Anna Falchi



1
agosto

DM LIVE24: 1 AGOSTO 2011. ANNA FALCHI TERRORIZZATA DAGLI UCCELLI, LUCA MARIN HA UNA SUA VERITA’, MARIOTTINI RECITA

Diario della Televisione Italiana del 1 Agosto 2011

>>> Dal Diario di ieri…

  • Anna Falchi e gli uccelli

lauretta ha scritto alle 22:02

Le paure delle dive italiane ce le racconta Telenovella in onda su Lei, canale 125 di Sky ogni venerdì alle 23. Anna Falchi per esempio ha un’ornitofobia conclamata, ovvero teme gli uccelli in ogni loro rappresentazione: “Ma la cosa strana è che di cognome mi chiamo…Falchi”. Manuela Arcuri invece teme gil aghi, quando li vede inizia a sudare. Eva Grimaldi è terrorizzata dalla folla: “Quella mi fa mancare l’aria. Ma anche non avere nessuno intorno mi inquieta. Le combatto con un lavoro sensoriale”. Antonella Mosetti ha paura di volare mentre Angela Melillo ha un ancestrale paura dei serpenti.

  • Marin e la sua verità

lauretta ha scritto alle 15:37

Durante Studio Aperto delle 12.30 viene intervistato il nuotatore Luca Marin e in merito alla presunta love story tra la sua ex, Federica Pellegrini e Filippo Magnini lui pacatamente risponde: “Io ho la coscienza a posto, qualcun’altro probabilmente non ce l’ha. Però arriverà il momento in cui dirò la mia verità, non è questo però ne il momento ne il luogo adatto, ma arriverà”.

  • Pure Mariottini recita!

lauretta ha scritto alle 12:21




6
giugno

PREMIO BAROCCO: AL VIA TRA LE POLEMICHE LA 42^ EDIZIONE

Premio Barocco, Fabrizio Frizzi

Arriva l’estate e puntuale come ogni anno Rai1, orfana da tempo immemore di varietà e show estivi, cerca di dare una parvenza di decenza al suo desolante palinsesto, proponendo una serie infinita di eventi. Tra Miss Italia nel mondo e l’ennesimo omaggio alla canzone partenopea di Napoli prima e dopo, a dare il via al nutrito numero di serate patrocinate da province, regioni e comuni, sarà ancora una volta il Premio Barocco.

Questa sera alle 21.10, spetterà per il secondo anno consecutivo a Fabrizio Frizzi premiare le cosiddette eccellenze italiane. Nel corso della serata, condotta con la partecipazione straordinaria di Anna Falchi, il buon Frizzi accoglierà sul palco numerose personalità e nomi prestigiosi, legati al mondo dell’arte e della cultura. A ricevere l’ambitissima Galatea Salentina, opera bronzea firmata dallo scultore Egidio Ambrosetti, saranno: Renzo Arbore, l’immancabile Al Bano, Giorgio Forattini, Giordano Bruno Guerri, Paolo Belli, Giorgio Albertazzi e Max Biaggi. Regina assoluta della serata, Sophia Loren, pronta a ritirare l’ennesimo premio alla carriera.

Il Premio Barocco, giunto alla sua quarantaduesima edizione, in onda dall’Antico Porto di Gallipoli,  arriva sugli schermi di Rai1 dopo accese polemiche e un millantato annullamento della serata. Tutto sembrerebbe nascere per via di un mancato  finanziamento di 70.000 euro promesso dal Comune, ma mai arrivato alle casse degli organizzatori. Un comportamento, quello dell’amministrazione comunale, in grado di portare il produttore del premio Nello Marti ad un minaccioso ultimatum: o trovate i soldi o il Premio non si fa.


8
aprile

CIAK SI CANTA: FRANCESCO FACCHINETTI E BELEN RODRIGUEZ DEBUTTANO QUESTA SERA RISPOLVERANDO L’APPLAUSOMETRO

Belen Rodriguez e Francesco Facchinetti - Ciak... si canta

Questa sera, in diretta dall’Auditorium del Centro di Produzione Tv Rai di Napoli, debutta la terza edizione di Ciak… si canta, l’unico show televisivo in cui la musica, oltre che ascoltarla, si vede. Infatti, al centro del programma c’è la canzone italiana, interpretata ogni settimana da otto differenti artisti, che saranno anche attori-protagonisti di inediti videoclip dei brani interpretati.

La trasmissione, da sempre fedele al giorno di messa in onda e alla rete (ogni venerdì su Rai 1), non ha mai trovato continuità nella conduzione. Dopo Eleonora Daniele, privata della sua creatura nonostante il successo ottenuto all’esordio, per la seconda edizione fu chiamato al timone il duo Pupo-Emanuele Filiberto, senza raggiungere neanche lontanamente i risultati della prima padrona di casa. Quest’anno, in un’edizione completamente rinnovata, si punta  su un’inedita coppia formata da Francesco Facchinetti e Belen Rodriguez. Lui reduce da quattro edizioni di X Factor, lei fresca di Oscar Tv come Personaggio Rivelazione dell’anno, ma entrambi grati (si fa per dire) a Simona Ventura. Come reagirà il pubblico dell’ammiraglia Rai a questa svolta generazionale?

Il programma, come detto, è stato quasi del tutto modificato rispetto alle edizioni che l’hanno preceduto. La gara non vedrà più la divisione dei concorrenti in gruppi e ogni puntata sarà ispirata ad un tema ben preciso. Inoltre, a concorrere non saranno esclusivamente cantanti professionisti, ma anche personaggi del mondo dello spettacolo, chiamati sia a cantare che a recitare. Tutto ciò verrà commentato da un quartetto d’opinionisti d’eccezione: Amanda Lear, Sonia Grey, Stefano D’Orazio e lo psicoterapeuta Luigi De Maio.





8
gennaio

DM LIVE24: 8/1/2011. PIROSO AMBIZIOSO, BALIVO SFUMATA, POWER INVECCHIATA, PANICUCCI LODATA

Diario della Televisione Italiana dell'8 Gennaio 2011

>>> Dal Diario di ieri...

  • Antonello Piroso Show

lauretta ha scritto alle 20:39

Martedì prossimo all’Auditorium Parco della Musica, Antonello Piroso si dà al teatro: pare che voglia rifare il ‘Maurizio Costanzo show’ in coproduzione con Lorenzo Mieli della Fremantle italiana. Un esperimento? Una puntata pilota? Un numero zero? Vai a saperlo. Unica cosa certa, sul palco con lui due ‘velone’: Miriam Mafai e Donna Assunta Almirante. (fonte Dagospia)

  • Beh vabbè

lauretta ha scritto alle 15:24

A Pomeriggio sul 2 si parla di Anni Falchi e la Menzani spiega che la showgirl si racconterà in tv, domenica sera in un programma della concorrenza. A quel punto la Balivo: “Ma in quale programma? Quello della d’Urso? Beh, allora lo vedremo!”.

  • Il tempo NON è galantuomo

lauretta ha scritto alle 16:35

A La vita in diretta, dopo aver visto un filmato su Romina Power, Luca Giurato commenta così: “Con lei il tempo non è galantuomo. Non mi sembra che invecchi benissimo”.

  • Brava, brava, brava

domy-paolaperego ha scritto alle 21:00

La d’Urso loda invece Federica Panicucci, che dal 16 gennaio prenderà il suo posto a Domenica 5: ”Le lascio quasi 5 milioni di spettatori. Sono sicura che lei li porterà anche a 6. E’ molto, molto brava”.

  • Sfumata

lauretta ha scritto alle 16:04

La Balivo, in finale di puntata, sfumata bruscamente…


2
ottobre

TUTTI PAZZI PER LA TELE… DI QUALITA’

TUTTI PAZZI PER LA TV DI QUALITA' CLERICI SALEMME

E adesso tutti parlano di fiction. Complici le sfortunate sorti della Tribù (che poco c’entrano), la recente soppressione di Tutti Pazzi per la Tele e il ridimensionamento di Salemme e Falchi, i supremi giudici del piccolo schermo son pronti a parlare di morte dell’intrattenimento.

Gli show non tirerebbero più, dicono, e l’italico pubblico catodico sarebbe tutto pazzo per la fiction. Aborro, direbbe il caro Mughini. Non foss’altro che per l’inopportuna celerità con cui, alcuni, sono stati pronti a decretare la morte dell’intrattenimento, che a parere di chi vi scrive rimane la vera, e forse l’unica, linfa del piccolo schermo italiano. Con annesse soppressioni.

Perché se è vero che anche in Italia, e per fortuna, c’è voglia di serialità, è altrettanto vero che si potrebbe parlare, con più semplicità, di una premiazione della qualità piuttosto che di “morte catodica dell’entertainment”. E, dati alla mano, il discorso fila liscio come l’olio.

Chi, tra voi che leggete, avrebbe preferito Tutti Pazzi per la Tele alla seconda parte della fiction di Janus “L’Onore e il Rispetto”? Pochi, pochissimi (anzi, ad essere precisi il 14%) e il motivo è sotto gli occhi di tutti. Il programma non è stato realizzato nel migliore dei modi. Prima colpa, tra tutte, l’aver portato con sé tutti i difetti della prima, gloriosa, edizione dove, probabilmente, la curiosità per un prodotto nuovo è riuscita a celare alcune pecche, gravi, che lo hanno contraddistinto.





21
settembre

DA NORD A SUD.. E HO DETTO TUTTO!: VINCENZO SALEMME E ANNA FALCHI METTONO A CONFRONTO GLI ITALIANI

Da Nord a Sud e ho detto Tutto! (Vincenzo Salemme e Anna Falchi)

Il direttore di RaiUno Mauro Mazza parlando del nuovo show  in prime time di Vincenzo Salemme, ha detto (fonte: il Giornale):

Su questo show, in onda nel giorno solitamente deputato ai film, noi puntiamo molto. Credo che rappresenterà la consacrazione televisiva di un comico finora amato soprattutto al cinema e in teatro. E anche la scoperta di un’Anna Falchi sorprendente per talento brillante. [...] Sarà una rivista d’altri tempi, ma scritta per la tv d’oggi.”

La Rai torna così a puntare sui varietà e sui one-man show (aspettando Morandi e forse addirittura Gigi Proietti), sugli spettacoli rassicuranti e adatti a tutta la famiglia, e Vincenzo Salemme torna (per quattro lunedì consecutivi a partire da questa sera) a risollevare le sue sorti di “comico/presentatore”, dopo il tiepido successo di “Famiglia Salemme Show” (sempre su Rai1 nel 2006). Al suo fianco la teutonica Anna Falchi, nelle vesti ormai rodate (???) di attrice (???) comica.

“Da nord a Sud.. e ho detto tutto!” sarà uno spettacolo incentrato sul confronto e la comprensione di un tema spinoso e mai affrontato, ossia le differenze tra “polentoni” e “terroni”: usi, tic, e luoghi comuni, verranno sviscerati dall’attore partenopeo che si dimenerà tra sketch e conduzione. Una persona del Nord quando prende una multa “s’incacchia” esattamente come un terrone? Quanto deve durare il ricevimento di matrimonio per un nordico, e quanto per un meridionale? Queste e molte altre tematiche di confronto, per uno spettacolo che si ripromette di essere educato, compìto (e forse un pò banale), con la Falchi prima donna della serata (“alta, bionda, teutonica.. perfetta per rappresentare il Nord“, afferma Salemme), e molti ospiti che si alterneranno nel corso delle puntate (già pronti alcuni nomi tra cui: Giorgio Panariello, Ambra Angiolini, Flavio Insinna, Edwige Fenech e Enrico Bertolino).

Nessun esame sociologico, nessuna querelle culturale, nessuna deriva leghista ( “Pe ammore e Ddio!”): l’obiettivo di Salemme e dei suoi autori è quello di unificare l’Italia in nome della risata:

In Italia si ride per le stesse cose in modi diversi. I Milanesi si piegano in due dalle risate, mentre i siciliani sono silenziosi e poi esplodono in lunghissimi applausi, i napoletani scappano appena finisce lo spettacolo, a Venezia invece non senti volare una mosca. (fonte: TV Sorrisi e canzoni)”.