili persi in un anno e due mesi di cella.

«Lei l’altro giorno mi ha chiesto cosa ho pensato appena fuori dal carcere… Ebbene, guardando un cielo per me insolitamente blu, pensavo a quel mondo di acute sofferenze che mi lasciavo dietro, un mondo di privazioni, di sacrifici sia per i sorvegliati che per i loro sorveglianti, una umanità dimenticata: che sarà anche ignorante del mondo delle regole, ma è comunque ricca di amore e sensibilità che il più delle volte non ha possibilità di esprimere».

Dove sono le olgettine, i tronisti e quell’altra umanità che fa di tutto per non essere dimenticata e che rappresentava la sua corte ai tempi d ‘o r o del Twiga e della movida sfrenata di Corso Como?

«Non ci sono e, in fondo, non ci sono mai stati veramente. Io ho trattato soprattutto star di livello internazionale. Ma comunque il Lele Mora delle riviste di gossip, di un certo mondo patinato e opaco non lo vedrete mai più».